La Passione del Sommelier. I vini Valpolicella e Soave di Corte Sant’Alda raccontati da Antonella Danzo, sommelier Fisar e wine blogger

La Passione del Sommelier. I vini Valpolicella e Soave di Corte Sant’Alda raccontati da Antonella Danzo, sommelier Fisar e wine blogger

I vini Valpolicella dell’azienda vinicola Corte Sant’Alda, a Mezzane di Sotto (Verona), aprono un mondo particolare. Per tacere dei vini Soave che la stessa cantina, guidata da Marinella Camerani, produce.

Con il suo articolo sui vini di Corte Sant’Alda, tratto dal blog Antopassionevino, Antonella Danzo inizia la sua collaborazione con il sito web Verona Wine Love. E con il magazine.

Antonella Danzo, sommelier, ci è piaciuta per il taglio passionale – che fa rima con professionale – che mette nei suoi scritti.

Verona Wine Love vuole infatti coniugare l’informazione (con la categoria news), gli approfondimenti (con la categoria magazine) e l’anima della scrittura (con la categoria blog).

Il tutto in un quadro di rispetto delle persone. Di dialogo con la “diversità” che proprio nel vino trova una delle espressioni “interculturali” più autentiche. 

Prima di farti leggere l’articolo sui vini di Corte Sant’Alda, ecco una presentazione della sommelier Antonella Danzo nell’intervista della web reporter e copywriter Sara Soliman.

 

Antonella Danzo - sommelier Fisar - wine blogger e food lover - Verona Wine Love

Antonella Danzo, sommelier Fisar di Vicenza, è wine blogger e food lover

 

 

Antonella Danzo, wine blogger, food lover e sommelier

Antonella, presentati un po’. Come ami definirti?

Come definirsi? Wine Blogger, Food Lover… Sono Sommelier Fisar Vicenza e anch’io sono caduta nella tentazione di creare un Blog.

Come è nata la tua passione per il vino?

Tutto è iniziato in cucina creando piatti casalinghi e semplici per la mia famiglia e per i miei amici.

Ma che vini abbinare? Un giusto abbinamento con il vino può esaltare il gusto del piatto…nonché la riuscita della cena.

Ed è così che, per capirne un po’ di più, sono diventata sommelier.

Il mio amore per il vino inizia qui.

E il tuo blog Antopassionevino?

Il mio blog nasce con l’intento di raccontare, in primis, la mia gioia nello scoprire il magico mondo del Vino, e poi tutto ciò che gli ruota attorno. Potete seguirmi sul web su 

Antopassionevino.com o anche su Instagram (Antonella Danzo).

Bene, noi di Verona Wine Love siamo molto felici che tu abbia deciso di condividere con noi e i nostri follower del Magazine le tue ‘esperienze di degustazione e di gusto’. A te la penna!

Grazie, partirei con la visita in cantina a Corte Sant’Alda, a Mezzane di Sotto, provincia di Verona, nella zona della Valpolicella orientale.

 

 

Corte Sant'Alda Azienda vinicola di Mezzane di Sotto - vini Valpolicella

Corte Sant’Alda, l’azienda vinicola di Mezzane di Sotto che produce vini Valpolicella e vini Soave

 

 

“Una Valpolicella ‘diversa’ con Marinella Camerani”

Il mio primo incontro con i vini di Marinella è stato a Verona questo gennaio ad “Anteprima Amarone annata 2015”.

Il suo Amarone degustato dal campione ‘Botte 57 Vigneto dietro casa‘ si è fatto notare, tra più di 50 degustati alla cieca: mi aveva catturato la sua natura insolita, rispetto a certi altri vini caricati e opulenti.

Non conoscevo bene questa cantina, ma al banco d’assaggio il calore e l’accoglienza che ho ricevuto mi hanno fatto veramente sentire a mio agio. Ho portato a casa la loro particolare brochure aziendale “Trame”, con la promessa di una visita in cantina.

Grande è stata la sorpresa quando ho ricevuto l’invito a questa giornata!
Ed eccomi in viaggio: con la voglia di scoprire, conoscere e respirare quel vino, lì dove nasce.

“Valle dalle molte cantine” è la Val-polis-cellae più esattamente oggi ci troviamo nella “zona allargata” della DOC Valpolicella.

Passando per la bella vallata di Mezzane, tra le più belle della provincia di Verona, il paesaggio collinare si ammorbidisce di rilievi collinari, coltivati a vite, ciliegio, olivo e castagno.

Lasciando il paese di Mezzane di Sotto, salendo per una strada fino a uno sterrato, si arriva in località Fioi a Corte Sant’Alda.

In senso figurato potremmo intenderla come una ‘strada del rinnovamento’ in Valpolicella.

Una Valpolicella diversa dunque, in grado di salvaguardare e proteggere il principio vitale che permea il territorio locale. Oggi mi aspetto di ascoltare la sua voce e la tipicità del frutto che viene concepito.

La giornata estiva è piacevole e il vento ci accarezza dolcemente. Nell’attesa mi piace guardarmi attorno e dilettarmi in qualche istantanea fotografia di questo piccolo mondo antico.

Il calore di una stretta di mano: Marinella.

Dal 1986 è al timone dell’azienda affiancata da Caesar e dalle tre figlie, in primis Federica che ha fatto la coraggiosa scelta di intraprendere e proseguire questo pecorso iniziato dalla madre.

 

Marcella Camerani Corte Sant'Alda - vini Valpolicella - Mezzane di Sotto - Verona

Marinella Camerani, la titolare di Corte Sant’Alda, azienda vinicola di Mezzane di Sotto (Verona)

 

 

Sotto il nome di “Marinella Camerani Azienda Agricola” c’è oggi un’opera globale con tre primi attori: Corte Sant’Alda, Adalia e Podere Castagnè.

La proprietà è di quaranta ettari, di cui 20 di vigneto; si unisce un’area di boschi e ulivi, per una produzione media di circa 120 mila bottiglie annue, delle quali 15 mila sono di Amarone.

Facendo la scelta di avere solo uve tradizionali, troviamo un ettaro dedicato al vino Soave DOC, e il resto a vitigni autoctioni veronesi (Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara) per le altre DOC locali: un Valpolicella giovane, un cru di Valpolicella, un Ripasso, un Amarone e un Recioto. Completano la linea i vini macerati INTI e AGATHE.

Credere nella scelta di investire in toto nelle potenzialità della Valpolicella, ha portato la figlia Federica a studiare quali fossero i terreni migliori in relazione alle singole vigne, alla ricerca dei piccoli cru che danno uve adatte a vini unici.

Questa ‘microzonizzazione’ è diventata l’argomento del suo libro “I suoli”, che riassume il legame che ha permesso di creare un vino buono nella maniera più naturale possibile.

Dunque sono vini artigianali fortemente territoriali e altrettanto personali.

Vini densi di storia familiare, trasmessa da donna a donna. Le figure femminili sono grandi interpreti e particolarmente abili a gestire aziende legate in qualche modo alla natura.

Nel settore agricolo e vitivinicolo ne troviamo moltissimi esempi. Un ruolo di successo che in Italia è in costante aumento.

Tra questa rosa di eccellenze troviamo il nome di Marinella Camerani, o come viene definita “la Signora del vino biodinamico”.

Come fili di uno stesso tessuto i suoi vini si accomunano senz’altro per lo stile rigoroso di grande pulizia e la coerenza del metodo di produzione: tutti i vini sono certificati Demeter.

Ma per fare ancora meglio, Marinella si è avvicinata ed ha compreso in toto i principi della biodinamica. L’azienda agricola viene intesa come un ‘essere vivente’. Dando valore al benessere dell’ambiente le piante si esprimono al meglio.

Una sorta di visione olistica dell’ecosistema: si produce in modo da rispettare gli equilibri naturali della natura e della materia. Il nutrimento della pianta è in prevalenza da energia di fonte cosmica (luce, calore, fotosintesi) che non deve essere alterata al fine di produrre l’uva.

Un’idea chiara di vino, dove viene bandito l’utilizzo di fitofarmaci in vigna, e fondamentalmente quindi anche in cantina.

Le fermentazioni dei vini sono tutte ottenute senza aggiunta di lieviti esterni, vengono rigorosamente utilizzati solo i lieviti presenti sulle uve provenienti dalle vigne e senza il controllo delle temperature. Le solforose sono in genere molto contenute.

 

Amarone della Valpolicella 2013 prodotto dall'azienda vinicola Corte Sant'Alda di Mezzane di Sotto (Verona)

Amarone della Valpolicella 2013 prodotto dall’azienda vinicola Corte Sant’Alda di Mezzane di Sotto (Verona)

 

“Il biologico-biodinamico è uno stile di vita che permea le scelte che facciamo ogni giorno” aggiunge Marinella.

Rispetto, attenzione, curiosità e amore sono gli ingredienti che accompagnano la nascita del loro vino, dal frutto della vite fino alla bottiglia.

Bisogna osservare per capire, e quindi permettere alla natura di esprimersi.

Essa si mostra in un universo di colori, profumi, sapori, contorni e sfumature, si esprime nei vini profondamente legati alla terra da cui tutto nasce. Prendersi cura della terra significa accettare e ricevere la sua forza viva e potente.

Vini che sorprendono per la grande esperienza gustativa molto diretta.

In qualche modo fanno leva sulle sfere inconsce della persona: evocano le origini e l’essenza, radicate nel profondo dell’essere umano.

Se riprendiamo conoscenza della natura attraverso i nostri sensi, respirarando l’aria, annusando la pioggia, toccando l’energia e il calore del sole, gustando l’uva, entriamo in sintonia con la madre terra che ci ritorna attraverso il calice di vino.

Accompagnati alla visita dei vigneti, Marinella prosegue raccontandoci di come già in vendemmia avviene una attenta selezione delle uve, a cui fa seguito una ulteriore minuziosa scelta dei grappoli in cantina: è raro trovare in Valpolicella il cosiddetto ‘Tavolo di selezione’.

Chiaramente più le uve sono sane, meno ci sarà bisogno di conservanti. Seguono diraspatura, pigiatura e poi fermentazione del mosto, attuando le normali pratiche di cantina. Quindi il travaso fino all’ottenimento del vero e proprio vino.

La visita prosegue entrando nel mondo dove riposano i preziosi nettari.

La parte nuova, più sotto, è la bottaia. L’ambiente non è termocondizionato perchè anche a riposo il vino deve sentire le stagioni. E una finestra sottolinea la connessione con l’esterno.

Nei segreti di questi luoghi si mette alla prova il rapporto tra il vino e i suoi contenitori.

Per l’affinamento troviamo vasche di acciaio, vasche di cemento, di varie forme, dove invecchia e matura il prezioso contenuto.

La bottaia una volta era dedicata soprattutto alle barrique, oggi a botti più grandi e tonneaux: di rovere, ciliegio, castagno.

Il legno è il materiale che Marinella ama di più, definendosi una “donna della Bourgogne” in Valpolicella.

La cantina, aperta alle sperimentazioni, è diventata luogo di sfogo per una curiosità femminile che si tramuta in studio e ricerca, e da’ forma a nuovi progetti enologici.

Non sorprende quindi di trovare delle anfore! Si adattano a a moltissime situazioni.

Di origini antiche, l’anfora è oggi considerata il più moderno dei recipienti per l’affinamento del vino.
Il settore vitivinicolo sta riscoprendo una tradizione vecchia di secoli, ma aggiornata da nuove conoscenze e tecnologie.

L’anfora è decisamente uno stile che primeggia in biodinamica (assieme all’uso della botte). A partire dalla terracotta che è un materiale assolutamente artigianale e naturale. Traspira.

A differenza dell’affinamento in barrique, dove l’effetto ricercato e voluto è la cessione del legno (vaniglia, tostatura…), in anfora non avviene nessuna cessione in profumi terziari.

E questo può essere in alcuni casi un vantaggio per mantenere inalterato il gusto finale: l’anfora è schietta.

Per gli aspetti legati alle pratiche di cantina non c’è nessuna meccanizzazione, tutto è manuale. L’anfora è semplicità.

 

 

Corte Sant'Alda winetasting: alcuni dei vini prodotti dall'azienda vinicola di Mezzane di Sotto (Verona), nella Valpolicella orientale

Corte Sant’Alda winetasting: uno dei vini Amarone prodotti dall’azienda vinicola di Mezzane di Sotto (Verona), nella Valpolicella orientale

 

 

“Dal Macerato all’Amarone Mithas: Progetti e certezze”

Questo è stato il filo conduttore della giornata a Corte Sant’Alda. Un’esperienza enologica che ci ha coinvolto nel lavoro “magico” della creazione del vino, e poi all’assaggio di questa sintesi di natura e territorio.

La voce di Marinella e della figlia Federica ci hanno condotto con impegno e passione alla loro vita in cantina, con particolare riguardo alla prospettiva futura e con uno sguardo al passato per capire dove affondano le proprie radici.

L’origine fu Corte Sant’Alda dall’idea di Marinella, ed è la certezza di oggi. Il progetto, la visione al futuro è con la figlia Federica che si è pienamente dedicata alla linea Adalia. Stiamo assistendo a un lento passaggio generazionale.

Interessante la nuova idea di vino già pianificata per il futuro: complice è il vitigno merlot, che sembra aderire bene al suolo di queste colline. Il merlot di Marinella è un progetto ambizioso: siamo ad attenderlo molto curiosi!

Ed infine ci spostiamo a Podere Castagnè.

Degustiamo quella poesia e ascoltiamo il racconto dei vini in un assaggio guidato dal poliedrico Simon Staffler, finalmente consapevoli del lungo percorso che collega la vite al vino e della straordinaria e speciale magia che si trova in ogni calice.

Alla degustazione le tipologie di vino ci sono state proposte nelle due etichette: “Adalia” e “Corte Sant’Alda”.

Le due linee raccontano volutamente la diversità territoriale: terreni bruni o calcarei, sistema di allevamento delle viti a pergola o guyot, diverso orientamento del sole. Differente anche la tipologia di affinamento: recipienti di acciaio o legno, cemento o anfora.

Questa straordinarietà emerge in maniera chiara in tutti i confronti. Sono due realtà diverse, ma nessuna prevale.

Se il mondo dei giovani chiama spensieratezza di beva, Adalia è un buon calice da bere in compagnia. Si contraddistingue per il tratto fresco, beverino e facile. Vini di una semplicità apparente che nascondono una certa complessità.

Con i vini di Corte Sant’Alda invece, pur mantenendo la linearità e la pulizia che si fa propria di Marinella, ci spingiamo ad un pubblico dal palato più esigente, salendo di corpo, struttura e complessità anche olfattiva.

E’ un paragone senza vincitori perchè le due versioni si completano nella gamma di vini e danno spazio ai gusti più disparati. E’ la situazione ideale per trovare l’abbinamento giusto per qualsiasi piatto.

E qui oggi mi fermo, e mi libero dalle descrizioni prettamente tecniche dall’analisi sensoriale.

Sospiro e mi lascio andare alle sensazioni di questi sorsi.

Il consiglio che vi lascio è di far visita a questi luoghi fortunati sulle colline veronesi, ad ascoltare le parole di Marinella e Federica, e assaggiare assieme a loro queste autentiche espressioni di Valpolicella.

Vini capaci di raccontare una terra e una storia di vita, capaci di superare il tempo.

“Perchè se in un vino riconosci la terra da cui viene, stai vivendo un’emozione unica”.
Lasciatevi trasportare!

 

 

Vino Soave Corte Sant'Alda - Mezzane di Sotto - Verona

Bottiglie di vino Soave prodotte dall’azienda vinicola Corte Sant’Alda di Mezzane di Sotto (Verona)

 

 

I VINI DEGUSTATI ALL’AZIENDA VINICOLA CORTE SANT’ALDA:

1- ADALIA SINGAN – SOAVE DOC 2018
2 – CORTE SANT’ALDA – SOAVE DOC 2018
3- CORTE SANT’ALDA – INTI – IGT GARGANEGA VERONA 2018
4- CORTE SANT’ALDA – AGATHE – IGT MOLINARA ROSATO VERONA 2018
5- ADALIA LAUTE – VALPOLICELLA DOC 2018
6- CORTE SANT’ALDA – CA’ FIUI – VALPOLICELLA DOC 2018
7- ADALIA BALT – VALPOLICELLA RIPASSO DOC SUPERIORE 2017
8- CORTE SANT’ALDA CAMPI MAGRI – VALPOLICELLA RIPASSO DOC SUPERIORE 2016
9- CORTE SANT’ALDA MITHAS – VALPOLICELL DOC SUPERIORE 2015
10- CORTE SANT’ALDA MITHAS – AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG 2013
11- ADALIA RUVALN – AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG 2014
12- CORTE SANT’ALDA VALMEZZANE – AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG 2013
13- ADALIA ROASAN – RECIOTO DELLA VALPOLICELLA DOCG 2014
14- CORTE SANT’ALDA – RECIOTO DELLA VALPOLICELLA DOCG 2016

 

Podere Castagnè, a Mezzane di Sotto (Verona), di proprietà dell'azienda vinicola Corte Sant'Alda che produce vini Valpolicella e vini Soave

Podere Castagnè, a Mezzane di Sotto (Verona), di proprietà dell’azienda vinicola Corte Sant’Alda che produce vini Valpolicella e vini Soave

 

Un ringraziamento speciale per i nostri cappelli “copripensieri” di oggi.

Una menzione particolare all’associazione culturale ‘La cura sono Io’ : con i suoi Cappelli ad Arte promuove e sostiene la ricerca. Fondazione IEO CCM (ricerca oncologica e cardiovascolare).

Informazioni sull’azienda vinicola Corte Sant’Alda di Mezzane di Sotto (Verona) che produce i vini Valpolicella e Soave: www.cortesantalda.com

Articolo a cura di Antonella Danzo
Autrice del blog Antopassionevino
Foto di Antonella Danzo

 

 

Antonella Danzo - sommelier Fisar - wine blogger e food lover

Antonella Danzo, sommelier Fisar, wine blogger e food lover. Cura il blog Antopassionevino

 

SCOPRI LA VALPOLICELLA. TERRA DI VINI, NATURA E CULTURA

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI SU DOVE PARCHEGGIARE A VERONA

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

IL LAGO DI GARDA: GUIDA AI PERCORSI 

Goditi i PERCORSI DI ENOTURISMO

 

Verona-Balcone di Giulietta-Verona città dell'Amore

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidarti a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

10 + 5 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Spumante Garda Doc “bollicine ufficiali” del Festival della Letteratura di Mantova. Libri e vino in un brindisi culturale dal 4 all’8 settembre 2019

Spumante Garda Doc “bollicine ufficiali” del Festival della Letteratura di Mantova. Libri e vino in un brindisi culturale dal 4 all’8 settembre 2019

Il Festival della Letteratura di Mantova abbinato allo spumante veronese Garda Doc.

Cultura e vino, letteratura ed enologia assieme all’insegna della degustazione e della riflessione su ciò che conta nella vita.

La 23^ edizione del Festivaletteratura di Mantova avrà anche quest’anno come bollicina ufficiale lo Spumante Garda Doc.

Dal 4 all’8 settembre 2019 la città dei Gonzaga accoglierà autori emergenti e di fama internazionale che potranno incontrare gli appassionati di letteratura negli oltre trecento appuntamenti in programma.

Il Consorzio sarà presente con le sue bollicine in diverse occasioni, a partire dall’evento inaugurale di mercoledì 4 settembre in Piazza Sordello, a Mantova, alla presenza delle autorità.

Nella stessa piazza sarà allestito lo stand personalizzato del Garda Doc il quale, per l’intera durata del Festivaletteratura, sarà punto di mescita della bollicina Garda per il pubblico che affollerà le strade di Mantova.

Il gazebo sarà aperto dall’aperitivo del pranzo all’aperitivo della cena.

Letteratura ed enologia, un binomio nella cui potenzialità crediamo profondamente”, afferma Luciano Piona, presidente del Consorzio Garda Doc.

“La nostra partecipazione a Festivaletteratura“, sottolinea il presidente del Consorzio Garda Doc, “corrisponde a un mutuo sostegno e valorizzazione di patrimoni culturali, del vino e del libro, da difendere e promuovere in particolare tra le nuove generazioni”.

Le occasioni per brindare con le bollicine dello spumante Garda Doc saranno molte:

  • i momenti conviviali che avranno come protagonisti autori italiani e stranieri a Palazzo Castiglioni,
  • le degustazioni riservate ai partecipanti degli incontri Contro il virus della noia, previsto nel pomeriggio di sabato 7 settembre al Teatro Bibiena,
  • Le parole per dirlo, in programma la mattina dell’8 in Piazza Castello.

 

Leggi anche l’articolo che Verona Wine Love ha dedicato alla presentazione del Festivaletteratura

Scopri il mondo dello spumante veronese Garda Doc

Leggi la pagina dedicata agli Spumanti veronesi, con una menzione anche per il Prosecco

 

 

Spumanti del Garda

Veduta del lago di Garda da una barca con una bottiglia di spumante Garda Doc. Le bollicine gardesane abbinate al Festivaletteratura

 

Cantina, ristoratore, titolare di hotel o proprietario di un agriturismo? Migliora la tua comunicazione

Vuoi migliorare la tua comunicazione sul web? Dare uno slancio alla tua presenza sui social media? Accrescere la reputazione e la autorevolezza della tua azienda?

Leggi: Strategie di marketing: social media, brand journalism, business blogging, foto e video, comunicazione digitale. I consigli di Daily Communication

Scopri i servizi di comunicazione che ti proponiamo come Verona Wine Love

 

 

Marketing Digitale - Comunicazione online - Brand Journalism - Verona Wine Love -

 

Enoturismo: Verona, Valpolicella, il lago di Garda e Soave

Se vuoi gustarti Verona e la sua provincia, in occasione di Calici di Stelle edizione 2019, ecco una serie di informazioni utilimesse a disposizione da Verona Wine Love.

 
 
 
Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo
 

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidarti a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. 

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

7 + 6 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Vendemmia 2019: sul sito del ministero il vademecum per le cantine. Enoturismo: d’estate impazza la moda sui social media delle foto di piatti e vini

Vendemmia 2019: sul sito del ministero il vademecum per le cantine. Enoturismo: d’estate impazza la moda sui social media delle foto di piatti e vini

E’ tempo di vendemmia targata 2019, che si prospetta di buona qualità, stando ai primi rilievi.

La vendemmia è anche il tempo dei controlli perché tutto il comporto agricolo del vino italiano si muova al meglio.

Si vuole garantire così una vendemmia all’insegna della qualità e della sicurezza per i consumatori.

Con questo obiettivo è online sul sito web del ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo il vademecum della campagna vitivinicola 2019-2020.

Qui le imprese possono reperire i principali adempimenti previsti dalla normativa del settore.

Novità di quest’anno sono le funzioni telematiche del Sian, il sistema informativo unificato di servizi del comparto agricolo messo a disposizione dal Mipaaft.

Queste funzioni consentiranno agli operatori di semplificare le comunicazioni indirizzate all’Ispettorato centrale repressione frodi (Icqrf) del ministero, come previsto dal testo unico del vino.

“Si apre la stagione più importante dell’anno per il comparto del vino“, dichiara il ministro Gian Marco Centinaio.

“Stiamo mettendo in campo tutti i nostri mezzi per garantire che la vendemmia proceda nel migliore dei modi all’insegna della qualità e della sicurezza per i consumatori”, sottolina il ministro.

“Il nostro vino è un prodotto di estrema eccellenza, settore trainante dell’agricoltura, sinonimo di qualità in Europa e nel mondo”, osserva il ministro Centinaio.

“Ci aspettiamo grandi risultati da questa vendemmia“, afferma il ministro delle Politiche agricole. “Continuiamo a lavorare e metterci a disposizione affinché tutte le nostre aziende siano sempre più all’altezza di questo importante primato che ci viene riconosciuto”.

Il ministero fa sapere che l’Icqrf, Ispettorato centrale repressione frodi, in vista della  vendemmia, ha già attivato gli ispettori sul tutto il territorio per garantire una regolare raccolta e movimentazione dell’uva.

Gli ispettori vigilano anche nelle operazioni di trasformazione e nella circolazione dei prodotti e dei sottoprodotti vitivinicoli ottenuti.

 

 

Enogastronomia e Turismo in Italia - Cibo e Vino come souvenir delle vacanze - Foto Melissa Walker Horn - Verona Wine Love

Enogastronomia e turismo in Italia: cibo e vino come souvenir delle vacanze. Foto di Melissa Walker Horn per Verona Wine Love

 

Enoturismo: impazza il “food sharing”, la condivisione sui social di piatti e bottiglie di vino

E’ il food sharing il fenomeno dell’estate, la mania di fotografare e postare ogni piatto. Meglio se accompagnato da un bicchiere di vino o da una birra (artigianale o di ottima fattura industriale).

Di cibo si parla in spiaggia, in montagna e tra le vie delle città d’arte, ma è soprattutto sulla rete che si scatena la discussione.

A metterlo in evidenza è la Fipe, la Federazione italiana pubblici esercizi, nel precisare che con il selfiefood, il cibo diventa quasi un rito da condividere prima di essere gustato.

Anche per questo cresce sempre più l’attenzione verso il lato estetico dei piatti, con i ristoratori che non possono che adeguarsi e assecondare la crescente propensione dei consumatori a pubblicare i piatti sui social attraverso foto e video.

Questa smania di pubblicare foto e video del cibo ha il fine di esaltarne forme e cromatismo.

Il food sharing riguarda tanto i piatti cucinati dagli chef quanto quelli.

Seguici su INSTAGRAM Verona Wine Love

 

Cibo fotografato - piatto unico vegetariano - Sara Dubler - Verona Wine Love-min

Cibo fotografato: un piatto unico a base di verdure. Fotografia di Sara Dubler per Verona Wine Love

 

Il cibo fotografato in vacanza: piatti vegetariani e pasta con il pesce

Soprattutto se italiano, il food è un valore aggiunto, tanto da dare vita a decine di hashtag a tema, tra gli altri: #italianfood, #italianfoodlover, #italianfoodstyle.

“Il proliferare di hashtag che sintetizzano in una parola la ricchezza della nostra tradizione culinaria”, dichiara il presidente della Fipe, Lino Enrico Stoppani, “è la dimostrazione che la cucina italiana è una passione e un’ispirazione anche per milioni di turisti“.

Tra i piatti delle vacanze, fa sapere la Fipe, al primo posto c’è il piatto unico, meglio se vegetariano, seguito da pasta e pesce, mentre si consuma meno la carne.

Per le bevande, invece, tanta acqua per rimanere idratati, birra e poi il vino.

Fra estetica, cultura e passione, il cibo fotografato accompagna insomma le vacanza di questa estate del 2019. E, con il vino, accompagna anche la vendemmia.

*** La foto di copertina è delle Cantine Franzosi, che producono vini del lago di Garda

 

Cantina, ristoratore, titolare di hotel o proprietario di un agriturismo? Migliora la tua comunicazione

Vuoi migliorare la tua comunicazione sul web? Dare uno slancio alla tua presenza sui social media? Accrescere la reputazione e la autorevolezza della tua azienda?

Leggi: Strategie di marketing: social media, brand journalism, business blogging, foto e video, comunicazione digitale. I consigli di Daily Communication

Scopri i servizi di comunicazione che ti proponiamo come Verona Wine Love

 

Marketing Digitale - Comunicazione online - Brand Journalism - Verona Wine Love -

 

Enoturismo: Verona, Valpolicella, il lago di Garda e Soave

Se vuoi gustarti Verona e la sua provincia, in occasione di Calici di Stelle edizione 2019, ecco una serie di informazioni utilimesse a disposizione da Verona Wine Love.

 
 
 
Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo
 

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidarti a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. 

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

2 + 8 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

“Aperitivo Sotto le Stelle” con il vino Chiaretto Bardolino. L’evento sul lago di Garda martedì 6 agosto 2019, a Bardolino (Verona)

“Aperitivo Sotto le Stelle” con il vino Chiaretto Bardolino. L’evento sul lago di Garda martedì 6 agosto 2019, a Bardolino (Verona)

Estate, lago di Garda, vino Bardolino Chiaretto. E’ un tris d’assi quello in programma nei primi giorni di agosto.

L’appuntamento è per martedì 6 agosto con il vino Bardolino Chiaretto, anche nella sua versione Spumante.

Il Chiaretto è protagonista dell’edizione 2019 dell’Aperitivo Sotto le Stelle sul lungolago di Bardolino (Verona).

Per l’occasione il lungolago Cornicello di Bardolino si trasforma in un bar a cielo aperto.

Vi si potrà degustare il Chiaretto negli stand dei produttori e anche nello stand del Consorzio di Tutela, che porterà tre bottiglie in “special edition”.

Da assaggiare, con il vino Chiaretto Bardolino, anche i piatti tipici della tradizione accompagnati dalla musica.

L’evento ha inizio alle ore 19 e si conclude alle 23.30.

Biglietti in prevendita a prezzo scontato su www.eventbrite.it e disponibili fino ad esaurimento dei posti.

 

Aperitivo Sotto le Stelle - 6 agosto 2019 - Bardolino Chiaretto - lago di Garda - Verona - Verona Wine Love

“Aperitivo Sotto le Stelle” martedì 6 agosto 2019 con il Bardolino Chiaretto, sul lago di Garda, a Bardolino (Verona)

 

Il conto alla rovescia è quasi terminato e i biglietti stanno andando a ruba, informa la Fondazione Bardolino Top.

A Bardolino è tutto pronto per una serata magica all’insegna del divertimento, della musica e dell’enogastronomia del territorio.

Martedì 6 agosto alle 19 si aprono le porte dell’Aperitivo Sotto le Stelle.

La manifestazione è organizzata dalla Fondazione Bardolino Top in collaborazione con l’associazione dei ristoratori bardolinesi “De Gustibus” e il Comune di Bardolino (Verona).

Sono risertati, sul lungolago di Bardolino, i posti a 2 mila possessori di biglietto, i quali potranno scoprire le eccellenze enogastronomiche del territorio.

Sono 23 i punti degustazione dove assaporare il meglio della tradizione gastronomica ed enologica della provincia veronese.

Questi piccoli centri di eccellenza dei vini e della cucina scaligeri soon accompagnati da spettacoli, esperienze e intrattenimenti musicali con i dj dell’Hollywood Dance Club e la soul band Penelope e i Diabolici Toupè.

Un appuntamento giunto alla 12^ edizione, quello di Aperitivo Sotto le Stelle.

Un appuntamento che cresce di anno in anno e che abbraccia, oltre a Lungolago Cornicello, anche Parco Carrara Bottagisio.

Il menù comprende una selezione di piatti e prodotti tipici messi a disposizione nei vari point con la formula “All you can eat”.

Si passa dal prosciutto crudo di Montagnana Dop, al tartufo del Monte Baldo.

Si va dai risotti della pianura veronese ai tortellini di Valeggio sul Mincio, dal pesce di lago alla pizza.

Tutto questo senza dimenticare dolce, la Pesca di Verona, il gelato e le infinite varietà di finger food.

 

IL VIDEO “APERITIVO SOTTO LE STELLE” DI DUE ANNI FA, AGOSTO 2017

 

 

Ad accompagnare i piatti della tradizione veronese ci sono i vini del territorio.

Il protagonista assoluto della serata non può che essere il Bardolino Chiaretto Spumante, la bollicina rosa per eccellenza.

Tuttavia non mancano anche altre divagazioni sul tema, come l’aperitivo Chiarè, che mescola sambuco, menta e Chiaretto.

Vi è poi il Chiaretto On The Rocks, offerto dal Consorzio Tutela Vino Bardolino e l’intramontabile Chiaretto Classico.

Le cantine presenti sono sette, tutte del territorio. Mentre il Consorzio di Tutela Vino Bardolino si occupa di rappresentare tutte le altre.

Accanto al vino, spazio anche alla birra e ai cocktail, preparati dai barman di Hollywood Dance Club e San Pellegrino.

La musica ha inizio alle 19, in una location a sorpresa, con i dj dell’Hollywood che accompagnano i primi visitatori fino alle 20.30, quando sul palco salgono Penelope e i Diabolici Toupè, con un live esplosivo e di gran classe che coinvolge tutti i presenti.

Al termine prendono possesso del palco principale i vocalist e dj dell’Hollywood, per chiudere la serata con tutta l’energia della dance.

Il Parco e il lungolago vedono la presenza anche di artisti di strada e numerose esperienze:

  • le degustazioni sensoriali a cura della Fisar di Verona,
  • il make up speciale della profumeria Laura,
  • le acconciature di XFive e molte altre attività

 

L’Aperitivo sotto le Stelle raggruppa sul Lungolago Cornicello decine di stand dedicati non solo alle degustazioni, ma anche alla promozione delle attività del territorio e delle sue peculiarità.

“L’Aperitivo Sotto le Stelle è uno dei momenti più importanti per Bardolino e la sua promozione turistica”, commenta Lauro Sabaini, sindaco di Bardolino.

“Quest’appuntamento ci permette di entrare in contatto con numerosi protagonisti dell’economia turistica veronese”, spiega il sindaco Sabaini. “Con l’Aperitivo Sotto le Stelle possiamo mostrare ai partecipanti uno scenario meraviglioso. Oltre a tutte le eccellenze che fanno di Verona e provincia una meta ambita e gettonata dai turisti di tutto il mondo”.

L’appuntamento con l’Aperitivo Sotto le Stelle è da martedì 6 agosto con inizio alle 19.

Per informazioni e prevendita biglietti: www.eventbrite.itwww.bardolinotop.it

 

Palio del Chiaretto - Bardolino - Verona

Il lungolago di Bardolino durante una delle manifestazioni dedicate al Chiaretto, il vino rosa di Bardolino e del lago di Garda 

 

Aperitivo Sotto le Stelle 2019: come arrivare in treno e bus sul lago di Garda

Se arrivi in treno a Verona puoi scendere alla stazione di Verona Porta Nuova.

Nel terminal degli autobus di fronte alla stazione trovi i bus delle linee di ATV VERONA per il lago di Garda: Peschiera, Castelnuovo del Garda, Lazise, Bardolino, Garda e Torri del Benaco.

Ecco le linee più importanti di autobus ATV VERONA per il lago di Garda con partenza (e ritorno) a Verona Piazza Bra e Verona Stazione Porta Nuova:
Linea 162: Verona, Lazise, Bardolino, Garda (autostazione)
Linea 163: Verona, Lazise, Bardolino, Garda (autostazione)
Linea 164: Verona, Peschiera, Castelnuovo del Garda, Lazise, Bardolino, Garda (autostazione)
Linea 185: Verona, Lazise, Bardolino, Garda (autostazione)

Linee più importanti di autobus ATV Verona sul lago di Garda:
Linea 483: Peschiera, Lazise, Bardolino, Garda (autostazione), Torri del Benaco, Brenzone, Malcesine
Linea 484: Garda (autostazione), Torri del Benaco, Brenzone, Malcesine

Trova qui le linee di autobus fra Verona e lago di Garda: Linee Extraurbane di ATV VERONA.

 

Lago-di-Garda-cosa-vedere

Splendida veduta del lago di Garda. Opera d’arte fotografica di Mauro Magagna, art director delle più belle immagini di Verona Wine Love

 

Verona: provincia del vino, della natura, della musica e della cultura

Sei appassionato di vino e vuoi visitare Verona e la sua provincia per una vacanza all’insegna dell’enoturismo?
Ecco i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili:

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

IL LAGO DI GARDA: GUIDA AI PERCORSI 

SCOPRI LA VALPOLICELLA. TERRA DI VINI, NATURA E CULTURA

 

 

Lago di Garda: percorsi in bicicletta

Se desideri girare in bicicletta nella zona del lago di Garda, ti consigliamo di contattare il nostro partner Bike Experience di Fabio Boeti e scegliere con lui il percorso che più incontra i tuoi desideri.

Qui trovi intanto un articolo dal nostro Magazine su alcune piste ciclabili del lago di Garda: IN BICICLETTA SUL LAGO DI GARDA

 

Cicloturismo sul lago di Garda - Verona Wine Love

Cicloturismo sul lago di Garda. L’Aperitivo Sotto le Stelle di Bardolino, il 6 agosto 2019, è un’intrigante sosta per i cicloturisti

 

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidarti a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. 

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

4 + 7 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Vendemmia 2019, annata buona a Verona e in Veneto. Bene la qualità, in calo la quantità dopo un eccezionale 2018. Raccolta in ritardo di 7-10 giorni

Vendemmia 2019, annata buona a Verona e in Veneto. Bene la qualità, in calo la quantità dopo un eccezionale 2018. Raccolta in ritardo di 7-10 giorni

In Veneto e a Verona il raccolto dell’uva si preannuncia di buona qualità. Vi sarà un calo nella quantità, dopo la eccezionale annata 2018. Mentre l’uva è in ottimo stato.

A dirlo sono i tecnici del Trittico Vitivinicolo, coordinato da Regione e Veneto Agricoltura con Avepa, Crea-Ve, Consorzi di Tutela

Quanto ai tempi di raccolta delle uve. ad oggi nel Veneto rimane confermato in circa 7-10 giorni il ritardo della vendemmia 2019 rispetto allo scorso anno.

In pratica, la raccolta delle uve base spumante (Chardonnay, Pinot) dovrebbe iniziare attorno al 20/22 agosto, mentre l’avvio della vendemmia vera e propria è previsto per gli ultimi giorni di agosto-primi di settembre (Pinot Grigio).

Per la raccolta delle uve Glera (Prosecco) bisognerà attendere il 12/15 settembre. Come pure per il Merlot; per la uva Garganega e la uva Durella il 20 settembre.

I tecnici del Trittico Vitivinicolo, coordinato da Regione e Veneto Agricoltura con Avepa, Crea-Ve, Consorzi di Tutela, stanno monitorando il vigneto in vista dell’incontro a Legnaro (Padova) il prossimo 27 agosto.

Da una prima analisi risulta che l’uva si presenta ovunque sana. Questo nonostante un andamento climatico altalenante caratterizzato da un maggio freddo e piovoso, che tra l’altro ha creato forti preoccupazioni tra i viticoltori.

E nonostante un bimestre successivo (giugno e luglio) con lunghe ondate di calore e scarse precipitazioni.

Inoltre non sono segnalati problemi di peronospora. Vi sono solo limitati attacchi di oidio a macchia di leopardo e la presenza di scottature da sole nelle uve piùsensibili, quale per esempio la Glera.

Si stanno però registrando i primi segnali di inizio maturazione dell’uva per i vitigni Pinot Grigio, Pinot Nero e Merlot.

Sotto il profilo quantitativo l’annata viene annunciata “buona”. E comunque nei parametri dei disciplinari.

 

cantine aperte al turismo del vino - enoturismo

Buona la qualità dell’uva e un calo nella quantità per la vendemmia 2019, dopo l’eccezionale annata 2018

 

Nel Veronese, bene i grappoli dell’uva per il Soave. Le grandinate non hanno fatto gravi danni

Nel Veronese, per il esempio, i grappoli dell’uva Soave si presentano sani e spargoli, senz’altro meno carichi rispetto allo scorso anno, che era stata un’annata eccezionale per quantità.

Dunque una “bella uva” che i produttori hanno saputo difendere bene.

L’invaiatura per la Garganega e la Durella, importanti vitigni della provincia di Verona, non è ancora iniziata.

Le grandinate di luglio hanno colpito duro dal Veronese al Trevigiano.

Per fortuna sono state grandinate a “strisciate” di non eccessive dimensioni.

Leggi l’aggiornamento sulla VENDEMMIA 2019, sui CONSUMI DI VINO IN ITALIA e sull’EXPORT DI VINO ITALIANO

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE (siti web, ufficio stampa, social media, business blogging, fotoservizi e video professionali)

Scopri i vini veronesi e le zone di produzione nella sezione VINI & TERRITORI di Verona Wine Love

 

Se sei interessato al turismo del vino nella provincia di Verona e nelle zone vicine leggi anche la sezione sull’ENOTURISMO

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 


Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidati a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

14 + 14 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Vini Doc delle Venezie: stop a nuovi vigneti per produrre Pinot grigio. Obiettivo: gestire la crescita dell’offerta di vino

Vini Doc delle Venezie: stop a nuovi vigneti per produrre Pinot grigio. Obiettivo: gestire la crescita dell’offerta di vino

Stop al riconoscimento di nuovi vigneti a Pinot grigio nella denominazione di origine controllata (Doc) delle Venezie.

Lo ha deciso il Consorzio Vini Doc delle Venezie. Il blocco dei nuovi vigneti, per gestire al meglio la produzione vinicola, è stato approvato dalle amministrazioni locali.

Dal primo agosto al 31 luglio 2022 è stata sospesa così la possibilità di iscrivere allo Schedario Viticolo nuove superfici a Pinot grigio piantate o innestate ai fini della rivendicazione con la Doc delle Venezie.

La richiesta di sospensione temporanea è stata avanzata dal Consorzio Vini Doc delle Venezie in accordo con le organizzazioni di categoria, a cui aderiscono anche gli operatori della filiera vitivinicola della Doc delle Venezie.

La richiesta è stata accolta dalle tre amministrazioni pubbliche competenti – Provincia autonoma di Trento, Friuli Venezia Giulia e Veneto – con propri provvedimenti, come previsto dal disciplinare.

Vicina alla sua terza vendemmia con un potenziale produttivo di circa 1,6 milioni di ettolitri, l’area della Doc delle Venezie oggi conta una superficie vitata di 26 mila ettari, destinata ad arrivare a 30 mila con i vigneti già impiantati e prossimi a entrare in produzione.

“La richiesta di sospendere per il prossimo triennio”, dichiara Albino Armani, presidente del Consorzio, “nasce dall’esigenza di governare una crescita della denominazione, che ha registrato tra i più alti tassi di sviluppo viticolo del nostro paese negli ultimi anni.

“Insieme alla filiera abbiamo voluto attivare un processo virtuoso”, spiega Armani. “Un processo virtuoso che, affiancando le iniziative di informazione e promozione a sostegno della valorizzazione della denominazione, ha lo scopo di gestire la crescita dell’offerta“.

Questo in relazione all’evolversi della domanda mondiale di Pinot grigio che trova la sua zona di vocazione nel Triveneto.

Negli ultimi cinque anni le superfici del vitigno sono aumentate del 60%.

Al 31 luglio 2018 nell’intero areale della Doc delle Venezie, risultano in Trentino 2.800 ettari, in Friuli Venezia Giulia 7.816 e in Veneto 15.194, per 25.810 ettari totali.

Il blocco del riconoscimento di nuove superfici a vigneto, per l’iscrizione allo schedario vinicolo del Pinot grigio, ha l’obiettivo di mantenere in equilibrio il rapporto fra domanda e offerta di vino. E di preservare così il valore della produzione.

Leggi anche l’articolo sul controllo dei vigneti nella DOC DEI VINI VALPOLICELLA

Leggi anche l’articolo del controllo dei vigneti nella DOC DEI VINI LUGANA

Leggi anche l’articolo sulle GIACENZE DI VINO NELLE CANTINE

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE (siti web, ufficio stampa, social media, business blogging, fotoservizi e video professionali)

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 


Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidati a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

9 + 12 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Show Buttons
Nascondi