Anteprima Amarone 2015: l’evento a Verona dal 2 al 4 febbraio 2019 con il “Grande Rosso Veronese”. Serie di conferenze su Amarone e Valpolicella

Anteprima Amarone 2015: l’evento a Verona dal 2 al 4 febbraio 2019 con il “Grande Rosso Veronese”. Serie di conferenze su Amarone e Valpolicella

L’Amarone Valpolicella, il grande rosso di Verona, viene celebrato, discusso e degustato nella città scaligera con la “Anteprima Amarone 2015” dei giorni 2, 3 e 4 febbraio 2019.

Un’occasione – per il pubblico degli winelovers e per gli operatori della ristorazione e del mondo del vino – di degustare l’annata 2015 dell’Amarone della Valpolicella.

Il “Grande Rosso Veronese” della Valpolicella, secondo una recente ricerca, è il vino rosso più venduto nelle enoteche italiane.


Anteprima Amarone 2015: programma (2, 3 e 4 febbraio 2019)
 

L’Anteprima Amarone 2015 si tiene al Palazzo della Gran Guardia di Verona da sabato 2 a lunedì 4 febbraio 2019. 

Sabato 2 febbraio 2019 vi è l’evento inaugurale chiuso al pubblico. E’ dedicato a stampa e media: dalle 9.30 alle 17.

Domenica 3 febbraio 2019: evento aperto al pubblico, dalle 10 alle 19.
Il biglietto d’ingresso costa 40 euro (35 euro con l’acquisto online del biglietto).

Lunedì 4 febbraio 2019: evento riservato agli operatori di settore, dalle 10 alle 17.
Il biglietto d’ingresso costa 40 euro (30 euro con l’acquisto online del biglietto)

Il biglietto d’ingresso comprende la degustazione di vino ai banchi d’assaggio delle aziende vinicole che partecipano all’Anteprima Amarone 2015. E l’assaggio di prodotti gastronomici nell’area riservata.

 

Anteprima Amarone Valpolicella - Palazzo Gran Guardia - Eventi Verona

Anteprima Amarone. Un’edizione passata dell’Anteprima Amarone dedicata al Grande Rosso veronese della Valpolicella


Eventi Verona: Valpolicella Annual Conference, Turismo e Vino

Il primo febbraio 2019, a Verona, in Sala Maffeiana, il Consorzio Tutela Vini Valpolicella organizza la “The Second Valpolicella Annual Conference”.

The Second Valpolicella Annual Conference è un vertice internazionale con esperti di livello mondiale che discutono i temi economici legati al mondo degli Icon Wines.

L’argomento al centro della conferenza sarà quello del brand Amarone sui mercati di tutto il mondo. Un brand che è un vessillo del Made in Italy d’eccellenza.

Nella conferenza del Consorzio che tutela i vini Valpolicella, si affronterà infatti il tema “L’Amarone della Valpolicella come brand di lusso per conquistare i mercati”. E si parlerà poi del “riconoscimento dei valori del vino”.

Alla The Second Valpolicella Annual Conference interverranno 300 persone tra produttori, operatori del settore e giornalisti italiani estranieri.

Nell’ambito delle attività di promozione, che svolge il Consorzio Tutela Vini Valpolicella, vi è poi il progetto del Valpolicella Education Program (VEP), giunto alla sua seconda edizione e inserito all’interno della settimana “Red Week di Anteprima Amarone 2015”.

Vi partecipano 24 candidati da tutto il mondo, alcuni dei quali in corsa per il titolo di Master of Wine.

Il 2 febbraio si discuterà di “Brand, Valore, Export e Turismo: il poker per l’Italia nel calice”.

All’appuntamento del 2 febbraio interverranno il ministro delle Politiche Agricole e del Turismo, Gian Marco Centinaio, e il presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella, Andrea Sartori.

Si parlerà di “Red passion e sorsi di cultura”, una conversazione con il celebre scrittore e storico Giordano Bruno Guerri, e la giornalista Laura Delli Colli, scrittrice di numerosi libri, soprattutto dedicati al cinema, con l’Amarone Valpolicella protagonista, come spesso gli è successo, di letteratura e film.

 

Amarone della Valpolicella

Una serie di bottiglie di Amarone Valpolicella, il Grande Rosso Veronese protagonista dell’Anteprima Amarone di febbraio

 

L’Anteprima Amarone 2015, dal 2 al 4 febbraio al Palazzo della Gran Guardia di Verona, e la The Second Valpolicella Annual Conference sono due appuntamenti importanti per approfondire l’eccellenza rappresentata dal Grande Rosso Veronese.

L’Amarone Valpolicella è il vino rosso più venduto nelle enoteche italiane, secondo una recente ricerca. Ed è il secondo vino più venduto in enoteca dopo le bollicine del Franciacorta.

L’Amarone della Valpolicella della Cantina Trabucchi (annata 2010), inoltre, è risultato fra i dieci migliori vini della Guida Bibenda 2019.

I segreti dell’Amarone Valpolicella (video della Cantina di Negrar)

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Valpolicella, un corso per gestire le imprese vinicole e promuovere i prodotti del territorio. E’ organizzato dall’Università di Verona

Valpolicella, un corso per gestire le imprese vinicole e promuovere i prodotti del territorio. E’ organizzato dall’Università di Verona

La Valpolicella, territorio di eccellenza dei vini Amarone e Ripasso e dell’enoturismo, tiene a battesimo un corso universitario di aggiornamento professionale sulla valorizzazione e governance del territorio.

Nasce infatti in Valpolicella il primo corso universitario pubblico-privato in Italia di Politiche e governance del territorio.

Il corso è organizzato dal dipartimento di Economia Aziendale dell’Università degli Studi di Verona, macro area Scienze Giuridiche ed economiche, di cui è referente il professor Davide Gaeta, docente di Economia dell’impresa Vitivinicola e Politica Vitivinicola.

Aderiscono all’iniziativa le Amministrazioni Comunali del territorio a cominciare da Fumane, che è capofila, San Pietro in Cariano, Marano, Pescantina, Negrar, Sant’Anna d’Alfaedo, Illasi e Mezzane di Sotto.

L’iniziativa è comunque aperta a tutte le realtà istituzionali pubbliche e private che credono nel progetto.

È un corso di aggiornamento professionale che si rivolge si rivolge a cittadini già inseriti nel mondo del lavoro, o che comunque abbiano avviato un proprio percorso di formazione professionale.

Il corso universitario è inoltre rivolto agli studenti e a tutte quelle persone che intendano approfondire i temi delle politiche e delle azioni di governo del territorio.

Il particolare riferimento è all’area denominata “Valpolicella”. E alle sue potenzialità e criticità. Prevede comunque anche l’estensione ad altri territori di eccellenza nazionali ed internazionali.

Valpolicella, distretto di qualità in ambito vinicolo e turistico

La prima edizione del corso sarà focalizzata sui temi amministrativi ed economici dell’area, dal vitivinicolo al lapideo al turismo

I destinatari sono diplomati e laureati con una forte motivazione verso la cura e la gestione responsabile della Valpolicella e di possibili altri distretti di qualità.

Il tutto mediante l’approfondimento dei temi e delle prassi oggi indispensabili per la formazione di nuovi amministratori pubblici e privati.

Il corso prevede i seguenti moduli universitari:

  • diritto amministrativo
  • diritto pubblico
  • diritto tributario
  • economia politica
  • politica territoriale
  • gestione dell’impresa vitivinicola
  • comunicazione e promozione dei prodotti territoriali

L’iniziativa dell’Università degli Studi di Verona è attuata in collaborazione con enti del territorio, amministrazioni comunali e stakeholders economici dell’area.

“Finalmente”, dice il professor Davide Gaeta, “un corso che è il primo tavolo pubblico-privato tra imprese e sindaci della Valpolicella storica, classica e orientale per costruire insieme il Distretto Rurale dell’Eccellenza. Un progetto ambizioso che la Valpolicella si merita”.

“L’unione di tutti questi sindaci attorno a questo tema”, dice il sindaco di Fumane, Mirco Frapporti, “vuole testimoniare l’impegno concreto delle amministrazioni del territorio nei confronti dei giovani”.

“Il progetto nasce dalla forte esigenza della mia generazione”, aggiunge Elisa Ferrarini, assessore alle attività economiche, commercio, agricoltura e promozione turistica del Comune di Fumane, “di acquisire gli strumenti che servono ad amministrare nel nostro territorio, dal punto di vista sia pubblico che privato, con competenza e lungimiranza, avendo una visione complessiva della Valpolicella”.

“E’ un’iniziativa che vede insieme per la prima volta Università, amministrazioni pubbliche e imprese che il mondo economico vede con favore”, dice Franco Allegrini, imprenditore del settore vitivinicolo. “Confidiamo tutti che possa portare quelle sinergie di sistema di cui il territorio ha bisogno”.


Le informazioni sul corso universitario

I posti disponibili sono 50, di cui 20 riservati a dipendenti di enti pubblici.

La durata del corso è di 60 ore con frequenza obbligatoria per almeno il 70%.

Le lezioni si terranno ogni venerdì di febbraio, marzo e aprile 2019 nella sede del Corso di laurea in Viticoltura ed Enologia a San Floriano.

Le domande di partecipazione vanno inviate entro il 6 febbraio 2019 collegandosi al sito univr.it (post laurea > corsi di aggiornamento professionale).

Per informazioni sulla didattica: professor Davide Nicola Vincenzo Gaeta, davide.gaeta@univr.it – telefono 045.6835632.

Per informazioni amministrative sulle iscrizioni: U.O. Master e Corsi di perfezionamento e di aggiornamento professionale, segreteria.master@ateneo.univr.it – telefono 045.802802.

Il corso universitario di aggiornamento professionale sulla valorizzazione e governance del territorio è un esempio della qualità e dell’attenzione allo sviluppo socio-economico della Valpolicella.

La Valpolicella è una terra che oltre alle eccellenze dell’Amarone e del Ripasso, possiede un tessuto imprenditoriale e amministrativo di prim’ordine.

(foto: Mauro Magagna)

Spazio Commerciale

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

 

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Capodanno a Verona fra menù di fine anno e vini sublimi. Scopri la vacanza a ritmo lento nella città di Romeo e Giulietta

Capodanno a Verona fra menù di fine anno e vini sublimi. Scopri la vacanza a ritmo lento nella città di Romeo e Giulietta

Capodanno con il Cenone di Fine Anno sta arrivando.

Le feste natalizie sono l’occasione per rallentare i ritmi e per prendersi delle pause.

Il periodo natalizio è l’occasione per fare un bilancio dell’anno che va a finire. E per pensare a come vogliamo essere nell’Anno Nuovo.

Verona propone una festa di piazza, in Piazza Bra, dalle 21 del 31 dicembre all’una del mattino di Capodanno

Una grande festa di piazza ad ingresso libero.

 

Capodanno a Verona fra menù di fine anno e vino

Per il Cenone di Capodanno – che centro della festa in famiglia o con gli amici per il Nuovo Anno – la criminologa Laura Baccaro, food blogger della cucina contadina, ci ripropone il menù e le ricette che ha presentato per il pranzo natalizio.

Sono di ricette vegetariane e adatte a chi ha intolleranze alimentari. Un Cenone di Capodanno leggero, insomma, ma pieno di gusto.

Il suo menù di Capodanno accontenta e attrae, però, anche i non vegetariani. E chi vuole mangiare di gusto rimanendo leggero.

Il Cenone di Capodanno proposto da Laura Baccaro lo possiamo innaffiare con i vini veronesi consigliati: dal vino Valpolicella al Lugana, dal vino Soave al Chiaretto di Bardolino.

Possiamo accompagnare alcune portate anche con lo Spumante Lessini Durello e lo Spumante Garda Doc.

Senza trascurare, per chi vuole degustare altre soluzioni, il vino Custoza o i vini della Terra dei Forti e di Arcole.

La provincia di Verona può accontentare tutti i palati con la sua offerta di vini e con le prelibatezze gastronomiche.

Stéphanie Costa, docente di Lingua e Cultura Francese, ci porta un tocco di Francia con la ricetta di una torta natalizia con arancia e cioccolato e con i tartufi al cioccolato (“truffes au chocolat”).

Una torta di Natale, quella proposta da Stéphanie, che possiamo proporre al Cenone di Capodanno. E che si accompagna ai vini Recioto Valpolicella Docg e Recioto Soave Docg.

Un tocco di Francia perché Verona ha visto, il primo giugno 1796, Napoleone Bonaparte entrare in città per prenderne possesso. I Francesi lasceranno la città, dopo fasi alterne di controllo, il 4 febbraio 1814.

 

Capodanno a Verona - festa in Piazza Bra di fine anno -


Festa di Capodanno in Piazza Bra. Aspettando l’Anno 2019 che verrà

Dalle ore 21 di lunedì 31 dicembre all’una di martedì primo gennaio 2019, festa in Piazza Bra con “Tutti in piazza a Capodanno”.

La festa è organizzata anche quest’anno dal Comune di Verona in piazza Bra sul grande palco allestito accanto all’Arena.

La festa vera e proprio ha inizio in tarda serata con una esibizione dal vivo che accompagnerà veronesi e turisti nel nuovo anno.

Un grande show che ha visto esibirsi in Piazza Bra ospiti famosi, dirette sui canali televisivi nazionali. E concerti dal vivo con oltre 50 mila presenze.

Allo scoccare della mezzanotte il passaggio nel nuovo anno viene celebrato con lo spettacolo di fuochi d’artificio.

Segue poi la musica con deejay sino all’una di notte. La festa in Piazza Bra è all’aperto e con ingresso libero.

 

Enoturismo a Verona: Capodanno, turismo del vino e mercatini

La pausa natalizia ci concede i tempi per una vacanza, brevissima breve o lunga che sia.

La fine dell’Anno 2018 e l’avvio del 2019 ci consentono di fare un bilancio. E di programmare il futuro.

Per questo con Verona Wine Love ti proponiamo di trascorrere alcune ore in tranquillità nella provincia di Verona.
Che sia la gita di un giorno o il soggiorno di una settimana, hai la possibilità di scegliere come vivere questo tempo di relax e di riflessione.

Nella pagina sull’enoturismo puoi trovare le Strade del Vino e tutte le condizioni per un turismo del vino a Verona pronto a vivere un’esperienza particolare.

Se sei un appassionato della bicicletta – pronto a sfidare il freddo del mattino – gli itinerari cicloturistici, con i percorsi consigliati, ti portano a contatto con la natura e la cultura.

Ci sono poi i Mercatini di Natale, a Verona fino al 26 dicembre e sul lago di Garda anche per alcuni giorni di gennaio, e la Rassegna internazionale dei presepi.

 

Cosa vedere a Verona e nelle Strade del Vino

Verona, la città dell’amore, merita da sola una visita di più giorni. Per entrare nell’atmosfera di questa città dalle mille sorprese.

Nella sezione dedicata a “Cosa vedere a Verona”, ti proponiamo una guida turistica essenziale che ti porta negli angoli più incantevoli della provincia scaligera.

Hai poi la possibilità di scoprire e vivere la provincia di Verona, con le sue bellezze naturali, artistiche e storiche. Che si mescolano con la tradizione e con l’innovazione tecnologica.

Se invece vuoi entrare, come si entra in un teatro, nella scena quotidiana della Verona di Romeo e Giulietta, ecco la parte dedicata al centro storico. Un luogo di arte, musica e cultura.

 

Dove mangiare e dormire a Verona e provincia

Per i consigli su dove mangiare e dormire a Verona, ci affidiamo a TripAdvisor.

Abbiamo selezionato le località di Verona e della sua provincia che sono al centro delle rispettive zone del vino.

Puoi così scegliere sulla base dei tuoi gusti e dei pareri degli altri turisti.

Se preferisci affidarti alle guide, ti consigliamo una serie di guide di altissimo livello:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Le guide che ti consigliamo sono acquistabili su Amazon, con cui il sito Verona Wine Love è affiliato.

Le abbiamo scelte perché sono le più prestigiose nel consigliare dove mangiare, dove dormire, quali sono i migliori vini veronesi.

Un elenco delle cantine di Verona lo puoi trovare all’interno di ogni zona del vino: dalla Valpolicella a Soave, da Bardolino ad Arcore, dalla Terra dei Forti a Garda, da Custoza alla zona del Lugana, alla zona dello Spumante Lessini Durello.

 

Capodanno a Verona fra cultura, storia e dialogo 

Per la tua vacanza di Capodanno a Verona e nella sua provincia non possono mancare, infine, le informazioni utili: dal Meteo, con le previsioni del tempo a Come Arrivare a Verona.

La Città dell’Amore, di Romeo e Giulietta, dell’Arena con la stagione lirica e i concerti rock e di musica leggera, dei musei e delle testimonianze di storia e cultura è pronta ad accoglierti.

Verona e la sua provincia ti offrono un’esperienza unica con il meglio dell’enogastronomia e con un’apertura internazionale verso il dialogo interculturale all’insegna della pace e della convivialità.

Verona, infatti, non è solo vino, storia, arte, musica e cultura.

Verona è ricerca scientifica e studio con la sua Università degli Studi.

Verona è economia avanzata con il suo tessuto di piccole e medie imprese nell’agroalimentare, nella meccanica, nella tecnologia e nei servizi. E con Veronafiere, che organizza saloni fieristici di livello internazionale come Vinitaly e Fieracavalli.

Verona è solidarietà sociale con le sue tantissime associazioni di volontariato.

Verona è una città da vivere, oltre che da gustare.

Con il Magazine “Verona Wine Love”, curato dall’agenzia d’informazioni Corte&Media in collaborazione con l’agenzia di comunicazione AEsse Communication, te ne offriamo uno spicchio, senza dimenticare i dintorni…

A te e ai tuoi cari i migliori auguri per un Anno Nuovo Sereno.

Un Anno Nuovo che sia all’insegna del dialogo, del rispetto della diversità e della pace.

La Redazione del Magazine “Verona Wine Love”
redazione@veronawinelove.com

 

Verona: la città di Romeo e Giulietta (video di Linea d’Ombra)

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

 

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Eventi a Verona e oltre: appuntamento con il vino domenica 11 novembre. Dal lago di Garda al Merano Wine Festival

Eventi a Verona e oltre: appuntamento con il vino domenica 11 novembre. Dal lago di Garda al Merano Wine Festival

Eventi sul vino e dintorni. E’ un fine settimana con interessanti appuntamenti ed eventi quello che ci aspetta.

Sabato 10 e domenica 11 novembre l’evento in provincia di Verona con la Festa del Novello 2018, a Bardolino, sul lago di Garda.

Domenica 11 novembre, a Pescantina (Verona), a circa 25 km dal lago di Garda, la Festa del Vino Nuovo alla Cantina Monteci Viticoltori.

Poi gli appuntamenti nazionali, a cominciare dal Merano Wine Festival, che vede in primo piano lo spumante Garda Doc e il vino Chiaretto Bardolino.

GLI EVENTI SUL VINO A VERONA
Cominciamo da Verona. Sabato 10 e domenica 11 novembre, da segnalare la “Festa del Novello 2018” a Bardolino (Verona). Tradizione, cultura ed enogastronomia, si mescolano a Bardolino con i colori e i sapori dell’autunno. In piazza del Porto il protagonista sarà il vino Bardolino Novello.

Un vino, il vino Novello, che si sposa con l’autunno, le sue giornate accorciate, le prime nebbie e le castagne. Sul lago di Garda, però, l’atmosfera è particolare. C’è tutto il fascino del lago autunnale.

Domenica 11 novembre, “Festa del vino nuovo e chiacchiere sull’osteria degli artisti“. Ore 10-18, appuntamento alla cantina Monteci Viticoltori, via San Michele, 34, Pescantina (Verona). Organizzato da Archivio della scultura Veronese dell’800 e del ‘900.

E’ un appuntamento che unisce il “vino nuovo” – che non va confuso con il vino Novello – e la cultura. Un evento da non perdere data anche la produzione vinicola interessante della Cantina Monteci Viticoltori.

 

GLI EVENTI SUL VINO IN ITALIA
Sabato 10 novembre e domenica 11 novembre (e fino a martedì 13) c’è il “Merano Wine Festival” a Merano (Bolzano). Evento che punta sulla qualità e sullo scambio di opinioni tra produttori, opinion leader, professionisti del settore e consumatori. Previste degustazioni, masterclass e conferenze.

Da segnalare gli spazi dedicati allo spumante Garda Doc e quello per i vini rosati, a cominciare dal Bardolino Chiaretto e Valtènesi Chiaretto nell’ambito del Merano Wine Festival.

Sabato 10 novembre e domenica 11 novembre, “Cantine aperte a San Martino” in varie regioni italiane. L’evento novembrino del Movimento Turismo del vino celebra una tappa fondamentale del calendario produttivo. Diverse degustazioni ed eventi organizzati dalle cantine in tutta Italia.

Sabato 10 novembre e domenica 11 novembre, “Van – Vignaioli artigiani naturali” a Roma. Ottava edizione della fiera dedicata alla degustazione e vendita di vini naturali e prodotti dell’agricoltura biologica. 47 produttori di vino provenienti da tutta Italia, Slovenia e Spagna con oltre 200 vini in degustazione saranno presenti alla Città dell’Altra Economia di Roma.

 

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Vini veronesi, la Casa Vinicola Sartori compie 120 anni all’insegna della tradizione. Produce 16 milioni di bottiglie

Vini veronesi, la Casa Vinicola Sartori compie 120 anni all’insegna della tradizione. Produce 16 milioni di bottiglie

I vini veronesi – dal Valpolicella al Soave, dal Bardolino al Lugana – hanno una lunga tradizione di arte, passione e scienza.

A incarnarli sono centinaia di cantine e aziende agricole di altissima qualità. E una serie di aziende con nomi blasonati.

Fra queste la Casa Vinicola Sartori che compie 120 anni.

La Casa Vinicola Sartori è un’azienda “Made in Verona”. Ha sempre auto con la città scaligera un legame indissolubile.

A dimostrazione del fatto che i vini veronesi si declinano nelle piccole cantine, con produzioni di nicchia di altissimo livello.

E in grandi cantine blasonate di livello internazionale che portano in tutto il mondo il meglio della produzione vinicola scaligera.

 

VINI VERONESI: LA CASA VINICOLA SARTORI
Ancora oggi la Casa Vinicola Sartori punta sui vini tipici della tradizione dei vini veronesi nella fascia alta dei prodotti del territorio

L’azienda Sartori ha un fatturato 2017 di oltre 48 milioni di euro.

Per festeggiare il compleanno ha lanciato una nuova linea di vini, tra cui Valpolicella Superiore Doc, Valpolicella Ripasso Superiore DOC e Amarone della Valpolicella Classico Docg.

Tutti vini presentati con una veste stile vintage in memoria delle vecchie etichette delle prime bottiglie che andavano oltreoceano.

E’ ormai passato più di un secolo da quando Pietro Sartori trovò nella Valpolicella il luogo ideale dove realizzare il suo sogno imprenditoriale.

Da oste di una piccola trattoria diventa un vero e proprio commerciante di vino. Aveva l’obiettivo di fare di quell’attività un’azienda di fama internazionale.

Il figlio Regolo si mostrò il più adatto a costruire quel sogno e grazie alle sue  doti di assaggiatore e alle sue conoscenze riuscì ad ampliare i commerci in tutta Italia.

Vennero poi i suoi figli Pierumberto e Franco che negli anni trenta diedero slancio all’attività vinicola oltre i confini italiani.

 

VINI VERONESI: 16 MILIONI DI BOTTIGLIE
Oggi la fidelizzazione della clientela è uno degli obiettivi principali, come confermano Andrea, Luca e Paolo Sartori, per un’azienda che vanta grandi numeri.

Conta oltre 16 milioni di bottiglie l’anno prodotte in 2300 ettari, di cui l’80% esportato in 50 Paesi.

I risultati della Casa Vinicola Sartori sono anche il frutto di una collaborazione con la cantina sociale di Colognola ai Colli.

Dalla fine degli anni novanta, infatti, la cantina sociale di Colognola ai Colli è divenuta una partecipata al 60% della Casa Vinicola Sartori.

La tradizione dei vini veronesi prosegue così su basi internazionali. La qualità della produzione vinicola di Verona si sposa con lo scenario internazionale.

 

CASA VINICOLA SARTORI (Video ufficiale)

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Eventi Verona: Hostaria Verona da oggi a domenica 14 ottobre il festival con vini e sapori

Eventi Verona: Hostaria Verona da oggi a domenica 14 ottobre il festival con vini e sapori

Conoscere Verona attraverso il vino e gli eventi nel centro storico della città scaligera. Torna, con la quarta edizione, Hostaria Verona il festival del vino e dei sapori.

L’evento di Hostaria Verona ha inizio oggi venerdì 12 ottobre e si conclude domenica 14 ottobre 2018.

 

HOSTARIA VERONA IN CENTRO STORICO: L’ITINERARIO
Hostaria animerà vie e piazze del centro storico di Verona con un nuovo itinerario enogastronomico.

Un percorso lungo oltre 3 chilometri. E che collega i giardini dell’Arsenale austro-ungarico con la funicolare di Castel San Pietro.

L’itinerario si snoda attraverso le principali vie e piazze pedonali del centro storico veronese.

Gli stand enogastronomici e le attività culturali del festival saranno concentrati in 3 macro aree:

  • Area 1:  Giardini dell’Arsenale, Ponte Scaligero (Castelvecchio);
  • Area 2: Via Roma, Portoni Borsari;
  • Area 3: Piazza delle Erbe, Piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio, Piazzetta Bra Molinari.

Crescono anche il numero e le aree di provenienza delle cantine veronesi presenti quest’anno: oltre 30 aziende da Valpolicella, Soave, Valdadige Terra dei Forti nel territorio a nord di Verona.

E poi: Bardolino, Custoza e Garda per la zona collinare del lago di Garda, Spumante Durello in Lessinia e Arcole in pianura.

 

HOSTARIA VERONA: CANTINE E VINI ITALIANI OSPITI ALL’ARSENALE
Quest’anno il festival dedica un’intera area dei Giardini esterni dell’Arsenale austro-ungarico a eccellenze vitivinicole di tutta Italia: lo spazio, denominato “Foresteria” ospiterà 14 stand.

Vi saranno poi 24 cantine di qualità che vengono da Abruzzo (Vini Biagi , Cascina del Colle), Friuli Venezia Giulia (Azienda Agricola Specogna), Lombardia (Tenute La Montina,  Cantina Monsupello).

E poi da Piemonte (Dosio Vigneti, i Nebbioli di Qualità Club Selection delle cantine Azienda Agricola Cravanzola Vini, Rocche Costamagna, Azienda Agricola Mirù, Il Chiosso Gattinara).

E infine da Toscana (Rocca di Frassinello, Castellare di Castellina, Terenzi Viticoltori), Trentino (Maso Roveri), Veneto (Cantine Bortolotti Umberto, le cantine di Rive Vive, Cantina Maculan).

 

I BIGLIETTI PER LE DEGUSTAZIONI DI HOSTARIA VERONA
Lungo il percorso della città di Verona, il pubblico troverà una serie di vini dal pregio diverso, in modo da sperimentare vari livelli di degustazione. Ognuno avrà un diverso “valore”: ci saranno vini da 1, 2 e 3 gettoni.

I vini che, ad esempio, varranno 3 gettoni, saranno l’Amarone DOCG, il Recioto DOCG, il Passito e quelli valutati Top dai sommelier autori de “La Guida dei Vini di Verona 2018 – Top 100” che affiancano Hostaria nella realizzazione del Festival.

Fino a venerdì 12 ottobre i biglietti sono in prevendita. Le informazioni sui prezzi dei biglietti sono sul sito di Hostaria Verona.

Hostaria Verona - eventi a Verona - festival del vino e delle cantine dal 12 al 14 ottobre 2018

 

A HOSTARIA VERONA VINO, BIRRA, SAPORI E CULTURA
Il programma prevede un’offerta completa: eccellenze vitivinicole, approccio alla degustazione del formaggio Monte Veronese a cura del Consorzio di Tutela, specialità gastronomiche; e ancora, decine di cantine, le “stuzzicherie” e i piatti della tradizione italiana.

Sapori d’eccellenza a cui si uniscono incontri con artisti e scrittori nazionali, brindisi panoramici sulla funicolare proposti dal Consorzio Lessini Durello.

Inoltre, musica dal vivo con concerti e dj set. Poi anche reading poetici itineranti, visite guidate e laboratori.

Dopo il successo della scorsa edizione, torna inoltre anche quest’anno l’area delle birre artigianali selezionatissime – accompagnata dall’Osteria di Hostaria, che propone i vini classici di tutti i partecipanti – ospitate in Piazzetta Bra Molinari, sul lungadige adiacente al Campanile di Santa Anastasia.

Hostaria Verona è oggi uno degli eventi più importanti in Italia nel suo genere, che per la quarta edizione mira a superare le oltre 30.000 presenze del 2017, con appassionati arrivati da ogni parte d’Italia, Scozia, Inghilterra, Canada, Germania.

 

COSA VEDERE A VERONA DAL 12 AL 14 OTTOBRE 2018
Quello di Hostaria Verona è un evento che dal 12 al 14 ottobre 2018 fa del vino e dei sapori d’eccellenza un’occasione di incontro.

E’ appuntamento culturale che unisce il successo popolare e la qualità dell’offerta enogastronomica.

Il pubblico che degusta i vini e le birre di Hostaria Verona ama il turismo culturale. Ristoranti e negozi restano aperti fino a tarda sera.

L’occasione è ghiotta per conoscere Verona, scoprendo cosa vedere nella città scaligera. Quali itinerari turistici e culturali scoprire? Ve li indichiamo nella nostra guida alle bellezze della città di Giulietta e Romeo.

HOSTARIA VERONA: VIDEO EDIZIONE 2017