Olio di oliva del lago di Garda: il 2018 ottima produzione per quantità e qualità. Un olio eccellente per le ricette di cucina

Olio di oliva del lago di Garda: il 2018 ottima produzione per quantità e qualità. Un olio eccellente per le ricette di cucina

Per l’olio extravergine di oliva del Lago di Garda, quella in corso è una stagione memorabile, sotto diversi punti di vista.

La produzione 2018 di olive per l’olio extravergine di oliva della zona del Garda è eccezionale grazie a favorevoli condizioni climatiche.

La grande quantità di olive non va a discapito della qualità delle olive. Una qualità di gran livello nell’annata 2018.

“Il clima caldo e soleggiato ci ha permesso infatti di raccogliere frutti al giusto punto di maturazione”, spiega la presidente del Consorzio olio Garda DOP, Laura Turri. “E di raccogliere olive in perfetta salute che daranno olio extravergine Garda DOP di ottima qualità”.

Le olive che i produttori possono raccogliere sono quindi una quantità eccezionale rispetto alle annate precedenti. Senza che questo vada a compromettere le ottime caratteristiche qualitative dell’olio gardesano.

 

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DEL GARDA: PRODUZIONE ECCEZIONALE
Il Consorzio olio Garda DOP, spinto dalle richieste dei produttori in occasione dell’ottima annata olivicola, ha chiesto al Ministero delle Politiche Agricole, in collaborazione con AIPO e AIPOL, una deroga temporanea sull’articolo 5 del disciplinare Garda DOP relativo alla produzione di olive ad ettaro.

Un lavoro di squadra che ha fatto sì che l’annata 2018 abbia ottenuto il permesso per una produzione temporanea di 7500 kg di olive per ettaro, superiore di 1500 kg rispetto alla regola dei 6000 kg per ettaro in vigore per il disciplinare dell’olio Garda Dop.

“È stato possibile raggiungere questo risultato”, spiega la presidente dell Consorzio dell’olio Garda Dop, Laura Turri, “grazie all’immediata disponibilità dei dirigenti e funzionari del Ministero delle Politiche Agricole delle Regioni Veneto, Lombardia e della Provincia di Trento. Tutti hanno subito hanno compreso l’urgenza di ottenerla in tempi brevi dato che siamo in piena campagna di raccolta”.

Si prospetta insomma un’ottima annata per l’olio extravergine di oliva del Lago di Garda.

Un olio extravergine di oliva apprezzato in Italia e all’estero che ben si sposa con la gastronomia e la cucina gardesana. E che è molto apprezzato anche nelle cucine di qualità italiane e straniere.

 

PRODUZIONE OLIVE DEL GARDA
La zona di produzione delle olive del Garda è caratterizzata dalla presenza delle catene montuose a nord e del più grande lago italiano rendono il clima gardesano simile a quello mediterraneo.

Le piogge, ben distribuite durante tutto l’anno, salvaguardano gli olivi da stress idrici. Ed evitano il formarsi di ristagni che sarebbero dannosi sia alla pianta, sia alla qualità dell’olio.

 

ZONE DI PRODUZIONE DELL’OLIO DEL GARDA
I produttori dell’oro del lago di Garda sono suddivisi in 67 comuni. In tutto una ottantina di etichette.

Le cultivar più diffuse in questo microclima mediterraneo sono Casaliva, Frantoio e Leccino.

Secondo il disciplinare di produzione queste sono le percentuali di cultivar che devono essere presenti per la denominazione DOP nelle tre sottozone: Garda Bresciano DOP, Garda Orientale DOP e Garda Trentino DOP.

Olio extravergine di oliva del lago di Garda Dop - Verona Wine Love - 2 --

CARATTERISTICHE DELL’OLIO GARDA DOP
Colore
: dal verde al giallo più o meno intensi.

Odore: fruttato medio o leggero.

Sapore: fruttato, note di dolce e un retrogusto tipico di  mandorla. Acidità massima in acido oleico 0,5%

I terreni collinari, verso il lago di Garda e verso sud, si riscaldano facilmente a fine inverno. Permettono così la rapida ripresa dello stato vegetativo degli olivi.

Tali terreni, insieme alle condizioni climatiche della zona del Garda di tipo mediterraneo mitigato, consentono di ottenere, nelle olive e nell’olio del Garda, sapori e profumi meno intensi e più delicati di quelli ottenuti in condizioni ambientali tipiche delle zone calde più meridionali.

Tali caratteristiche climatiche e ambientali contribuiscono a conferire all’olio la peculiarità di un fruttato medio o leggero con un retrogusto di mandorla.

Questo lo rende unico nel suo genere e facilmente riconoscibile ai consumatori tra altri oli d’Italia DOP.

Inoltre, nelle diverse zone attorno al lago di Garda, che vanno dalla pianura fino alle pendici dei monti, esistono particolari microclimi.

Questi microclimi, pur mantenendo l’uniformità delle caratteristiche peculiari dell’olio per tutta la denominazione Garda, permettono l’espressione di differenze organolettiche molto apprezzate.

La fama dell’olio extravergine di oliva del Garda è andata sempre più aumentando.

Oggi l’olio DOP Garda rientra fra le prime cinque realtà olivicole italiane DOP.

Olio extravergine di oliva del lago di Garda Dop in cucina - Verona Wine Love --

L’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DEL GARDA E LA CUCINA
L’olio extravergine di oliva del Garda è apprezzato dai consumatori per il gusto delicato, equilibrato ed armonico.

Un leggero e tipico retrogusto di mandorla che lo rende unico nel suo genere. E riconoscibile tra altri oli d’Italia DOP.

Una significativa espressione della zona del lago di Garda, al cui nome fa riferimento anche la zona dei vini Garda Doc.

Ricco di vitamina E, acido oleico e composti biofenolici, l’olio gardesano si adatta ai più svariati impieghi in cucina.

Può essere utilizzato sia a crudo sia in cottura e, grazie al suo gusto delicato e fragrante, si abbina a molti piatti, come ricette a base di pesce di lago.

Lo si può impiegare anche con piatti di carne e di pesce, pinzimoni, verdure cotte e crude, salse, bruschette e con formaggi magri o stracchino.

L’olio extravergine di oliva del Garda è eccellente per preparare dolci, abbinato al cioccolato, e per sorbetti e gelato.

(foto dall’agenzia Studio Cru)

LA RACCOLTA DELL’OLIO SUL LAGO DI GARDA (video da Youtube)

Vedi
Nascondi