L’Associazione Italiana Sommelier (AIS) veneta pronta per la nuova edizione del “Miglior Sommelier del Veneto”, che si terrà venerdì 13 aprile a Venezia, nel palazzo Fondaco dei Tedeschinel sestriere di San Marco, oggi store di lusso e sede del ristorante AMO.

Il premio lo scorso anno è stato assegnato alla sommelier Francesca Penzo. E’ un riconoscimento importante perché permetterà al vincitore di accedere alle finali nazionali per l’elezione del “Miglior Sommelier d’Italia”, che si terranno in autunno.

Come si svolge la selezione? Dalle ore 14 i candidati a diventare “Miglior Sommelier del Veneto” saranno impegnati nella prova scritta, che decreterà i tre finalisti del concorso. L’esame successivo, che si terrà alle 17 davanti alla giuria e al pubblico, comprenderà una degustazione e il riconoscimento di alcuni vini, oltre che l’abbinamento con un menù realizzato per l’occasione, la decantazione di un rosso e una prova di accoglienza del cliente in lingua inglese.

Per l’ultima prova i sommelier in gara dovranno poi descrivere un territorio e una figura legata al mondo del vino. Con la conclusione del concorso, il pubblico avrà la possibilità di visitare le sale del Fondaco dei Tedeschi prima della premiazione, alle 19.30, quando saranno decretati il “Miglior Sommelier del Veneto 2018” e i vincitori del “Master sui Distillati Bonaventura Maschio”.

Alla fine della giornata l’appuntamento è al ristorante AMO, nato dalla collaborazione tra i fratelli Alajmo e il designer Philippe Starck, dove gli chef Silvio Giavedoni e Vania Ghedini cureranno il buffet in abbinamento ad alcuni vini selezionati da AIS Veneto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Vedi
Nascondi