Home › Uve

LE UVE DEI VINI LUGANA 

Lago di Garda e Vigneti

La quiete del lago di Garda, il gusto che discende dai migliori minerali di una terra raffinata, l’eco dei versi di poeti immortali. Tutto questo è il vino Lugana, di cui parlavano già Plinio il Vecchio (23 d.C. – 79 d.C.), nella sua Naturalis historia, e Gaio Valerio Catullo (nato a Verona nell’84 a.C. e per anni abitante a Sirmione del Garda, oggi in provincia di Brescia).

Un vino, il Lugana, che unisce le province di Verona e di Brescia, a dimostrazione di come la qualità e la storia non conoscano confini di sorta.

Del resto, il vino Lugana – un bianco di qualità elevata – è apprezzatissimo anche all’estero, tanto che è facile trovare qualche turista pronto ad accostarlo a piatti (come i bolliti) che sono per tradizione abbinati ai vini rossi.

LE UVE DEI VINI LUGANA

TREBBIANO DI LUGANA (detto anche TURBIANA)
Il Trebbiano di Lugana è un vitigno a bacca bianca caratterizzato da una maturazione precoce e una bassa produttività. I grappoli si presentano medio-grandi, cilindrico-conici o piramidali, compatti, con una o due ali.

Questo vitigno Trebbiano di Lugana regala al vino un colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Al naso è intenso, con note finemente ammandorlate, mentre al palato risulta fresco per acidità, fine e armonico. Grazie all’acidità spiccata, questo vitigno si presta alla produzione di passiti e alla spumantizzazione.

Se opportunamente vinificato, ha anche una certa predisposizione all’invecchiamento. Il Trebbiano di Lugana è parente stretto di quello di Soave, un vitigno geograficamente non lontano, i cui vigneti però poggiano su un suolo di origine vulcanica, non morenica.

vigne
Vedi
Nascondi