14° Palio del Chiaretto Bardolino, tre ambasciatori per il vino rosato del lago di Garda

14° Palio del Chiaretto Bardolino, tre ambasciatori per il vino rosato del lago di Garda

A conclusione del Palio del Chiaretto Bardolino, organizzato dalla Fondazione Bardolino Top per attirare l’interesse dei cultori del buon vino, della cucina ricercata e delle esibizioni canore, nella Villa Carrara Bottagisio sono stati nominati i tre ambasciatori del vino rosè.

I tre ambasciatori sono Giuseppe Sigurtà, dell’omonimo Parco Sigurtà di Valeggio, Jesusleny Gomes, la camminatrice brasiliana che tra dicembre e aprile ha girato l’intero Veneto a piedi, e  Carlo Rigoni, giornalista e organizzatore del concorso di poesia “Grappolo d’oro”, insigniti del ruolo dalla Confraternita del Vino Bardolino presieduta da Luciano Bonuzzi.

Tre ambasciatori per il vino Chiaretto Bardolino, che è il rosato autoctono del lago di Garda conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

La manifestazione ha visto chiudersi anche l’8° concorso enologico “Palio del Chiaretto”, promosso dal Comune di Bardolino, riconosciuto dalla Comunità Europea e autorizzato dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali.

Le aziende agricole premiate e certificate dal responsabile tecnico, l’enologo Giulio Liut, sono state 38. 

Ecco l’elenco delle cantine vincitrici per tipologia di vino.

Chiaretto Classico doc: Girardelli Susanna ed Eugenio (con due lotti), Casetto, Valetti Luigi, Corradini Renato, Raval (con due lotti), Tre Colline, Costadoro (con due lotti), Guerrieri Rizzardi, Fratelli Zeni e Lenotti, tutti di Bardolino; Le Morette di Peschiera del Garda, Roccolo del Lago e Le Caldane di Lazise; Canella, Enzo Righetti, Dante Righetti e Ca’ dei Colli di Cavaion.

Chiaretto doc: Tinazzi di Lazise, Villa Merighi di San Giorgio in Salici, Arduini Ivan di Pastrengo, Garda Natura di Garda, Le Muraglie di Valeggio sul Mincio, Bonazzi Fabio e Dario di San Pietro In Cariano, Rizzi Luigino e Claudio di Bovolone e Bergamini Damiano e Daniele di Colà.

Chiaretto Spumante doc: Fratelli Zeni, Raval, Costadoro, Casetto, Tre Colline, Monte Oliveto, Girardelli Susanna ed Eugenio e Le Vai, tutti di Bardolino.

Fuori dalla zona classica si è aggiudicato il premio solo Aldo Adami di Custoza e Bergamini Daniele di Colà.

Enogastronomia, musica, cultura e intrattenimento sono stati mirabilmente organizzati dalla Fondazione Bardolino Top in collaborazione con il Comune di Bardolino.

Importante la collaborazione con il Comune di Verona e la Fondazione Arena di Verona che ha permesso ai visitatori di ammirare alcuni elementi scenici del palcoscenico areniano.

Ha inizio così la stagione estiva del Lago di Garda che si conferma una meta ricca di proposte eno-culturali e di appuntamenti sportivi.

La cornice naturalistica e la passione dei vignaioli si dimostra un binomio vincente che attira winelover di tutto il mondo.
Perché il vino Bardolino Chiaretto ispira alla poesia e allieta il cuore.

Nicola Albi
www.aessecommunication.it

Vedi
Nascondi