Vino, l’annata 2019 sarà ottima. Produzione in calo del 10%. Consumatori attenti alla qualità e all’origine dei vini. Export di vino italiano alla grande, con un giro d’affari di 6,2 miliardi di euro.

Questo il quadro del comparto vinicolo, stando alle organizzazioni di categoria e alle istituzioni ufficiali, mentre la vendemmia va a cominciare anche in Veneto e al Nord.

In Veneto si prevede una produzione vinicola in calo del 10%, ma con qualità ottima.

La previsione, a pochi giorni dall’inizio della vendemmia in Veneto, viene tracciata da Confagricoltura regionale.

L’annata 2019, grazie a una primavera fredda e piovosa e un inizio estate caldo e secco, è foriera di una produzione di vini

potenzialmente eccellenti.

La vendemmia partirà in ritardo di otto-dieci giorni rispetto al 2018. A fine agosto il via con il Pinot grigio, poi in settembre Chardonnay e quindi Glera, Merlot, Garganega, Durella, Soave e infine i rossi.

“Eravamo un po’ preoccupati in maggio”, sottolinea il presidente regionale, Christian Marchesini, vicepresidente nazionale del settore. “L’abbondanza di piogge faceva temere per l’esplosione delle malattie della vite”.

“Poi per fortuna il clima si è stabilizzato”, dice Marchesini. “Rimane solo l’incognita di quanta uva riusciremo a portare in cantina a causa delle numerose tempeste e grandinate, che hanno colpito a macchia di leopardo i vigneti”.

E’ prevista una riduzione delle rese rispetto al 2018 che potrebbe arrivare anche al 12%. E’ un calo che fa tornare nella normalità delle rese del Veneto degli ultimi anni.

Il calo, conclude Marchesini, “è un fattore positivo, in quanto favorisce la qualità e le caratteristiche organolettiche delle uve”.

 

Vendemmia 2019 - Cantine Franzosi - vini del lago di Garda

Vendemmia, ottima l’annata 2019 in Veneto. Produzione in calo del 10% ma qualità delle uve ad elevati livelli

 

 

Vendemmia in Veneto dal 22 – 22 agosto 2019. Le grandinate non hanno colpito la produzione

In Veneto il via libera alla vendemmia 2019 sarà intorno al 20 o 22 di agosto. L’ha annunciato l’agenzia regionale Veneto Agricoltura.

I primi vigneti saranno quelli delle uve Pinot e Chardonnay da destinare alle basi spumante.

Necessitando di una maggiore acidità, vengono vendemmiate mediamente una settimana prima rispetto alle uve Pinot Nero, Grigio e Chardonnay per la produzione di vino fermo, la cui raccolta avrà inizio il 29 o 30 agosto.

La vendemmia 2019 proseguirà poi tra gli altri con la raccolta del Merlot e Glera-Prosecco (12/15 settembre), Moscato, Durella e Garganega (20 settembre), Corvina, Corvinone, Rondinella e Cabernet (20/25 settembre).

Gli operatori – come per Confagricoltura Veneto – prevedono una buona annata, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.

Sotto il profilo sanitario, le uve si presentano in genere sane ovunque. I problemi legati alla peronospora sono quasi del tutto rientrati.

Casi di oidio (malattia fungina) e flavescenza dorata (giallume delle foglie) si registrano a macchia di leopardo nelle diverse province. Ma non creano particolari preoccupazioni tra i produttori.

Il mal dell’esca, altra malattia fungina, sta emergendo con più forza rispetto alle annate precedenti a causa di una stagione molto calda. Il fenomeno è comunque sotto controllo.

Dal punto di vista quantitativo la vendemmia 2019 non raggiungerà le produzioni straordinarie dello scorso anno. Tuttavia sarà senz’altro nei limiti dei disciplinari.

Quanto alle grandinate registrate in queste ultime settimane, in particolare nel trevigiano e veneziano, sono state “a strisciate”. E tutto sommato circoscritte. La vendemmia, insomma, non ne risentirà.

 

Maestri Assaggiatori di Vino - corso universitario a Torino - Verona Wine Love

Cresce la produzione di vino italiano. I consumatori prediligono la qualità e sono molto attenti alle zone di origine dei vini che consumano

 

 

Dalla Sicilia il via alla vendemmia. Vino italiano: fatturato da 10 miliardi 

Con il primo grappolo finito nel cesto, in Sicilia, si è aperta poco prima del 10 agosto la stagione della vendemmia. E’ la vendemmia più importante per il comparto del vino, che vede l’Italia battere i cugini francesi nella produzione e segnare il record storico delle esportazioni.

Da Nord a Sud si parla di ottima annata per il vino 2019.

“Le nostre previsioni positive per la prossima annata vengono confermate”, ha commentato per l’occasione il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio.

Il distacco del primo grappolo, avvenuto nell’azienda agricola Massimo Cassarà, in Sicilia, ha inaugurato l’inizio della raccolta lungo tutta la Penisola con la vendemmia delle uve Pinot grigio, le prime ad essere trasformate in vino.

Ne ha dato notizia Coldiretti, sottolineando il record storico dell’Italia nelle esportazioni con un aumento del 5,2% rispetto allo scorso anno. E con la leadership internazionale in termini di produzione.

Si stima una produzione di vino fra i 47 e i 49 milioni di ettolitri, davanti alla Francia (con una stima fra 43 e 46 milioni di ettolitri), nonostante un calo registrato del 10% rispetto all’anno passato.

Secondo il Centro Studi di Confagricoltura, le aziende in Italia con vigneti sono 300 mila. La superficie coltivata ad uva da vino è pari a 652 mila ettari, di cui 50 mila con cantine di vinificazione.

Il fatturato del vino è di circa 10 miliardi di euro. L’export è parti a 6,2 miliardi di euro: la voce principale dell’agroalimentare.

La Sicilia, come si diceva, ha iniziato qualche giorno fa a staccare i primi grappoli. La vendemmia vera e propria, prevede il Centro Studi di Confagricoltura, entrerà nel vivo intorno al 20 agosto in tutta Italia.

 

Cantina Valpantena Verona - Valpolicella Amarone - Valpolicella Superiore

Il fatturato del vino italiano è pari a 10 miliardi di euro. L’export arriva a 6,2 miliardi: in testa Usa, Germania e Regno Unito

 

 

Vendita di vino in Italia: consumatori attenti alla qualità e all’origine 

Oltre all’export di vino, pari a 6,2 miliardi di euro, sono positivi anche i consumi degli italiani.

I consumatori italiani sono sempre più consapevoli e attenti alla qualità e all’origine.

In Italia il vino consumato è pari a 37,5 litri pro-capite all’anno con una spesa delle famiglie cresciuta del +6,5% in valore nel primo trimestre del 2019. Questo rispetto allo stesso periodo del 2018, secondo elaborazioni Coldiretti su dati Ismea Nielsen.

“Alta qualità e capacità produttiva”, sottolinea Coldiretti, “spingono l’export delle bottiglie italiane che sono protagoniste di un vero a proprio boom nel Regno Unito dove sono aumentate del 10%. Incremento in valore del 6% in Germania e del 3,2% negli Usa che si confermano il primo cliente”.

“A preoccupare per il futuro”, precisa la Coldiretti, “sono però gli effetti della Brexit con l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea”.

Inoltre anche la guerra commerciale che Trump ha minacciato di scatenare nei confronti dell’Europa preoccupa. Con un aumento dei dazi fino al 100% del valore, sarebbe colpito anche il vino italiano le cui spedizioni in Usa valgono 1,5 miliardi nel 2018.

 

Articolo a cura di Maurizio Corte

*** Maurizio Corte insegna Giornalismo Interculturale e Multimedialità all’Università degli Studi di Verona. Giornalista professionista, dal 1998 fa analisi dei media. E dal 2001 si occupa di Comunicazione Digitale. E’ specializzato in Brand Journalism e Comunicazione Strategica.

 

°°° spazio promozionale °°°

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Redazione e servizi di Comunicazione digitale:
Nicola
☏   +393498058016

 

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

VINI E TERRITORI: GUIDA AI VINI E ALLA PROVINCIA SCALIGERA

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

Alloggiare a Verona, in Valpolicella, sul lago di Garda, Lessinia o a Soave

Se stai cercando un hotel ti proponiamo BOOKING il servizio di ricerca e prenotazione hotel con le sue offerte esclusive e le opinioni dei clienti che hanno davvero alloggiato negli alberghi recensiti.

Abbiamo scelto, come Verona Wine Love, l’affiliazione con Booking perché crediamo che sia importante poter leggere le opinioni di chi è stato in un albergo prima di alloggiarvi.

Da Booking, se tu scegli questo servizio, Verona Wine Love – grazie al programma di affiliazione – ricava una percentuale. Questa commissione non incide in alcun modo sulla tua spesa.

Ci teniamo a proporti Booking per farti un servizio. E per trasparenza ti citiamo il nostro programma di affiliazione, perché detestiamo le pubblicità occulte. E ancor più quelle ingannevoli.

Il servizio di ospitalità in albergo di Booking puoi utilizzarlo, attraverso il banner qui sotto, sia per Verona e la sua splendida provincia. E sia per qualsiasi altra località ti interessi.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 

 

Weekend tematici in piena libertà e soggiorni originali dove andare in vacanza

Se cerchi idee per un weekend e soggiorni originali da prenotare online, puoi utilizzare Weekendesk.

E’ il leader nel mercato dei fine settimana tematici. Il sito di Weekendesk offre oltre 3000 idee week-end e soggiorni prenotabili al 100% online.

Verona Wine Love, anche in questo caso, è affiliato con WEEKENDESK per offrire un servizio esclusivo e di interesse ai propri lettori sui quali non vi è alcun ricarico di spesa.

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

4 + 11 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Show Buttons
Nascondi