Lago di Garda: in bicicletta da Bardolino, la terra del vino Chiaretto, ai forti di Rivoli Veronese

Lago di Garda: in bicicletta da Bardolino, la terra del vino Chiaretto, ai forti di Rivoli Veronese

Verona-Wine-Enoturismo-vino

Bardolino è uno dei comuni più belli della sponda veronese del lago di Garda. Un posto ideale per una vacanza o un fine settimana.

Arte, storia, percorsi naturalistici o sportivi: Bardolino offre tutto quello che si può desiderare in vacanza.

Se sei un appassionato di cicloturismo, ti consigliamo un bel percorso da fare in bicicletta, che ti condurrà da Bardolino in Valdadige al Forte dei Rivoli.

Il percorso si snoda per la quasi totalità su strada asfaltata, ma tocca anche strade bianche e comprende qualche salita impegnativa. Necessario quindi un buon allenamento e una bicicletta adeguata.

Cicloturismo: da Bardolino ai Forti di Rivoli Veronese

Si parte da Bardolino e ci si dirige verso Garda: i primi 3 km sono una piacevole pedalata lungo la costa, sulla pista ciclo-pedonale lontana dal traffico.

Passata la chiesa di Santa Maria Assunta di Garda, si imbocca una stradina sulla destra che inizia a salire.

Si continua su via San Bernardo e qui si affronta un tratto sterrato che, in direzione di Costermano, diventa abbastanza impegnativo.

L’itinerario è ben segnalato da cartelli dedicati. Passato il centro di Costermano, si prende il sentiero della Valle dei Mulini.

Prima di arrivare a Castion Veronese, bisognerà affrontare un’altra breve ma impegnativa salita.

Qui sorge Villa Pellegrini Cipolla, del ‘700. Si prosegue verso i borghi di San Verolo e Pesina, dove la strada diventa meno difficile. Da qui, in poco tempo, si arriva a Caprino Veronese.

In prossimità del cimitero del paese parte una piacevole pista ciclabile che porta al borgo di Ceredello.

Si è ormai vicini a Rivoli Veronese, dove ci attende una vista spettacolare sui vecchi forti austriaci.

Da Rivoli ci si porta in breve sulla pista ciclabile che conduce ad Affi, ai piedi del Monte Moscal, passando nei pressi della Chiesetta di San Fermo e Rustico, del XII secolo, prima di iniziare la ripida discesa che ci riporta a Bardolino.

 

Guida Turistica Terra dei Forti, Forte di Rivoli

Forte di Rivoli, si trova in Valdadige

Bardolino, terra del lago di Garda adatta a passeggiate a piedi, in bici e all’enoturismo

Bardolino è un luogo ideale per passeggiate lungo il lago e per giri a piedi sulle colline della zona.

Il comune è noto per i vini Bardolino, a cominciare dal Chiaretto Bardolino.

Il Chiaretto Bardolino è il “vino rosa” dell’estate, che ben si abbina ai piatti freddi, agli aperitivi e a piatti a base di pesce. Ma anche a una pasta pomodoro e basilico o alla pizza.

Vino Chiaretto Lago di Garda

Un calice di Bardolino Chiaretto

 

Lago di Garda: percorsi in bicicletta

Qui trovi intanto un articolo dal nostro Blog su alcune piste ciclabili del lago di Garda: IN BICICLETTA SUL LAGO DI GARDA

Eccoti di seguito una serie di link alle pagine di Verona Wine Love.com, con informazioni utili per arrivare a Bardolino e per gustarti i suoi vini di alta qualità.

IL LAGO DI GARDA: GUIDA AI PERCORSI 

COME RAGGIUNGERE VERONA E IL LAGO DI GARDA CON I MEZZI PUBBLICI

CICLOTURISMO SUL LAGO DI GARDA

CAMMINATE SUL LAGO DI GARDA

 

Team Verona Wine Love

Foto di copertina di Francesco Trentini di AllMost MTB

———————————————

Segui VeronaWineLove.com sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedIn

RIPRODUZIONE RISERVATA  © Copyright VeronaWineLove.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

15 + 6 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

veronawinelove@gmail.com

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.

Bardolino con Gusto: il nuovo evento sul Lago di Garda dall’1 al 4 ottobre 2020

Bardolino con Gusto: il nuovo evento sul Lago di Garda dall’1 al 4 ottobre 2020

Bardolino con Gusto è il nuovo appuntamento col vino sul lago di Garda.

Per gli appassionati di wine & food dall’1 al 4 ottobre è possibile degustare il vino Bardolino e il meglio della gastronomia della tradizione gardesana nella splendida cornice di Parco Carrara Bottagisio e del Lungolago Cornicello.

Alla manifestazione si potrà accedere solo su prenotazione acquistando il biglietto di ingresso.

 

Bardolino con Gusto: 1-4 ottobre 2020

La manifestazione ospiterà 16 point dedicati alla gastronomia locale con altrettanti menù, più di 60 etichette vinicole di Bardolino Doc e Chiaretto di Bardolino e numerosi appuntamenti live.

 

Locandina evento Bardolino

 

Il Sindaco Lauro Sabaini ha commentato: «Nel rispetto delle regole e mettendo in atto tutte le precauzioni sanitarie del caso, rimettiamo Bardolino al centro dell’attenzione.

Diamo un segnale importante non solo di ripartenza, ma anche di poter modulare l’offerta di manifestazioni su un target diverso da quello a cui eravamo abituati, ponendo più l’attenzione sulla qualità che sulla quantità di visitatori che il paese può sostenere».

 

Bardolino con Gusto: le regole per la sicurezza

Organizzato dalla Fondazione Bardolino Top in collaborazione con il Comune di Bardolino, Bardolino con Gusto prevede una capienza massima di 1000 persone per ogni fascia oraria.

Si potrà entrare all’interno della zona riservata solo con biglietto e previa prenotazione nelle seguenti fasce orarie:

  • dalle 11 e rimanere fino alle 16;
  • dalle 18 e fino alle 23.

Il biglietto si acquista sui canali online www.eventbrite.it o www.bardolinotop.it.

Il costo del ticket, di 7 euro, prevede l’ingresso all’evento, musica live, bicchiere da degustazione in vetro e tasca porta bicchiere.

Saranno garantiti posti a sedere e tavoli per tutti i partecipanti, assicurando anche la distanza di sicurezza.

Ha spiegato Ivan De Beni, presidente della Fondazione Bardolino Top: «Organizzare eventi in questo periodo è molto complicato, ma dall’altra parte non è nemmeno impossibile . In ogni caso dare la possibilità alle nostre strutture ricettive di allungare questa stagione difficile è un nostro dovere e dobbiamo cercare di farlo attraverso questi eventi che possono essere di grande appeal per il turista e che comunque possono essere facilmente controllati e messi in sicurezza».

Inoltre ogni partecipante verrà termo scansionato all’ingresso e saranno previsti due diversi accessi per l’entrata e l’uscita.

Saranno posizionati numerosi punti di disinfezione delle mani, così come verranno sanificati tavoli e panche ad ogni cambio turno.

«Sarà sicuramente un modo diverso di vivere l’esperienza enogastronomica bardolinese di piazza – ha proseguito Ivan De Beni – ma questa diversità è anche un arricchimento dell’offerta di intrattenimento che possiamo garantire, coniugando sicurezza e attività all’aria aperta».

 

Enogastronomia della tradizione lacustre e veronese

Tra i piatti che si potranno degustare all’interno di Bardolino con Gusto non mancheranno pietanze a base di pesce di lago, prodotti della tradizione veronese e altre decine di proposte legate al territorio.

Il tutto accompagnato dal vino rosso Bardolino Doc e il Chiaretto di Bardolino con un’ «offerta musicale all’altezza della location» ha spiegato Carlotta Bonuzzi, consigliere comunale con delega alle manifestazioni.

Appuntamento, dunque, dall’1 al 4 ottobre a Bardolino.

Programma, ulteriori informazioni e prevendita su www.bardolinotop.it.

 

 

Vista su Bardolino

Vista sul lungolago di Bardolino (Foto di europlan.it)

 

SCOPRI IL LAGO DI GARDA CON VERONA WINE LOVE.COM

SCOPRI LE CANTINE DEL VINO BARDOLINO

 

Leggi anche:

 

Articolo a cura di Nicola Albi
info@veronawinelove.com

*****

—————-

Segui VeronaWineLove.com sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedIn

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove.com

Spazio Commerciale

Desideri fare pubblicità alla tua attività sul sito di VeronaWineLove.com?

Contatta Nicola al 349 8058016 oppure scrivi a info@veronawinelove.com

 

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

7 + 2 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

veronawinelove@gmail.com

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.

Cicloturismo sul lago di Garda. In bicicletta da Bardolino a Rocca del Garda, Punta San Vigilio e Garda

Cicloturismo sul lago di Garda. In bicicletta da Bardolino a Rocca del Garda, Punta San Vigilio e Garda

Cicloturismo, il Lago di Garda si presta a numerosi percorsi da fare in bicicletta: tra piste ciclabili, strade di campagna, percorsi tra i colli e tratti di strada statale è sempre molto frequentato dagli amanti delle due ruote.

Oggi ti propongo uno splendido giro circolare sulla sponda veronese del Lago di Garda. 

Partendo da Bardolino attraverseremo alcune delle zone più note e più panoramiche del Lago di Garda: La Rocca di Garda, Marciaga, Punta San Vigilio.

I km da percorrere sono 18 e, poiché questo itinerario presenta dislivelli accentuati e ripide discese, serve un minimo di allenamento.

Attraverseremo molti angoli suggestivi che meritano una sosta, per cui il percorso potrebbe occuparti l’intera giornata.

 

Bike tour sul Lago di Garda

Cicloturismo sul lago di Garda: scorci panoramici sul golfo del Garda. Foto di Fabio Trentini (Allmost MTB)

 

Cicloturismo. Prima tappa in bicicletta: Bardolino – Rocca di Garda

Partiamo dal parcheggio situato a nord di Bardolino e ci dirigiamo verso il paese di Bardolino. Dopo 50 m, all’incrocio con una strada secondaria, imbocchiamo la sinistra la salita per Albarè.

La strada asfaltata è abbastanza trafficata ma è l’unica che ci porta alla Rocca.

Seguendo le indicazioni “strada dell’Eremo-strada Costa di Vallonga” arriviamo, in circa 700 m e con un leggero dislivello, al bivio dell’Eremo, in una strada bianca costeggiata da cipressi.

L’eremo è visitabile su prenotazione.

A destra della croce la strada prosegue nel bosco. Dopo circa 300 m si arriva a una congiunzione di strade: la strada che ci porta alla rocca è fronte a noi. 

Inizia ora un tratto difficile che ci porterà al punto panoramico sul golfo del Garda e su Bardolino. La vista qui è magnifica e una sosta è d’obbligo.

 

Seconda tappa in bicicletta: discesa verso Garda e entroterra gardesano

Risaliamo in sella e, all’incrocio, prendiamo la strada a sinistra verso il paese di Garda.

È una stradina scoscesa che scende nel bosco. Mi raccomando, i freni devono essere perfetti!

Nell’ultimo tratto la strada diventa prima di terra battuta e poi asfaltata fino all’incrocio per Garda.

Qui prendiamo la destra, verso l’entroterra gardesano, e continuiamo per 700 m.

Al nuovo incrocio andiamo a sinistra, in Via dell’Uva. Continuiamo per altri 900 m circa in una strada piena di curve fino a incontrare la strada per Costermano.

Proseguiamo passando il ponte su un torrente e ci dirigiamo a destra verso la Valle dei Mulini (Valtesina).

 

Valle dei Molini - Lago di Garda

Cicloturismo sul lago di Garda: addentrandoci nella Valle dei Molini passiamo vicino ad alcuni vecchi mulini ancora oggi visibili. Le acque del torrente alimentavano le pale che servivano a macinare il grano 

 

È una vallata molto suggestiva: le acque del torrente venivano usate in passato dai numerosi mulini come forza motrice e sono ancora visibili alcune costruzioni con la ruota del mulino.

Continuiamo a pedalare in questa splendida e fresca valle. Verso la fine, quando incrociamo un bivio, prendiamo la sinistra fino a raggiungere un ponte sul torrente.

Passato il ponte saliamo per 300 m. per immetterci in una strada asfaltata che a sinistra dopo altri 200 m. porta a un gruppo di case. All’incrocio riprendiamo la strada bianca e al successivo incrocio svoltiamo a destra. 

Continuiamo a pedalare e passiamo accanto a un maneggio e ai campi da golf fino ad arrivare alla chiesa della Madonna del Soccorso.

Prendiamo la sinistra in direzione Marciaga (è la strada che porta a Garda) e, all’incrocio per Albisano (dopo circa 300 m) svoltiamo a destra. 

A Marciaga costeggiamo distese di ulivi e in 600 m arriviamo a un punto panoramico che merita una seconda sosta.

Ammiriamo di fronte a noi il blu delle acque del lago, sulla sinistra la rocca del Garda e a destra la rocca su San Vigilio, nostra prossima meta.

Punta San Vigilio, Lago di Garda

Punta San Vigilio, Torri del Benaco. Benché la dimora sia privata e dunque sia chiusa ai turisti, il passaggio che dalla strada giunge alla riva del Lago è aperto. Foto Bussolengo.net

 

Iniziamo così la discesa di 600 m nel bosco, sulla strada asfaltata che si immette sulla via che porta da Garda ad Albisano.

Altri 500 m di leggera salita e raggiungiamo località Le Scaie (a sinistra la strada per il Monte Luppia) e poi località Le Sorte.

Qui la strada diventa sterrata e passa prima tra gli ulivi e poi nel bosco.

Dopo 700 m, in località Murette, scendiamo verso destra e poi ancora a destra raggiungendo località Ca’ Bianca e la Villa sul Lago.

A destra vi è una stradina che scende nel bosco, percorribile solo in parte in bicicletta. 

 

Terza tappa in bicicletta: Rocca di Punta San Vigilio – Bardolino

Continuiamo la discesa in direzione Garda e ci immettiamo in una strada di ciottoli.

Arriviamo a breve sul bordo di un dirupo che dà sulla Baia delle Sirene e Punta San Vigilio.

 

Punta San Vigilio-Lago di Garda

Baia delle Sirene: la magnifica spiaggia sulla sponda orientale del Lago è a pagamento. Se vuoi fermarti sul sito Parco Baia delle Sirene troverai tutte le informazioni. Foto di Fabio Trentini (Allmost MTB)

 

La strada continua poi verso sud in direzione Garda con meravigliosi scorci su Punta San Vigilio e la baia di Garda.

Ci immettiamo ora sulla statale, purtroppo sempre molto trafficata e continuiamo in direzione Garda. Dopo circa 100 m imbocchiamo la strada che ha uno sbarramento per le moto e raggiungiamo il lago costeggiando il muro di una villa.

Il primo tratto del lungolago è in ghiaia, poi diventa lastricato. Attraversiamo il paese di Garda: qui le possibilità di fare una sosta sono infinite. 

Per tornare a Bardolino costeggiamo il lago fino ad arrivare all’estremo opposto del paese, dove prendiamo il lungolago Garda/Bardolino.

 

cicloturismo garda

Cicloturismo sul Lago di Garda: la pista ciclabile Limone-Capo Reamol, che fa parte del progetto Garda by bike, è stata definita la pista ciclabile più bella d’Europa

 

Piste ciclabili e giri in bicicletta. Ecco gli articoli sul cicloturismo sul Lago di Garda:

>>  Estate in bicicletta sul Lago di Garda: Limone-Riva, Garda by Bike, Sentiero del Ponale e giro su due ruote dell’Alto Garda

>>  In bicicletta sul Lago di Garda: da Peschiera a Verona, a Mantova e sul Monte Baldo

>>  Cicloturismo: le più belle piste ciclabile dell’Alto Garda e della zona del Lago del Trentino

>>  In bicicletta lungo la Strada dei Vini e dei Sapori del Garda: 6 percorsi tra Sirmione, Salò e le colline della Valtènesi

Per maggiori informazioni ti consigliamo contatta il nostro partner Bike Experience di Fabio Boeti e Allmost MTB di Francesco Trentini e scegliere con loro il percorso che più incontra i tuoi desideri (foto di copertina di Francesco Trentini).

Scopri la sezione dedicata al Lago di Garda: camminate, cicloturismo, percorsi consigliati, turismo del vino. 

 

Cicloturismo Strada del Vino Bardolino - panorama dei vigneti di Bardolino sul Lago di Garda

Cicloturismo sul lago di Garda: il percorso che ti abbiamo proposto si svolge in parte sulle colline dell’entroterra dove si produce il vino Bardolino

 

Enoturismo e bicicletta: scopri i vini del lago di Garda

Se amate il buon vino, una gita in bicicletta può prevedere anche una sosta in una delle tante cantine che si trovano lungo il tragitto.

La sponda veronese del lago si caratterizza per la produzione dei vini Bardolino e del Bardolino Chiaretto, il vino rosa dell’estate.

Senza dimenticare lo spumante Garda Doc, altro bianco molto amato. E, alle spalle del lago, i vini Custoza.

La zona di Peschiera, insieme a Sirmione, è invece la patria del vino Lugana.

 

Enoturismo e vini del Lago di Garda

Vino Bardolino e vino Bardolino Chiaretto: una gita in bicicletta può essere l’occasione per assaggiare gli ottimi vini del lago di Garda

 

Scopri le CANTINE DEL VINO LUGANA

Scopri le CANTINE DEL VINO BARDOLINO E DEL BARDOLINO CHIARETTO

Scopri le CANTINE DEL VINO CUSTOZA

Scopri le CANTINE DELLO SPUMANTE GARDA DOC


Articolo a cura di 
Sara Soliman
info@veronawinelove.com
*** Sara Soliman è titolare di Studio AEsse Communication, agenzia web veronese. Dal 2016 si occupa di copywriting e di web marketing per le Pmi. 

 


PISTA CICLABILE DI LIMONE SUL GARDA: CHE EMOZIONE!

 

 

———————————————

Segui VeronaWineLove.com sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedIn

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

9 + 12 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.

Cicloturismo: la splendida pista ciclabile fra Limone e Riva del Garda

Cicloturismo: la splendida pista ciclabile fra Limone e Riva del Garda

C’è qualcosa di magico nel percorrere in bicicletta l’anello che collega, su pista ciclabile, Limone sul Garda (località Capo Reamol, Via IV Novembre 92) al confine con Riva del Garda (Provincia di Trento).

E’ un percorso di circa 2,5 chilometri con una larghezza di 2,5 metri, con una vista a strapiombo sul lago: in parte su muro e in parte su roccia. Il tutto utilizzando ponti e archi in ferro e acciaio e tanto legno.

Questi 2,5 km di percorso ciclabile si aggiungono ai 4 km che vanno dalla zona sud del paese a Capo Reamol.

Sono stati resi disponibili nel maggio 2013 e collegano Limone ai circuiti europei per le due ruote.

Come abbiamo scritto in un altro articolo, quella fra Limone e Riva del Garda può essere chiamata “la ciclabile più bella d’Europa”: è un percorso turistico di rilievo per l’Alto Garda e per degli amanti del turismo sportivo.

Ciclabile del Garda

La pista ciclabile dell’alto lago di Garda, a Limone del Garda (Trento) in località Capo Reamol, Via IV Novembre 92. (Foto di Nicola Albi)

 


IL PROGETTO DI PISTA CICLABILE TRA LIMONE SUD E IL BIVIO PER TREMOSINE


Intanto negli uffici della ATT è già stato definito anche il progetto del tratto che da Limone sud giungerà alla zona del bivio per Tremosine.

Il nuovo tratto di ciclabile ha inizio nelle vecchie gallerie dismesse della Gardesana e parte a strapiombo sul lago.

È poi pronto anche il progetto del tratto da Tremosine a Campione sud. Poi nell’ambito del grande sogno dell’anello ciclabile gardesano, sarà la volta del percorso Campione-Tignale.

Quanto al percorso Gargnano-Tignale, passerà per la parte di Gardesana che sarà sostituita dalla nuova galleria che l’Anas sta progettando.

 

TUTTE LE PISTE CICLABILI DEL LAGO DI GARDA

Il Lago di Garda è molto amato dai cicloturisti di tutto l mondo. Sono infatti molte le piste ciclabili e i percorsi tra le colline che congiungono le sponde veronesi con quelle bresciane e trentine.

Sul portale VeronaWineLove.com abbiamo creato una sezione dedicata al cicloturismo e alle camminate sul Lago di Garda che raccoglie percorsi da fare in bicicletta di diversi gradi e difficoltà, famosissimi e meno noti, che si inerpicano sui colli o che scorrono lungo il lago.

Dalla Strada del Ponale al progetto Garda by bike, dalla pista ciclabile Adige Garda (in terra trentina) alla ciclabile della Valle dei Laghi, che ti porta fino al Lago di Toblino.

Ma anche il Giro Alto del Garda, molto impegnativo e consigliato a chi è allenato e il percorso lungo la Strada dei Vini e dei Sapori del Garda, che si snoda lungo la sponda bresciana del Lago di Garda e raccoglie sei diversi percorsi tra Sirmione, Salò e le colline della Valtènesi.

Se invece ci spostiamo verso le sponde a sud del Garda, ci sono altri splendidi percorsi, come: Peschiera – Mantova – Borghetto, Peschiera – Borgo dei Lumini o Peschiera – San Zeno di Montagna.

Da Bardolino invece puoi raggiungere il Forte di Rivoli in Valdadige, oppure la Rocca del Garda e Punta San Vigilio. Sono itinerari che offrono scorci splendidi sul lago e sulle montagne che lo circondano.

>> Leggi anche l’articolo sulle PISTE CICLABILI SUL LAGO DI GARDA

Pista ciclabile sul Lago di Garda

La pista ciclabile di Limone sul Garda (località Capo Reamol, Via IV Novembre 92) arriva fino al confine con Riva del Garda (provincia di Trento). Foto di Nicola Albi

 

>>Scopri la sezione dedicata al Lago di Garda. 

>>Scopri la pagina su Limone del Garda

 

Articolo a cura di Sara Soliman
VeronaWineLove@gmail.com

 

 

Eccoti i link di VeronaWineLove.com ad alcune informazioni utili:

IL LAGO DI GARDA: GUIDA AI PERCORSI 

COME RAGGIUNGERE VERONA E IL LAGO DI GARDA CON I MEZZI PUBBLICI

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

VERONA WINE LOVE, IL BLOG SULL’ENOTURISMO

 

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.

A piedi sul Monte Baldo con la splendida cornice del Lago di Garda: due itinerari per l’estate

A piedi sul Monte Baldo con la splendida cornice del Lago di Garda: due itinerari per l’estate

Verona-Wine-vino-enoturismo

Dalle coste del Lago di Garda fin sulle cime del Monte Baldo ci sono infiniti percorsi di diversa lunghezza e difficoltà.

Per chi non è allenato e preferisce rimanere a basse quote gli itinerari sono numerosi e piuttosto semplici.

Alzandoci di quota troviamo invece percorsi più lunghi e impegnativi, anche se non tutti.

Ti propongo oggi 2 diversi itinerari che rimangono a bassa quota. Si possono percorrere in ogni periodo dell’anno e, senza enorme sforzo fisico, ti regalano splendidi scorci sul Garda:

 

  • il primo, con partenza a Torri del Benaco, ti porta sul Monte Luppia (416 m) lungo la strada “cavallara” con un dislivello di 350 m.,
  • il secondo, una bella passeggiata da Cassone (Malcesine) a Pai, corre alto sul lago in ambiente mediterraneo tra orti e terrazze coltivate a olivo e presenta un dislivello di 300 m.

 

Camminate Lago di Garda - Albisano

Camminate Lago di Garda: il centro di Albisano è facilmente raggiungibile da Torri del Benaco

 
 

 

A piedi da Torri del Benaco al Monte Luppia


Questo bell’itinerario lungo la strada “cavallara” si svolge quasi esclusivamente su strada pianeggiante e offre, oltre a una spettacolare vista sul golfo del Lago di Garda, la possibilità di scorgere
incisioni rupestri – risalenti all’età del bronzo – sui listoni di roccia del Monte Luppia.

I listoni sono delle “lavagne naturali” formatesi in seguito al ritiro dell’acqua durante l’ultima glaciazione, 12.000 anni fa.

Ma veniamo al percorso, che parte da Torri del Benaco. Risali la Gardensana verso Albisano e, dopo circa 1 km, al tornante, imbocca via Bellini.

Segui le indicazioni per Graffiti e prosegui fino a San Vigilio. Quando il sentiero camicia a scendere svolta a sinistra e poco dopo arrivi a una cabina dell’acqua.

Qui risali uno stretto percorso che ti porta a Le Càrpane.

Da qui sali a sinistra verso la montagna, dopo 5 minuti troverai già la prima incisione, la pietra detta “delle Griselle” e, dopo altri 10 minuti, quella “dei Cavalieri”.

 

Lago di Garda Monte Baldo

A piedi dal Lago di Garda al Monte Baldo: le incisioni rupestri sul Monte Baldo risalgono a 12.000 anni fa

 

Seguendo la strada di destra si giunge, dopo circa un’ora e venti di cammino, a località Cà Bianca e all’ingresso della tenuta Canossa di Brè.

Da qui una strada sterrata sulla destra porta ad Albisano.

Se vuoi però salire sul Monte Luppia devi salire a sinistra passando per la contrada Sorte. Ancora un’ora di cammino e raggiungi il Monte Luppia.

A piedi sul Monte Baldo: visita il borgo di Albisano

Se invece decidi di visitare Albisano, piccolo borgo medievale con una magnifica terrazza sul lago di Garda, per rientrare a Torri del Benaco segui l’indicazione per Valmagra e poi per Loncrino di Sotto.

Se hai lasciato l’auto a Torri, potresti approfittare dell’occasione per visitare il centro del paese, con i porto e il suo ben conservato Castello.

Inoltre, se ti interessa, il Castello ospita un Museo nelle cui sale sono rappresentati tutti gli aspetti caratteristici della vita lacustre.

Troverai tutto quello che riguarda la pesca e la coltivazione degli ulivi e il lavoro dei calafati (operai specializzati nelle costruzioni navali e nella manutenzione delle navi in legno).

Ma anche la storia delle incisioni dall’età del bronzo ai giorni nostri (www.museodelcastelloditorridelbnaco.it).

 

Torri del Benaco, castello

Castello di Torri del Benaco (Verona) con il limonaio, foto di Nicola Albi

 

Informazioni sul percorso da Torri del Benaco a Monte Luppia:
Partenza: Torri del Benaco
Dislivello: 350 m
Tempo: 2:30 – 1:00 in senso inverso

 

Funivia Malcesine-Monte Baldo

 

Se vuoi arrivare nelle fascie più alte del Monte Baldo ti ricordo che da Malcesine parte una funizia che porta sulla commità del monte, in località Tratto Spino.

La Funivia Malcesine Monte Baldo è aperta 10 mesi l’anno e chiude per manutenzione prima di Pasqua e alla fine della stagione estiva.

Informazioni, orari e costi sul sito ufficiale. Vicino alla stazione a monte della funivia puoi trovare alcuni punti di ristoro.

 

funivia malcesine monte baldo

Funivia rotante Malcesine-Monte Baldo

 

A piedi sul Lago di Garda: da Cassone a Pai

 

Il secondo percorso è un piacevole itinerario è adatto a escursionisti con un po’ di allenamento.

Si svolge in ambiente mediterraneo fra orti e terrazze coltivate a olivo e unisce tra loro le contrade dell’entroterra gardesano con i centri delle coste del Garda.

 

Lago di Garda _Cassone_Pai

Camminare tra il Lago di Garda e il Monte Baldo: sentiero di bassa quota da Cassone a Pai. Scorci del paese di Cassone.

 

Dalla piazzetta a fianco alla Chiesa parrocchiale di Cassone si imbocca la strada in direzione sud, che si inoltra tra gli ulivi.

Poco dopo, lasciando a sinistra la mulattiera segnalata con il n.1, percorri il sentiero che, sempre tra gli ulivi, ti porta a Sommavilla.

Attraversa il piccolo centro abitato e riprendi la mulattiera di ciottoli fra i muri a secco che delimitano i terrazzi coltivati.

In 15 minuti arriverai all’abitato di Zignago, in corrispondenza del tornante della strada per Prada.

L’itinerario prosegue ora in leggera salita tra gli ulivi per giungere al bell’abitato di Castello e Villa Perotti (315 m) dove si unisce all’itinerario n.33.

La mulattiera continua a salire, ora nel bosco, fino alla chiesetta di Sant’Antonio delle Pontare (431m).

A piedi sul Monte Baldo: da Prada al borgo di Campo

Ora si prosegue per Prada con l’itinerario n.33: prendi a destra la mulattiera che scende ripida fino a raggiungere il vecchio borgo di Campo.

 

marchesine borgo di Campo

Malcesine, vecchio borgo di Campo. Foto Visit.Malcesine

 

Attraversa l’intero borgo e, in corrispondenza della chiesetta di Campo, lascia la mulattiera n.34 che sale a Prada e segui il sentiero pianeggiante a destra.

A breve da qui incontrerai la strada che da San Zeno di Montagna scende al lago. Qui segui le indicazioni che consentono di attraversare la contrada passando sotto una caratteristica volta.

Raggiungerai, con percorso sempre in piano, le ultime case dell’abitato di Biasa e i resti del suo antico castello proprio nel punto dove si incrocia la mulattiera n.655 che sale da Castelletto a Prada.

Continua a camminare e segui la mulattiera che ora, entrando nel bosco, attraversa la Val Verga.

Ci siamo quasi. Prosegui ora in un percorso piano fino a Casarole (420 m) e poi scende prima ripido nel bosco e poi rientra nella fascia coltivata a ulivi quando raggiungi Ca’ Caminata.

Il percorso torna di nuovo ad essere piano fino a Ca’ Tronconi, dove finalmente incontriamo la strada che ci porterà a Pai.


Partenza
: Cassone (Malcesine)
Durata: ore 3:30 la salita – ore 3.30 circa in senso inverso
Dislivello: 300 m

 

→ Leggi la Guida turistica al Lago di Garda con percorsi consigliati, camminate, cicloturismo, come arrivare e vini locali

→ Scopri la pagina delle Camminate sul Lago di Garda

→ Leggi anche: A piedi in Lessinia

 

Gli ottimi vini del Lago di Garda

Se sei un winelover la zona del lago di Garda ti offre una vasta gamma di vini: dai bianchi LuganaCustoza e Garda DOC, al rosso Bardolinoal rosa Bardolino Chiaretto.

 

Vino Chiaretto Lago di Garda

Un calice di Bardolino Chiaretto 

 

Puoi contattare le cantine (negli elenchi del portale Verona Wine Love.com trovi i numeri telefonici), accordarti per una visita e anche acquistare in cantina vino di qualità.

→ Scopri  CANTINE E VINI DI VERONA

 

Articolo a cura di Sara Soliman
✉︎   info@veronawinelove.com

*******

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Enoturismo - Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona - 2019

Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona – 2020. 

 

 

———————–

Segui VeronaWineLove.com sui social

 

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedIn

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

2 + 12 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

veronawinelove@gmail.com

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.

Il Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio: tutti gli appuntamenti dell’estate 2020. Un viaggio nella natura a pochi km dal lago di Garda

Il Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio: tutti gli appuntamenti dell’estate 2020. Un viaggio nella natura a pochi km dal lago di Garda

Verona-Wine-vino-enoturismo

Una visita al Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio, a pochi chilometri dalle località del lago di Garda, è un’occasione per scoprire il secondo parco più bello d’Europa.

Girasoli, rose, piante annuali, ortensie, ninfee: sono solo alcune delle bellezze floreali e botaniche che il Parco Giardino Sigurtà regala nei mesi estivi.

Un angolo di verde che ospita diciotto specchi d’acqua, morbidissimi tappeti d’erba dove camminare a piedi nudi e numerose zone ombreggiate dove ritagliarsi qualche momento di relax.

Per l’estate 2020 il Parco propone una serie di eventi, tutti in sicurezza, grazie anche all’ampiezza della superficie delle aree verdi (60 ettari).

 

Parco giardino Sigurtà (Valeggio sul Mincio)

Parco giardino Sigurtà (Valeggio sul Mincio)

 

Parco Sigurtà: gli eventi dell’estate 2020

Per l’estate e l’autunno 2020, il Parco Sigurtà di Valeggio sul Mincio propone una serie di appuntamenti per adulti e bambini, sportivi e amanti della musica e della natura.

Riportiamo di seguito l’intero programma, fino alla chiusura del Parco, prevista per l’8 novembre 2020.

Dal 12.06.2020 Natura e Salute 2020

Il ciclo di incontri “Natura e salute”: nove appuntamenti dedicati al benessere con lezioni di yoga e ginnastica dolce che si terranno dalle ore 19 alle ore 20.00, nella suggestiva cornice estiva del Parco Giardino Sigurtà.

Il tutto si svolgerà in sicurezza, grazie all’ampiezza del Parco (60 ettari di estensione).

Inoltre gli ambienti seguono cicli di sanificazione e vi sono dispenser con igienizzante per mani a disposizione dei visitatori in differenti punti del Giardino. 

Per accedere al Parco è obbligatorio indossare la mascherina solo quando non si riesce a mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro con gli altri visitatori, è obbligatorio invece indossare la mascherina negli ambienti chiusi, come nelle toilette.

Per la stagione 2020 c’è una grande novità.

È possibile vivere il Parco Sigurtà dopo il suo orario di apertura (ore 19.00) e seguire una lezione di yoga o ginnastica dolce semplicemente presentandosi in cassa (costo 15,00 euro).

Per gli abbonati, invece, alla stagione 2020 del Parco, con soli 15,00 euro si avrà il diritto a partecipare a tutte le serate “Natura e Salute”.

Dal 28.06.2020 Giornata dei bambini 2020

Le location del Giardino diventano per questo evento un teatro naturale.

Tra gli spettacoli vi saranno il truccabimbi, il teatro dei burattini, il vecchio west con giochi, il tronco rotante che metterà alla prova l’equilibrio dei più piccoli, l’attività delle “Uova al Martello” in cui i bambini si cimenteranno nello schiacciare uova speciali, il teatro dei piedi, le bolle giganti di sapone, un’area giochi e performance di magia. 

Il tutto si svolgerà nella massima sicurezza per un evento indimenticabile: il primo grande evento della stagione 2020. 

Da segnare sul calendario domenica 28 giugno 2020, dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Dal 10.08.2020 Stelle della lirica 2020

Una favolosa serata dedicata alla lirica con artisti di prestigio internazionale che proporranno le arie più conosciute. 

Grazie all’undicesima edizione di “Stelle della Lirica”, evento organizzato in collaborazione con l’associazione culturale “Arti e Mestieri Valeggio”, sarà l’occasione per vivere il Parco nella notte stellata estiva.

Dal 05.09.2020 Magico Mondo del Cosplay 2020

Per la quattordicesima edizione del “Magico mondo del Cosplay” l’appuntamento raddoppia: la grande novità 2020 sarà che l’evento dedicato alla moda giapponese di vestirsi come i personaggi dei fumetti, dei cartoni animati e della fantasia, si terrà due giorni, il 5 e il 6 settembre 2020. 

Per l’evento cosplay più grande d’Italia, migliaia di figuranti in costume, musica e attività animeranno le giornate nel Secondo Parco Più Bello d’Europa.

Non mancheranno: la cosplayer di fama mondiale Giorgia Cosplay che condurrà le sfilate in abiti cosplay, i cantanti Giorgio Vanni e Cristina D’Avena con i Gem Boy che coinvolgeranno il pubblico con i loro brani, lo staff Think Comics con un ricco programma di animazione.

SPECIALE BIGLIETTO COSPLAY: 5,00 euro, valido per entrambi i giorni della manifestazione (5 e 6 settembre 2020).

Chi durante queste due giornate entrerà al Parco vestito completamente (da capo a piedi) a tema cosplay avrà diritto alla tariffa riservata di 5,00 euro (valido per entrambi i giorni della manifestazione).

Chi entrerà una sola giornata (sabato o domenica) pagherà comunque la tariffa di 5,00 euro.

Dal 20.09.2020 Viaggio nel tempo 2020

Torna l’evento dedicato all’800 con favolose carrozze d’epoca grazie alla collaborazione con Gia (Gruppo Italiano Attacchi) e antichi balli, grazie alle coreografie di VeneziaOttocento.

Domenica 20 settembre 2020 centinaia di figuranti e rievocatori saranno i protagonisti di “Viaggio nel tempo”, un salto nel passato tra le fantastiche location del Secondo Parco Più Bello d’Europa, che nel 1859 ha ospitato Francesco Giuseppe I d’Austria.

Anche per questa edizione, chi entrerà al Parco vestito in abiti ottocenteschi avrà diritto all’entrata gratuita.

L’evento si svolgerà dalle ore 11 alle ore 18.00.

Dal 27.09.2020 Corsa di Primavera – Rock edition

Il 27-09-2020 dalle ore 10.00 alle 13.00, i 600.000 metri quadrati del Parco Giardino Sigurtà ospiteranno, per il quinto anno consecutivo, la Corsa di Primavera, manifestazione podistica ludico motoria a passo libero. Per l’edizione 2020 sarà a tema rock.

La corsa, durante la quale si può anche camminare, prevede 3 percorsi: 2,5 km e 6 km (che si articolano all’interno del Parco) mentre quello di 10 km si svilupperà anche nelle campagne limitrofe esterne al giardino. 

Dal 11-10-2020 Buskers park 2020

Artisti di strada che, con musica, show di magia e giochi, animeranno la giornata tra i mille colori d’autunno al Parco.

Dal 25-10-2020 Corsa di Halloween

Per la prima volta al Parco Giardino Sigurtà domenica 25 ottobre 2020 dalle 10 alle 13 si potrà correre tra le incantevoli vedute autunnali con alberi multicolor e le fioriture di questa stagione. Il tema sarà divertente e “spaventoso”.

I percorsi, di 2,5 km e di 6 km, si svolgeranno all’interno del Parco.

Il costo per partecipare alla corsa e trascorrere l’intera giornata al Parco sarà di euro 12,00 a persona e euro 8,00 a persona per gruppi di almeno 15 persone.

Dal 01-11-2020 Halloween 2020

Appuntamento a domenica 1 novembre 2020 per la terza edizione di “Halloween”: maghi, streghette, animazione e musica a tema. Ma anche magiche zucche faranno da cornice a tante attività e laboratori per i più piccoli che potranno così festeggiare Halloween in una fantastica location naturalistica. 

L’evento si terrà dalle ore 10 alle ore 18.00.

8-11-2020 Chiusura stagionale 2020

Per salutare i visitatori e dare appuntamento alla nuova stagione, il Parco offre due visite guidate, previo acquisto del biglietto di entrata.

Grazie ad una rilassante passeggiata, si scopriranno gli angoli di interesse storico (l’origine del Parco risale al 1407), botanico ed artistico (come l’Eremo e il Castelletto) di questa oasi naturalistica.

 

Parco della Sigurtà

Parco Giardino Sigurtà. Si trova a Valeggio sul Mincio, a pochi chilometri di distanza dal lago di Garda e da Verona

 

Parco Sigurtà: 600 mila metri quadrati di un’oasi di relax e divertimento nel verde

Era il 19 marzo 1978 quando il Carlo Sigurtà aprì per la prima volta al pubblico i cancelli del Parco.

Negli anni il Parco Sigurtà ha accolto milioni di visitatori provenienti da ogni parte del mondo.

E’ diventato la meta ideale dove concedersi una giornata di relax e divertimento, grazie alla ricchezza botanica e floreale. E al variegato calendario eventi per grandi e piccoli.

Tantissimi i punti di interesse da non perdere in questa oasi verde, che si estende per 600.000 metri quadrati su due colline:

  • il celebre Viale delle Rose al Labirinto, un percorso tra 1500 piante di tasso che si sviluppa su una superficie di 2500 metri quadrati,
  • il Grande Tappeto Erboso alla Fattoria Didattica, dimora di tanti simpatici animali,
  • il Castelletto, in passato luogo di incontro di scienziati e premi Nobel, alla Grande Quercia,
  • la Panchina degli Innamorati.

Il Parco Giardino Sigurtà ospita innumerevoli alberi, presenze silenziose che popolano boschi e prati, tra cui la Grande Quercia, che si erge maestosa nelle vicinanze del Labirinto.

E’ un esemplare che ha più di quattro secoli. Colpisce per la perfetta armonia tra il tronco (6 metri di circonferenza) e la chioma (120 metri di circonferenza).

Vi è poi la collezione di bossi più ricca al mondo, con 40.000 piante, migliaia di cipressi, 500 pini, 1.000 abeti, oltre 2.000 carpini, 500 vecchi pioppi, 50 faggi di differenti varietà, un centinaio di lecci, numerose piante di olivo, 20 magnolie.

Vi sono inoltre diversi bagolari spaccasassi (di cui un esemplare di oltre due secoli), centinaia di betulle, pfitzeriane e querce, 40 piante officinali nel Giardino a loro dedicato, centinaia di aceri giapponesi.

Le zone boschive accolgono, invece, il sottobosco di felci, mughetti e differenti tipologie di edera, mentre le erbacee perenni si presentano in grandi masse.

 

 

Come visitare il Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio

Esistono diverse modalità per visitare il Parco Sigurtà:

– a piedi, per un’immersione a 360 gradi nella natura;
in bicicletta: con la propria o noleggiandola al servizio renting interno al Parco (il parco sorge a 2 km dalla ciclabile Mantova – Peschiera d/G).

Disponibili le biciclette elettriche destinate alle famiglie con bambini piccoli (sono dotate di seggiolini) e ai meno giovani. Nelle vicinanze dell’entrata si trova un punto di ricarica gratuito per le biciclette elettriche.

– a bordo dello shuttle elettrico, per una visita guidata alla scoperta della storia e delle caratteristiche del Giardino.

–  con i golf-cart elettrici che permettono una comoda visita personalizzata.

– con il trenino panoramico, che segue l’Itinerario degli Incanti lungo 6 km e che consente di cogliere la vastità del Giardino.

– per una visita virtuale sono disponibili due applicazioni gratuite.

Per informazioni si può consultare il sito web del Parco Sigurtà

 

Parco Giardino Sigurtà - Valeggio sul Mincio - Verona

Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio, in provincia di Verona

 

Parco Sigurtà: come arrivare a Valeggio sul Mincio in bicicletta, treno, autobus e auto

Il Parco Sigurtà si trova nel comune di Valeggio sul Mincio.

La località di Valeggio sul Mincio può essere raggiunta da una delle piste ciclabili:

  • Mozzecane – Custoza – Sommacampagna – Valeggio sul Mincio;
  • Valeggio sul Mincio – Peschiera alternativa
  • Mantova – Peschiera del Garda
  • Salionze – Sommmacampagna – Salionze
  • Manerba – Mantova – Governolo (1°tappa del Manerba – Venezia)
  • Verona – Basso Garda: colline moreniche (anello)
  • Rolo – Peschiera
  • Salionze – Valeggio
  • Brescia – Peschiera – Mantova
  • Volta Mantovana: giro nella valle del Mincio
  • Sommacampagna: giro Dei colli
  • San Giovanni Lupatoto – Borghetto Verona Ciclabile le risorgive


Per chi viaggia in autobus
sono due le linee di autobus extraurbani collegano Valeggio con:
Verona: ATV linea 160; , capolinea alla stazione FS di Verona Porta Nuova, solo giorni feriali;
Mantova e Peschiera del Garda: APAM linea 46; anche festivi. Il biglietto si acquista nelle tabaccherie o sul bus.
ATVwww.atv.verona.it – APAMwww.apam.it

Per quanto riguarda il treno, dalla stazione di Verona Porta Nuova proseguire con autobus ATV, linea Verona-Valeggio sul Mincio. Dalla stazione di Peschiera del Garda proseguire con autobus APAM, linea Peschiera-Mantova.
Trenitaliawww.trenitalia.com

Per chi viaggia in auto:
Autostrada A4, uscita Peschiera del Garda, 8 km in direzione Valeggio sul Mincio;
– Autostrada A22, uscita Nogarole Rocca, direzione Valeggio sul Mincio all’uscita Affi Lago di Garda Sud, direzione Parchi del Garda.

Due i parcheggi liberi: in Piazza della Repubblica e Piazzale Europa e altri nelle vicinanze di Borghetto.

Il centro di Valeggio sul Mincio è a traffico limitato. Le auto con contrassegno disabile possono parcheggiare anche nella ZTL, negli spazi riservati.

Per chi viaggia in camper:
– nella vicina Borghetto ci sono piazzole attrezzate con servizi al Camper Parking Visconteo.

– per chi cerca solo un’area di sosta, ma non vuole perdersi lo splendido panorama, in via Michelangelo Buonarroti si trova il Parcheggio Virgilio, con spazi anche per auto e pullman.

Per chi arriva in aereo:
– Valeggio sul Mincio dista solo 13 km dall’Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca.

Per raggiungere Valeggio seguire le indicazioni per Villafranca e poi per Valeggio sul Mincio.

Leggi anche la pagina di Verona Wine Love sulla zona del vino Custoza e su Valeggio sul Mincio (Verona).

Per informazioni consulta il sito web del Parco Sigurtà

Enoturismo: vini Custoza e Bardolino Chiaretto

Sei un amante dell’enoturismo? La visita al Parco Giardino Sigurtà può essere anche un’occasione per unire una degustazione di Bardolino Chiaretto, il vino rosa del lago di Garda, o dei bianchi vini Custoza.

Leggi anche la pagina di VeronaWineLove.com sulla zona del vino Custoza e su Valeggio sul Mincio (Verona) o scopri la Strada del vino Custoza.

 

Articolo a cura di Sara Soliman
Team veronawinelove.com

———————————————

Segui VeronaWineLove.com sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedIn

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  VeronaWineLove.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

14 + 4 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.