Una buona notizia per i vini rossi veronesi come il Valpolicella e il Bardolino.  Cresce l’export nei confronti della Norvegia.

Secondo una ricerca, condotta dal consorzio di promozione “I Vini del Piemonte” e dal dipartimento di Scienze Agrarie

dell’Università di Torino, i produttori italiani di vino rosso vendono in Norvegia vini per 279 milioni di euro. La Francia è invece ferma a 91 milioni di Francia; e così la Spagna.

La quota di mercato dei vini rossi italiani è salita al 42%. L’aumento, rispetto al 2010, è del 6%.

Il Veneto conserva il primato di maggior esportatore. E con esso si presenta in gran spolvero anche i vini di Verona. Cresce in maniera rapida anche il Piemonte: in 7 anni +64.5% in volume e +84% fatturato.


PERCHE’ CONVIENE ESPORTARE IN NORVEGIA
A consigliare di esportare in Norvegia è la società IEM sul suo sito web “Simply Italian Great Wines”, che organizza un evento a Oslo, la capitale norvegese, il prossimo 24 settembre.

La Norvegia ha un reddito pro-capite molto alto: il più alto in Europa. Il vino è tutto importato: non vi sono produzioni nazionali, a causa delle condizioni climatiche.

Il mercato del vino, nonostante la tassa sull’alcol del 2015, è tornato a espandersi. Segno che i norvegesi sono degli winelovers.

La quota di vino italiano esportato in Norvegia rappresenta oltre un terzo di tutto il mercato. Il consumatore norvegese, e scandinavo in genere, predilige vini di qualità. E’ quindi disposto a pagare di più per avere bottiglie di qualità elevata.

Va molto bene l’importazione di spumanti. Cresce la quota del Prosecco (+7,6%); mentre scendono le vendite di Champagne.

“In Norvegia circa l’80% del mercato delle bevande alcoliche è controllato dal monopolio statale, Vinmonopolet, che gestisce anche negozi specializzati per la vendita al dettaglio”, fa notare il sito “Simply Italian Great Wines”.

E’ allora importante il ruolo delle relazioni commerciali con gli importatori dotati di licenza rilasciata dal monopolio. Simply Italian si occupa di favorire l’incontro tra le aziende italiane e gli importatori autorizzati.

Oltre a Oslo, la società IEM (che si occupa di export di vino italiano nel mondo) in Norvegia organizza una serie di eventi per far conoscere la produzione vinicola dell’Italia.

Vi sono quindi occasioni interessanti, in Norvegia, per i vini della Valpolicella, per i vini Bardolino, Lugana, Soave e per lo spumante Lessini Durello.

Maurizio Corte
@cortemf
www.corte.media

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Vedi
Nascondi