La promozione del vino in Cina comincia a dare frutti interessanti. Ne è una dimostrazione il fatto che l’export di vino italiano in Cina, grazie all’attività promozionale, è in crescita.

Nel primo semestre 2018 l‘Italia del vino è il fornitore europeo che in valore cresce in misura maggiorein Cina con un +14,75% (dati Eurostat).

Questo dato viene registrato nonostante i primi segni di rallentamento della domanda per effetto delle guerre commerciali in corso.

Un rallentamento a cui la promozione di vino italiano in Cina cerca con impegno di porre rimedio.

Paesi concorrenti come Francia e Spagna segnano rispettivamente un +0,24% e -5,56%.

 

PROMOZIONE DI VINO ITALIANO IN CINA
A rilevarlo è l’Istituto commercio estero (Ice) nell’ambito della campagna istituzionale di promozione del vino italiano e del piano concepito da Ice Agenzia, Federvini, Uiv e Federdoc finanziato a valere sul programma promozionale del ministero per lo Sviluppo economico (Mise).

L’azione di promozione, presentata a Milano lo scorso 6 settembre e della durata di almeno un anno, fa leva – si legge in una nota – sul concept “Italian wine: taste the passion”.

La promozione sul mercato cinese del vino italiano mira a sostenere la diffusione della consapevolezza presso il consumatore cinese che l’Italia è il primo Paese produttore al mondo di vino.

E che l’Italia è il Paese con la più grande varietà di vitigni e vini.

L’obiettivo è di raggiungere in un anno almeno 230 milioni di millennials e wine lovers cinesi per far loro preferire il vino italiano ad altri vini importati.

All’interno dell’intera iniziativa sono state previste azioni di formazione con oltre 500 esperti cinesi di vino italiano diplomati in 14 città della Cina.

Sono stati poi realizzati accordi con la catena cinese Cofco, per la promozione in 150 stores per un anno e per le relative piattaforme e-commerce.

Sono stati inoltre finalizzati accordi di promozione con le principali catene di supermercati a Pechino, Shanghai, Canton, Chengdu.

Infine per gli eventi “I love Italian wines” sono stati raggiunti oltre 80 milioni di contatti cinesi.

Per la seconda edizione del Vinitaly China Roadshow sono previste tappe in altre 4 città nel primo semestre 2019 dopo le tre di giugno.

In tutto la campagna – per la promozione del vino in Cina – ha raggiunto fino ad oggi quasi 78 milioni di punti di contatto nel Paese  del Dragone.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Vedi
Nascondi