Home › Vini e Uve

ARCOLE: TRA VINO E SAPORI

È una zona generosa quella dei vini Arcole Doc, che comprende una serie di comuni dalle lontane tradizioni contadine che ben si sposano con l’innovazione, la ricerca del bello e della qualità. Una qualità che dalla meccanica si allarga all’enologia e quindi ai vini, alla coltivazione dei terreni e alla produzione in cantina.

Il risultato è una terra ricca di fermento imprenditoriale, di ville dall’architettura suggestiva, di castelli incastonati in luoghi affascinanti e di sapori e colori che dall’ambiente si trasferiscono al vino. È così composita questa fetta di provincia veronese e vicentina che può accontentare i gusti dei visitatori, sapendo peraltro ben sposare vino e cucina.

In questo contesto si esprimono i vini Arcole, alla cui scoperta ci portano i sommelier di Verona Wine Love.

LA ZONA DEI VINI ARCOLE
La zona di produzione dei vini Arcole Doc interessa sia la provincia di Verona che quella di Vicenza. Nella prima comprende il territorio dei i Comuni di Arcole, Cologna Veneta, Albaredo d’Adige, Zimella, Veronella, Zevio, Belfiore d’Adige, e in parte quello dei Comuni di Caldiero, San Bonifacio, Soave, Colognola ai Colli, Monteforte d’Alpone, Lavagno, Pressana, Roveredo di Guà e San Martino Buon Albergo. In provincia di Vicenza, invece, i comuni di Lonigo, Sarego, Alonte, Orgiano e Sossano.

L’area dei vini Arcole Doc presenta un terreno in prevalenza sabbioso-argilloso e un clima omogeneo di tipo continentale, con estati molto calde e afose e inverni rigidi e nebbiosi.

I VINI ARCOLE
La grande varietà e specificità delle uve e dei territori appartenenti alla zona di produzione dei vini Arcole si traduce in una quantità di denominazioni, divise tra vini bianchi e rossi:
Arcole Bianco (anche nelle versioni passito, frizzante e spumante)
Arcole Rosso (anche nelle versioni frizzante e novello)
Arcole Rosato (anche nelle versioni frizzante e novello)
Arcole Garganega (anche nella versione vendemmia tardiva)
“Arcole” seguito da uno dei nomi di vitigno: Pinot Bianco, Pinot Grigio, Chardonnay (quest’ultimo anche in versione frizzante), Sauvignon, Merlot, Carmenère, Cabernet Sauvignon e Cabernet (da Cabernet franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carmenère)
Arcole Nero

ARCOLE BIANCO DOC
L’Arcole Bianco Doc è un vino fermo, secco, leggero. Viene prodotto con uve di Garganega per almeno il 50%. L’uvaggio conferisce al vino un colore giallo paglierino scarico con riflessi verdognoli. Il profumo è mediamente intenso e delicato con note di fiori di acacia.
Al palato risulta asciutto, di medio corpo, armonico, leggermente amarognolo. È il classico vino bianco da tutti i giorni. Nella versione passita presenta un colore giallo dorato, un aroma fruttato e un sapore vellutato con eventuale percezione di legno.

ARCOLE BIANCO SPUMANTE DOC
Prodotto con uve di Garganega per almeno il 50%, l’Arcole spumante Doc presenta un colore giallo paglierino scarico con riflessi verdognoli, un perlage con profumo floreale e leggermente fruttato che ricorda l’aroma dell’uva. Corpo snello, leggero e talvolta citrino. E’ prodotto nelle versioni extra dry, dry, abboccato e dolce.

Mauro Magagna Ph.

ARCOLE ROSSO (anche “Riserva”) e ROSATO DOC
L’Arcole Rosso Doc è un vino rosso, fermo, secco, di medio corpo prodotto con almeno il 50% di uve Merlot. Di colore rosso rubino, al naso risulta intenso e delicato, armonico al palato. La versione Arcole Novello Doc risulta di un colore più tenue, con sentori di ciliegia e un sapore asciutto, leggermente acidulo perfetto per l’aperitivo.
L’Arcole Rosato, prodotto sempre con uve Merlot per almeno il 50%, è un vino fermo, frizzante, secco, abboccato e dolce dal colore rubino chiaro, che al palato risulta armonico e di medio corpo.

ARCOLE GARGANEGA DOC
Prodotto con almeno l’85% di uva Garganega, l’Arcole Garganega Doc è un vino fermo, secco, leggero. Di colore giallo paglierino tendente al verdognolo, si presenta intenso e delicato al naso e asciutto, acidulo e leggermente amarognolo al palato. Nella versione “vendemmia tardiva” assume un colore più intenso, un aroma profondo e un sapore rotondo, pieno, a volte con una vena amarognola nel finale. Nei prodotti maturati in legno può presentare anche note di vaniglia.

ARCOLE PINOT BIANCO DOC
Prodotto con uve Pinot Bianco almeno per l’85%, l’Arcole Pinot Bianco Doc risulta di colore giallo paglierino, al naso fine caratteristico, tendente al fruttato e al palato asciutto, talvolta morbido, vellutato, armonico.

ARCOLE PINOT GRIGIO DOC
L’Arcole Pinot grigio Doc è un vino fermo, secco, leggero. Dopo lo Chardonnay è il vino, di origine francese, più diffuso. Presenta un colore che va dal giallo paglierino ad ambrato, talvolta (se vinificato con le bucce) con riflessi ramati. Fruttato e molto floreale al profumo con note di violetta e acacia. Il sapore è ampio, gradevole, ben equilibrato con sensazioni finali dolci.

ARCOLE CHARDONNAY DOC
Prodotto con uve Chardonnay per almeno l’85%. Il colore è giallo paglierino con possibili riflessi verdolini da giovane, per poi assumere sfumature dorate durante l’invecchiamento. Ha un profumo elegante, fruttato, con note di mela e fiori di acacia. Invecchiando, aumenta il sentore di miele. Il sapore è asciutto, talvolta morbido e fine. Nella versione frizzante può presentare un gusto leggermente amarognolo.

ARCOLE MERLOT DOC (anche “Riserva”)
Prodotto con almeno l’85% di uve Merlot, è un vino di particolare finezza e garbo. Il colore è rosso rubino da giovane, tendente al granato se invecchiato. Il profumo è intenso con un aroma netto di lampone e a volte leggermente erbaceo. Il sapore è asciutto, secco, leggermente amarognolo. Il Merlot Arcole Doc per la finezza e piacevolezza si presta ad essere servito a tutto pasto.

ARCOLE SAUVIGNON DOC
L’Arcole Sauvignon Doc è un vino fermo, secco, leggero, prodotto per l’85% con uve Sauvignon. Il colore risulta giallo paglierino, più o meno intenso, con un aroma delicato e un sapore asciutto, pieno e armonico.

ARCOLE CABERNET SAUVIGNON DOC (anche “Riserva”)
Ha un colore rosso rubino intenso con tonalità tendenti al viola da giovane. Invecchiando, assume un piacevole colore granato. Profumo intenso, con spiccata nota di cacao, violetta e lampone, a volte è leggermente erbaceo. Il sapore è robusto, di corpo rotondo e armonico, più austero e vellutato una volta invecchiato.

ARCOLE CAMENÈRE DOC (anche “Riserva”)
Prodotto per l’85% con uve Camenère, è un vino che si presenta di colore rosso rubino carico, talvolta tendente al granato. L’aroma è gradevole e caratteristico, con profumo più intenso se invecchiato, mentre al palato risulta asciutto, armonico, vellutato una volta invecchiato.

ARCOLE CABERNET DOC (anche “Riserva”)
L’Arcole Cabernet Doc viene prodotto con uve di Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon in percentuale minima dell’85%. Il colore è un rosso rubino carico, leggermente granato quando invecchiato. Al naso si presenta caratteristico, al palato asciutto e armonico. Se invecchiato l’aroma e il sapore diventano più intensi e vellutati.

ARCOLE NERO
È un vino che si ottiene dall’appassimento per circa due mesi delle uve Merlot e Cabernet Sauvignon. I vini sono poi sottoposti a un periodo di affinamento di almeno due anni e almeno tre mesi in botti di legno a partire dal primo novembre dell’annata di produzione delle uve.

Il colore passa dal rosso rubino con riflessi violacei al colore rosso rubino tendente al granato e, per quelli molto invecchiati, al granato. Il bouquet è complesso e somma alle caratteristiche varietali piacevoli note di vaniglia, di legno e talvolta di fumo. Il corpo è ricco con tannini morbidi.

PINOT GRIGIO
Il vitigno Pinot Grigio, originario della Borgogna, deriva dal Pinot Nero. Presenta grappoli piccoli, cilindrico (spesso con un’ala) e compatti. Al vino regala un colore giallo paglierino con riflessi dorati, un profumo fruttato, asciutto, fresco, armonico ed equilibrato.

CHARDONNAY
Il vitigno Chardonnay è uno dei più vitigni a bacca bianca più coltivati al mondo e la sua incredibile varietà di componenti aromatiche emerge in modi diversi a seconda dei terreni e dei climi dove viene coltivato. Lo Chardonnay rientra nell’uvaggio dei migliori spumanti del mondo, ed è inoltre dotato di grandi capacità di invecchiamento. Il vitigno presenta un grappolo compatto a forma cilindrico-conica.

Dalle uve di Chardonnay si possono ottenere vini sia fermi che frizzanti o spumanti, con elevata gradazione alcolica e buona acidità. Il colore è generalmente giallo paglierino non particolarmente carico, mentre risulta delicato e fruttato al naso ed elegante e armonico in bocca.

SAUVIGNON
Vitigno a bacca bianca coltivato in tutto il mondo, il Sauvignon presenta grappoli cilindrici e alati. E’ un vitigno dotato di buona vigoria, con una produttività poco abbondante ma regolare. Al vino apporta un colore giallo paglierino, note floreali e un gusto persistente.

CARMENÈRE
Il vitigno Carmenère ha notevole vigoria e produttività media e costante. Presenta grappoli cilindro-conici, alati e spargoli (anche a causa di frequente acinellatura, ovvero di aborto floreale) . Il Carmenère dà un vino di colore rosso rubino intenso, tendente al violaceo, con un lieve e caratteristico sapore erbaceo. Con l’invecchiamento si affina notevolmente. Vinificato con altri vini ne migliora le caratteristiche organolettiche.

CABERNET SAUVIGNON
Originario della zona bordolese, il Cabernet Sauvignon è uno dei vitigni più diffusi al mondo, spesso usato insieme al Merlot e al Cabernet Franc. I grappoli si presentano cilindrici con un’ala distinta con acini sferoidali dalla buccia consistente. Il Cabernet Sauvignon ha capacità di adattamento alle più variegate condizioni climatiche e tecniche di vinificazione e, pur mantenendo le sue caratteristiche di riconoscibilità, esprime anche quelle del terreno in cui viene coltivato.

Regala vini intensi di colore, ricchi di tannini e sostanze aromatiche, predisposti al lungo invecchiamento. Vinificato con altri vitigni ne migliora notevolmente le caratteristiche organolettiche.

CABERNET FRANC
Spesso utilizzato assieme al Merlot e al Cabernet Sauvignon il Cabernet Franc presenta grappoli piramidali, semi-spargoli e alati. Vinificato in purezza dà un vino rosso rubino carico, con al naso aromi vegetali e di frutta rossa e una struttura e tannini di particolare spessore. Il disciplinare prevede che possano concorrere, fino a un massimo del 15%, le uve di altri vitigni di colore analogo, non aromatiche, rispettivamente idonei alla coltivazione per le province di Vicenza e Verona.

LE UVE DEI VINI ARCOLE

GARGANEGA
È uno dei più antichi vitigni del veronese. La Garganega matura tra la fine di settembre e la prima metà d’ottobre. Presenta grappoli grandi, lunghi, cilindrico-piramidali con ali molto pronunciate. Apporta al vino un colore giallo paglierino scarico e un bouquet delicato e fruttato dalle molteplici sfumature aromatiche.

MERLOT
Il Merlot è un vitigno a bacca nera, originario della Gironde, nel Sud-Ovest della Francia, e in particolare della zona di Bordeaux. In Italia è arrivato verso la fine del 1800, prima in Friuli Venezia Giulia, poi anche in Veneto e Trentino Alto Adige. Il Merlot presenta una vigoria notevole e una produzione abbondante e costante.

A causa dell’alto contenuto zuccherino, l’uva è dolce per cui produce vini con un’alta gradazione alcolica, donandogli un aroma fruttato e un sapore morbido e corposo.

PINOT BIANCO
Il vitigno Pinot Bianco, originario della Borgogna, deriva da mutazioni genetiche del Pinot Grigio o del Pinot Nero. Il grappolo è di dimensioni medio-piccole e compatto. La polpa è succosa, dolce e di sapore semplice.

Al vino dona un colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, un profumo intenso e un sapore delicato, asciutto, vellutato. La sua acidità lo rende adatto alla spumantizzazione in purezza o in cuvée con Chardonnay e altri Pinot.

Vedi
Nascondi