Recioto, oggi convegno alla Cantina Valpolicella Negrar. L’85° anniversario festeggiato con l’Amarone Domìni Veneti 2013

Recioto, oggi convegno alla Cantina Valpolicella Negrar. L’85° anniversario festeggiato con l’Amarone Domìni Veneti 2013

Quest’anno Cantina Valpolicella Negrar festeggia gli 85 anni di attività, e per l’occasione è stata prodotta un’etichetta da collezione a edizione limitata di Amarone 2013 Domìni Veneti dedicata ad Ulisse, figura simbolo della cantina.

A metà ottobre scorso, si è chiusa anche la vendemmia, che sembra riportare allo stile vinicolo tradizionale della Valpolicella, quello per intenderci pre anni ’90, che vedeva vini dal contenuto meno zuccherino, più facili da bere.


LE ORIGINI
La vela di Ulisse, presente in oro nell’etichetta dell’85esimo su uno sfondo di onde blu, conduce la Cantina nel suo viaggio dal 1933 a oggi. L’eroe omerico interpreta al meglio lo spirito della cantina, da sempre legata al territorio e con lo sguardo rivolto al futuro.

Fu infatti per difendere la Valpolicella da speculazioni finanziarie che, nell’agosto del 1933, sei imprenditori decisero di dar vita alla Cantina Sociale Valpolicella, tenendo a battesimo negli anni ’30 del secolo scorso nella propria bottaia, al tempo ubicata a Villa Mosconi ad Arbizzano, il nome Amarone.

“Da allora, la forza sempre più numerosa della nostra realtà associativa ha contribuito a farci crescere in dimensioni e modernità, ma la componente forse più importante rimane il territorio, inteso sia come patrimonio viticolo ma anche come le generazioni di viticoltori che si tramandano l’amore per una terra da tutelare e difendere”, dichiara Renzo Bighignoli, presidente di Cantina Valpolicella Negrar.

Renzo Bighignoli, presidente di Cantina Valpolicella Negrar

Renzo Bighignoli, presidente di Cantina Valpolicella Negrar

 

VINI VALPOLICELLA: L’ANNATA 2018
Eleganza e longevità dei vini le caratteristiche dell’annata 2018.

Chiusasi con oltre il 20 per cento in più di uva prodotta rispetto al 2017, la vendemmia di quest’anno ha richiesto grande professionalità in campo, profusa dai soci viticoltori con la sapiente regia di Claudio Oliboni, tecnico di campagna della cantina.

Nell’arco dell’anno, si è resa necessaria un’adeguata difesa sanitaria delle viti, la regolazione dell’eccesso produttivo di alcune di esse nonché la scelta dei migliori grappoli per la vendemmia.

A far la differenza qualitativa, più di tutte le altre annate, quest’anno è stata la collina, le cui pendenze hanno permesso di sgrondare le acque in eccesso e di portare l’uva a perfetta maturazione, complice anche il colpo di coda estivo tra settembre e ottobre, raggiungendo una gradazione zuccherina inferiore agli anni precedenti, un accumulo fenolico equilibrato e un’acidità rimasta molto alta in collina.

 

VINI VALPOLICELA: CONVEGNO IL 19 NOVEMBRE
Nell’Acinatico, antico progenitore del Recioto, le indicazioni per un futuro più sostenibile in viticoltura in Valpolicella?

I risultati del progetto di ricerca – con degustazione – condotto da Cantina Valpolicella Negrar in collaborazione con Lorenzo Simeoni saranno presentati lunedì 19 novembre a partire dalle 19.30 nel convegno in cantina a Negrar “Dall’Acinatico al Recioto”, che vedrà tra i relatori Attilio Scienza.

 

DETTAGLI SUL CONVEGNO
Nell’era delle biotecnologie, può una tecnica di produzione vinicola antica di migliaia di anni rivelarci qualcosa di nuovo e utile per ottenere una viticoltura più sostenibile a vantaggio di ambiente e salute? Una domanda a cui ha cercato di rispondere Daniele Accordini, direttore generale ed enologo di Cantina Valpolicella Negrar.

I risultati dello studio, comprensivo di degustazione, saranno forniti nel dettaglio oggi, lunedì 19 novembre 2018, nel convegno aperto al pubblico “Dall’Acinatico al Recioto”, che si terrà a partire dalle 19.30 nella sala convegni Domìni Veneti  (via Ca’ Salgari 2, Negrar).

Il convegno sarà il coronamento dell’evento di presentazione delle sei cooperative associate a The Wine Net–Italian Co-op Excellence, la prima rete italiana dell’eccellenza della cooperazione vitivinicola italiana.

A partire dalle ore 14.30, nelle sale della cantina cooperativa negrarese, anche gli enoappassionati avranno la possibilità di conoscere e approfondire la varietà di vini che caratterizzano queste realtà attraverso alcune degustazioni itineranti con abbinamenti gastronomici.

Sono previste, inoltre, tre masterclass:

  • dalle 15.30 alle 17, “Quando la storicità si sposa con la modernità, le straordinarie capacità di alcuni vini di coniugare tradizione e innovazione”, guidata da Marco Scandogliero, miglior sommelier Ais del Veneto nel 2016;
  • dalle 17 alle 18.30, “Quando il tempo non spaventa i vini, vivere la straordinaria esperienza della longevità del vino”, condotta da Fabio Giavedoni, curatore della guida Slow Wine;
  • dalle 18:30 alle 19.30, “Quando l’autoctono è vincente, il ruolo dei vitigni autoctoni nell’esaltazione identitaria di un vino” condotta da Alessandro Torcoli, direttore di Civiltà del Bere.

 

ISCRIZIONI ENTRO IL 16 NOVEMBRE
Convegno e degustazioni, guidate e non, sono a numero chiuso, per cui era necessario iscriversi entro venerdì 16 novembre ore 12, fino ad esaurimento posti, costo 5 euro a persona, sul sito www.dominiveneti.it sezione eventi.

Per altre informazioni sul convegno organizzato dalla Cantina Valpolicella Negrar per festeggiare l’anniversario degli 85 anni, scrivere alla email eventi@dominiveneti.it – Oppure telefonare al 345.8663048.

Elena Caracciolo

 

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Amarone e vini della Valpolicella i più apprezzati dagli svizzeri. Wine tasting a Zurigo con il Consorzio Vini Valpolicella

Amarone e vini della Valpolicella i più apprezzati dagli svizzeri. Wine tasting a Zurigo con il Consorzio Vini Valpolicella

L’Amarone e i vini della Valpolicella sono in testa alle preferenze dei cittadini svizzeri.

I vini italiani sono amati dai cittadini d’Oltralpe. E i vini della Valpolicella figurano sul podio dei rossi più apprezzati.

Che l’Amarone, il Ripasso e gli altri vini Valpolicella riscuotano successo in Svizzera lo dicono i dati, come dimostra la missione a Zurigo del Consorzio Tutela Vini Valpolicella.

La Svizzera è un mercato in salute che non conosce crisi in fatto di vini italiani: nel 2017 ha importato 2,4 miliardi di euro in valore, con gli 8 milioni di abitanti che hanno consumato in media oltre 40 litri a testa.

Un paese dove trovano ampio spazio le produzioni di alta qualità del territorio della Valpolicella, dove viene bevuto l’11% di Amarone.

La Svizzera si posiziona da anni sul podio degli Stati più interessati al “Grande Rosso” veronese.

Bene anche l’export di Valpolicella Doc (8%) e del Ripasso della Valpolicella (4%).

 

Amarone - Vini Valpolicella - Consorzio Tutela Vini Valpolicella


AMARONE E VINI VALPOLICELLA IN SVIZZERA

“Gli svizzeri amano i vini italiani e i vini del nostro territorio, apprezzandone le produzioni di alta qualità”, sottolinea il direttore del Consorzio Tutela Vini Valpolicella, Olga Bussinello in vista dell’evento di Zurigo previsto per oggi, 29 ottobre, dove si concluderà l’ultima tappa dei festeggiamenti di ottobre per il 50° anniversario della Doc veronese.

Tra le attività in programma a Zurigo, è previsto un Walk Around Tasting al Metropol che vedrà presenti 14 aziende dalla Valpolicella doc e 13 dalla zona del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg.

L’Amarone della Valpolicella sarà grande protagonista in due masterclass istituzionali condotte da Christian Eder, corrispondente per l’Italia di Vinum.

Inoltre verrà rinnovata la collaborazione con Vinum, il principale wine magazine svizzero e il Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.

Il successo del vino Amarone e degli altri vini della Valpolicella conferma come la Svizzera sia un mercato molto interessante per la produzione enologica italiana.

Vini Valpolicella più noti fra i vini italiani in Cina. L’export made in Italy sale a +21%

Vini Valpolicella più noti fra i vini italiani in Cina. L’export made in Italy sale a +21%

I vini della Valpolicella leader in Cina. La denominazione dei vini veronesi sopravanza, come notorietà fra gli winelovers cinesi, sia il Chianti che il Barolo.

Questo dimostra come la qualità dei vini della Valpolicella – e della produzione vitivinicola scaligera – sia un punto di forza del comparto vinicolo italiano.

Continua infatti la corsa delle esportazioni di vino italiano in Cina, mettendo a segno nell’ultimo anno una crescita del 14,2% in quantità e del 21,76% in valore, per un giro d’affari di 140 milioni di dollari.

Un successo dovuto anche all’aumento della fascia ad alto reddito della popolazione, sempre più interessata ai vini di qualità superiore, tra “wine collectors” (9%) e “premium wine consumers” (18%).

Sono due segmenti di mercato dove rientrano le denominazioni dei vini della Valpolicella per le loro caratteristiche.

Secondo il report China Vinitrac di Wine intelligence per il Consorzio Tutela Vini Valpolicella, le denominazioni Valpolicella e Amarone risultano conosciute a circa il 18% dei consumatori di vino importato,.

Esse registrano performance migliori rispetto ad altre denominazioni italiane come Barolo e Chianti.

 

Valpolicella - Verona - foto di Mauro Magagna - Verona Wine Love

Veduta della Valpolicella, terra di vini pregiati (foto di Mauro Magagna)

 

I VINI DELLA VALPOLICELLA IN CINA
Più in generale i vini della Valpolicella sono riconosciuti dal 30% di chi beve vini importati. E riescono a convertire in consumatori circa il 49% di quelli che riconoscono una o entrambe le denominazioni.

In termini di consumo, la denominazione generica Valpolicella raggiunge dei risultati leggermente migliori: 6% rispetto al 5% della denominazione Amarone della Valpolicella.

La città di Shanghai, in particolare, annovera circa il 22% dei consumatori dei vini della Valpolicella, seguita dalla capitale Beijing.

Insomma chi conosce e beve una delle due denominazioni veronesi o entrambe tende a spendere di più rispetto alla media.

I vini della Valpolicella dimostrano così di essere un avamposto per l’export di vino italiano in Cina.

Il lavoro di promozione del Consorzio Tutela Vini Valpolicella dà i suoi frutti. Così come l’impegno di Veronafiere, con Vinitaly, sul fronte del mercato cinese.


STRADA DEL VINO VALPOLICELLA – video ufficiale

Cicloturismo tra natura, vino e prodotti locali. Itinerari dalla città di Verona al lago di Garda: un’esperienza indimenticabile

Cicloturismo tra natura, vino e prodotti locali. Itinerari dalla città di Verona al lago di Garda: un’esperienza indimenticabile

Cicloturismo, unire la passione per la bici a quella per il buon vino e i prodotti tipici dei territori. Tra gite sulla due ruote e degustazioni.

Ci è riuscito il gruppo di Bike Experience.

Il fondatore Fabio Boeti, ciclo-amatore e cicloturista, e la sua squadra in cui troviamo l’associazione Ciclone Asd ha fatto della promozione del cicloturismo la propria mission.

Questo con l’obiettivo di far crescere il territorio che ci circonda, farlo scoprire attraverso la sua storia, la sua cultura e le sue tipicità enogastronomiche.

Cicloturismo - itinerari fra vino e cultura - Verona, Custoza e Valpolicella

Bike Experience offre diverse proposte di escursioni, con itinerari che attraversano Verona, il lago di Garda, le terre di Custoza, le colline Moreniche e Mantova.

In ogni percorso è prevista una tappa per la degustazione di vini e specialità locali. Naturalmente ogni percorso è a misura di bicicletta.

Vediamo i principali itinerari.


CICLOTURISMO: VERONA

Martedì: visita alla città di Verona con partenza da Sommacampagna.

Seguendo uno dei singoli tracciati delle “Terre del Custoza, si raggiungi la città di Giulietta e Romeo visitando in modo nuovo e alternativo la splendida Verona.

Venerdì: da Verona alla Valpolicella.

Da Verona, lungo le sponde dell’Adige attraverso strade secondarie a bassa percorrenza si va a scoprire una delle zone più tipiche del territorio, ricca di storia, enogastronomia e soprattutto di natura: la Valpolicella.

Grazie alla presenza di numerosi vigneti, che danno origine a famosi vini come Amarone, Ripasso e Valpolicella Doc potrete ammirare la rigogliosa natura che circonda le magnifiche colline.

Si attraverseranno borghi molto caratteristici come Castelrotto e Corrubbio di Negarine nel comune di San Pietro in Cariano ricche di corti antiche, fino a raggiungere Marano di Valpolicella.

Dopo aver affrontato una salita di circa 5 chilometri, ecco la piacevole sosta di degustazioni di prodotti tipici.

Il ritorno sarà su strade secondarie a bassa percorrenza e piste ciclabili per raggiungere il centro di Verona e visitare la città.


TERRE DEL CUSTOZA
 – COLLINE MORENICHE – BASSO GARDA

Sabato: le Terre del Custoza.

40 chilometri ondulati su percorso misto asfalto/sterrato attraverso strade secondarie a bassa percorrenza, alla scoperta delle Colline Moreniche del vino Custoza e dei suoi caratteristici centri storici e panorami mozzafiato.

Un territorio unico, ricco di storia, cultura ed enogastronomia, visitando Villafranca di Verona, Valeggio Sul Mincio, Custoza e Sommacampagna.

Un percorso adatto a tutti tra lago di Garda e Verona, attraverso una cornice naturalistica, enogastronomica e storica.

Domenica: le Colline del Risorgimento.

Un balzo nella storia, con partenza da Peschiera del Garda.

Si potranno scoprire le Colline Moreniche del Basso Garda, caratterizzate da dolci avvallamenti, rigogliose coltivazioni di vigneti e frutteti, ma soprattutto famose perché teatro di battaglie durante le guerre d’indipendenza italiane.

Si possono conoscere paesi e borghi storici come Solferino, Cavriana, Castellaro Lagusello e San Martino della Battaglia.

Cicloturismo - itinerari fra cultura e natura - Verona, Valpolicella, Custoza

PESCHIERA – MANTOVA – LAGO DI GARDA

Mercoledì: le Terre del vino Custoza un viaggio nella storia.

Con partenza da Villa Venier a Sommacampagna, attraverso un percorso misto asfalto/sterrato fatto di strade secondarie a bassa percorrenza e di campagna, si scoprono le Colline Moreniche del Custoza.

Un territorio unico immerso nella natura, famoso per il vino Custoza Doc. Un percorso adatto a tutti dove sarà possibile scoprire i prodotti tipici locali e sostare in una delle aziende agricole del territorio.

Giovedì: lungo il fiume Mincio sulla Peschiera-Mantova.

Partendo da Sommacampagna si raggiungerà il paese di Valeggio sul Mincio e poi Borghetto, per visitare alcuni borghi storici delle Colline Moreniche del Basso Garda.

Domenica: le Colline del Risorgimento.

Con partenza da Peschiera del Garda, si potranno scoprire le Colline Moreniche del Basso Garda, caratterizzate da dolci avvallamenti, rigogliose coltivazioni di vigneti e frutteti.

Si conosceranno paesi e borghi storici come Solferino, Cavriana, Castellaro Lagusello e San Martino delle Battaglia in un susseguirsi di esperienze enogastronomiche.

Cicloturismo - cultura e vino fra Valpolicella, Custoza e Verona

CICLOTURISMO: INFORMAZIONI SU ESCURSIONI, COSTI E CONTATTI

Le escursioni Bike Experience sono giornaliere, ma è possibile organizzare anche per piccoli gruppi delle uscite di più giorni, oppure programmare itinerari diversi.

Per informazioni, contattare Fabio Boeti: 349.6632013

Il costo della singola gita è di 45 euro a persona con accompagnatore e noleggio bicicletta adatta ad affrontare tutti i tipi di terreni previsti e potersi muovere in comodità e serenità godendosi la gita.

Se si ha la propria bicicletta, il costo della gita senza noleggio è di 30 euro.

Tutte le gite hanno la durata di una giornata con partenza alle 9 circa e rientro per le 17. Sarà possibile effettuare soste lungo i percorsi per visitare i luoghi ed eventualmente degustare prodotti tipici del territorio.

Le gite con guida e noleggio bicicletta vengono effettuate con gruppi minimo di 4 e massimo di 10 persone, per garantire un’adeguata assistenza a tutti i partecipanti.

Con un ulteriore supplemento sarà possibile prenotare anche una degustazione di vino con prodotti tipici del territorio in una cantina scelta da Bike Experience.

(foto di Alessio Rigoni e Francesco Trentini)
Elena Caracciolo

Cantina Pasqua, l’Amarone 2011 “Mai Dire Mai” sul podio dei vini più premiati

Cantina Pasqua, l’Amarone 2011 “Mai Dire Mai” sul podio dei vini più premiati

Un vino Amarone di eccellenza per la cantina Pasqua di Verona, che vede premiato il progetto di ricerca, di qualità e di innovazione in Valpolicella.

L’Amarone 2011 “Mai Dire Mai” della cantina Pasqua sale sul podio dei vini più premiati, ottenendo i massimi riconoscimenti della critica nazionale e internazionale.

Le etichette simbolo dei vini Pasqua, in generale  – spiega l’azienda – hanno collezionato una ventina di punteggi sopra i 90/100.

Amarone Mai Dire Mai 2011 - Cantina Pasqua - Valpolicella - Verona Wine LoveL’Amarone della Valpolicella “Mai Dire Mai”, in particolare, ha avuto i Tre Bicchieri del Gambero Rosso, 95 Punti da DoctorWine, e 92 punti da Wine Enthusiast.

Per Pasqua si tratta del riconoscimento del nuovo progetto di ricerca, qualità e innovazione intrapreso dall’azienda e iniziato nel vigneto di Montevegro, nella Valpolicella orientale.

Nella filosofia della cantina, sono affidati ai vigneti della zona orientale della Valpolicella gli stili più innovativi di Amarone.

L’etichetta del vino Amarone “Mai Dire Mai” (nella foto) è stata presentata per la prima volta a Vinitaly 2016 e nasce dalla volontà di due famiglie veronesi di investire in un progetto di eccellenza.

 

AMARONE “MAI DIRE MAI” 2011: VIDEO UFFICIALE DELLA CANTINA PASQUA

I vini Valpolicella in volo in Canada, Stati Uniti e Svizzera. Wine tasting per l’eccellenza veronese e italiana

I vini Valpolicella in volo in Canada, Stati Uniti e Svizzera. Wine tasting per l’eccellenza veronese e italiana

Vini Valpolicella in viaggio nel mondo. E’ in corso dal 10 ottobre scorso il “Valpolicella 50 Anniversary Tour“, l’attività di internazionalizzazione del Consorzio di tutela del vino Valpolicella che ad ottobre fa tappa a Vancouver, Chicago, Washington DC e Zurigo.

Il viaggio ha avuto inizio mercoledì 10 ottobre con il Canada, mercato strategico per la denominazione del Valpolicella che nel 2017 ha assorbito il 25% dell’export complessivo di vino Valpolicella base, il 17% di Valpolicella Ripasso e il 6% di Amarone.

Tra le attività svolte a Vancouver un walk around tasting e un media dinner, organizzati in collaborazione con l’agenzia Town Hall Brands, Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg e il sostegno del Consolato d’Italia nella città canadese.

Sempre il 10 ottobre vi è stato un concorso dedicato agli operatori di settore, che ha dato la possibilità al vincitore di accedere alla seconda edizione del Valpolicella Education Program.

Il Valpolicella Education Program è un corso di certificazione sui vini e sul territorio della Valpolicella per la formazione di nuovi esperti della denominazione che si svolgerà a Verona dal 29 al 31 gennaio 2019.

Vigneti per produrre vino Valpolicella - foto di Mauro Magagna

Vigneti per produrre vino Valpolicella (foto di Mauro Magagna)

VALPOLICELLA 50 ANNIVERSARY TOUR NEGLI STATI UNITI E SVIZZERA

Il Valpolicella 50 Anniversary Tour prosegue negli Stati Uniti lunedì 15 e mercoledì 17 ottobre a Chicago, dove sono previsti degustazioni e incontri istituzionali.

Sarà infine la Svizzera a chiudere le attività internazionali del Consorzio del Valpolicella. A Zurigo il 29 ottobre al Metropol, si terranno un walk around tasting organizzato in collaborazione con Vinum.

Vinum è il wine magazine numero uno per lettori in Germania, Austria e Svizzera.

L’attività a Zurigo è organizzata con il Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. Prevede due masterclass istituzionali condotte da Christian Eder, corrispondente per l’Italia di Vinum.

Il tour internazionale del Consorzio di tutela del vino Valpolicella consolida l’attività di promozione – ad alti livelli – di uno dei migliori vini italiani, espressione della provincia di Verona nella sua forma enologica migliore.

Vedi
Nascondi