Home › Terre del Custoza

CUSTOZA: VINO E STORIA DEL RISORGIMENTO

Castello di Valeggio e Parco Sigurtà
Territorio di Custoza

Se c’è un luogo che profuma di Storia, questa è la zona del vino Custoza. Una zona vinicola che ha ospitato le battaglie risorgimentali italiane, collocandosi nella memoria collettiva. Il vino Custoza la rappresenta con i suoi colori, le atmosfere, i suoni e le sensazioni che un vino così radicato nel territorio può dare a chi lo assapora.

Frutto del felice incrocio fra colline e clima mitigato dalla vicinanza del lago di Garda, il territorio del vino Custoza si caratterizza anche per i suoi scorci naturali. Un luogo adatto alle lunghe passeggiate solitarie; o a qualche giro in bicicletta, tra i filari di viti che poi trovano in cantina l’incontro fra tradizione e innovazione.

LA ZONA DEI VINI CUSTOZA
La zona di produzione del vino di Custoza Doc si trova nella parte sud-occidentale dell’anfiteatro morenico del Garda e coincide all’incirca con quella “allargata” del vino Bardolino Doc. I comuni del Custoza Doc sono nove: Sommacampagna, Villafranca di Verona, Valeggio sul Mincio, Peschiera del Garda, Castelnuovo Veronese, Sona, Bussolengo, Pastrengo, Lazise.

Il territorio del vino Custoza, che prende il nome dal borgo nel comune di Sommacampagna, è costituito da un terreno in prevalenza morenico, con tipici depositi sassosi ben levigati. La conformazione dei rilievi, una fitta serie di colline allungate, permette di giorno il riscaldamento delle pendici e di notte un accumulo di aria fresca.

Si tratta di condizioni ottimali per lo sviluppo aromatico delle uve bianche che concorrono a formare ll vino di Custoza Il clima è mite e di media piovosità, con inverni mitigati dall’influsso del lago di Garda.

Vedi
Nascondi