Soave e la 90^ Festa dell’Uva

Soave e la 90^ Festa dell’Uva

A Soave si celebra la 90esima edizione della Festa dell’Uva con un programma ricco di novità.

Un appuntamento enogastronomico e culturale che ogni anno riesce ad attirare sempre più pubblico.
L’interesse verso il mondo del vino e dei prodotti locali sono alla base del successo di questa manifestazione.

Nei giorni del 14-15 e 16 settembre i visitatori potranno passeggiare nel borgo medievale scegliendo tra mostre di pittura o fotografiche.
Sarà possibile, inoltre, partecipare alla vista guidata del centro storico e alle escursioni nei vigneti dove è iniziata, proprio in questi giorni, la vendemmia.

Soave 90^ Festa dell'Uva

Soave 90^ Festa dell’Uva . Foto della Pro Loco di Soave

Per il turista o il semplice curioso entrare in un campo può essere l’occasione per capire quanta dedizione e costanza servono per arrivare a produrre un frutto così prezioso, quale è il vitigno del Trebbiano del Soave e del Garganega.

Il Presidente della Pro Loco di SoaveSig. Roberto Ferroli – ci spiega alcuni dettagli della festa: “L’obbiettivo fondamentale è quello di dare la possibilità ai visitatori di scoprire il borgo medievale di Soave, soprattutto per chi proviene da fuori provincia.
Nei tre giorni della Festa dell’Uva gli artigiani locali esporranno i loro manufatti lungo la via principale. Presente anche un mostra dell’antiquariato.
Un motivo di attrazione è l’enogastronomia, con ricette locali, prodotti tipici e vino Soave, servito da sommelier sia in Foro Boario che in Piazza dei Grani.
La memoria storica del nostro paese è rappresentata dalla mostra fotografica di Pietro Masnovo, in Via Roma.
Alla Chiesa dei Domenicani e nella sala adiacente al Palazzo della Pretura sono allestite due mostre di pittura.
In Parco Zanella si svolgerà, nella serata di sabato, una rappresentazione teatrale.

Domenica sera, alle 22.30, il consueto spettacolo pirotecnico con fuochi d’artificio e lo storico incendio del Castello.

Creare eventi di qualità e che attraggano l’interesse dei turisti, anche dal punto di vista culturale, permane il fulcro della nostra associazione”.

 

 

 

 

Home > Blog

Vedi
Nascondi