Nello scegliere la meta del proprio viaggio il 63% dei turisti italiani valuta come importante la presenza di esperienze  enogastronomiche, il 52% presta attenzione ai prodotti agroalimentari e vinicoli di qualità, il 40% a quelli biologici, e il 42% è interessato a strutture ecosostenibili e a un turismo più ecologico.

A dirlo è il  primo rapporto realizzato dall’Osservatorio nazionale del turismo enogastronomico, presentato a Gaiole in Chianti (Siena), nella tenuta Barone Ricasoli. Il rapporto è stato illustrato nel corso di una tavola rotonda organizzata da Repower e Seminario permanente Luigi Veronelli, su “Enoturismo e mobilità sostenibile: tendenze e opportunità per le aziende vitivinicole”.

TURISTI, VISITE IN CANTINA E CUCINA
Secondo la ricerca fatta dall’Osservatorio nazionale del turismo enogastronomico, le esperienze legate al vino si confermano di grande appeal per i turisti italiani: il 41% ha visitato un’azienda vitivinicola nel corso di uno dei viaggi compiuti negli ultimi tre anni, il 35% ha partecipato ad un evento a tema.

I turisti italiani desiderano unire alle visite dei luoghi di produzione anche esperienze culinarie e culturali, abbinando musei, itinerari tra cantine di design, castelli medievali o dimore d’epoca. Da questo punto di vista, fra le regioni italiani la Toscana è la meta più desiderata da chi ama unire turismo del vino ed esperienze culturali.

In linea con il rapporto, Repower ha realizzato il circuito “Ricarica 101” che unisce oltre 200 strutture, dagli alberghi alla ristorazione, dell’Italia in ognuna delle quali sono state installate paline per la ricarica gratuita dei veicoli elettrici.

TURISMO A VERONA TRA VINO, AMBIENTE E CULTURA 
Il turista che ama visitare le cantine unisce sensibilità ambientale, interessi culturali e un’attenzione particolare a vivere esperienze a contatto con il territorio.

In questo senso anche i vini veronesi e le cantine di Verona, grazie alla ricchezza di opere d’arte e di esperienze a contatto con la natura, possono offrire ai turisti enogastronomici un’esperienza unica.

Nelle zone dal vino Soave al vino Valpolicella, dal Lugana al Bardolino, dalla Terra dei Forti ai vini d’Arcole e allo Spumante Monti Lessini Doc il turista può associare la visita delle migliori cantine all’immersione in ambienti naturali di rara bellezza.

Il turista enogastronomico può passare dalla visita a una città d’arte come Verona alle escursioni nei tanti borghi e paesi che rendono ricca di storia e cultura la provincia veronese.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Vedi
Nascondi