Appuntamenti con il vino di marzo 2020 a Verona e in Italia. Scopri gli eventi consigliati da Verona Wine Love

Appuntamenti con il vino di marzo 2020 a Verona e in Italia. Scopri gli eventi consigliati da Verona Wine Love

Vini veronesi e non solo. Non è ancora tempo di Vinitaly, ma nel mese di marzo, a Verona e in tutta Italia, non mancano grandi appuntamenti con il buon vino.

Ecco quindi un elenco di eventi a marzo 2020 per gli amanti del vino, fra degustazioni e fiere.

Vi presentiamo le occasioni per apprezzare i vini veronesi, ma anche per conoscere quelli delle altre parti d’Italia.

 

Gli appuntamenti col vino a Verona a marzo 2020

 

Gli appuntamenti col vino in Italia a marzo 2020

  • 27 febbraio – 23 marzo 2020, Forum di Vinifera, degustazioni, conferenze, incontri con produttori ed esperti del settore, in preparazione a Vinifera 2020, Trento
  • 29 febbraio -1 marzo 2020, VAN, Vignaioli Artigiani Naturali, Roma
  • 1-2 marzo 2020, Live Wine, il Salone del Vino Artigianale, Milano
  • 1-2 marzo 2020, Terre di Toscana, Eccellenza nel bicchiere, 140 produttori tra vignaioli di nicchia e griffe di livello internazionale. Camaiore, Lucca
  • 6-7-8 marzo 2020 “Insi&me in Franciacorta- Festival di cibo e cultura”, evento per conoscere la cucina tradizionale della Franciacorta con ospiti provenienti da tutta Italia e del mondo. Degustazioni guidate e appuntamenti culturali, mostre ed esposizioni, in Franciacorta (Brescia)
  • 21-22 marzo 2020, Bollicine in Villa, Santa Maria di Sala (Venezia). Evento per winelovers e professionisti per conoscere la produzione spumantistica italiana ed europea
  • 28-29 marzo 2020, Vinifera 2020, mostra mercato dei vini artigianali dell’Arco Alpino, Trento
  • 29-30 marzo 2020, Taste Alto Piemonte, i vini dell’Alto Piemonte in degustazione a Napoli

 

 

Turismo del vino e gastronomia

Turismo del vino e gastronomia

 

→ Leggi anche Gusto & Sapori, guida ai prodotti tipici del territorio

→ Scopri  CANTINE E VINI DI VERONA

 

Articolo a cura della Redazione di VeronaWineLove
✉︎   redazione@veronawinelove.com

*******

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

Se ti è piaciuto questo articolo…

Iscriviti alla newsletter di VERONA WINE LOVE:

sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali delle varie zone.

 

Enoturismo - Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona - 2019

Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona – 2019. Iscriviti alla newsletter e lo riceverai in omaggio  

 

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

 

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona TwitterPinterest

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

4 + 15 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Vino Biologico, Vino Biodinamico e Vino Naturale: l’importanza del riconoscimento del territorio di origine. Ce ne parla la Sommelier AIS Lorena Ceolin

Vino Biologico, Vino Biodinamico e Vino Naturale: l’importanza del riconoscimento del territorio di origine. Ce ne parla la Sommelier AIS Lorena Ceolin

Il mercato dei vini biologici è in continua crescita, tanto che ormai non possiamo più parlare di una nicchia di mercato, ma di una realtà importante nel sistema dell’agroalimentare italiano.

I consumatori che si scelgono il vino biologico cercano un vino di qualità, trattato il meno possibile con prodotti chimici e che mantenga la piacevolezza del sorso.

Cerchiamo di capire oggi, con la Sommelier e docente AIS Lorena Ceolin, qualcosa di più sul mondo dei vini biologici e biodinamici, tra regolamenti e visioni green del mondo. 

 

agricoltura biologica

 

Cos’è l’agricoltura biologica? Facciamo una breve introduzione: è sinonimo di qualità? 

Negli ultimi anni si è sentita l’esigenza di salvaguardare l’ambiente, mantenendo in equilibrio l’ecosistema ed evitando uno sfruttamento incontrollato delle risorse naturali.

Ma soprattutto, ci si è accorti di come alcuni prodotti alimentari, come ad esempio il vino, in realtà vengano spesso prodotti con l’uso di sostanze chimiche dannose per l’organismo umano.

L’agricoltura biologica si è posta tra i suoi obiettivi quello di fornire prodotti di qualità e nello stesso tempo sani, garantendo un approccio armonico e rispettoso con l’ambiente che ci circonda, con lo scopo primario di tutelare la salute del pianeta e dei suoi abitanti.

In regime biologico le piante vengono coltivate senza l’uso di additivi chimici e di pesticidi, ricorrendo ad altre tecniche naturali ma efficaci: come la concimazione organica o come la confusione sessuale per combattere i parassiti che attaccano le coltivazioni.

Oppure come la rotazione delle colture per evitare uno sfruttamento eccessivo delle risorse naturali.

 

Cosa si intende per vino biologico?

Per essere più consapevoli dell’importanza dell’argomento che stiamo trattando, è interessante sapere che In Italia il “vigneto biologico” è in forte espansione e che di conseguenza sono in crescita anche le superficie di vigneto in conversione.

Non da sottovalutare è poi il fatto che la viticoltura in regime biologico coinvolge sempre di più aziende di medie e grandi dimensioni, che si affacciano ad una filosofia bio spesso con una linea di prodotti dedicata.

Quando si parla di vino biologico si fa riferimento alla riduzione degli interventi della chimica sia in vigneto che in cantina, alla certificazione del prodotto e alle tecniche di lavorazione secondo un  regolamento europeo.

Il vino biologico si presenta ai consumatori con un marchio di qualità universalmente identificabile che consiste nella soppressione delle sostanze chimiche e nella limitazione dei solfiti.

Credo però che al di là dei dati tecnici e dei regolamenti che possiamo raccogliere, il percorso verso il biologico non è immediato, è un percorso lento e graduale che richiede informazione, formazione ed esperienza e che deve essere compreso dal consumatore ed è qui che il ruolo del sommelier diventa un anello fondamentale.

 

vino biologico

 

 

Da cosa si differenzia il vino biologico dal vino naturale?

Il termine “vino naturale” (il termine artigianale non è sinonimo di naturale e vorrei evitare di utilizzarlo in questo momento in quanto anacronistico) a differenza del vino biologico non ha una valenza legale, né fa parte di un disciplinare di produzione, ma ci aiuta a riconoscere le bottiglie ottenute da un comportamento etico in vigna e in cantina.

Scaturisce da un decalogo molto restrittivo di severi comportamenti da rispettare durante il viaggio che accompagna un grappolo di uva al calice di vino, senza che nulla venga tolto e nulla venga aggiunto, nemmeno la solforosa.

In altre parole il produttore di vino naturale come base di partenza pratica l’agricoltura biologica, in alcuni casi biodinamica, ma si concentra poi in modo particolare sulle tecniche di vinificazione, con un’autodisciplina molto severa: invece la disciplina del biologico, nella trasformazione del prodotto è piuttosto permissiva.

Infatti la produzione di un vino certificato biologico si sposta poco, spesso nulla, da una normale vinificazione convenzionale, ammettendo una serie di coadiuvanti e additivi che il naturale rifiuta.

I lieviti selezionati per esempio, pur essendo organismi viventi normalmente presenti in natura e selezionati da fermentazioni spontanee in varie zone viticole del mondo, per i produttori naturali sono considerati come supposti elementi anti terroir e di omologazione del gusto.

Tutto a vantaggio di una spontaneità espressiva, di una personalità che si identifica con il territorio di appartenenza, non pregiudicando la piacevolezza.

 

Cosa cambia per il consumatore, tra vino proveniente da agricoltura biologica e un vino “tradizionale”?

Teoricamente il concetto di differenziazione parte da garanzia di un prodotto più salubre, più genuino e, passami il termine, incontaminato.

In quest’ultimo decennio si può affermare che si è assistito ad una vera e propria rivoluzione nel modo del bere in Italia.

Agli esordi dei primi “prototipi” di vini biologici, naturali, artigianali e chi più ne ha più ne metta ci si trovava spesso di fronte a rappresentazioni estreme, dove si andava ad esasperare il concetto di artigianalità contadina, tanto da avere dei gusti omologati e molto simili tra loro, discostandosi quindi da quel concetto di piacevolezza e di rispetto del palato che ritengo sia fondamentale.

Oggigiorno, invece, sono stati fatti passi da gigante e sempre più frequentemente ci troviamo di fronte a sorsi “genuini” ed espressivi, a volte meno immediati nel concedersi, ma poi in grado di emanare un senso di vigore ed un’energia propulsiva che permane a lungo anche dopo l’assaggio.

 

vino naturale

 

E qual è la differenza tra un vino biologico e un vino biodinamico? 

E con questa domanda andiamo ancora più in profondità e ci spostiamo agli anni ’20 del secolo scorso, perché la viticoltura biodinamica nasce dal pensiero spiritualista antroposofico del filosofo austriaco Rudolf Steiner.

Se i principi della pratica biologica si limitano ad intervenire senza l’aiuto della chimica, la biodinamica mette il vigneto al centro di un campo energetico seguendo i cicli cosmici e lunari, e cercando di favorire uno stato di equilibrio, di armonia assoluta e di minuziosa sintonia tra la natura, la terra e l’uomo.

A tutti gli effetti la metodologia biodinamica abbraccia una filosofia di vita che si trasmette attraverso vini biologici ma anche dinamici, ovvero vini dotati di un acceleratore, di una forza vitale e dove il colloquio con il vignaiolo si sintonizza su onde frequenziali.

 

Ho sentito parlare di recente di Vino Libero e di Vino Triple A. Mi spieghi di cosa si tratta? 

La definizione di Vino Libero, venne introdotta da Oscar Farinetti, fondatore di Eataly, per enfatizzare un concetto di “libertà” da regole preesistenti e da certificazioni, tenendo però al centro del significato di vino libero la sostenibilità ambientale ed economica.

I Vini “Triple A” invece sono acronimo di AGRICOLTORI ARTIGIANI e ARTISTI. Soltanto chi lavora in prima persona un vigneto, con metodi e capacità artigianali e con la sensibilità artistica del proprio lavoro e delle proprie idee può generare un grande vino che sappia esaltare i caratteri del territorio a cui appartiene e del vitigno.

 

Grazie Lorena per questa intervista: una rassegna completa e dettagliata di tanti termini che vogliono far emergere l’intento di voler rispettare l’ambiente e l’uomo…

Certo, ma esprimono anche l’esigenza di evitare la standardizzazione dei vini e l’importanza del riconoscimento del loro territorio di origine.

Questo perché il vino è un prodotto della terra trasformato dalla cultura dell’uomo e come tale deve saper rappresentare un prodotto valido, attuale e con profili qualitativi elevati. 

 


Articolo a cura di
 Sara Soliman
redazione@veronawinelove.com

 

Consulta Vinetia: la Guida AIS 2020 ai Vini del Veneto

logo vincita

 

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter di Verona Wine Love e avrai la guida enoturistica di Verona

Iscriviti alla newsletter, clicca qui.

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona.

E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di Verona Wine Love

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale?

Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • foto servizi professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Marketing e Pubblicità:
Nicola Albi
☏   (+39) 349 8058 016

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

12 + 11 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

Nicola +39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Eventi a Verona: cosa fare nel weekend di sabato 22 e domenica 23 febbraio 2020. Tra Carnevale, gastronomia e spettacoli teatrali. Scopri dove andare

Eventi a Verona: cosa fare nel weekend di sabato 22 e domenica 23 febbraio 2020. Tra Carnevale, gastronomia e spettacoli teatrali. Scopri dove andare

Sei in cerca di eventi a Verona per trascorrere il weekend del 22 e 23 febbraio in modo diverso dal solito? In questo articolo puoi trovare diversi appuntamenti interessanti da segnare in agenda.

Se vuoi divertirti con la tua famiglia o i tuoi amici, non puoi mancare alle sfilate di Carnevale a Verona previste per questo fine settimana.

Ma non solo sfilate: in piazza San Zeno (Verona) puoi visitare il Villaggio di Carnevale, dove ti aspettano stand con prodotti tipici, musica live e spettacoli.

Vuoi trascorrere un weekend all’insegna del gusto? Pianura Golosa a Cerea (Verona) è l’evento che fa per te. Due giorni di esposizione con il mercato dei produttori, degustazioni guidate e laboratori del gusto per far conoscere le eccellenze enogastronomiche del territorio.

Se sei un amante del teatro, ti propongo due spettacoli: “Jezabel” al Teatro Nuovo di Verona, pièce tratta dal romanzo omonimo di Irène Némirovsky e, per chi ha bambini, la commedia musicale “La Bella e la Bestia- e la magia dell’amore” al Teatro Camploy di Verona.

Vuoi scoprire qualcosa di più della storia e della cultura di Verona? Non perderti gli eventi del weekend alla Biblioteca Capitolare, una delle più antiche al mondo e tra le più importanti per il suo genere in Europa.

 

biblioteca capitolare Verona

 

Eventi a Verona nel weekend del 22 e 23 febbraio 2020

Questo fine settimana continuano gli appuntamenti dello storico Carnevale veronese.

Domenica 23 febbraio 2020, dalle ore 10, Piazza Bra si anima con la sfilata del Conte del Liston, a cui partecipano le principali maschere del carnevale veronese.

Sempre domenica, alle ore 14, è prevista la rievocazione della cavalcata storica di Tomaso da Vico da Corso Cavour a Piazza San Zeno. Puoi vedere un centinaio di cavalieri provenienti da tutta Italia sfilare per le vie del centro storico.

Per questa occasione sono disposte delle modifiche alla viabilità che puoi trovare a questo sito.

Puoi anche visitare il Villaggio di Carnevale in piazza San Zeno.

Sabato 22 febbraio, il Villaggio apre alle 12 con i piatti della tradizione veronese. Dalle 16, invece, è in programma l’animazione per i più piccoli con Radio Bruno. La giornata prosegue con il concerto di Rudy Smaila presentato da Showgroup.

Domenica 23 febbraio, il Villaggio apre alle 12. Dalle ore 14 vi è la rievocazione della cavalcata di Tommaso da Vico, con partenza dall’Arsenale fino a piazza San Zeno.

È presente anche la mascotte di Gardaland, Prezzemolo, per intrattenere i bambini.

I festeggiamenti della serata sono con Company in action” con Radio Company.

Sempre domenica 23 febbraio, puoi partecipare a “Domenica Caregota”. Si tratta di una celebrazione carnevalesca che ha luogo nel Quartiere Carega, dalle ore 15 alle ore 23.

Ad aprire l’evento, i pagliacci Patata e Spazzola per divertire i bambini.

Dalle 17.30 puoi assistere alla sfilata delle maschere da Piazza Erbe a Corte San Mamaso. Guida il corteo Re Teodorico, la tradizionale maschera del Quartiere Carega.

La sera puoi continuare a festeggiare con musica live. In vari punti del rione, si esibiscono Niù Tennici, Evergreen, Lord Byron e le sue Amiche Ruspe e Mario Cammalleri.

Eventi a Verona sfilate di Carnevale

 

La cucina veronese in tavola con Pianura Golosa a Cerea, sabato 22 e domenica 23 febbraio

Vuoi gustarti i piatti tipici della gastronomia veronese? Allora non puoi perderti Pianura Golosa a Cerea, sabato 22 e domenica 23 febbraio.

Un weekend dedicato alla tradizione e, soprattutto, alla buona cucina.

A Pianura Golosa sono presenti stand dove puoi trovare prodotti genuini e che hanno ottenuto il presidio Slow Food, come la Stortina Veronese e il Broccoletto di Custoza.

Non mancano anche aziende provenienti da tutta Italia, per soddisfare tutti i palati.

Ma non solo: puoi prendere parte a laboratori del gusto, dove verrai guidato da esperti durante la degustazione di eccellenze culinarie, come vino, olio e formaggi.

Sul sito puoi trovare il programma completo della manifestazione.

Pianura Golosa a Cerea

 

Weekend di spettacoli con “Jezabel” al Teatro Nuovo e “La Bella e la Bestia- e la magia dell’amore” al Teatro Camploy

Perché non trascorrere una serata diversa dal solito? Il teatro è un luogo affascinante, con un’atmosfera unica e senza tempo.

Se hai voglia di trascorrere un weekend a teatro, ho due proposte per te.

La prima è “Jezabel” al Teatro Nuovo di Verona, dal 18 al 22 febbraio alle 20.45 e domenica 23 febbraio alle 16.

La vicenda comincia nell’aula di tribunale in cui Gladys, la protagonista, è accusata dell’omicidio del suo giovane amante ventenne. Viene così ripercorsa la storia tormentata e romantica della vita di una donna bellissima che cerca di nascondere la verità sull’accaduto.

La pièce è tratta dal romanzo della scrittrice Irène Némirovsky.

La regia è di Paolo Valerio, con la produzione del Teatro Stabile di Verona e Teatro Stabile di Napoli.

I biglietti sono acquistabili nei seguenti punti:

  • Teatro Nuovo, piazza Viviani 10. 0458006100, dal lunedì al sabato dalle 15.30 alle 20.00
  • Cinema Teatro Alcione, via Verdi 20 in orario di proiezioni. Tel. 0458400848
  • Box Office, via Pallone 16 tel. 0458011154 o al direttamente sul sito
  • Geticket: nei punti vendita selezionati, online o tramite call center al nr. 848002008
  • Sportelli Unicredit, l’elenco degli sportelli abilitati è sul sito di geticket

Il secondo spettacolo che ti suggerisco è “La Bella e la Bestia- e la magia dell’amore” al Teatro Camploy di Verona, sabato 22 febbraio alle 21 e domenica 23 febbraio alle 16.30.

La celebre favola amata da tutti i bambini è raccontata al pubblico in forma di commedia musicale.

La regia è di Valerio Bufacchi, con le canzoni scritte da Gilberto Lamacchi e musicate da Patrizio Baù.

I biglietti sono acquistabili la sera dello spettacolo nella biglietteria del Teatro Camploy.

Jezabel al Teatro Nuovo

Jezabel al Teatro Nuovo (foto di Daily Verona Network)

 

Dopo lo spettacolo, puoi approfittarne per cenare in qualche ristorante tipico. A questo link puoi trovare i ristoranti migliori dove fermarti.

QUI TROVI I LOCALI DOVE MANGIARE, consigliati da GROUPON 

E perché non gustarti un calice di buon vino? A questo link puoi trovare le cantine di Verona e provincia:

SCOPRI LE CANTINE DI VERONA con Verona Wine Love

Se invece vuoi regalarti una vacanza in qualche luogo incantato in Italia o all’estero, puoi approfittare di cosa ti propone il portale sul turismo Weekendesk a cui Verona Wine Love è affiliata.

SOGNI UN VIAGGIO LAST MINUTE DI QUALITA’? SCOPRI LE OCCASIONI DI WEEKENDESK

 

Appuntamenti alla Biblioteca Capitolare di Verona, tra folklore e arte

Se vuoi conoscere il patrimonio culturale di Verona, non mancare alle iniziative promosse dalla Biblioteca Capitolare.

Molar le corde al giubilo” (sabato 22 e domenica 23 febbraio 2020) è l’occasione per scoprire le tradizioni folkloristiche della città scaligera.

L’esposizione si snoda a partire dalle illustrazioni di Giancarlo Zucconelli, realizzate per il volume “Molar le corde al giubilo”. Vi sono rappresentate le tradizioni tipiche di Verona, dal Carnevale al Natale, fino al Palio del Drappo verde.

Accanto alle immagini, antichi manoscritti e stampe raccontano le celebrazioni riportate dai lavori di Zucconelli.

Le visite guidate sono alle 11.30 e alle 16.

L’incontro delle 16 di domenica 23 febbraio è sostituito con “Passeggiata con il Prefetto” alle 15.

Il costo del biglietto è di 10 euro, ma è gratuito fino ai 14 anni.

Sulla pagina della Biblioteca Capitolare dedicata all’evento puoi avere ulteriori informazioni sugli orari e i costi.

Altrimenti puoi partecipare a “Passeggiata con il Prefetto”, domenica 23 febbraio alle ore 15.

In questa visita, guidata dal Prefetto della Biblioteca Capitolare Mons. Bruno Fasani, puoi ammirare i tesori artistici e i manoscritti di una delle più antiche biblioteche al mondo e visitare il Museo Canonicale.

Il costo della visita è di 15 euro, gratuito fino ai 14 anni.

È obbligatoria la prenotazione.

Per ulteriori informazioni, visita la pagina dell’evento.

 

Antiquariato: le mostre fra Verona e provincia

Il Mercatino dell’Antiquariato di Verona si svolge ogni Prima Domenica del mese. Lo trovi in Piazza San Zeno e nelle vie vicine dello storico quartiere scaligero.

Il Mercatino dell’Antiquariato di Soave si svolge ogni Terza Domenica del mese. Lo trovi soprattutto in Corso Vittorio Emanuele, una delle vie principali di Soave.

Il Mercatino dell’Antiquariato di Valeggio sul Mincio si svolge ogni Quarta Domenica del mese, in piazza Carlo Alberto e nelle adiacenti vie del centro storico.

Il Mercatino dell’Antiquariato di Cerea si svolge ogni ultima Domenica del mese.  Lo trovi nell’area espositiva Area Exp di Cerea, con entrata da via Oberdan n.10.

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA: COME ARRIVARE E INFORMAZIONI UTILI

 

Cicloturismo zona Lugana

Da Peschiera del Garda si giunge a Verona attraverso una delle piste ciclabili consigliate da Verona Wine Love

 

Enoturismo a Verona in bicicletta, in moto, auto o a piedi

Sara Soliman, la nostra web reporter specializzata anche in percorsi ed itinerari, ci offre percorsi consigliati da fare in bicicletta, in moto, in auto. E in qualche caso anche a piedi.

La città di Verona e la sua provincia offrono molte occasioni per gustarsi le bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche.

CICLOTURISMO E ITINERARI

ENOTURISMO: PERCORSI CONSIGLIATI

 

I vini e le bellezze della Valpolicella, del lago di Garda e della Lessinia

La Valpolicella, con i suoi Grandi Vini Rossi. Il lago di Garda con i vini Bardolino e Lugana, senza dimenticare il bianco di Custoza.

La Lessinia con i panorami mozzafiato dell’altopiano e le piste innevate, innaffiata dello spumante Lessini Durello.

Senza dimenticare il paesaggio agricolo, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, e le bellezze storiche e artistiche della zona del vino Soave.

Consulta le guide di Verona Wine Love per questi splendidi territori. E per gli altri splendidi posti della provincia scaligera.

VINI E TERRITORI: VALPOLICELLA, LAGO DI GARDA, LESSINIA E LE ALTRE ZONE

 

 

Eventi Verona: il fine settimana e le feste al ristorante

SCOPRI IL RISTORANTE O LA TRATTORIA PROPOSTI DA GROUPON 

Infine, ecco gli APPUNTAMENTI CON VINO & GASTRONOMIA A VERONA E IN ITALIA selezionati con cura da Verona Wine Love.

E se vuoi conoscere tutti gli appuntamenti sulla Città di Romeo e Giulietta, spettacoli e cultura inclusi, leggi la pagina del Comune di Verona dedicata agli EVENTI A VERONA

Su viabilità, trasporti, parcheggi puoi leggere la pagina Come arrivare a Verona

Hai così modo di apprezzare, con questo articolo degli Eventi Verona curato dalla redazione di Verona Wine Love, cosa ti offre la Città dell’Amore.

E di leggere cosa ti offre la provincia scaligera, ricca di tradizioni enogastronomiche, di luoghi a contatto con la natura, di percorsi cicloturistici e di cultura.

 

 

Articolo a cura di Zara Rubes
redazione@veronawinelove.com

*****
Il testo contiene link pubblicitari

Qui puoi leggere gli altri articoli del Magazine VERONA WINE LOVE

 

Ti è piaciuto l’articolo?

 

Iscriviti alla newsletter di Verona Wine Love e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Iscriviti alla newsletter, clicca qui.

Enoturismo - Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona - 2019

Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona – 2019. Iscriviti alla newsletter e lo riceverai in omaggio

 

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di Verona Wine Love

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Redazione e servizi di Comunicazione digitale:
Nicola
☏   +393498058016

—————–

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona TwitterPinterest

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

13 + 15 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Parco Giardino Sigurtà stagione 2020: si parte con la Corsa di Primavera – Rock Edition il 15 marzo. Leggi l’articolo con il programma

Parco Giardino Sigurtà stagione 2020: si parte con la Corsa di Primavera – Rock Edition il 15 marzo. Leggi l’articolo con il programma

Il Parco Giardino Sigurtà inaugura l’inizio della bella stagione con la celebre Corsa di Primavera, quest’anno declinata in tema rock and roll. L’appuntamento è da segnare per domenica 15 marzo 2020, dalle ore 10 alle 13.

Il Parco riapre venerdì 7 marzo 2020, dopo la pausa invernale.

La programmazione stagionale è ricca di appuntamenti per soddisfare gli interessi di tutti: dalle famiglie con bambini piccoli, agli amanti della musica fino a sportivi che vogliono allenarsi nella natura.

Il tutto nella splendida cornice del Parco Giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio (Verona), vincitore di numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali, come il premio Parco Più Bello d’Italia nel 2013 e il World Tulip Award 2019 per la migliore fioritura di tulipani.

 

Parco Giardino Sigurtà: Corsa di Primavera- Rock Edition domenica 15 marzo 2020

Anche quest’anno il Parco Giardino Sigurtà celebra l’arrivo della bella stagione con la Corsa di Primavera, oramai giunta alla quinta edizione.

L’appuntamento è previsto per domenica 15 marzo 2020, dalle ore 10 alle 13.

Le iscrizioni online sono aperte fino al 14 marzo, ma è possibile iscriversi presso la biglietteria fino al 15 marzo.

Che tu sia uno sportivo o meno non importa. Infatti, la corsa è aperta a chiunque, dai più grandi ai piccini e alle comitive.

È possibile scegliere tra tre percorsi diversi: da 2,5 km, da 6 km (all’interno del Parco) mentre quello da 10 km si sviluppa nelle campagne limitrofe esterne al giardino.

È un’ottima occasione per ammirare le bellezze naturali del Parco, premiato nel 2015 come Secondo Parco Più Bello d’Europa, e scoprire le meraviglie paesaggistiche di Valeggio sul Mincio.

Il tutto accompagnato da una colonna sonora in pieno stile rock’n’roll.

Inoltre, è previsto un pacco gara per i primi 6000 iscritti, ritirabile tutti i giorni a partire dal 7 marzo dalle ore 13 alle 16 presso la biglietteria del Parco oppure domenica 15 marzo dalle 8 nel punto di accoglienza all’interno del Parco.

È un pacco ricco, grazie alla partecipazione di partner che sostengono e promuovono uno stile di vita salutare e il contatto con la natura.

Oltre alla t-shirt tecnica, ci saranno le sfogliatine del forno Bonomi, patatine vegane di legumi offerte dall’azienda Valledoro, succhi all’arancia di Sterilgarda e integratori Phytogarda.

Ad animare la quinta edizione della Corsa di Primavera c’è Radio Pico, una delle emittenti più conosciute nel nord Italia.

Per ulteriori informazioni, visita la pagina del Parco Giardino Sigurtà dedicato alla manifestazione.

Ti lascio anche un articolo dove puoi trovare qualche informazione interessante sulla storia di Valeggio sul Mincio e cosa vedere.

E se hai l’occasione di fermarti per un po’ e visitare anche Verona, ti lascio un’utile link con la guida alla città: GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

Parco giardino Sigurtà (Valeggio sul Mincio)

 

Gli eventi del 2020 al Parco Giardino Sigurtà

Sono numerosi gli appuntamenti da segnare in agenda per la stagione 2020.

Si comincia con l’evento Omaggio alle donne sabato 7 e domenica 8 marzo. Tutte le visitatrici hanno diritto all’ingresso gratuito, mentre gli uomini accompagnati da una donna hanno diritto ad uno sconto sul biglietto.

Si prosegue con la Corsa di Primavera- Rock Edition domenica 15 marzo 2020, un evento podistico non competitivo che permette ai visitatori di godere delle bellezze naturali al ritmo di rock’n’roll.

Poi, domenica 29 marzo 2020, c’è Giochi Antichi, una giornata dedicata alla scoperta dei giochi di una volta che hanno segnato la generazione dei nostri nonni.

Per celebrare le festività pasquali, il Parco ha previsto una Caccia alle uova di Pasqua per sabato 11 aprile. Bambini e genitori possono divertirsi con una caccia alle uova disseminate per tutto il parco.

Da segnare sul calendario è Buskers Park, fissato per domenica 24 maggio 2020. Artisti di strada animano il parco con musica, show e giochi di magia.

Domenica 7 giugno 2020, invece, è dedicata ai più piccoli con la Giornata dei bambini, con giochi, animazioni e occasioni di svago per i bambini.

Anche i salutisti sono accontentati: torna il ciclo di appuntamenti dedicati al benessere. Il 3-10-17-24 giugno e l’1 e l’8 luglio sono dedicati allo Yoga, mentre il 4 e 18 giugno e il 2 luglio sono riservati alle lezioni di ginnastica dolce.

L’inizio dell’estate si festeggia con Pecoratosando, domenica 21 giugno 2020. Una giornata dedicata alla scoperta della tosatura delle pecore nella fattoria all’interno del Parco.

Gli amanti del vintage non possono mancare domenica 28 giugno 2020 al Vintage Garden. Musica e look datati faranno rivivere la magia degli anni passati.

Lunedì 10 agosto non potete perdere il tradizionale concerto Stelle della Lirica. Artisti internazionali propongono le arie più conosciute nella splendida cornice del parco.

Sabato 5 e domenica 6 settembre torna Magico Mondo del Cosplay, l’appuntamento più colorato della stagione dedicato ai cartoon e alle favole, con musica, giochi e sfilate in costume.

I nostalgici delle atmosfere romantiche d’epoca devono appuntarsi Viaggio nel tempo, fissato per domenica 20 settembre 2020. Carrozze trainate da cavalli per i romantici viali del parco trasporteranno i visitatori nell’800.

La Corsa di Halloween, organizzata per domenica 25 ottobre, è la novità del 2020. Potrai correre tra i grandi viali immerso in un’atmosfera spettrale.

Mentre domenica 1 novembre 2020 si celebra Halloween con laboratori creativi, musica e giochi.

Infine, domenica 8 novembre 2020 è dedicata alla chiusura stagionale del parco. Sono previste due visite guidate gratuite per ammirare il classico foliage autunnale.

Parco Giardino Sigurtà

 

Parco Giardino Sigurtà: informazioni utili su come arrivare

Il Parco Sigurtà si trova nel comune di Valeggio sul Mincio.

La località di Valeggio sul Mincio può essere raggiunta da una delle piste ciclabili:

  • Mozzecane – Custoza – Sommacampagna – Valeggio sul Mincio;
  • Valeggio sul Mincio – Peschiera alternativa
  • Mantova – Peschiera del Garda
  • Salionze – Sommmacampagna – Salionze
  • Manerba – Mantova – Governolo (1°tappa del Manerba – Venezia)
  • Verona – Basso Garda: colline moreniche (anello)
  • Rolo – Peschiera
  • Salionze – Valeggio
  • Brescia – Peschiera – Mantova
  • Volta Mantovana: giro nella valle del Mincio
  • Sommacampagna: giro Dei colli
  • San Giovanni Lupatoto – Borghetto Verona Ciclabile le risorgive

 

Per chi viaggia in autobus sono due le linee di autobus extraurbani collegano Valeggio con:

  • Verona: ATV linea 160; capolinea alla stazione FS di Verona Porta Nuova, solo giorni feriali;
  • Mantova e Peschiera del Garda: APAM linea 46; anche festivi. Il biglietto si acquista nelle tabaccherie o sul bus.

Per informazioni visita i siti: www.atv.verona.it e www.apam.it

 

Per quanto riguarda il treno, dalla stazione di Verona Porta Nuova proseguire con autobus ATV, linea Verona-Valeggio sul Mincio. Dalla stazione di Peschiera del Garda proseguire con autobus APAM, linea Peschiera-Mantova.

 

Per chi viaggia in auto:

  • Autostrada A4, uscita Peschiera del Garda, 8 km in direzione Valeggio sul Mincio;
  • Autostrada A22, uscita Nogarole Rocca, direzione Valeggio sul Mincio all’uscita Affi Lago di Garda Sud, direzione Parchi del Garda.

Due i parcheggi liberi: in Piazza della Repubblica e Piazzale Europa e altri nelle vicinanze di Borghetto.

Il centro di Valeggio sul Mincio è a traffico limitato. Le auto con contrassegno disabile possono parcheggiare anche nella ZTL, negli spazi riservati.

 

Per chi viaggia in camper:

  • nella vicina Borghetto ci sono piazzole attrezzate con servizi al Camper Parking Visconteo.
  • per chi cerca solo un’area di sosta, ma non vuole perdersi lo splendido panorama, in via Michelangelo Buonarroti si trova il Parcheggio Virgilio, con spazi anche per auto e pullman.

 

Per chi arriva in aereo: Valeggio sul Mincio dista solo 13 km dall’Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca.

Per raggiungere Valeggio seguire le indicazioni per Villafranca e poi per Valeggio sul Mincio.

Articolo a cura di Zara Rubes
redazione@veronawinelove.com

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter di VERONA WINE LOVE: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Enoturismo - Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona - 2019

Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona – 2019. Iscriviti alla newsletter e lo riceverai in omaggio

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E così scopri anche i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE per comunicare la tua azienda o professione

 

 

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

Visita Verona, città del Vino e dell’Amore: informazioni utili

 

Eccoti i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

VINI E TERRITORI: GUIDA AI VINI E ALLA PROVINCIA SCALIGERA

 

Alloggiare a Verona, Soave, Valpolicella, sul lago di Garda e Lessinia

 

Se stai cercando un hotel ti proponiamo BOOKING il servizio di ricerca e prenotazione hotel con le sue offerte esclusive e le opinioni dei clienti che hanno davvero alloggiato negli alberghi recensiti.

Abbiamo scelto, come Verona Wine Love, l’affiliazione con Booking perché crediamo che sia importante poter leggere le opinioni di chi è stato in un albergo prima di alloggiarvi.

Ci teniamo a proporti Booking per farti un servizio. E per trasparenza ti citiamo il nostro programma di affiliazione, perché detestiamo le pubblicità occulte. E ancor più quelle ingannevoli.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA E NELLA SUA PROVINCIA

—————

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

6 + 4 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Verona Minor Hierusalem: appuntamento sabato 15 febbraio 2020 con un itinerario alla scoperta dell’architettura e del genio di Michele Sanmicheli

Verona Minor Hierusalem: appuntamento sabato 15 febbraio 2020 con un itinerario alla scoperta dell’architettura e del genio di Michele Sanmicheli

Verona Minor Hierusalem: il primo itinerario del 2020, in programma per il 15 febbraio, è un percorso sulla Sinistra Adige dedicato al grande architetto del Cinquecento Michele Sanmicheli.

Sanmicheli, artista e architetto, ha lasciato la sua impronta su diverse chiese degli itinerari Rinascere dall’Acqua e Rinascere dal Cielo, due degli itinerari tematici offerti dalla fondazione Verona Minor Hierusalem.

 

Verona Minor Hierusalem percorsi nella fede

Verona Minor Hierusalem percorsi nella fede (foto Veronasera)

 

Verona Minor Hierusalem: itinerario del 15 febbraio 2020

L’appuntamento di sabato 15 febbraio, nel pomeriggio, prevede una passeggiata in 5 tappe.

A guida del percorso il professor Davide Adami, storico dell’arte e guida turistica, grazie al quale sarà possibile accedere e ammirare da vicino un nucleo di opere di Michele Sanmicheli, non facilmente accessibili, dalla cupola al campanile.

Il percorso inizia da San Giorgio in Braida, dove i partecipanti possono scoprire le origini del campanile e della maestosa cupola rinascimentale e del rosone pavimentale al centro del transetto.

 

Verona Minor Hierusalem

Verona: San Giorgio in Braida. Cupola e campanile (foto di Flavio Salà)

 

Il cammino prosegue poi verso Santa Maria in Organo, alla scoperta della facciata progettata dall’architetto veronese Sanmicheli.

Entati in Veronetta si giunge nel vicolo cieco Pozza, dove si trova il portale originale della casa sanmicheliana, che sorgeva in via Bistranova e oggi scomparsa.

Si prosegue in direzione Lungadige Porta Vittoria fino al Palazzo Pompei, capolavoro di edilizia civile di Sanmicheli e oggi sede del Museo di Storia Naturale.

Il percorso termina con la visita alla chiesa di San Tomaso Cantuariense, dove riposano le spoglie dell’architetto.

Qui si trova il monumento funerario a lui dedicato, realizzato da Ugo Zannoni (scultore italiano di fine Ottocento).

 

Verona Minor Hierusalem percorsi nella fede

Verona Minor Hierusalem, percorsi nella fede (foto Veronasera)

L’evento è rivolto alla cittaddinanza e ai turisti e la partecipazione è su offerta libera previa iscrizione al sito www.veronaminorhierusalem.it

 

Verona Minor Hierusalem: il progetto e la fondazione

Il Progetto Verona Minor Hierusalem “Una città da valorizzare assieme” è stato inaugurato il 25 novembre 2016.

Nel Medioevo alcune chiese della nostra città furono parte di un piano urbanistico che si voleva parallelo ad alcuni luoghi della Terra Santa.

La visione di una commistione tra Verona e la Terra Santa, ossia la sovrapposizione intenzionale di città del cielo e città simbolo di quella celeste, Gerusalemme, suggerisce come valorizzare i beni religiosi e culturali secondo uno stile di coinvolgimento cittadino.

Una città da valorizzare assieme è lo spirito del Progetto che mira perciò a coinvolgere i cittadini, le Istituzioni e gli Enti rappresentativi della città.

Per volere della Diocesi al Progetto è stata attribuita la forma giuridica di Fondazione di diritto privato, riconosciuta dalla Regione Veneto il 16/01/2019.

 

Michele Sanmicheli e Verona Minor Hierusalem

La figura dell’architetto e urbanista cinquecentesco Michele Sanmicheli è legata con Verona Minor Hierusalem per due aspetti.

Il primo è la presenza diffusa in tutti e tre gli itinerari del progetto delle opere sanmicheliane, il secondo è la condivisione di una visione profetica e ideale della città.

 

Verona Minor Hierusalem percorsi nella fede

Verona Minor Hierusalem: itinerario Rinascere dall’acqua

 

Lungo i tre percorsi (Rinascere dall’Acqua, Rinascere dal Cielo e Rinascere dalla Terra) si apprezzano le diverse declinazioni del linguaggio sanmicheliano attraverso l’edilizia sacra e i palazzi privati.

Nel percorso Rinascere dall’Acqua troviamo Sanmicheli nelle Chiese di San Giorgio in Braida e Santa Maria in Organo.

Nel percorso Rinascere dal Cielo possiamo apprezzare, attraverso il recupero del portale della casa del Sanmicheli, la sua sensibilità verso l’ambiente.

Un terzo percorso, Rinascere dalla Terra, vede la presenza delle opere sanmicheliane nel Palazzo Canossa e Bevilacqua, splendida rilettura dell’eredità rinascimentale e classica.

Con la visione di Sanmicheli, che accomuna bene e bellezza, l’identità della città di Verona proietta la sua architettura verso il futuro.

 

 

Scopri Verona con la guida di VeronaWineLove

Leggi anche: Verona in un giorno: cosa vedere e dove andare

 

Articolo a cura di Sara Soliman
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Foto di copertina: sito della Fondazione Verona Minor Hierusalem

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

 

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona TwitterPinterest

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

3 + 7 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Un incidente in falesia ci porta via Mauro Magagna. La redazione di “Verona Wine Love” vicina alla famiglia di Mauro

Un incidente in falesia ci porta via Mauro Magagna. La redazione di “Verona Wine Love” vicina alla famiglia di Mauro

Una triste notizia ha sconvolto la giornata della redazione del Magazine “Verona Wine Love”. Il nostro collaboratore, il fotografo professionista Mauro Magagna di Colognola ai Colli (Verona), mentre arrampicava oggi nella falesia di Ceredo (Sant’Anna d’Alfaedo, Verona) è precipitato ed ha perso la vita.

Per cause ancora in fase di accertamento, la corda che lo sosteneva mentre si calava dalla parete si è sfilata dal moschettone di sosta.

Fatale è stata la caduta, da un’altezza di circa 20 mt., che non ha lasciato scampo a Mauro.

 

Fotografo

Il fotografo professionista Mauro Magagna

 

La sua storia: la passione per la fotografia e l’arrampicata

Gli inizi della carriera professionale di Mauro Magagna risalgono agli anni ’70. La sua prima macchina fotografica regalata da uno zio era “una vecchia e mitica Canon Ftb”, come amava raccontare Mauro.

Fu il primo passo per avvicinarsi a quella che sarebbe stata la sua professione e, soprattutto, passione.

 

Verona turistica con percorsi e itinerari

Il Ponte Pietra a Verona, foto di Mauro Magagna

 

I punti di partenza per apprendere tecniche e concetti, Mauro li trova studiando i grandi maestri della fotografia. Anche i grandi pittori dell’impressionistmo furono ispiratori di scatti memorabili.

William Turner è uno di questi e viene spesso richiamato da Magagna nelle sue fotografie di paesaggi, nei fari di Saint Malo (Francia) e negli spazi montani con citazioni quali: “La mia attività è dipingere ciò che vedo, non quello che so che c’è” (cit. William Turner).

 

Fotografo Mauro Magagna

La Lessinia, foto di Mauro Magagna

 

Le sue foto sono state pubblicate su testate italiane quali Gulliver, Oasis e Airone. Mauro vanta collaborazioni come Art director di aziende e marchi famosi.

La foto pubblicitaria è un altro aspetto della sua professione e lo vede impegnato con aziende di vini, panettoni, acque minerali, abbigliamento, supermercati, cartiere e agenzie di viaggi.

 

Vini Valpolicella - appassimento delle uve

Appassimento uva della Valpolicella (Verona), foto di Mauro Magagna

 

Il suo spirito avventuroso, che si manifesta poi con l’arrampicata, lo porta a viaggiare e fare svariati tour: dalle foreste del Borneo al Sudafrica, dal Canada agli Stati Uniti, Australia e in Europa. I suoi reportage trovano così visibilità in diverse mostre a Verona e provincia.

Mauro ha realizzato photo workshop tematici per Unpaalleled Sounth African Tours e ne diviene Official Advisor.

Per 6 anni ha insegnato fotografia digitale e fotoritocco ai corsi tenuti dal Centro Internazionale di fotografia scavi scaligeri di Verona.

Dirigeva, inoltre, dei corsi di fotografia e fotoritocco alla School of Arts di Colognola ai Colli (VR).

 

Verona e il Lago di Garda

Il Lago di Garda, foto di Mauro Magagna

 

Nel 2014 Mauro partecipa, con le sue foto, alla creazione di un calendario necessario alla raccolta di fondi per tracciare la falesia di Ceredo “Falconi”, alle pendici dei Monti Lessini (Verona).

È qui che prosegue la sua esperienza di climber con arrampicatori quali Franceso “Chicco” Fonte Basso e altri amici.

Mauro è diventato, da poco, anche Ambassador della SunwayFoto, casa mondiale produttrice di accessori professionali per fotografi.

 

Le sue parole

Diffida sempre di chi dice di possedere la verità assoluta.
Dei guru.
Di ciò che crede la maggior parte della gente.
Dei condizionamenti imposti dagli altri (società, religione, ecc).
La vita è una ed è la tua.


Mauro Magagna

 

Lessinia a piedi e in bicicletta

Orchis o Scarpetta di venere, foto di Mauro Magagna

 

Mauro e il progetto “Verona Wine Love”

Mauro è parte integrante del progetto del Magazine “Verona Wine Love” fin dagli esordi. Ha contribuito, con i suoi scatti sulla città di Verona, della Lessina e del Lago di Garda, alla messa online del portale con scatti d’autore.

Fin da subito Mauro ci ha dimostrato quanto il punto di osservazione, la tecnica e l’estro creativo, dettati dalla sua lunga esperienza sul campo, siano fattori indispensabili per creare una fotografia d’impatto.

 

fotografia

Lago di Garda, foto di Mauro Magagna

 

Dal carattere solare e con una disponibilità a mettersi sempre in gioco, Mauro ci lascia un grande vuoto.

Con la sua fervida immaginazione e la costante analisi dei diversi punti di vista, Mauro ci ha insegnato che l’introspezione è un efficace metodo di porsi nei confronti degli eventi e della mutevolezza temporale.

> Mauro Magagna, fotografo e art director: il suo profilo sul portale “Verona Wine Love”

 

Fotografo Mauro Magagna

Foto di Mauro Magagna

 

Ricordiamo il suo spirito errante che lo ha portato a fotografare la natura delle foreste del sud Africa.

“Il principio di avventura mi permette di fare esistere la Fotografia. Viceversa, senza avventura, niente foto”. (cit. Roland Barthes)

La redazione si stringe vicino alla moglie Roberta, alla figlia Amanda e a tutti i familiari di Mauro.

“Non dimenticherò il tuo sguardo, beffardo e pieno di istrionica ironia, che lanciavi quanto ti intrattenevi nello scrutare il mondo. Vola in alto e tocca il cielo con i colori, le forme e le parore che più ti ispirano”.

Buon viaggio Mauro.

Articolo a cura di Nicola Albi

La redazione di “Verona Wine Love”
Maurizio Corte
Nicola Albi
Sara Soliman

 

Serie di scatti di Mauro Magagna

Show Buttons
Nascondi