Home › Vini di Custoza

I VINI DEL CUSTOZA

Castello di Valeggio e Parco Sigurtà

I VINI CUSTOZA
Dall’unione delle uve di Garganega, Trebbiano Toscano e Tocai, lavorate in cantina, nascono una serie di vini: il Custoza, il Custoza Superiore, il Custoza Passito e il Custoza Spumante. Sono tutti vini bianchi, profumati e delicatissimi al palato.

BIANCO DI CUSTOZA DOC
Il vino di Custoza Doc è un vino “eclettico”, che è riuscito ad armonizzare le sfumature organolettiche di ciascuno degli otto vitigni che concorrono a formare il suo uvaggio. Rientra nella categoria dei vini giovani, freschi, ottimi da degustare entro l’annata di produzione.

Presenta un colore giallo paglierino scarico e un profumo vinoso, fruttato e leggermente aromatico. In bocca sprigiona una spiccata sapidità accompagnata da note morbide e delicate, mentre il retrogusto è piacevolmente amarognolo. La sua alcolicità ha una gradazione minima complessiva di 11 gradi. Temperatura di servizio consigliata: 10°C.

BIANCO DI CUSTOZA SUPERIORE DOC
Il Custoza Superiore Doc si ottiene da uve selezionate con una vendemmia tardiva su un vitigno di resa inferiore del Custoza. Il disciplinare di produzione prevede che le uve destinate alla sua vinificazione assicurino un titolo alcolometrico naturale minimo di 11 gradi.

Prima di essere commercializzato il Custoza Superiore Doc deve essere sottoposto a un periodo di maturazione di almeno 5 mesi a decorrere dal primo novembre dell’annata di vendemmia. È un bianco muscoloso, dotato di un’elevata concentrazione e adatto a durare nel tempo.

Alla vista si presenta di colore paglierino, con tendenza al giallo dorato in seguito all’invecchiamento mentre all’olfatto risulta gradevole e lievemente aromatico. In bocca sprigiona un sapore morbido, armonico, corposo, con possibile percezione di legno. Ha una gradazione alcolica minima complessiva di 12.5 gradi. Temperatura di servizio consigliata: 12°C.

BIANCO DI CUSTOZA SPUMANTE DOC
Il vino di Custoza Spumante Doc nasce dalla spumantizzazione del Custoza Doc e viene proposto sul mercato nelle versioni brut, extra brut ed extra dry. Caratterizzato da un gusto moderno e seducente, accompagna con facilità tutto il pasto.

È un vino dal colore giallo paglierino intenso, con riflessi dorati e dal profumo fragrante, fruttato e leggermente aromatico, se rifermentato in autoclave (metodo Charmat). Ha un profume fine, floreale e composto, se rifermentato in bottiglia (metodo Classico).

Il sapore è fresco, sapido, morbido e leggermente acidulo, mentre la spuma è fine e persistente. La sua gradazione alcolica minima è di 11.5 gradi. Temperatura di servizio consigliata: 6-8°C.

VINO DI CUSTOZA PASSITO DOC
Il vino di Custoza Passito Doc è una tipologia di vino che recupera un’antica pratica enologica del territorio veronese: l’appassimento. Le uve sono vendemmiate tardivamente e selezionate in base al grado di maturazione. Vengono poi messe ad appassire per un periodo di tre mesi in plateau di plastica, posti all’interno di ambienti ventilati denominati fruttai.

Terminata la fase dell’appassimento si procede alla vinificazione, che prevede una macerazione di 5-6 giorni con contatto delle bucce e una fermentazione a temperatura controllata. Il vino di Custoza Passito Doc viene immesso al consumo a partire dal primo settembre successivo a quello della vendemmia.

Il vino di Custoza Passito Doc ha un colore giallo ambrato, con un profumo intenso e fruttato. In bocca risulta amabile e vellutato ed è preponderante il sapore di frutta secca e miele. Se affinato in botti di rovere regala sentori di vaniglia e di tostato. Presenta un’alcolicità minima complessiva di 15 gradi. Temperatura di servizio consigliata: 14°C.

Vedi
Nascondi