Home › Spumanti veronesi

VINO SPUMANTE: DAL PROSECCO AGLI SPUMANTI VERONESI

spumanti veronesi

SPUMANTI: PASSIONE PER LE BOLLICINE

Lo spumante italiano rappresenta una realtà ben consolidata, anche all’estero. E gli spumanti di Verona non fanno eccezione.

Il boom dello spumante veneto Prosecco Valdobbiadene e dei Colli Asolani è da parte sua inarrestabile: richiesto nei ristoranti italiani all’estero, nelle enoteche e negli hotel è il vino italiano più venduto nei 5 continenti. 

Il vino Prosecco viene prodotto per l’80% in Veneto e per il restante 20% in Friuli Venezia Giulia. Sono due le DOCG (denominazioni di origine controllata e garantita):  le zone del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene e del Colli Asolani-Prosecco.

Il vitigno base per la produzione dello spumante Prosecco è la glera, le cui uve devono costituire almeno l’85% del totale.

Il 15% di questo spumante veneto può essere costituito da: chardonnay, pinot bianco, pinot grigio, pinot nero vinificato in bianco, verdisio, bianchetta trevigiana, glera lunga.

Esiste, oltre al Prosecco spumante (minimo 11% vol.), il Prosecco frizzante (minimo 9% vol.) e il Prosecco detto tranquillo (minimo 10,50% vol.).

In tutti e tre i casi si tratta di un vino dal colore giallo paglierino, dall’odore fine e dal sapore fresco. La variante spumante può essere il Prosecco brut, entra-dry o dry.

Tanto è il successo delle bollicine venete dello spumante Prosecco Valdobbiadene (e delle altre denominazioni) che è uscito nel 2017 il film “Finché c’è prosecco c’è speranza”: puoi leggerne la trama sul Magazine di Verona Wine Love.

 

GLI SPUMANTI DI VERONA: DAL GARDA DOC AL LUGANA, DAL CHIARETTO AL LESSINI DURELLO

Anche la provincia di Verona offre spumanti interessanti: sul Lago di Garda è possibile degustare lo Spumante Garda DOC e lo Spumante Chiaretto DOC, dalle infinite tonalità di rosa che dipendono dal tipo di frutta rossa (fragola, ciliegia, arancia rossa, mirtilli, fragoline di bosco) che dona a ogni vino il suo colore e il suo aroma.

Le terre della Lessinia offrono lo Spumante Lessini Durello, mentre nelle zone del basso Lago di Garda possiamo degustare gli Spumanti del Lugana e del Custoza.

Anche le colline di Soave, nell’est veronese, offrono un ottimo Soave Spumante DOC. Ad Arcole troviamo invece l’Arcole Bianco Spumante DOC.

Per dati, numeri sull’export e approfondimenti sul mercato degli spumanti italiani e veronesi puoi leggere l’articolo sul Magazine Verona Wine Love. 


SPUMANTE GARDA DOC

Lo Spumante Garda Doc è prodotto prevalentemente con uve Garganega, Pinot Grigio, Chardonnay e Trebbiano, sia in versione metodo classico che charmat.

Gli spumanti Pinot bianco del Garda, Garda Chardonnay e Garda Ríesling presentano una spuma sottile con grana fine e colore persistente, hanno un colore giallo paglierino brillante, odore gradevole e caratteristico.

Il sapore è secco o amabile e fruttato.
Hanno un titolo alcolometrico totale minimo di. 11,00% vol.

Lo Spumante Garda Rosè presenta spuma sottile con grana fine e persistente; il colore è rosato più o meno intenso.

L’odore è fragrante con sentore fruttato quando è spumantizzato con il metodo charmat, bouquet fine composto proprio della fermentazione in bottiglia qualora spumantizzato con il metodo tradizionale.

Il sapore è fresco, sapido, persistente, con sensazione finale di mandorle.
Ha un titolo alcolometrico totale minimo di 11,50% vol.

La denominazione Garda Doc, fa notare il Consorzio Garda Doc, è stata riconosciuta nel 1996 con lo scopo di dare valore ai vini varietali provenienti dalle produzioni di 10 storiche denominazioni dell’area gardesana di Lombardia e Veneto, tra le province di Verona, Mantova e Brescia.

Spumante di Verona Chiaretto
spumante garda doc
Lago di Garda, terra di Spumanti
Spumante Chiaretto
Bardolino spumante
Lugana spumante

BARDOLINO CHIARETTO SPUMANTE DOC

Dal vino Bardolino Chiaretto spumantizzato con metodi a fermentazione naturale nasce lo Spumante Brut, il primo del suo genere in Italia.

Due sono i tipi di spumantizzazione utilizzati: il metodo Classico, che prevede la rifermentazione in bottiglia, e il metodo Charmat, che richiede la presa di spuma in autoclave.

Per la finezza e la persistenza del suo perlage, il vino Bardolino Chiaretto Spumante Doc si colloca nella fascia di mercato degli spumanti di qualità.

Al momento della sua immissione al consumo deve presentare un colore rosa dalle tonalità delicate, un odore vinoso con leggere sfumature profumate, un sapore secco, sapido, lievemente acidulo e un’alcolicità totale minima di 11,5 gradi.

Temperatura di servizio consigliata: 8-10°C.

 

LUGANA SPUMANTE DOC

Il vino Lugana Spumante Doc è prodotto sia con il metodo Charmat (presa di spuma in autoclave) sia con il metodo classico (rifermentazione in bottiglia).

Nel primo caso, il vino Lugana Spumante Doc presenta una maggior semplicità e freschezza, con profumi primari di agrume (cedro in primis) e un perlage più cremoso.

Con il metodo classico, invece, il Lugana Spumante Doc diventa più raffinato e complesso, con un bouquet più elegante e dinamico, e un perlage più “croccante”.

Il vitigno utilizzato per il vino Lugana, il Trebbiano di Lugana, regala al vino un colore giallo paglierino con riflessi verdognoli.
Al naso è intenso, con note finemente ammandorlate, mentre al palato risulta fresco per acidità, fine e armonico.

Grazie all’acidità spiccata, questo vitigno si presta alla produzione di passiti e alla spumantizzazione.

CUSTOZA SPUMANTE DOC

Il vino di Custoza Spumante Doc nasce dalla spumantizzazione del Custoza Doc e viene proposto sul mercato nelle versioni brut, extra brut ed extra dry. Caratterizzato da un gusto moderno e seducente, accompagna con facilità tutto il pasto.

È un vino dal colore giallo paglierino intenso, con riflessi dorati e dal profumo fragrante, fruttato e leggermente aromatico, se rifermentato in autoclave (metodo Charmat).

Ha un profumo fine, floreale e composto, se rifermentato in bottiglia (metodo Classico).

Il sapore è fresco, sapido, morbido e leggermente acidulo, mentre la spuma è fine e persistente. La sua gradazione alcolica minima è di 11.5 gradi. Temperatura di servizio consigliata: 6-8°C.

ARCOLE BIANCO SPUMANTE DOC

Prodotto con uve di Garganega per almeno il 50%, l’Arcole spumante Doc presenta un colore giallo paglierino scarico con riflessi verdognoli, un perlage con profumo floreale e leggermente fruttato che ricorda l’aroma dell’uva.

Corpo snello, leggero e talvolta citrino.

E’ prodotto nelle versioni extra dry, dry, abboccato e dolce.

SOAVE SPUMANTE DOC

Il Soave Spumante DOC viene ottenuto dalla spumantizzazione dell’uva Garganega vendemmiata in anticipo, con l’aggiunta eventuale di una piccola quantità d’uva Chardonnay.

Il colore è giallo paglierino con riflessi verdognoli brillanti, mentre il profumo è decisamente vinoso e delicato.

Al palato il Soave Spumante Doc risulta armonico, fruttato e leggermente amarognolo. Il suo perlage, fine e persistente, è sinonimo di qualità elevata. Per essere commercializzato deve presentare un’alcolicità minima di 11 gradi.

Il vino può avere la specificazione “Classico” soltanto se prodotto con uve raccolte e vinificate nelle zone collinari dei Comuni di Soave e di Monteforte D’Alpone. Temperatura di servizio consigliata: 8-10°C.

vigne
bottiglie di vino bianco
bottiglie di vino bianco
Lessini Durello spumante

LESSINI DURELLO SPUMANTE DOC

Lo spumante Lessini Durello è stato insignito della denominazione DOC (Denominazione di origine controllata) nel 1987.

E’ prodotto da un minimo di 85% di uva Durella con aggiunte possibili di Garganega, Pinot bianco, Chardonnay e Pinot nero.

Il Durello Spumante ha una spuma fine e persistente, colore giallo paglierino con riflessi verdi, profumo vinoso, delicato e leggermente fruttato, sapore piacevole, acidulo, vinoso e armonico.

Per dati, numeri, export e approfondimenti sul mercato degli spumanti italiani e veronesi puoi leggere l’articolo sul Magazine Verona Wine Love. 

Gli spumanti veronesi – dal vino spumante Lugana al Custoza, dallo spumante Chiaretto Bardolino all’Arcole al Garda Doc – rappresentano una linea di vino in bollicine “made in Verona” legata in modo stretto al territorio scaligero.

 

COME STAPPARE UNA BOTTIGLIA DI SPUMANTE

COME SERVIRE LO SPUMANTE 

Show Buttons
Nascondi