Scoppia l’estate e con essa la voglia di vivere all’aperto e di viaggiare.  O di cercare riparo dal calore, magari all’ombra di un vigneto nelle ore più tiepide del tardo pomeriggio quando il cielo si tinge di quelle sfumature calde, che appaiono come pennellate di rosa tenue o arancio vivido su una tela dai toni azzurri.

Aria di vacanze quindi, ma anche aria di libertà post-covidiana, che diventa indimenticabile anche con piccoli gesti: una corsa in bici, un tentativo di kite-surfing sulle onde, una passeggiata a cavallo in collina o semplicemente un affaccio sul mare al tramonto, con i raggi che affondano all’orizzonte e illuminano il nostro calice.

Ma cosa reclama il nostro palato per un divertente aperitivo in spiaggia, in uno dei più modaioli stabilimenti balneari del nostro Alto Adriatico, danzando a piedi nudi, al ritmo di una delle ultime compilation lounge?

 

vinoestate

Estate: stagione ideale per assaporare vini frizzanti e aromatici

 

La prima risposta a tale “pretesa” è sicuramente una bollicina servita ghiacciata, per poterne apprezzare appieno tutte le note e le fragranze aromatiche.

Uno spumante che possa stupirci e che possa tracciare un segno indelebile nella nostra memoria dei profumi e dei sapori che gelosamente custodiamo.

Uno sperimentale metodo classico nato dalla selezione dei grappoli di vecchi cloni di Glera che hanno trovato l’habitat ideale nelle colline del Montello, nella zona storica del Prosecco Superiore DOCG.

La lenta sosta sui lieviti valorizza la naturale ricchezza dell’Asolo Prosecco e amplifica il suo carattere unico e inconfondibile, il ridottissimo dosaggio mette a nudo il territorio da cui proviene e accentua la sua più vivace vitalità.

Dal mare al lago, dal profumo della salsedine a quel tocco mediterraneo che si mescola all’avvolgente atmosfera della fioritura dei limoni.

Ci spostiamo nella sponda veronese del Lago di Garda il paesaggio si fa affascinante, seducente, assicura ristoro alla canicola del sole e all’oppressione dell’afa, tanto da coinvolgerci con un’andatura particolarmente lenta e rilassata.

La cartolina si completa con l’immagine di un calice di vino rosato, che ricorda le nuance della cipria, i monili da oro antico, le sfumature dei petali di rosa e i toni più accesi del corallo.

Stiamo parlando del Bardolino Chiaretto, il cosiddetto “vino di una notte” tanto è fugace il contatto con le bucce durante la macerazione.

Protagonista indiscusso è il vitigno autoctono Corvina Veronese, con contenuta dotazione antocianica, e che ben si adatta ai suoli di origine morenica.

Proposta irresistibile per un aperitivo ricercato e raffinato al tepore degli ultimi raggi del sole, originalissimo nei suoi profumi di piccoli frutti rossi, nella sua intrigante florealità, dal sorso squillante e fresco, vibrante e sapido.

 

Bardolino Chiaretto

Calice di Bardolino Chiaretto, il vino rosa del Lago di Garda molto apprezzato in estate

 

Estate significa anche cucinare senza fuoco, ovvero ricette che si confezionano a crudo mettendo in armonia certi sapori dell’orto o del mare, senza escludere le carni fredde e i salumi.

Plateau di ostriche e frutti di mare, crostacei crudi, saporite tartare e carpacci con delicate marinature. Piatti che diventano tavolozze di colori, dove le più svariate geometrie si alternano a decorazioni di frutta e ortaggi.

E quale potrebbe essere il vino giusto per accompagnare una briosa cena dai sapori genuini e freschi?

Sicuramente un ecclettico Moscato Giallo dei Colli Euganei, localmente chiamato Fior d’Arancio, un vitigno versatile, dalla spiccata aromaticità che consente la realizzazione di differenti versioni: fermo secco, frizzante, spumante, metodo ancestrale, metodo classico e con differenti dosaggi.

Una gamma ampissima che ci consente di realizzare infinite combinazioni e di giocare con accostamenti inconsueti e inaspettati.

Senza tralasciare l’impronta identificativa di un territorio prettamente di origine vulcanica.

E se si potesse godere della magia del tramonto dalle vette dolomitiche?

Immagino una cena in un rifugio con vista sulle rocciose Dolomiti che assorbono e riflettono nitide tonalità rosate, il caminetto aperto, lo sfrigolare del fuoco acceso, la ricerca del dettaglio negli arredi con una attenta scelta di materiali naturali come il legno e di tessuti, con decorazioni tipicamente alpine.

La proposta di una cucina gourmet con prodotti pregiati, unendo la valorizzazione della territorialità e della stagionalità.

Come ci comportiamo con il vino?

Non ho dubbi! Spererei di trovare in carta quel metodo Classico rosé a base Pinot Nero che si produce in Valbelluna, dove le pendenze rendono un’impresa eroica il lavoro in vigna, dove il clima è facilmente mutevole, dove le rese sono ridottissime.

E dove tutto ciò, attraverso la mano sapiente e paziente del vignaiolo, diventa punto di forza per la realizzazione di un vino dallo spiccato carattere alpino.

A questo punto non ci resta che partire, lasciarci stupire dalla magia dei prossimi tramonti estivi, in compagnia di sfiziosi aperitivi, gustose cene, attese vacanze, nuove amicizie e sorrisi spontanei.

Leggi anche l’intervista a Lorena Ceolin: Vino Biologico, Vino Biodinamico e Vino Naturale: l’importanza del riconoscimento del territorio di origine. Ce ne parla la Sommelier AIS Lorena Ceolin

 

Articolo a cura di Lorena Ceolin
Sommelier AIS (Associazione Italiana Sommelier)
________________________________________

Foto di copertina: Denise Van Der Heide da Unsplash.com

 

Consulta Vinetia: la Guida AIS 2020 ai Vini del Veneto

logo vincita

———————————————

Segui VeronaWineLove.com sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedIn

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

2 + 10 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

veronawinelove@gmail.com

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.

Show Buttons
Nascondi