Spumanti e Champagne, degustazioni e masterclass a Bollicine Wine Experience. Domenica 2 giugno, nel Vicentino, l’evento AIS Veneto con le migliori bollicine

Spumanti e Champagne, degustazioni e masterclass a Bollicine Wine Experience. Domenica 2 giugno, nel Vicentino, l’evento AIS Veneto con le migliori bollicine

Spumante, torna Bollicine Wine Experience.

L’evento di AIS Veneto è dedicato agli spumanti. Sarà ospitato domenica 2 giugno 2019 dalla cinquecentesca Villa Palazzon di Colzé di Montegalda (Vicenza).

Con al centro le bollicine degli spumanti, giunto alla sesta edizione, Bollicine Wine Experience riunirà, dalle ore 11 alle 21, alcuni dei più importanti produttori italiani e stranieri.

Il banco d’assaggio del vino spumante sarà arricchito per tutta la giornata da degustazioni guidate a numero chiuso.

Le degustazioni saranno concentrate sui migliori Champagne del mondo.

Vi saranno poi laboratori di mixology dedicati alla preparazione di cocktail a base di vino spumante.

 

Spumanti - Bollicine Wine Experience - AIS Veneto - sommelier - tecnica della sciabolata

Spumanti: degustazioni e masterclass a Bollicine Wine Experience

 

Bollicine Wine Experience: il programma

La manifestazione è aperta al pubblico dalle ore 11 alle 21 di domenica 2 giugno 2019.

Le barchesse e le sale della villa ospiteranno 70 cantine provenienti da Italia e Francia.

Durante la giornata sono previste anche due degustazioni guidate per scoprire alcune tra le più importanti maison dello Champagne.

Alle 15.00 l’appuntamento è con i vini di Moët & Chandon e Dom Perignon.

Alle 17.30 c’è una masterclass dedicata a Krug.

Tra le cantine presenti al banco d’assaggio ci sono inoltre le maggiori firme del perlage mondiale come Pol Roger, Beaufort e Laurent-Perrier.

E poi i grandi nomi dello spumante italiano come Ferrari, Berlucchi e Mosnel.

Accanto alle degustazioni ci sono inoltre due laboratori di mixology. Sono dedicati alla preparazione di cocktail a base spumante guidati dal bartender Roberto Pellegrini.

Alle 14, Pellegrini insegna ai partecipanti come preparare il Rossini a base di purea di fragole.

Alle 18 si parla di Bellini, il cocktail italiano più famoso al mondo.

La sesta edizione di Bollicine Wine Experience è la prima a ospitare il Trofeo Miglior Sommelier del Servizio alla Sabrage, in programma alle 17.

La commissione, composta tra gli altri anche dal Grand Sabreur della Royale Confrerie Prestige des Sacres, valuta il concorrente più abile nella tecnica della sciabolata e nel servizio al tavolo.

Ad accompagnare i calici ci sono le specialità dell’area food, che trova spazio nel parco di Villa Palazzon.

Lo chef di Trattoria da Cirillo prepara alcuni piatti tipici del territorio, in particolare il baccalà alla vicentina.

Il panificio Vicentini 1966 realizza i suoi crunch gourmet a base di focaccia romana unita a ingredienti di eccellenza della cucina italiana.

Accanto a spumanti e Champagne ci sono inoltre le birre artigianali di LaBi di Rosà (Vicenza).

A partire dalle 18 il gruppo Jazzin’ Soul accompagna le degustazioni al banco d’assaggio, con la musica di Carlo Dal Monte al piano, Federico Valdemarca al contrabbasso e Pietro Mirabassi al sassofono jazz.

Il costo del biglietto d’ingresso per Bollicine Wine Experience è di 25 euro, ridotto a 20 euro per chi acquista il biglietto in prevendita sul sito.

Le degustazioni guidate sono invece a numero chiuso. E’ possibile prenotare il proprio posto solo online sul sito di AIS Veneto.

Leggi qui il programma completo della manifestazione e le modalità di acquisto dei biglietti.

 

Bollicine Wine Experience - spumante e champagne - vicenza - 2 giugno 2019

Degustazioni di Champagne e dei migliori spumanti italiani a Bollicine Wine Experience

 

Spumanti. A Bollicine Wine Experience la “tecnica della sciabolata”

In questa edizione, Bollicine Wine Experience ospiterà per la prima volta anche il concorso regionale dedicato alla tecnica della sciabolata.

I soci AIS Veneto che si iscriveranno alla competizione, dovranno dimostrare la loro abilità utilizzando la tecnica del Sabrage nell’apertura della bottiglia di spumante e quindi del suo servizio al tavolo.

Una giuria di esperti tra i quali Eddy Furlan, Graziano Simonella, Wladimiro Gobbo e Ezio Pasqualetto, il Grand Sabreur della Royale Confrerie Prestige des Sacres, decreterà il migliore Sommelier Veneto nel servizio alla Sabrage.

Accanto agli stand dei produttori vinicoli sarà presente un’area food.

 

Spumanti - Bollicine Wine Experience - AIS Veneto - bottiglie di spumante

Bottiglie di spumante. L’evento dei sommelier AIS domenica 2 giugno a Villa Palazzon di Colzé di Montegalda (Vicenza)

 

Appuntamento quindi a Villa Palazzon di Colzè di Montegalda (Vicenza) con Bollicine Wine Experience.

L’evento-degustazione di AIS Veneto è dedicato al mondo di spumanti e Champagne. Il meglio delle bollicine italiane e francesi.

La manifestazione è aperta al pubblico dalle ore 11 alle 21 di domenica 2 giugno.

Le barchesse e le sale della villa ospiteranno 70 cantine provenienti da Italia e Francia.

Leggi anche la pagina sugli SPUMANTI VERONESI

Leggi l’articolo sul successo dello SPUMANTE ITALIANO NEL MONDO

Scopri le bellezze culturali con la GUIDA ALLA CITTA’ DI VICENZA

 

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

10 + 7 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Eventi Verona. “Bollicine in Torre”: appuntamento con gli spumanti da venerdì 10 a domenica 12 maggio nel centro storico della città dell’Amore

Eventi Verona. “Bollicine in Torre”: appuntamento con gli spumanti da venerdì 10 a domenica 12 maggio nel centro storico della città dell’Amore

Spumante, il vino che viene abbinato all’idea di festa, di allegria e di tempo libero. Il vino apprezzato in modo particolare dai giovani.

Appuntamento con le bollicine a Verona, a due passi dal Balcone di Giulietta, in centro storico.

Venerdì 10sabato 11 e domenica 12 maggio 2019 c’è infatti la manifestazione “Bollicine in Torre” organizzata dall’Associazione Hostaria in Piazza dei Signori, a Verona.

Una manifestazione dedicata alle bollicine, in uno scenario esclusivo.

L’abbinamento è quello tra vino ed emozione: gustare un aperitivo immersi in uno spettacolo mozzafiato della città di Verona, a più di 80 metri di altezza.

L’antica Torre dei Lamberti si trasforma in un salotto dove degustare un calice di spumante accompagnato da stuzzichini e dove godersi il panorama.

Sono presenti, in Piazza dei Signori e Cortile Mercato Vecchio, consorzi vinicoli e prelibatezze gastronomiche proposte da chef rinomati.

Un’esperienza che si fa poli-sensoriale anche grazie a selezioni musicali e spettacoli teatrali.


Leggi la
 GUIDA TURISTICA DI VERONA

 

Spumante, Bollicine in Torre a Verona dal 10 al 12 maggio 2019. Veduta di Piazza dei Signori

 

Spumante: “Bollicine in Torre” nel centro storico di Verona

Dove: Piazza dei Signori (detta anche Piazza Dante) a Verona

Quando: Venerdì 10 dalle ore 17 alle 23, sabato 11 dalle ore 17 alle 23 e domenica 12 maggio 2019 dalle ore 15 alle 20

Organizzazione: Associazione Hostaria con il patrocinio del Comune di Verona. Le foto sono tratte dal sito web dell’Associazione Hostaria

 

 

“Bollicine in Torre” a Verona: informazioni utili per i visitatori

 

Verona, la Città di Romeo e Giulietta

 

 

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

8 + 8 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene Docg: crescono export e fatturato. Sfida della sostenibilità ambientale per il Prosecco Doc

Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene Docg: crescono export e fatturato. Sfida della sostenibilità ambientale per il Prosecco Doc

Spumante italiano, salgono il fatturato e l’export di Prosecco Superiore Docg. Un risultato che premia il lavoro e l’impegno di un territorio veneto che punta alla qualità e alla compatibilità ambientale.

Un fatturato in crescita del 3,8% a 521 milioni di euro nonostante una flessione di volumi, in questo particolare spumante, di circa l’1% rispetto al 2017.

Quanto ai nuovi mercati di esportazione, il Prosecco Superiore Docg ha fatto registrare nel 2018 crescite in valore del 57% per Cina e Hong Kong, del 18,5% in Australia e Nuova Zelanda. E un aumento di valore del 17,2% nella Federazione russa.

Questi i dati sul Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene Docg secondo l’analisi condotta dal Centro interdipartimenttale per la ricerca in viticoltura ed enologia (Cirve) dell’Università di Padova.

Dati diffusi nell’ambito del Vinitaly, il salone del vino e dei distillati che si è tenuto a Verona dal 7 al 10 aprile 2019.  

“I risultati che presentiamo”, ha detto Innocente Nardi, presidente del Consorzio di tutela, “confermano che la strada della qualità che abbiamo tracciato e stiamo percorrendo ci conduce al traguardo”. 

Nonostante l’aumento del prezzo gli italiani continuano a scegliere Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, riconoscendo il valore del prodotto.

La crescita delle vendite nazionali (+6,3%) e del valore corrispettivo (+12,2%) è la risposta che il Consorzio di tutela del Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg si aspettava.

Un risultato che arriva dopo il lavoro per promuovere l’eccellenza di un prodotto che ha origine in un territorio piccolo e impervio.

Una zona, quella del Prosecco Conegliano Valdobbiadene, dove la difficoltà tra i filari è compensata dal saper fare e dalla passione di ognuno dei viticoltori.

Il Consorzio tempo fa aveva anche annunciato l’impegno a rinunciare al diserbo con Glifosato nei 15 Comuni della Docg.

“Siamo il territorio agricolo più esteso del continente”, ha aggiunto Nardi, “che ha già bandito questa sostanza”.

 

Territorio Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg

Spumante italiano: zona di produzione del Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene Docg

 

Spumanti italiani: la storia del Prosecco Docg

Nel 1962 un gruppo di 11 produttori, in rappresentanza delle grandi case spumantistiche e delle principali cooperative di viticoltori, costituirono il Consorzio di Tutela del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene.

Proposero un disciplinare di produzione per proteggere la qualità e l’immagine del proprio vino.

Consorzio Tutela Prosecco Conegliano Valdobbiadene DocgSette anni più tardi, il 2 aprile del 1969, il loro sforzo fu premiato con il riconoscimento, da parte del Ministero dell’Agricoltura, di Conegliano e Valdobbiadene come zona Doc di produzione del Prosecco e del Superiore di Cartizze.

Con questo atto per la prima volta viene riconosciuta per legge e disciplinata formalmente dalle istituzioni la produzione di Prosecco.

Il Consorzio di Tutela riunisce i produttori della denominazione con lo scopo di tutelare e promuovere in Italia e nel Mondo il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.

Nel 2009, con la riorganizzazione delle denominazioni Prosecco, il Ministero dell’Agricoltura la classifica come Denominazione di Origine Controllata e Garantita (Docg) massimo livello qualitativo italiano.

 

Leggi anche la pagina sugli SPUMANTI DI VERONA

Leggi le informazioni sul Consorzio del Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg

 

vino spumante italiano e feste natalizie - verona wine love

 

Prosecco Doc: programma di sostenibilità ambientale, sociale ed economica 

Nuova sfida ambientale per il Consorzio di tutela del Prosecco Doc. Obiettivo: arrivare alla sostenibilità certificata a livello territoriale.

E’ con questo scopo che nasce PRO.S.E.C.CO. Doc, acronimo che sta per Programma della Sostenibilità e del Controllo della Competitività della filiera vitivinicola.

Si tratta del prototipo di sistema per una gestione sostenibile della denominazione.

Come per la certificazione creata dalla società Equalitas, controllata da Federdoc e partecipata da CSQA-Valoritalia, 3A vino e Gambero Rosso, si muove sui pilastri ambientale, etico-sociale ed economico.

Il progetto è stato illustrato a Vinitaly di Verona dal presidente e dal direttore del Consorzio Stefano Zanette e Luca Giavi, insieme al presidente di Equalitas e Federdoc, Riccardo Ricci Curbastro, che per l’occasione ha premiato le aziende Tedeschi, Allegrini e Arnaldo Caprai entrate ufficialmente nella famiglia Equalitas.

Consorzio Tutela Prosecco Doc“La sostenibilità è ormai un volano indispensabile per il futuro del nostro comparto”, ha detto Ricci Curbastro. “Con questa certificazione indirizziamo le aziende a intraprendere un percorso integrato nelle dimensioni ambientale, sociale ed economica“.

E’ un percorso impegnativo. Ma è fondamentale per essere competitivi sui mercati internazionali.

Secondo il presidente del Consorzio, “la sostenibilità è una necessità per le aziende perché richiesta dal mercato“.

Con questo progetto è possibile verificare con aziende e cantine eventuali criticità e possibilità di miglioramento, compresa la gestione dei costi a livello aziendale.

Leggi le informazioni sul Consorzio Tutela Prosecco Doc

 

La zona di produzione del Prosecco tra Veneto e Friuli

 

C’è SPUMANTE e SPUMANTE. La sottile differenza fra lo spumante e il Prosecco

Noi abbiamo catalogato qui il Prosecco Docg di Conegliano e Valdobbiadene e il Prosecco Doc come una varietà di “spumante”. Fra spumante e Prosecco c’è comunque una sottile e raffinata differenza.

Anche se, per comodità, possiamo considerare il Prosecco – nelle sue declinazioni particolari – uno dei più noti e apprezzati spumanti italiani.

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

6 + 6 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Vinitaly, i vini più venduti in Italia. Tra gli emergenti spicca il Lugana del Lago di Garda. Bene i vini della Valpolicella

Vinitaly, i vini più venduti in Italia. Tra gli emergenti spicca il Lugana del Lago di Garda. Bene i vini della Valpolicella

Vinitaly, il Lugana è il “vino emergente”. Quello con il tasso di crescita maggiore nella vendita di vini nella Grande distribuzione.

A dirlo è la ricerca condotta da IRi (Information Resources Srl), in esclusiva per Vinitaly, sui vini più venduti in Italia in riferimento al canale della Grande distribuzione organizzata.

I dati sono stati svelati come anticipazione per il Vinitaly, il Salone dei Vini e Distillati che si terrà a Verona dal 7 al 10 aprile 2019.

I dati del primo bimestre 2019, dopo la flessione del 2018, si rivelano positivi e lasciano sperare un ulteriore aumento. 

La classifica vede al primo posto Lambrusco e Chianti, seguiti da Montepulciano d’Abruzzo, Muller Thurgau, Gutturnio e Primitivo.

Molto interessante anche la classifica dei vini emergenti, ossia quelli con tasso di crescita maggiore, dove il Lugana si conquista il primo posto. Crescono anche Passerina e Ribolla. In crescita anche gli spumanti (compresi quelli biologici).

 

Leggi anche → Vinitaly 2019: meno di un mese al salone internazionale del vino

Leggi anche → Vinitaly 2019 a Verona, tutte le novità del salone dei vini e distillati

 

Vinitaly: la classifica dei vini più venduti in Italia

Secondo i dati rivelati da IRi, in merito ai vini più venduti nei supermercati italiani, il Lambrusco si conferma il vino più popolare d’Italia, seguito dal Chianti, che però detiene il primo posto per vendite in valore.

Al terzo posto troviamo Il Montepulciano d’Abruzzo.

Al quarto posto il sempre amato Chardonnay, seguito dal Barbera del Piemonte e della Bonarda.

Ecco tutta la classifica dei vini più venditi in Italia, ordinati in base al volume di litri venduti. La variazione percentuale rispetto all’anno precedente testimonia la flessione che hanno registrato le vendite di vino in generale.

In crescita sono invece il Montepulciano d’Abruzzo, il Muller Turgau, il Gutturnio e il Primitivo.

Lambrusco (Emilia Romagna e Lombardia): 13.044.121 litri (-0,6%)
Chianti (Toscana): 12.802.261 litri (-2,3%)
Montepulciano d’Abruzzo (Abruzzo): 8.526.443 litri (+1%)
Chardonnay (Internazionale): 7.776.792 litri (-1,1%)
Barbera (Piemonte e Lombardia): 7.520.788 litri (-3,5%)
Bonarda (Piemonte e Lombardia): 7.049.584 litri (-4,4%)
Vermentino (Sardegna, Toscana e Liguria): 6.553.268 litri (-9,4%)
Sangiovese (Toscana, Emilia Romagna e Puglia): 5.946.782 litri (-9,1%)
Nero d’Avola (Sicilia): 5.809.258 litri (-17,8%)
Prosecco (Veneto e Friuli-Venezia Giulia): 4.311.510 litri (-11,5%)
Muller Thurgau (Trentino Alto-Adige): 4.289.682 litri (+3,9%)
Merlot (Triveneto): 3.947.080 litri (-4,7%)
Trebbiano (Emilia Romagna e Abruzzo): 3.803.198 litri (-12,3%)
Gutturnio (Emilia Romagna): 3.476.513 litri (+1,2%)
Primitivo (Puglia): 3.397.382 litri (+17%)

Tutti questi vini saranno presenti alla 53^ edizione del Vinitaly, Salone Internazionale dei Vini e Distillati che si terrà a Verona dal 7 al 10 aprile 2019.
Durante la manifestazione sono in programma wine tasting orizzontali e verticali nei padiglioni dedicati. 
Il calendario è disponibile sul sito ufficiale del Vinitaly.

 

Vino Lugana - Consorzio di Tutela - Vinitaly - Verona Wine Love

Il vino Lugana, uno degli eccellenti vini bianchi veronesi, emerge come primo nel trend di vendite della Grande distribuzione organizzata

 

Il Lugana in testa nella classifica dei vini emergenti. Bene i vini della Valpolicella

La ricerca IRi evidenzia l’exploit del vino Lugana, con un aumento delle vendite pari al 24,2%.

Lugana (Veneto e Lombardia): 22,1% (24,2%)
Primitivo (Puglia): 17% (20,6%)
Passerina (Marche): 15% (14%)
Ribolla (Friuli-Venezia Giulia): 13,9% (14,8%)
Negroamaro (Puglia): 8,5% (14,7%)
Riesling (Veneto e Lombardia): 8,2% (9,3%)
Grignolino (Piemonte): 7,8% (6,6%)
Valpolicella Ripasso (Veneto): 6% (9,3%)
Valpolicella (Veneto): 5,3% (9,2%)
Cerasuolo (Abruzzo, Lazio e Sicilia): 5,3% (9,5%)
Refosco (Friuli-Venezia Giulia): 5,2% (6,1%)
Pecorino (Marche e Abruzzo): 3,9% (6%)
Muller Thuragu (Trentino Alto-Adige e Friuli-Venezia Giulia): 3,9% (3,8%)
Aglianico (Basilicata, Campania e Puglia): 2,2% (3,7%)
Falanghina (Campania): 2% (2,1%)

A proposito di vino Lugana, è di qualche giorno la nomina di Ettore Nicoletto a nuovo presidente del Consorzio Tutela Lugana Doc, l’istituto che dal 1990 promuove il territorio situato a sud del Lago di Garda. E i suoi vini.

Nicoletto è amministratore delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo dal 2008, ad di Cà Maiol srl, vicepresidente di Italia del Vino-Consorzio e del Gruppo Vini di Federvini.

Il nuovo presidente Nicoletto punta al consolidamento e al rafforzamento della conoscenza della Doc del vino Luganaa livello mondiale.

Il Lugana già gode di una forte presenza nei mercati internazionali.

L’export raggiunge il 70%. E si traduce in una strategia di allargamento degli orizzonti distributivi del Lugana oltre la “home area”, in Italia e nei Mercati Terzi (Usa ed Estremo Oriente in particolare).

Il nuovo consiglio di amministrazione del Consorzio Tutela Lugana Doc è formato da Igino Dal Cero, Francesco Montresor, Nunzio Ghiraldi e Luca Formentini (Imbottigliatori), Emanuele Urbani, Sonia Brunello, Francesco Franzoni, Marida Benedetti (Viticoltori) e da Francesco Mascini, Alberto Zenato, Roberto Girelli e Piergiuseppe Crestani (Vinificatori).

Spumante Lugana

Il vino Lugana è prodotto in Veneto e in Lombardia, nelle colline moreniche del Lago di Garda

 

Aumentano le vendite degli spumanti con una crescita al volume del 2,1%, mentre i vini Doc e Docg scendono dello 0,7% e i vini Igt perdono il 2,4%.
In aumento anche vini e spumanti biologici, rispettivamente del 18% e dell’11,8%.

 

Spumanti di Verona

In crescita la vendita degli Spumanti, anche in versione bio

 

Nella Grande Distribuzione, nel corso del 2018, sono stati venduti più di 619 milioni di litri di vino italiano, per un valore di 1 miliardo e 902 milioni di Euro

Le ottime performance del Lugana – come dei Grandi Rossi della Valpolicella – confermano l’ottimo trend dei vini veronesi. E le potenzialità offerte al comparto degli spumanti di cui Verona è ricca.

Leggi anche → Il futuro è dei vini biologici, dei rossi di qualità e degli spumanti

Sara Soliman

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Vino spumante: guida ai vini frizzanti di Verona. Con i consigli su come si stappa e si serve lo spumante. E quali vini veronesi scegliere con le bollicine

Vino spumante: guida ai vini frizzanti di Verona. Con i consigli su come si stappa e si serve lo spumante. E quali vini veronesi scegliere con le bollicine

Verona, famosa per il Valpolicella e il Soave, è anche terra di spumanti di qualità.

Anche gli spumanti veronesi – come pure il veneto spumante Prosecco Valdobbiadene (e dintorni) – riscuotono successo sulle tavole dei ristoranti di tutto il mondo.

Per questo abbiamo voluto, con Verona Wine Love, dedicare una pagina con la Guida agli Spumanti di Verona.

Oltre alla guida ci sono anche due video che spiegano come si stappa lo spumante e come si serve in tavola lo spumante.

 

Spumante Garda Doc - Merano Wine Festival - bottiglie bollicine -

 

Guida agli spumanti di Verona: uno spumante per ogni territorio scaligero

Dallo spumante Lessini Durello al Chiaretto Bardolino al Custoza spumante, dal vino Arcole al Garda Doc, dallo spumante di Soave al Lugana spumante del lago di Garda, la gamma degli spumanti veronesi è considerevole.

La qualità delle “bollicine made in Verona” è riconosciuta anche nelle migliori occasioni.

Basti pensare che al Merano Wine Festival, lo spumante scaligero Garda Doc – nella zona a denominazione controllata che prende il nome dal lago di Garda – è stato servito come benvenuto ufficiale per i visitatori dell’evento, lo scorso novembre.

Il Consorzio di tutela Garda Doc ha avuto uno spazio esclusivo davanti al Kurhaus, gioiello dell’architettura Liberty europea.

E lo spazio del Garda Doc è stato dedicato alla degustazione dello spumante.

 

Guida agli spumanti di verona - vini spumanti veronesi - prosecco valdobbiadene 1

Gli spumanti di Verona sono apprezzati, come lo spumante italiano in generale, sulle tavole dei ristoranti di tutto il mondo

 

Lo spumante italiano sulle tavole dei ristoranti di tutto il mondo

Nell’arco dell’intero 2018, secondo dati Ovse (Osservatorio economico vini effervescenti spumanti italiani) sono 494,9 milioni le bottiglie di bollicine Made in Italy consumate in 124 Paesi.

Il 99,5% del totale, precisa il direttore Ovse Giampietro Comolli, è rappresentato da bollicine “metodo italiano” e di queste l’80% esatto è dato dall’universo del Prosecco, Docg e Doc, compreso Asolo e Cartizze.

Non così altisonanti, al momento, i listini che per gli spumanti made in Italy scontano uno storico gap rispetto alle etichette estere.

Il valore della bottiglia alla dogana (spedizioni e valore dichiarato) è superiore a quello medio di cantina a 3,25 euro a bottiglia. Per l’estero è di 3,95 euro a pezzo.

Per tutte le bottiglie esportate il valore alla partenza in cantina è di 1,4 miliardi di euro; diventano 1,9 alla spedizione e, sul mercato mondiale al consumo, la produzione di spumante italiano genera un fatturato pari a  4,85 miliardi di euro.

”Le bollicine salvano tutto il mercato all’estero”, osserva Comolli, “del vino italiano su cui urge una riflessione strategica e politica”.

 

Guida agli spumanti di verona - vini spumanti veronesi - prosecco valdobbiadene 2

Lo spumante è un vino particolarmente apprezzato dai giovani. Gli spumanti veronesi offrono una gamma di approcci alle bollicine che accontentano tutti i palati

 

Gli spumanti piacciono al pubblico giovane che ama il vino

Dall’estero arrivano altre buone notizie: si allarga il target dei consumatori arrivando ai giovani degustatori e alla ristorazione non italiana.

Non solo nei ristoranti italiani all’estero, ma anche in enoteche, hotel e negozi specializzati nei cinque continenti: la passione per le bollicine italiane cresce e riguarda sempre più le nuove generazioni.

Il mercato inglese è la principale destinazione di bollicine italiane con il miglior rapporto valore su volumi, su 200 milioni di bottiglie consumate nel 2018, ben 124 milioni sono italiane. Di queste, 113 solo di Prosecco.

Negli Stati Uniti spediamo 95 milioni di bottiglie, di cui 78 di Prosecco.

La Germania resta il primo Paese consumatore al mondo di vini con le bollicine: circa 1,7 miliardi di bottiglie fra spumanti e frizzanti; su 100 milioni di bottiglie importate, 34 milioni sono italiane di cui 20 di Prosecco.

In Russia, dove l’embargo salva il vino italiano, l’Italia ha ricominciato a crescere arrivando a 22 milioni di bottiglie.

Sui mercati esteri e fra le giovani generazioni vi è quindi spazio per l’affermazione degli spumanti veronesi.

Lo spumante di Verona, nelle sue diverse declinazioni, è legato al territorio. E come per gli altri vini scaligeri prende spesso il nome dalla zona dove viene coltivata l’uva e prodotti i vini frizzanti.

Maurizio Corte
@cortemf
www.corte.media

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Spumante italiano: export a 495 milioni di bottiglie. Successo in Regno Unito, Usa e Germania. Scopri gli spumanti di Verona

Spumante italiano: export a 495 milioni di bottiglie. Successo in Regno Unito, Usa e Germania. Scopri gli spumanti di Verona

Lo spumante italiano va alla grande all’estero. Sono state 494,9 milioni le bottiglie di “bollicine” Made in Italy consumate sulle tavole all’estero.

Lo spumante italiano viene venduto nei ristoranti italiani all’estero.

Ma è apprezzato anche in enoteche, hotel e negozi specializzati nei cinque continenti.

La passione per le bollicine italiane cresce e riguarda sempre più le nuove generazioni.

Nei mercati esteri gli spumanti made in Italy sembrano non avere rivali nei numeri: in otto casi su dieci si beve Prosecco, nelle diverse tipologie.

Il “metodo italiano” fa la parte del leone (99,5%), ma il prezzo riconosciuto all’arte spumantistica tricolore è ancora basso rispetto allo Champagne.

Nell’arco dell’intero 2018, secondo dati Ovse (Osservatorio economico vini effervescenti spumanti italiani) sono 494,9 milioni le bottiglie di bollicine consumate in 124 Paesi.

Il 99,5% del totale, precisa il direttore Ovse Giampietro Comolli, è rappresentato da bolle “metodo italiano”. Di queste l’80% esatto è dato dall’universo del Prosecco, Docg e Doc, compreso Asolo e Cartizze.

Non così altisonanti invece i listini che per gli spumanti Made in Italy scontano uno storico gap rispetto alle etichette estere: il valore medio della bottiglia per l’estero è di 3,95 euro a pezzo.

Per tutte le bottiglie esportate il valore alla partenza in cantina è di 1,4 miliardi di euro.

Diventano 1,9 miliardi di euro alla spedizione e, sul mercato mondiale al consumo, genera un fatturato pari a 4,85 miliardi di euro.

”Le bolle salvano tutto il mercato all’estero”, sottolinea Comolli, “del vino italiano su cui urge una riflessione strategica e politica, a parte le eccezioni di brand leader. Anche se valore origine e fatturato dei vini spumanti francesi resta più del doppio, seppur con due terzi della nostra produzione, il gap sta riducendosi soprattutto come valore al consumo”.

Al consumo diretto, per operatori simili, fa notare Comolli, i prezzi non vanno oltre il doppio e parliamo di una bottiglia di Prosecco con una di Champagne.

 

Gli spumanti di Verona: dal Garda Doc al Lugana, dal Chiaretto allo Spumante Lessini Durello

In tema di spumanti provincia di Verona offre proposte interessanti, per quanto riguarda le bollicine.

Sul Lago di Garda e dintorni puoi degustare lo spumante Garda Doc, le bollicine del Chiaretto spumante Doc, gli spumanti del Lugana e del Custoza.

A Soave, puoi degustare il Soave Spumante Doc.

Da ricordare, infine, lo Spumante Lessini Durello.

 

Spumante italiano

Successo dello spumante italiano all’estero. Bene nel Regno Unito, Stati Uniti, Russia e Germania. In caso in Canada

 

Spumante italiano: l’export principale è nel Regno Unito, seguito da Stati Uniti e Germania. Bene la Russia 

Il mercato inglese è la principale destinazione di bollicine italiane con il miglior rapporto valore su volumi, su 200 milioni di bottiglie consumate nel 2018, ben 124 milioni sono tricolore, di cui 113 solo di Prosecco.

In Usa spediamo 95 milioni di bottiglie di cui 78 milioni di Prosecco.

La Germania resta il primo Paese consumatore al mondo di vini con le bollicine: circa 1,7 miliardi di bottiglie fra spumanti e frizzanti.

Su 100 milioni di bottiglie importate, 34 milioni di bottiglie di spumante sono italiane di cui 20 milioni di Prosecco.

In Russia, dove l’embargo salva il vino italiano, l’Italia ha ricominciato a crescere arrivando a 22 milioni di bottiglie.

In Francia, nuovo record, oltre 11 milioni di bottiglie fra cui molto bene qualche bollicina di Franciacorta e Cartizze, benissimo per i brand di Prosecco più noti.

Il Canada, rispetto agli altri Paesi tradizionali, fa segnare un calo dei volumi. Questo è dovuto al riposizionamento di alcuni scaffali del monopolio, ma anche a nuovi contratti con i francesi e ai prezzi stracciati dall’Australia.

Le bollicine italiane non sfondano in Cina, mercato cui tutti tendono. C’è il consolidamento dei leader, mentre non crescono i volumi dei brand giovani nuovi.

Lo spumante italiano rappresenta così una voce fondamentale dell’export di vino Made in Italy. E’ apprezzato nelle enoteche, nei negozi specializzati e nei ristoranti esteri.

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Show Buttons
Nascondi