GoTo Science, la ricerca per tutti davanti a un bicchiere di vino

GoTo Science, la ricerca per tutti davanti a un bicchiere di vino

Pensate che la ricerca sia solo quella da laboratorio o limitata a testi e discorsi comprensibili solo a pochi addetti ai lavori? Allora non conoscete GoTo Science. L’iniziativa, proposta dall’Università di Verona, mette insieme ricerca scientifica, qualche bicchiere di vino e un contesto informale. Si tratta di una serie di appuntamenti organizzati in alcuni locali veronesi con l’obiettivo di avvicinare i cittadini al mondo della ricerca parlandone, appunto, davanti a un bicchiere di vino.

Gli appuntamenti con GoTo Science

La prossima occasione di bere un bicchiere di vino o un aperitivo ascoltando i ricercatori dell’ateneo scaligero sarà martedì 27 marzo alle 18.30 nel cuore di Veronetta, alla locanda “Lo Speziale” di via XX settembre 7c. L’argomento sarà la psicologia. La docente Mirta Fiorio sarà protagonista dell’incontro “Il potere della mente. L’effetto placebo sul cervello e sul comportamento”.

Gli appuntamenti con GoTo Science continueranno dal 13 al 16 aprile, negli spazi della Loggia di Frà Giocondo, in occasione di Vinitaly and the city. Docenti e ricercatori di diversi settori disciplinari presenteranno al pubblico i loro studi sul complesso universo del vino, facendone scoprire i molteplici aspetti.

Questo ciclo di GoTo Science si chiuderà il 15 maggio alle 18.30 con l’incontro “Clima e cibo. Quali sfide?” tenuto da Roberto Ricciuti, docente di Politica economica, all’osteria A La Carega, di via Cadrega 8.

Gli appuntamenti a Vinitaly and the city

  • Dioniso e il vino greco
    Venerdì 13 aprile – ore 19.30

    Andrea Rodighiero, docente di Lingua e Letteratura greca
  • Odori di vino
    Sabato 14 aprile – ore 11.30

    Maurizio Ugliano, docente di Scienze e Tecnologie alimentari
  • Gli attori invisibili del terroir
    Sabato 14 aprile – ore 15.30

    Giovanna Felis, docente di Microbiologia agraria
  • Archeologia del vino
    Sabato 14 aprile – ore 17.30

    Patrizia Basso e Diana Sergeeva Dobreva, docenti di Scienze dell’Antichità
  • Quanto siamo disposti a pagare per un calice di rosé?
    Domenica 15 aprile – ore 11.30

    Claudia Bazzani, ricercatrice di Economia ed Estimo rurale
  • Appassimento: natura morta o still life?
    Domenica 15 aprile – ore 15.30

    Giovanni Battista Tornielli, docente di Arboricoltura generale e coltivazioni arboree
  • Dialogo tra un ricercatore e una bottiglia di Amarone
    Domenica 15 aprile – ore 17.00
    Claudio Baccarani, docente di Economia e Gestione delle imprese. Con la partecipazione di Stefano Paiusco, attore veronese
  • Il vino nel medioevo: consumo e commercio
    Domenica 15 aprile – ore 18.30

    Gian Maria Varanini, docente di Storia medievale
  • Il nome fa il mercato. La lingua al servizio del produttore
    Lunedì 16 aprile – ore 19.00

    Paola Cotticelli, docente di Glottologia e Linguistica

L’idea di GoTo Science

Come è nata l’idea di GoTo Science? Lo spiega Mario Pezzotti, delegato alla ricerca del rettore dell’Università di Verona.

«L’ateneo ha lanciato lo scorso autunno GoTo Science, un goto di vino per la scienza, giocando con il dialetto e l’inglese, per portare la scienza in mezzo alla gente. Così come in Inghilterra è possibile parlare di scienza nei pub, davanti a una pinta di birra, attraverso l’iniziativa Pintofscience, così anche noi abbiamo voluto portare i nostri ricercatori in alcune osterie di Verona a illustrare e discutere le loro ultime ricerche e scoperte direttamente con la popolazione».

Vedi
Nascondi