La Valpolicella è una zona collinare compresa tra la città di Verona e la Val d’Adige. È una delle zone vinicole più antiche d’Italia.

Qui, sin dall’epoca romana, si produce il Recioto e dagli Anni Trenta del Novecento l’Amarone.

Vi proponiamo alcune idee per le tue gite: alcune mete da visitare in auto o in moto oppure escursioni da fare in bicicletta o a piedi.

Vi aggiorniamo su eventi e manifestazioni che si organizzano per celebrare vini e tradizioni locali.

Vi raccontiamo di vino e di enoturismo tra le colline della Valpolicella, fascia collinare a nord di Verona.

Valpolicella - Amarone - Verona - Agenzia Corte&Media - Photo 206401339 - Edoardo Bortoli - dreamstime_m_206401339-min

Valpolicella, cosa vedere?

Dove andare in questa terra di cultura, natura e arte, in provincia di Verona?

Una terra generosa, la Valpolicella, a pochi chilometri dal centro della città di Romeo e Giulietta. E a pochi chilometri anche dal Lago di Garda.

Chi visita il centro di Verona, con l’Arena e il Teatro Romano, non può perdere l’occasione di una puntata – anche di qualche giorno – nella terra dell’Amarone.

Una vacanza in Valpolicella rappresenta un’immersione nella natura, nella storia e nella cultura enogastronomica di una delle zone vinicole più famose d’Italia.

Per chi è in cerca di relax e di esperienze autentiche, ecco una guida per godere appieno di questo territorio.

  •  

Giorno 1. Benvenuti in Valpolicella

Mattina: Arrivate in Valpolicella e sistematevi nel vostro alloggio, che suggerisco sia un agriturismo o un boutique hotel immerso nei vigneti. Prendetevi il tempo per ammirare il paesaggio e respirare l’aria fresca della campagna.

Pranzo: Gustate un pranzo leggero nella tenuta dell’agriturismo o in un ristorante locale, provando piatti tipici come il risotto all’Amarone o i tortellini di Valeggio sul Mincio.

Pomeriggio: Dedicatelo a una visita guidata di una cantina locale per scoprire i segreti della produzione dell’Amarone, della Valpolicella e del Recioto. Concludete con una degustazione di vini, accompagnata da una selezione di formaggi e salumi della zona.

Serata: Rilassatevi con una cena presso il vostro alloggio, magari scegliendo un tavolo con vista sui vigneti. È l’occasione perfetta per assaggiare altri vini locali e godere della tranquillità della campagna.

Giorno 2. Cultura e Natura

Mattina: Dopo una colazione con prodotti locali, partite alla scoperta delle chiese romaniche sparse nella Valpolicella, come la Pieve di San Giorgio di Valpolicella, con le sue affascinanti sculture e affreschi medievali.

Pranzo: Fermatevi in un trattoria tipica per un pranzo a base di specialità locali, come il bollito con la pearà, una salsa pepe.

Pomeriggio: Dedicate il pomeriggio a una passeggiata o un’escursione nel Parco Naturale Regionale della Lessinia, un’area protetta che offre panorami mozzafiato, sentieri tra prati e boschi, e la possibilità di visitare antichi villaggi e siti archeologici.

Serata: Concludete la giornata con una cena in un ristorante che offre piatti della cucina tradizionale, con un occhio di riguardo alle preparazioni innovative basate su ingredienti locali.

Giorno 3. Arte e Gastronomia

Mattina: Visitate Villa della Torre, una magnifica villa rinascimentale che ospita una cantina. Ammirate l’architettura e i giardini, e non perdete l’occasione per una degustazione di vino.

Pranzo: Scegliete un agriturismo dove poter pranzare all’aperto, godendo del panorama e della cucina casalinga, con piatti preparati con ingredienti coltivati sul posto.

Pomeriggio: Trascorrete il pomeriggio esplorando uno dei borghi più belli della zona, come Sant’Ambrogio di Valpolicella o San Pietro in Cariano, passeggiando tra le vie storiche e visitando piccole botteghe artigianali.

Serata: Per la vostra ultima cena in Valpolicella, prenotate in un ristorante rinomato per offrirvi un’esperienza culinaria memorabile, magari con vista sulle colline, per brindare al tramonto con un calice di Amarone.

Consigli Generali

  • Prenotate in anticipo: Soprattutto per visite in cantina e ristoranti più rinomati, la prenotazione è essenziale.
  • Stagionalità: Considerate la stagione durante la quale visitate. La primavera e l’autunno offrono temperature piacevoli e paesaggi colorati, ideali per escursioni e visite.
  • Muovetevi in auto: Avere un’auto vi permetterà di esplorare liberamente la regione, raggiungendo anche le località più remote.
  • Assaporate con moderazione: Quando visitate le cantine e degustate i vini, ric

Mangiare e dormire in Valpolicella

Eccoti alcune proposte interessanti per apprezzare il turismo enogastronomico in Valpolicella:

È una terra ricca di storia, cultura, natura e vini eccellenti, la Valpolicella. Il vino più famoso è l’Amarone, ma anche il Valpolicella Ripasso, il Recioto, il Valpolicella Superiore e il Valpolicella Doc meritano un’attenzione particolare.

In una zona come questa, dove la cucina si coniuga con le tradizioni e il territorio, hai modo di abbinare il giusto vino alle migliori pietanze.

Valpolicella, alla scoperta dell’Amarone


(L’articolo contiene link di affiliazione pubblicitaria)

Dove soggiornare in Valpolicella con Booking