La vendemmia di quest’anno, sia nel Veronese che in Veneto, è in svolgimento nel clima mite di settembre. L’uva si mostra di una qualità da buona a ottima. E con una produzione contenuta rispetto al 2018.

Sarà una vendemmia ricordata, quella del 2019, per la consapevolezza di come i cambiamenti climatici incidano sulla filiera del vino.

L’arrivo del caldo a settembre è stato comunque provvidenziale per il vino Made in Italy, assicurando indubbi vantaggi alla vendemmia.

Lo dice la Coldiretti nel sottolineare che l’arrivo del sole giorni fa, che fa seguito all’ondata di maltempo e di piogge, è molto importante ai fini della raccolta di un’uva sana e dalle buone caratteristiche qualitative.

“Una vera manna nelle vigne dopo che”, sottolinea la Coldiretti, “la prima decade di settembre aveva fatto segnare lungo la Penisola una media di dodici eventi climatici estremi al giorno tra trombe d’aria, bombe d’acqua, grandinate e venti forti”.

In Italia vi sono stati ben 126 eventi estremi nella prima decade di settembre. Un numero di oltre quattro volte superiore a quello dello scorso anno.

Il bel tempo di questa parte di settembre, osserva Coldiretti, favorisce la raccolta delle uve. Soprattutto nelle zone collinari e più difficili dove l’operazione è solo manuale.

La metà di settembre rappresenta infatti il clou per il taglio dei grappoli.

Una buona premessa per il vino in cantina che quest’anno si preannuncia con una produzione stimata sui 46 milioni di ettolitri. Vi è un in calo del 16% rispetto allo scorso anno, secondo Ismea.

L’Italia mantiene comunque il primato mondiale.

Con il ritorno del grande caldo fuori stagione però, avverte Coldiretti, si moltiplicano gli insetti nelle case e nelle campagne.

E’ intanto allarme per la cimice asiatica dove ha già provocato “una strage dei raccolti con danni stimati in 250 milioni di euro”.

Il riferimento di Coldiretti ai cambiamenti climatici l’ha fatto anche il Consorzio Tutela Vini Valpolicella, in agosto, quando ha comunicato le modifiche dei disciplinari per i vini Valpolicella.

“Le vendemmie e in generale l’intero comparto agricolo sono sempre più condizionati dai cambiamenti climatici”, dichiara Riccardo Cotarella, produttore umbro e presidente mondiale degli enologi.

 

 

Riccardo Cotarella - presidente mondiale degli enologi - vendemmia 2019 - verona wine love

Riccardo Cotarella, presidente mondiale degli enologi, parla della vendemmia 2019 e dei cambiamenti climatici

 

 

Vendemmia: sempre più difficile pronosticare qualità e quantità di un’annata

“E’ sempre più difficile pronosticare qualità e quantità di un’annata. Nell’arco di venti chilometri abbiamo scenari completamente diversi: si passa da vigneti in sofferenza per la siccità, a zone dove c’e’ stata anche una eccedenza di piogge”, osserva Cotarella

“Questo accade a livello locale”, spiega l’enologo. “E accade su scala nazionale e internazionale, creando delle difficoltà enormi nell’interpretare il trattamento dei vigneti“.

“Difficoltà”, sottolinea ancora Cotarella, “che non permettono più alcuna improvvisazione nel nostro mestiere. Le difficili condizioni in cui ci troviamo a lavorare richiedono interventi eseguiti con conoscenza e coscienza“.

Malgrado sia complicato fare un’analisi dettagliata di quella che sarà la vendemmia 2019, già iniziata, il presidente degli enologi parla mediamente di “una buona annata, anche se il raccolto in alcune zone, dell’intero territorio italiano, sarà più contenuto rispetto allo scorso anno”.

Il fatto di avere meno produzione per Cotarella “non è proprio un male, dato che ci sono delle giacenze da smaltire. Importante è che riusciamo a mettere sui mercati prodotti di qualità“.

 

Consorzio Tutela vini Valpolicella

 

 

Vendemmia in Valpolicella: uva di ottima qualità e calo della produzione

Un’uva di ottima qualità e una vendemmia senza eccessi produttivi, ma anche un mercato 2019 che promette bene per i vini della Valpolicella, specie per Ripasso e Amarone-

Una prima valutazione della raccolta delle uve è stata fatta a “Valpolitech in cantina”, la rassegna sui macchinari enologici green organizzata il 6 settembre a Nesente (Verona) dal Consorzio tutela vini Valpolicella.

La prima denominazione rossa del Veneto sembra inoltre soffrire meno sul fronte dei prezzi, rispetto ai ribassi registrati dalle altre grandi Doc italiane.

Ritorno alla normalità dunque per una vendemmia prevista a metà settembre con volumi ridotti del 7-8%, anche per effetto delle recenti misure contenitive.

Scendono i volumi rispetto all’iperproduzione 2018 ma sale il mercato.

“Stiamo registrando una crescita significativa del prodotto imbottigliato“, spiega il presidente del Consorzio tutela vini Valpolicella, Andrea Sartori. “Per esperienza è queso un parametro attendibile sulle vendite”.

Gli incrementi per Amarone e Ripasso si attestano, fa sapere Sartori, rispettivamente attorno al 7% e all’8%.

Un buon segno ma non basta: la partita si gioca anche sul prezzo quindi non bisogna abbassare la guardia, sottolinea Sartori, sia in sede consortile che nelle trattative private. La qualità si paga.

Per la direttrice del Consorzio, Olga Bussinello “specie in periodi complessi come questo è necessario adeguare misure per la corretta gestione del territorio e della sua economia“.

“Le modifiche al disciplinare dei vini Valpolicella e le misure temporanee adottate per salvaguardare il mercato lungo tutta la filiera“, fa presente la direttrice del Consorzio tutela vini Valpolicella, “vanno in questa direzione”.

“Stiamo lavorando per prevenire il mercato e le sue distorsioni”, sottolinea Bussinello. “Ma anche per assecondare la svolta green del nostro vino, con un aumento del 40% di aziende conformi al protocollo ‘Riduci, Rispetta, Risparmia’ nell’ultimo anno”.

Dalla vendemmia 2019, presentata dall’agronomo Renzo Caobelli, il Consorzio si aspetta un prodotto con caratteristiche migliori rispetto alle precedenti, soprattutto grazie a tenori ottimali di zuccheri, buone acidità, superiori alle medie dell’anno scorso.

Anche l’andamento fitosanitario non ha evidenziato particolari problemi, per via della corretta gestione degli agenti patogeni.

Si registra, infine, solo un lieve ritardo nell’inizio della raccolta, riallineandosi così con la media storica.


Articolo a cura di
Maurizio Corte
redazione@veronawinelove.com

 

Vendemmia 2019 - produzione in calo, qualità ottima, bene l'export di vino

Vendemmia 2019, produzione della Doc Valpolicella in calo e qualità ottima

 

 

Comunicazione digitale: i servizi del team di Verona Wine Love

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:
✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Redazione e servizi di Comunicazione digitale:
Nicola
☏   +393498058016

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

10 + 15 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Show Buttons
Nascondi