Un menù a base di pizza da gran gourmet per la cena della vigilia di Natale. O per il veglione di Capodanno.

In vista delle feste natalizie è giusto interrogarsi su come sia possibile proporre ad amici e famigliari un menù natalizio innovativo.

Una domanda rimbalza nella testa di tutti: cosa potrei preparare per il cenone della vigilia di Natale?

Oppure per il cenone di Capodanno?

Vado sul classico o provo qualcosa di innovativo? E per il pranzo di Natale invece? Cosa potrei preparare?

In quanto blogger pizzaiolo, mi sento di farti una proposta un po’ diversa per le ricorrenze e i pranzi e cene del periodo del Natale e del Capodanno.

Ecco allora la proposta di una “pizza da gran gourmet” per le feste natalizie.

 

La pizza come alternativa al “solito cenone” di Natale e Capodanno

La pizza ha conosciuto negli ultimi anni un’enorme evoluzione, sia dal punto di vista della diffusione all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, dove di media un americano consuma 13 kg di pizza l’anno, sia dal punto di vista della qualità, grazie anche alla moda delle pizze Gourmet che negli ultimi 2 anni ha avuto un enorme successo.

Non vedo quindi il problema nel basare un tipico cenone della Vigilia proprio su uno dei prodotti che più ci ha reso famosi nel resto del mondo: la pizza.

La pizza, oltre a rappresentare l’Italia nel resto del mondo, è anche simbolo di condivisione, e lo reputo perfetto per una festività come il Natale.

Oggi quindi ti propongo 4 ricette che potranno accompagnare il vostro spirito gastronomico natalizio, ovviamente puntando su semplicità e qualità!

Immaginiamo di dividere il nostro cenone della Vigilia in 4 parti diverse ma essenziali: antipasto, primo piatto, piatto principale e dolce.

 

L’antipasto: pizza con salmone e zucchine

Pizza con Salmone, zucchine e rucola

Un antipasto leggero e gustoso, perfetto per iniziare il cenone

 

Partiamo dall’antipasto. Ci servirà una pizza che sappia “aprire” il nostro palato, stimolando il nostro appetito ma che non vada a “sporcare” troppo il nostro senso del gusto.

Dovremo quindi cercare di preparare una pizza che ci prepari al primo piatto, e dovremo quindi sfruttare i sapori di uno per esaltare l’altro e viceversa.

Per abitudine e tradizione, in casa mia l’antipasto del cenone della Vigilia è solitamente a base di pesce, preparando tartine e crostini con salmone, pesce spada e simili.

Perché non usare per la nostra pizza “antipasto” proprio il salmone? Magari accompagnandolo con delle zucchine e della rucola?

Una volta cotta la nostra pizza a base bianca, farcita prima della cottura con delle zucchine trifolate (quindi tagliate a rondelle e fatte saltare in padella con sale, pepe olio e aglio) ci basterà prendere qualche ciuffetto di rucola, su cui appoggeremo le nostre fettine di salmone affumicato.

Condiamo il tutto con un filo d’olio extra vergine d’oliva, per farne esaltare i sapori.

Un perfetto abbinamento potrebbe essere quello di gustare con questa pizza un bicchiere di Lugana DOC o Custoza DOC, potendoci anche sbilanciare su vini come il Pinot Grigio o, per rimanere sul classico, con un ottimo Prosecco.

Semplice no? Partendo da un ingrediente tipico del periodo natalizio, siamo riusciti a creare un elegante e gustoso antipasto perfetto per nostro cenone.

QUI TROVI I VINI DA ABBINARE ALLA PIZZA: L’ENOTECA VINOPURO

 

Il primo piatto: la “pizza allo scoglio”

Passiamo quindi alla pizza che andrà a sostituire il primo piatto.

 

Pizza allo scoglio

Una gustosa rivisitazione di una ricetta classica, trasposta e rinnovata sulla più “moderna” pizza

Il tradizionale cenone a casa mia è basato sul pesce e, di conseguenza, la scelta del primo piatto non poteva che finire sul “classico” spaghetto allo scoglio.

La pizza che ti propongo ora è dunque una rivisitazione di questa semplice ricetta in chiave “pizza”.

A differenza dell’antipasto questa sarà una pizza a base rossa, con una salsa di pomodoro saporita e ricca di sapore.

Non dovremo quindi aver paura di abbondare con sale e pepe, magari aggiungendo anche un pizzico di peperoncino.

Attenzione però! Niente mozzarella! Vogliamo esaltare al massimo la nostra salsa di pomodoro, dando il ruolo di protagonista anche al pesce.

Per prima cosa prepariamo il pesce che, in una tipica pasta allo scoglio si riassume in: vongole, cozze, scampi e calamari.

In un sautè prepariamo quindi cozze e vongole, facendole aprire e filtrando quel delizioso sughetto che si ottiene da questa cottura.

Sgusciamo dunque cozze e vongole e continuiamo la cottura in umido nella salsa di pomodoro di cui ho parlato poco fa, aggiungendo anche scampi e calamari, aggiungendo anche capperi e origano per aumentare profumo e sapore della salsa.

Con questa salsa andiamo quindi a condire il nostro impasto e farciamo proprio con lo stesso pesce che abbiamo utilizzato per prepararla.

Anche qui un filo d’olio per esaltare il sapore e la nostra “pizza allo scoglio” sarà pronta.

Pinot Nero e Chardonnay risultano essere la carta vincente per esaltare il gusto della nostra “pizza allo scoglio”. Non meno importanti gli abbinamenti con il Soave, il Pinot Bianco e il Lugana DOC.

QUI TROVI I VINI DA ABBINARE ALLA PIZZA: L’ENOTECA VINOPURO

 

Il piatto principale: la pizza con cruditè di gambero rosso e maionese artigianale

Passiamo alla pizza che andrà a sostituire il piatto principale per il nostro cenone di Natale, pranzo natalizio o cena di Capodanno.

 

Pizza gourmet con gambero rosso

Il piatto protagonista del Natale in chiave pizza: ecco la pizza con il gambero rosso

Di norma a casa mangiamo piatti di pesce semplici da preparare ma ricchi di sapore e gustosi al palato.

Qualche esempio? Gamberoni al forno o anche dei “semplici” filetti di salmone cotti al vapore, con un poco di maionese (ovviamente fatta in casa) e un po’ di spezie come maggiorana o timo.

La nostra pizza verterà dunque su questi tipi di ingredienti.

Dato che il salmone è stato il protagonista del nostro antipasto, sarà il gamberone, o meglio, il gambero rosso, il vero protagonista di questo nostro piatto.

Prepariamo anche qui una pizza bianca, con una dose abbastanza scarsa di mozzarella, per non coprire troppo il sapore del gambero.

Una volta preparata la base ci si para davanti una scelta che, dal punto di vista sia lavorativo che di gusto personale, trovo molto interessante.

Oppure utilizzare il gambero crudo, salando e pepando la polpa, oppure cucinare il gambero in padella, insaporendolo sempre con sale, pepe e olio.

Proviamo a utilizzare la polpa del gambero lasciandola cruda e andiamo dapprima a farcire la nostra pizza con la maionese fatta in casa.

Posizioniamo la nostra coda di gambero, condiamo con sale e pepe e, per finire in bellezza, il nostro solito filo d’olio extravergine.

Anche qui, il Prosecco risulta essere un ottimo vino d’accompagnamento, spostandoci però sul Prosecco Extra Dry, capace grazie alle sue caratteristiche di esaltare al massimo le caratteristiche del gambero.

Un’ottima scelta anche un vino come il Brut e lo Chardonnay.

QUI TROVI I VINI DA ABBINARE ALLA PIZZA: L’ENOTECA VINOPURO

E il dolce natalizio? Una pizza con mascarpone e cioccolato

All’apparenza il nostro cenone delle feste natalizie a tema pizza sembra finita.

Basterebbe scartare il nostro pandoro preferito per concludere al meglio la serata ma…. se ti dicessi che non ho ancora finito?

Se ti dicessi che ho ancora una pizza da proporvi? Questa volta portandovi una pizza dolce?

 

La pizza dolce

Un’innovativa pizza dolce: il giusto tocco per concludere nel migliore dei modi il cenone della Vigilia

La pizza dolce che vi propongo può essere un’ottima alternativa al solito pandoro o panettone che ogni anno arriva sulle nostre tavole.

L’impasto rimane invariato, anche perché è molto più comodo dover preparare un solo impasto anziché 2.

Per quanto riguarda la farcitura ti lascio libera scelta.

Puoi utilizzare una crema al mascarpone (facilissima da fare, dato che ci serviranno solo mascarpone, tuorli d’uovo e zucchero). O anche della semplice ma gustosa ricotta zuccherata.

Andiamo poi a decorare la nostra pizza con fichi secchi tagliati a pezzi, che possiamo anche sostituire a datteri. Oppure, per rendere il tutto più gustoso, delle scaglie di cioccolato e del croccante alle mandorle (anch’esso tagliato a pezzi).

Una spolveratina di cacao in polvere e anche il nostro dolce natalizio è pronto.

Una scelta perfetta è abbinare alla nostra pizza dolce il Recioto della Valpolicella.

QUI TROVI I VINI DA ABBINARE ALLA PIZZA: L’ENOTECA VINOPURO

Ecco pronto il nostro menù natalizio o di fine anno a base di pizza da gran gourmet. Che dire? Buon appetito. E tanti auguri!

Articolo a cura di Andrea Braga
redazione@veronawinelove.com

*****
Il testo dell’articolo contiene link pubblicitari

Qui puoi leggere gli altri articoli del Magazine VERONA WINE LOVE

 

 

 

 

 

 

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter di VERONA WINE LOVE: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Subito per te l’ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona

E così scopri anche i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE per comunicare la tua azienda o professione

 

 

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

Visita Verona, città del Vino e dell’Amore: informazioni utili

Eccoti i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

VINI E TERRITORI: GUIDA AI VINI E ALLA PROVINCIA SCALIGERA

 

Alloggiare a Verona, Soave, Valpolicella, sul lago di Garda e Lessinia 

Se stai cercando un hotel ti proponiamo BOOKING il servizio di ricerca e prenotazione hotel con le sue offerte esclusive e le opinioni dei clienti che hanno davvero alloggiato negli alberghi recensiti.

Abbiamo scelto, come Verona Wine Love, l’affiliazione con Booking perché crediamo che sia importante poter leggere le opinioni di chi è stato in un albergo prima di alloggiarvi.

Da Booking, se tu scegli questo servizio, Verona Wine Love – grazie al programma di affiliazione – ricava una percentuale. Questa commissione non incide in alcun modo sulla tua spesa.

Ci teniamo a proporti Booking per farti un servizio. E per trasparenza ti citiamo il nostro programma di affiliazione, perché detestiamo le pubblicità occulte. E ancor più quelle ingannevoli.

Il servizio di ospitalità in albergo di Booking puoi utilizzarlo, attraverso il banner qui sotto, sia per Verona e la sua splendida provincia. E sia per qualsiasi altra località ti interessi.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA E NELLA SUA PROVINCIA

 

 

———————————————

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

12 + 11 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com