Alla Cineteca di Bologna si tiene, dall’1 al 3 febbraio 2020 la manifestazione Vignaioli di montagna. Sono oltre 40 i vignaioli di Trentino e Alto Adige che partecipano all’evento enogastronomico co-organizzato con la Fondazione Cineteca di Bologna.

La tre giorni di Vignaioli di montagna vede, inoltre, la presenza di specialità della gastronomia locale, del Trentino e del Südtirol.

Speck e formaggi di malga completano dunque la proposta della manifestazione che a Bologna unisce cinema e vini delle terre di montagna.

Nasce così, tra sapori e immagini del territorio alpino, un racconto a più voci, realizzato grazie al supporto delle Camere di Commercio di Trento e Bolzano.

 

Vini Trentino Alto Adige

Vitigni del Trentino, ph. Cantine Ferrari Trento

 

Progetto Trentino in Malga

 

L’iniziativa punta a far conoscere al pubblico il progetto Trentino di malga, marchio collettivo (frutto dell’iniziativa della Camera di Commercio di Trento) dedicato alla promozione di specialità casearie d’alpeggio ottenute con metodi tradizionali.

Ciascuna delle varietà riconosciute dal marchio si distingue per qualità organolettiche e sensoriali, che variano con la vegetazione, la flora microbica locale, le razze bovine e le tecniche di lavorazione del latte.

Oltre ai formaggi, a disposizione anche una selezione di Speck artigianale südtirolese della macelleria Stampfl di Bolzano.

Si tratta di una ricetta tradizionale che prevede l’affumicatura per tre settimane con legno di faggio e sei mesi di stagionatura. Ne risulta uno speck di alta qualità con una bassa concentrazione di sale e un’importante aromaticità.

Disponibili per il pubblico anche gli Schüttelbrot dell’Azienda Fritz e Felix Brot, piccoli panini croccanti a base di farina di segale, acqua, lievito, sale e spezie, e il pane artigianale fatto con lievito madre del Panificio Moderno di Rovereto (Trento), una realtà che ha puntato molto sul recupero delle varietà cerealicole territoriali e sui processi di lievitazione naturale.

 

Speck

Speck e Schüttelbrot sono specialità della gastronomia del Südtirol e del Trentino

 

 

Vignaioli di montagna: programma dei tre giorni

 

Sabato 1°febbraio

La Biblioteca Renzo Renzi ospita la mostra dedicata ai vini artigianali delle terre alpine, un grande banco d’assaggio con la partecipazione di 20 vignaioli trentini e 20 altoatesini.

Domenica 2 febbraio

Giornata dedicata all’anteprima della 68ª edizione del Trento Film Festival (25 aprile – 3 maggio 2020), con il doppio appuntamento pomeridiano con PersorsiSi tratta di una passeggiata immersiva e multisensoriale nella viticoltura di montagna, dalle Dolomiti al Lago di Garda.
In serata la proiezione di Our Blood Is Wine (di Emily Railsback, USA, 2018, 78’), un documentario nato da un’idea del cineasta e sommelier Jeremy Quinn.

Lunedì 3 febbraio

Giornata dedicata alle tre masterclass sulla vitienologia delle terre alte.
Ogni degustazione proporrà quattro vini di vignaioli altoatesini e quattro di vignaioli trentini, spaziando da varietà autoctone quali Teroldego, Nosiola e Lagrein a vitigni internazionali come il Pinot Nero e il Pinot Bianco, che nella regione hanno trovato un’espressione unica.

 

Ore 11.00: Valli, colline e montagne: un viaggio di quota in quota

Masterclass condotta dal giornalista e scrittore Massimo Zanichelli con Hannes Baumgartner, presidente dei Freie Weinbauern Südtirol.

Vini in degustazione:
Müller Thurgau 2018 | ZANOTELLI
Riesling “Windbichel” 2017 | CASTEL JUVAL
Pinot Bianco “Riserva Renaissance” 2015 | GUMPHOF
Nosiola 1998 | POJER & SANDRI
Pinot Nero “Mazzon” 2017 | CARLOTTO
Elda 2014 | NUSSERHOF
Poiema 2012 | EUGENIO ROSI
Teroldego “Sgarzon” 2013 | FORADORI

Ore 13.00: Sostenibilità: una meta, tante strade

Degustazione condotta da Helmuth Zozin, direttore ed enologo delle Tenute Manincor, accompagnato dal presidente del Consorzio Vignaioli del Trentino, Lorenzo Cesconi.

 

Vini tipici Trentino

Vini tipici del Trentino. Ph. Francesco Pernigo

 

Vini in degustazione:
Spumante “Pas Dosé” 2015 Bio | HADERBURG
Sylvaner 2018 Bio | GARLIDER
Solaris “Dedit” 2017 | FILANDA DE BORON
Terlano Pinot Bianco “Eichhorn” 2016 Bio |MANINCOR
Isidor 2016 | VIGNAIOLO FANTI
Pinot Nero “Vigna Cantanghel” 2016 | MASO CANTANGHEL
Pinot Nero 2016 Bio | STACHLBURG
Vino Santo Trentino 2002 | GINO PEDROTTI

 

Ore 15.00: Teroldego e Lagrein: due “cugini” alla prova del tempo

Degustazione guidata da Fabio Giavedoni, curatore della guida Slow Wine, con i vignaioli Giulio De Vescovi e Andreas Berger.

Vini in degustazione:
Lagrein 2018 | BERGMANNHOF
Gran Lareyn 2017 | LOACKER
Lagrein Riserva 2016 | ERBHOF UNTERGANZNER
Lagrein Riserva 2013 | NUSSERHOF
Teroldego Rotaliano 2017 | ELIO ENDRIZZI
Teroldego Rotaliano “Maso Chini” 2016 | MARTINELLI
Teroldego “Grill” 2015 | EREDI DI COBELLI ALDO
Teroldego Rotaliano “Dannato” 2011 | REDONDEL

 

Vini Alto Adige Bolzano

Vini dell’Alto Adige 

 

Chi sono i Vignaioli di montagna

 

Nel 2017 si tiene la prima manifestazione Vignaioli di montagna, su iniziativa della Camera di Commercio di Trento e della Camera di Commercio di Bolzano, in collaborazione con il Consorzio Vignaioli del Trentino e i Freie Weinbauern Südtirol.

Un appuntamento che si svolge a nelle sale di Palazzo Roccabruna di Trento, sede dell’Enoteca provinciale del Trentino e nell’ambito del Trento Film Festival.

Ne scaturisce un incontro-confronto tra le cantine indipendenti delle due provincie e un pubblico preparato.

La filosofia che emerge dal racconto dei produttori presenti alle degustazioni è quella del rispetto per la pianta, per il duro e meticoloso lavoro dei campi in un ambiente impegnativo, come quello montano.

 

Viticoltori del Trentino

I Vignaioli del Trentino coltivano circa 500 ettari di vigneto, dal Lago di Garda alle Dolomiti. Dai ripidi terrazzamenti della Valle di Cembra alle dolci colline di Trento, dalla piana Rotaliana ai pendii della Vallagarina, il valore del Trentino sta nella sua diversità territoriale, morfologica e climatica.

Il clima mediterraneo del Garda si incontra con quello delle Alpi, dando complessità ai vini e facendo del Trentino un ponte tra mondi, culture e popoli.

Il Vignaiolo crea vini di territorio e la diversità territoriale garantisce prodotti unici: dal famoso metodo classico ai bianchi di montagna, dai rossi strutturati fino ai grandi vini dolci.

 

Viticoltori dell’Alto Adige

L’associazione Vignaioli dell’Alto Adige rappresenta oggi 100 produttori di vino delle diverse regioni vitivinicole.

Dalla Val Venosta alla Valle Isarco fino alla Bassa Atesina sono presenti diversi tipi di terreno che ogni vignaiolo lavora per produrre vini di carattere, con note di gusto e sapore particolari.

Nel 1999, dodici vignaioli altoatesini si uniscono per fondare un’associazione di produttori indipendenti. L’obiettivo dell’associazione è di rappresentare gli interessi dei propri soci, di fornire servizi specifici del settore e di rappresentare la cultura vitivinicola dell’Alto Adige.

 

Informazioni

Il costo è di 25 euro per un laboratorio, 40 euro per due e 60 euro per tre. Posti limitati con preiscrizione obbligatoria.
Il programma e i costi su www.trentofilmfestival.it, www.vignaiolideltrentino.it e www.fws.it


Lista produttori presenti alla manifestazione

 

I venti vignaioli sudtirolesi: Weinhof Kobler, Obermoser, Messnerhof, Schloss Englar, Weingut Oberstein, Weingut Klosterhof, Griesbauerhof, Weingut Ebner, Manincor, Weingut, H.Lentsch, Weingut Plonerhof, Untermoserhof, Thurnhof, Glögglhof, Weingut Abraham, Nusserhof. Wassererhof, Unterganzner, Taschlerhof, Stroblhof.

I venti vignaioli trentini: Cesconi, De Vigili, Balter, Maso Furli, Zanotelli, Klinger, Fontana, Longariva, Castel Noarna, Comai, Pisoni, Maxentia, Francesco Poli, De Vescovi Ulzbach, Pojer e Sandri, Bellaveder, Giovanni Poli, Eredi di Cobelli Aldo, Zeni, Grigolli.

 

→ Leggi anche Quali sono i 22 migliori vini italiani? Scopri la scelta dell’Associazione Italiana Sommelier per la Guida Vitae 2020

→ Segui il Magazine VeronaWineLove per rimanere sempre informato sugli appuntamenti che riguardano il vino e l’enoturismo

→ Scopri  Vini della Valdadige e Terra dei Forti

 

Bologna come arrivare

La Cineteca di Bologna in Via Riva di Reno, 72 a Bologna (foto di repertorio)

 

Come arrivare a Bologna

 

Aereo

L’aeroporto di Bologna Guglielmo Marconi, unico per gli arrivi nazionali ed internazionali, è situato a 6 chilometri dal centro cittadino.

E’ raggiungibile in auto dal centro direttamente tramite la tangenziale (uscita 4 bis) e tramite autostrada, sia che proveniate da Milano (A1 uscita Bologna Borgo Panigale), sia da Padova (A13 uscita Bologna Arcoveggio) e sia da Ancona (A14 Bologna San Lazzaro).

Per arrivare più vicini al centro in caso di arrivo a Bologna, è preferibile percorrere in auto via Saffi e arrivare così ai viali cittadini (siete già praticamente a ridosso del centro storico). Potrete quindi trovare parcheggio fuori dalle mura o direttamente all’interno dei numerosi parcheggi a pagamento in città.

Si può arrivare in centro anche tramite taxi dall’aeroporto al centro. Il costo della corsa, a seconda degli orari e del punto di arrivo, può oscillare tra 15 e 25 euro circa.

Il consiglio è quello di arrivare tramite i mezzi pubblici.

Il riferimento è al BLQ.

Il servizio navetta BLQ, in partenza dalla stazione dei treni, collega il centro all’aeroporto in circa 25 minuti (40 minuti negli orari di punta). La frequenza dei bus è molto elevata, 11 minuti circa, e la prima corsa dalla stazione parte alle ore 5:00 del mattino. L’ultima alle 23:35.

Non effettua molte fermate nel centro storico (Ospedale Maggiore e via dei Mille), il biglietto costa € 6.

 

Treno

La stazione di Bologna, dalla quale partono i treni sia i treni regionali che i treni a lunga percorrenza, è situata in centro.

Considerate che è praticamente attaccata a via Indipendenza, la via dello shopping di Bologna, e a circa 15 minuti a piedi da Piazza Maggiore.

Qui troverete i treni anche a lunga percorrenza, inclusa l’alta velocità. Quest’ultima consente di raggiungere Firenze in 40 minuti, Milano in 60 minuti e Roma e Torino in poco più di due ore.

Inoltre la stazione è ben collegata all’aeroporto con il servizio navetta BLQ.

Per informazioni ed orari dei treni guardate il sito Trenitalia

Clicca qui per vedere la posizione della stazione di Bologna.

 

Autobus

La stazione dei bus è situata in pieno centro, a pochi passi dalla stazione principale dei treni.

Da qui partono e arrivano i bus per le principali città italiane ed europee. Guarda la posizione della stazione degli autobus di Bologna

 

 

Articolo a cura di Sara Soliman
✉︎   redazione@veronawinelove.com

 

*******

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali delle varie zone.

 

Enoturismo - Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona - 2019

Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona – 2020. Iscriviti alla newsletter e lo riceverai in omaggio  

 

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

 

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona TwitterPinterest

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Home > Blog

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

15 + 8 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.