Visita Castellaro Lagusello, a Mantova, uno dei più bei Borghi d’Italia. Il Castello di Noarna, vicino Trento, è invece la meta perfetta per unire cultura e vino

Visita Castellaro Lagusello, a Mantova, uno dei più bei Borghi d’Italia. Il Castello di Noarna, vicino Trento, è invece la meta perfetta per unire cultura e vino

Sei mai stato a Castellaro Lagusello, vicino a Mantova? Castellaro Lagusello è uno dei Borghi d’Italia più visitati ed è incantevole anche la sera, quando viene illuminato. 

Se ami gli antichi borghi una gita a Castellaro Lagusello o a Castel Noarna in Vallagarina, è quello che fa per te. 

Nel fine settimana ci si organizza per trascorrerlo in famiglia o in compagnia, magari con qualche gita fuori Verona.

Nella nuova sezione Gite fuori porta del sito Verona Wine Love, abbiamo per questo raccolto qualche interessante gita da fare in giornata.

I percorsi spaziano dalla sempre splendida Mantova al Lago di Garda, dai Castelli del Trentino alle Strade del Vino, per chi ama unire cultura e turismo del vino.. E Castel Noarna, circondato dai vigneti, ne è un esempio.

 

COSA VEDERE A CASTELLARO LAGUSELLO, UNO DEI BORGHI D’ITALIA PIÙ VISITATI

Castellaro Lagusello è un incantevole piccolo borgo medievale che fa parte del circuito “I Borghi più belli d’Italia”, Patrimonio dell’Unesco e “Bandiera Arancione” del Touring Club.

Ti consigliamo di visitare Castellaro entrando nel borgo da nord. Si respira subito un’aria d’altri tempi. 

L’imponenza del mastio e dell’antica fortezza, la Chiesa barocca dedicata a San Nicola, ti sorpenderà.

Scoprirai un susseguirsi di palazzi di pietra con splendidi cortili verdi e attorniati da mura con merletti.

Un contesto che fonde l’atmosfera della storia con la rigogliosa natura circostante. Non ti accorgerai di giungere, in una mezza giornata, alla fine del percorso.

 

Borghi d'Italia. Castellaro Lagusello, piazzetta. Gite fuori porta. Mantova

Castellaro Lagusello, piazzetta

 

Nella piazzetta principale, se si desidera fare una sosta, ci si può fermare in un bar che offre ai clienti un giardino ombreggiato

È possibile visitare Villa Arrighi, che si affaccia sul famoso laghetto a forma di cuore, chiamato “il laghetto degli innamorati” e riserva naturale del Parco del Mincio.

Altra particolarità di Castellaro Lagusello, frazione del comune di Monzambano, è quella di essere zona di vini Doc: il Tocai (bianco) e il Merlot (chiaretto e rosso). Sono vini che si accompagnano benissimo ai piatti della cucina locale, di chiara impronta mantovana.

Si possono visitare, inoltre, altre belle località in zona. Ti consigliamo Valeggio sul Mincio e il Parco Sigurtà, o Borghetto sul Mincio e la bella città di Mantova.

Leggi anche → Cosa vedere a Mantova fra storia, natura, cicloturismo e vino

 

CASTEL NOARNA, TRA AFFRESCHI E VINO BIOLOGICO

Castel Noarna, a 6 Km da Rovereto, si presenta come un antico borgo medievale ancora ben conservato e immerso nei vigneti.

Quello che in passato era un borgo fa parte oggi del Castello: entro le mure troviamo il mastio, la chiesetta, un gran cortile e saloni ad archi splendidamente decorati e affrescati.

Gite fuori porta, enoturismo, Castel Noarna, Vallagarina

Una visita a Castel Noarna, in Vallagarina, unisce cultura e turismo del vino

 

È possibile visitare anche la cantina del Castello, ricavata negli antichi volti della struttura.

 

TURISMO DEL VINO: IN COSA CONSISTE LA VISITA A UNA CANTINA?

La tipica visita guidata in un cantina comprende:

  • una passeggiata tra i vigneti, dove il vigneron illustra i vitigni autoctoni e le tecniche di coltivazione,
  • la visita nella cantina vera e propria, dove il vino si perfeziona nelle botti di diverse forme e tipi di legno,
  • la degustazione dei vini prodotti, spesso accompagnati da pane, salumi e formaggi locali.
Enoturismo - Turismo del Vino - Enogastronomia

Visita ai vigneti. Il turismo del vino sta conoscendo un vero e proprio boom

 

Leggi anche → Turismo del vino: cantine aperte all’enoturismo

Due diverse escursioni, due gite fuori porta entrambe interessanti. 

Castellano Lagusello, tra i più bei Borghi d’Italia e con il suo laghetto a forma di cuore, ti sorprenderà per la cura e la buona conservazione dei suoi palazzi.

Castel Noarna, vicino a Trento, ti permette invece di unire la visita a un antico borgo a una visita in cantina alla scoperta del vino biologico.

Sara Soliman

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Sei appassionato di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        Allmost di Francesco Trentini   

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Raggiungere Verona e lago di Garda con i mezzi pubblici

Raggiungere Verona e lago di Garda con i mezzi pubblici

Verona è una città d’arte, di cultura, di vini veronesi eccezionali e sapori unici, ma per i turisti che la popolano può anche diventare un punto di partenza verso altre mete, vista la ricca offerta di mezzi pubblici.

La città scaligera si trova a pochi chilometri dai monti Lessini e dal lago di Garda.

Da qui si possono raggiungere in auto o in treno altre città d’arte come Vicenza, Padova, Mantova, Brescia o Bologna. Il Trentino e l’Alto Adige sono vicini e non mancano i collegamenti alle maggiori ciclovie italiane ed europee.

In questa pagina vi proponiamo una raccolta delle opportunità offerte dai mezzi pubblici, in particolare dagli autobus di Atv.

E’ così possibile muoversi in queste terre splendide, sia per visitare luoghi d’arte e naturalistici, che per degustare i vini veronesi di qualità.

Il tutto con i mezzi pubblici, a cominciare dagli autobus.

Leggi anche: Cosa vedere a Verona

Da Verona al lago di Garda

Da Verona si può raggiungere il lago in treno, scendendo alla stazione di Peschiera del Garda. Sono molti i collegamenti giornalieri, offerti sia da Trenitalia, sia da Italo.

Il viaggio dura circa un quarto d’ora e i prezzi sono accessibili a tutte le tasche, da meno di 4 euro per il Regionale ai 15 del Frecciarossa.

Il territorio veronese e del lago di Garda offrono però molte altre opportunità, difficili da raggiungere su strada ferrata.

Ecco allora una serie di proposte estive di Atv, l’azienda del trasporto pubblico provinciale, che permettono di arricchire l’esperienza del turista che parte o arriva nella città di Giulietta e Romeo.

Leggi anche: Cosa vedere nella zona del Lugana, basso lago di Garda e Cosa vedere nella zona di Bardolino e del lago di Garda


Bus Walk&Bike

Il lago di Garda e la Lessinia sono ricchi di percorsi per escursioni a piedi o in bici.

Con il servizio Bus Walk&Bike anche i ciclisti potranno raggiungere i sentieri delle montagne veronesi grazie ai mezzi dotati di carrello porta bici.

Partenze nel fine settimana dall’autostazione di Verona Porta Nuova per Boscochiesanuova e San Giorgio.

Ogni giorno partenze da Garda per San Zeno di Montagna e Prada.

Leggi anche: Cosa vedere in Lessinia e Cicloturismo e camminate fra i monti Lessini

Lessinia, Valle delle Sfingi (foto Mauro Magagna). Raggiungere Verona e lago di Garda con i mezzi pubblici

Lessinia, Valle delle Sfingi. La Lessinia è nota per lo spumante Lessini Durello (foto di Mauro Magagna)

Funivia Malcesine – Monte Baldo

La funivia di Malcesine è un impianto moderno, dalle sue cabine rotanti è possibile apprezzare il panorama del Monte Baldo e del lago di Garda.

Da aprile fino a tutto il mese di ottobre è possibile acquistare per 22 euro un biglietto che comprende il pass giornaliero sulla rete Atv e il biglietto di andata e ritorno sulla funivia.

Malcesine è raggiungibile dalle principali località del lago e da Verona (autostazione Porta Nuova e piazza Bra) con cambio a Garda.

Orari e informazioni sul sito Atv.

 

Lago di Garda - Verona

Veduta del lago di Garda. Una terra ricca di vini come il Chiaretto Bardolino, il Garda Doc, il Lugana e il vicino bianco Custoza

Arena di Verona – Lago di Garda

Passare la giornata sulle rive del lago, di sera assistere all’opera in Arena e tornare a dormire nelle località del “Benacus”, come lo chiamavano gli antichi Romani.

Con la Stagione Lirica dell’Arena di Verona tutto questo è possibile grazie all’OperaBus Service, un servizio rivolto ai turisti che soggiornano sul lago.

Il bus parte 30 minuti dopo il termine dello spettacolo nelle serate del Festival lirico areniano e raggiunge le località di Peschiera, Lazise, Bardolino, Garda, Torri del Benaco, Brenzone e Malcesine.

Per il ritorno da Verona al lago il costo è di 10 euro, mentre per l’andata sono diverse le opzioni con le linee 163, 164 e 185.


Linee autobus del lago di Garda e dintorni

Durante il periodo estivo, fino al 9 settembre, sono molti i collegamenti dalle località turistiche lacustri a Verona e altri punti di interesse nella provincia come il monte Baldo, Borghetto e Valeggio sul Mincio, il Santuario di Madonna della Corona, Gardaland e i moli per le partenze dei traghetti. Sul sito Atv sono raccolte tutte le linee utili per i turisti.

Borghetto è un borgo storico, uno dei più belli d’Italia. Si trova nel comune di Valeggio, nella zona del Custoza e del Bardolino. Scopri Borghetto e le altre località del basso lago nella guida sul sito VeronaWineLove.

Borghetto (Valeggio sul Mincio), Verona, vicino al lago di Garda

Borghetto (Valeggio sul Mincio), splendida località a pochi chilometri dal lago di Garda


Pass Atv

Per chi ha in programma di muoversi fra Verona, lago e provincia, uno dei pass Atv potrebbe essere una buona soluzione.

Con un biglietto unico è possibile viaggiare su tutte le linee Atv compresi i servizi speciali Aerobus, navetta per Madonna della Corona e Bus Walk&Bike.

Si possono scegliere tre diverse soluzioni, uno, tre o sette giorni, con costi che variano dai 10 ai 40 euro.


Altre mete: da Verona alla Riviera Romagnola e a Venezia

Come dicevamo qualche riga più su, Verona può essere un ottimo punto di partenza, oltre che una meta.

Da Verona si possono raggiungere, ad esempio per un weekend, le spiagge della riviera romagnola. Milano Marittima, Cervia, Cesenatico, Rimini, Riccione e Cattolica, fra le altre, sono a portata di bus.

Dalle principali località del lago di Garda è inoltre possibile raggiungere Venezia con andata e ritorno in giornata grazie alla linea “Lago di Garda – Venezia”.

Da Verona, Venezia è facilmente raggiungibile in treno.


Informazioni utili

vino spumante del lago di Garda. Verona e il lago di Garda sono terre ricche di vini veronesi di qualità

I vini veronesi offrono un panorama che va dagli spumanti ai rossi strutturati, dal Chiaretto Bardolino a una composita gamma di vini bianchi

Vini veronesi: gustare Verona e il lago di Garda

Valpolicella, con il Ripasso e l’Amarone

Bardolino Chiaretto, il “vino rosa” del lago di Garda

Spumante Garda Doc, le bollicine del lago di Garda

Vino Lugana, apprezzato in tutto il mondo

Raggiungere Verona e raggiungere il lago di Garda con i mezzi pubblici è comodo e conveniente.

Apprezzare i vini veronesi di qualità è un dono che merita di farsi quando si giunge in queste splendide terre.

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Weekend in bicicletta (o in auto) da Peschiera a Verona, la città dell’amore

Weekend in bicicletta (o in auto) da Peschiera a Verona, la città dell’amore

Un weekend all’insegna del cicloturismo, con un percorso di 32 km. E’ quanto ti proponiamo in questo itinerario da Peschiera, deliziosa località – ricca di storia – del basso lago di Garda e Verona, città dell’amore.

Il percorso si snoda fra piste ciclabili e strade di campagna poco trafficate. Circa a metà si incontra una salita non particolarmente impegnativa.

Se invece ti vuoi spostare in automobile, magari con qualche sosta per una passeggiata o ammirare il paesaggio, devi solo adattare il percorso ai collegamenti stradali.

Si parte dal centro di Peschiera pedalando in direzione di Pacengo e poi, prendendo via Belvedere, verso Sandrà. La tratta seguente, che tocca Palazzolo e Bussolengo, è la più impegnativa, a causa di una leggera salita.

Attraversare il centro di Bussolengo potrebbe rivelarsi poco piacevole, ma alcuni tratti di pista ciclabile e altri chiusi al traffico saranno d’aiuto. Si prosegue poi sulla strada comunale che porta a San Vito, dotata di pista ciclabile.

Attraversato il canale, lo si costeggia sul margine sinistro fino ad arrivare alla zona della diga del Chievo. Da qui bastano poche pedalate per raggiungere il centro storico di Verona.

LE CANTINE DEL VINO LUGANA
Visto che partite da Peschiera, in un percorso che senza difficoltà può essere fatto anche al ritorno, vi consigliamo le cantine del vino Lugana, un bianco apprezzato. Uno dei migliori vini bianchi al mondo.

Telefonate alle cantine per tempo, in modo da sapere quando sono aperte e quando sono previste degustazioni e vendita delle bottiglie.

Weekend sul lago di Garda: da Peschiera al borgo di Lumini

Weekend sul lago di Garda: da Peschiera al borgo di Lumini

Un weekend dedicato alla bicicletta. E’ quello che ti proponiamo con un itinerario da Peschiera, nel basso lago, al borgo di Lumini, a San Zeno di Montagna.

Il territorio del Lago di Garda è ricco di sentieri e di strade panoramiche e si presta dunque benissimo ad essere esplorato in in mountain bike. L’itinerario qui descritto è perfetto anche per la bici da corsa: si snoda per circa 80 km sulla sponda veneta del Lago di Garda attraverso piccoli borghi affacciati sul lago.

Si parte da Peschiera del Garda, uno dei porti più turistici della zona, paesino molto frequentato nella stagione estiva. Superato il centro ci si dirige verso il borgo storico di Lazise, un insediamento antichissimo e noto come cittadella fortificata dotata di dogana.

La strada non presenta particolari difficoltà, ma nel weekend può essere molto frequentata. 
Superato Lazise si incontra invece una prima salita e poi una successiva discesa che conduce fino a Bardolino, paese rinomato per la produzione di vino ed olio eccellenti. Usciti dal borgo inizia poi un lungo tratto che porta prima a Garda e poi a Punta San Virgilio.

Quest’ultima regala una magnifica vista panoramica sul Lago di Garda: è possibile anche scendere lungo una stradina a ciottoli sulla sinistra e raggiungere il Ristorante Punta San Vigilio, in una meravigliosa cornice di silenzio e d’altri tempi.

Il percorso prosegue quindi per Torri del Benaco, lungo una strada in discesa dalla quale si possono ancora ammirare splendidi panorami. Raggiunto l’ingresso del paese si svolta a destra imboccando una salita di circa 11 km con pendenza media del 5%.
Lungo la salita si a occasione di visitare il piccolo borgo di Albisano e di attraversare uno splendido bosco che nelle giornata più calde regala un po’ di frescura.

La pedalata termina poco dopo nel borgo di Lumini, frazione del comune di San Zeno di Montagna con circa 150 abitanti. Il nome del piccolo borgo deriva dalla presenza, in tempi antichi, di branchi di lupi  che venivano tenuti lontano con dei fuochi che, a distanza, di notte, sembravano dei lumi.

Il percorso di ritorno verso Peschiera del Garda prevede una lunga e discesa che ci porta fino alle pendici del Monte Baldo. Da qui si continua lungo la strada per il piccolo borgo di Affi, poi verso Cavaion Veronese e quindi per Bardolino. Una volta tornati sulla Gardesano (il lungolago) si ripercorre la strada fatta all’andata tornando a Peschiera del Garda.

I VINI DI BARDOLINO PER GLI AMANTI DELL’ENOTURISMO
Per un itinerario di questo genere ti consigliamo i vini di Bardolino, dal rosso Bardolino al Chiaretto, agli spumanti. Nella selezione delle cantine del Bardolino puoi trovare i migliori produttori.

Devi prima chiamare per avere informazioni su quando sono aperti e sono disponibili alla degustazione e alla vendita delle bottiglie di vino.

Weekend nella Terra dei Forti: in bicicletta (o in auto) da Trento a Verona

Weekend nella Terra dei Forti: in bicicletta (o in auto) da Trento a Verona

Un weekend all’insegna del cicloturismo, quello che vi proponiamo. Se però non siete appassionati della bicicletta, o trovate il percorso impegnativo, potete adattarlo a una gita in auto. Tenete presente i punti di riferimento, per poter scegliere anche in auto la strada giusta.

La ciclabile dell’Adige permette di attraversare le montagne fra Trento e Verona in bicicletta, seguendo un percorso relativamente semplice, ma dall’altissimo valore panoramico.

A pochi passi dal centro di Trento si può imboccare la ciclabile dell’Adige, all’altezza del parcheggio Sanseverino. Poche pedalate e si sfiorano Palazzo delle Albere, il Muse (Museo delle scienze) e il grande parco dell’area ex-Michelin. Si prosegue in direzione sud verso Rovereto, sul lato sinistro dell’Adige, ma in vari punti sarà necessario attraversare il fiume.

Giunti a Besenello, potrebbe essere interessante una deviazione verso Castel Beseno: ben visibile da distante, sovrasta la valle dalla cima di una collinetta. Passato Rovereto, si continua immersi nel verde. Giunti a Mori si può scegliere di deviare verso il lago di Garda, oppure continuare verso Verona. Se si sceglie la città scaligera, si continuerà a scendere costeggiando per alcuni tratti l’autostrada del Brennero e la ferrovia.

Dopo Belluno Veronese la ciclabile seguirà per qualche chilometro anche il canale Biffis. Il sudore speso per la salita del Forte Rivoli (nella foto) sarà certamente premiato dalla vista panoramica offerta. Da Rivoli si raggiunge Verona seguendo la ciclabile per Bussolengo, lungo il Biffis, per poi tornare a seguire l’Adige verso la città di Giulietta e Romeo.

LE CANTINE E I VINI DELLA TERRA DEI FORTI
La zona che va da Trento a Verona offre interessanti proposte enogastronomiche. Per quanto riguarda le cantine con i vini della Terra dei Forti (i vini della Valdadige), potete contattarle sapere quando sono aperte e quali vini degustare e comprare.

La nostra lista di cantine è in continuo aggiornamento.

 

Weekend nella zona vino Custoza: in bicicletta da Valeggio a Villafranca

Weekend nella zona vino Custoza: in bicicletta da Valeggio a Villafranca

In questo weekend vi proponiamo percorso breve, ma che tocca punti molto interessanti della provincia veronese. Siamo nella zona del vino Custoza, là dove natura e storia del Risorgimento italiano sono un tutt’uno. Il percorso è di 8,8 km e potete farlo in bicicletta, come ve lo proponiamo. Ma se preferite camminare, potete fare una bella passeggiata salutare.

È bene avere una bicicletta in grado di affrontare un tratto su strada non asfaltata. Valeggio sul Mincio è uno snodo interessante per chi si muove in bicicletta, in quanto a Borghetto, a poche pedalate di distanza dal centro, passa la famosa ciclabile Mantova-Peschiera.

Dal centro di Valeggio ci si dirige verso Villafranca sulla Provinciale 24. Si passano il campo sportivo e un distributore, entrambi sulla sinistra. Ancora un centinaio di metri e si lascia la provinciale per prendere una via sulla destra, indicata come località Serseni.

Il percorso ciclistico è ben segnalato con un cartello. Si prosegue tranquillamente in mezzo ai campi su questa stradina, che a un certo punto diventa sterrata, ma rimane facilmente percorribile.

Giunti all’incrocio, si svolta a sinistra e, passato il gruppo di case, a destra (qui il percorso ciclistico è nuovamente segnalato). Si prosegue sempre su questa strada di campagna, che presto tornerà a essere asfaltata.

Giunti alla rotonda in località Dossi, si può proseguire agilmente sulla pista ciclabile – separata dalla carreggiata – per gli ultimi due chilometri fino al Castello di Villafranca.


I VINI E LE CANTINE DELLA ZONA DEL CUSTOZA

Per quanto riguarda i migliori vini della zona, vi proponiamo le cantine che offrono i vini del Custoza. Informatevi sui siti web o attraverso i recapiti telefonici per sapere quando sono disponibili ad eventuali assaggi o alla vendita delle bottiglie.

Show Buttons
Nascondi