Tanta voglia di stare all’aperto. E il Touring Club Italiano ci accontenta con “Cammini e Percorsi”, una selezione di itinerari in mezzo alla natura certificati dall’associazione di promozione turistica.

L’intento è quello di far avvicinare il viaggiatore ad esperienze memorabili e autentiche, favorendo così percorsi ad hoc per conoscere meglio alcuni territori delle regioni italiane.

È proprio di questi giorni la novità del TCI che ha creato un nuovo programma di certificazione: “Cammini e Percorsi.

Questo il nome del nuovo progetto avviato dal Touring in ambito territoriale nazionale. L’obiettivo principale è una più alta valorizzazione di percorsi a piedi con tanto di certificazione ufficiale dei cammini italiani.

Sicuramente una novità per il Bel Paese, dove l’idea di partenza è quella di creare sempre più un turismo di qualità.

Questo progetto riceve la certificazione, importante per l’Italia, delle 3000 Bandiere Arancioni.

Cos’è la Bandiera Arancione

La Bandiera Arancione è un marchio di qualità nato nel 1998, che va a premiare i comuni dell’entroterra. Tanti i criteri da dover superare per la selezione.

La provincia di Verona ne possiede due: la prima è Soave, città del vino con il borgo medievale e l’imponente castello Scaligero circondato dai vigneti.

La seconda è Malcesine, meraviglioso paesino con un castello incastonato sulla roccia a picco sul Lago di Garda.

Scopri il borgo di Soave
Scopri il Lago di Garda con la guida turistica

 

Soave con il castello

Soave, in provincia di Verona, ha ottenuto la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Foto di Nicola Albi

 

Il TCI dal 1998 seleziona e certifica i piccoli borghi che si distinguono come eccellenza dell’entroterra, dove si va a tutelare natura e cultura. Si tratta di un binomio perfetto che si deve connettere, però, ad un’autentica esperienza di viaggio.

Le Bandiere Arancioni sono a tutti gli effetti un marchio di qualità turistico-ambientale insignito a poche zone elette.

Questo progetto ambizioso è stato ideato pensando al punto di vista del viaggiatore e in che modo che possa trascorrere una vacanza non di massa, ma piuttosto caratterizzata da un’offerta di tipo slow (turismo lento).

Il marchio è assegnato in particolare a tutte quelle piccole realtà che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di spessore, ma anche a quelle in grado di offrire al turista un’accoglienza di tipo qualitativa.

La possibilità di ottenere questo distintivo è certamente anche uno strumento di valorizzazione del territorio.

Ci si può candidare per far parte della cerchia oppure essere scelti. Quello che conta è che il borgo mantenga poi i criteri di qualità e sostenibilità anche dopo. Infatti il progetto non termina con l’ottenimento del marchio ma ci sono dei controlli volti a verificare la continuità di determinate procedure.

Il Touring Club Italiano

Da sempre il Touring Club continua a “prendersi cura” dell’Italia inteso come un bene comune da preservare e non deturpare,  con un occhio di riguardo alla sostenibilità e alla preservazione dell’ambiente.

La convinzione radicata è legata sicuramente ai benefici che il turismo lento, il cosiddetto slow tourism, sia molto importante, oltre che una grande opportunità per l’Italia.

Una certificazione importante quella di “Cammini e Percorsi” che darà modo a tanti appassionati di passeggiate di avvicinarsi sempre più a vivere esperienze turistiche di viaggio autentiche e di spessore, in grado di creare  un turismo più consapevole.

La qualità non è di certo l’unica caratteristica essenziale. Infatti grazie a questo programma si favorirà anche un certo tipo di percorso volto al miglioramento territoriale.

Un’altra particolarità è sicuramente data dalla rete creata tra soggetti pubblici e privati: un’unione volta a favorire l’imprenditorialità locale.

Questo networking andrà così a generare  benefici concreti economici e sociali per le comunità. Un intento di rilievo quello attuato dall’associazione.

Il progetto “Cammini e percorsi”

Il programma, condiviso anche dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, è la promozione di un viaggio di tipo sostenibile che vada a valorizzare l’autenticità dell’esperienza di viaggio.

Questo progetto, inoltre, è coerente con gli attuali trend della domanda di turismo.

Le motivazioni che spingono il turista dei cammini sono molteplici: dall’interesse per la cultura al desiderio di intraprendere un turismo diversificato rispetto a quello di massa.

È aumentata la richiesta di un viaggio che preferisce il movimento fisico alla sedentarietà.

Le nuove tendenze evidenziano la preferenza dei turisti per le vacanze a piedi: trekking ed escursioni rappresentano infatti il 67% delle scelte di viaggio. Seguono gli sport invernali per il 31% e i tour in bicicletta al 24%*.

La certificazione sopra citata si basa sul Modello di Analisi dei Cammini (M.A.C.) che, grazie ad un processo investigativo di oltre 200 indicatori, crea una valutazione sulla qualità nel suo complesso di una certa esperienza turistica. 

Gli elementi osservati sono: la segnaletica, la mobilità e la possibilità di fruire risorse e servizi in modo adeguato. Quest’ultimi devono esseri vari, dalla gestione alla sua promozione, fino alla manutenzione, pulizia e capacità di poter effettivamente usufruire del percorso in questione.

Lo studio del cammino parte dall’esperienza che il viaggiatore andrà a percorrere, creando così un vero e proprio modello basato sull’esperienza personale.

Dopo una preliminare indagine viene costruito un Piano per la valorizzazione del Cammino con tanto di suggerimenti e possibili interventi per uno sviluppo maggiore, volti al miglioramento dei tracciati e dell’offerta turistica locale.

 

Cammini del Touring Club Italiano

Aumentano i turisti che preferiscono le vacanze a piedi: trekking ed escursioni rappresentano il 67% delle scelte di viaggio

 

In Lombardia il primo cammino certificato

Il primo percorso a ricevere la certificazione dal Touring Club Italiano è il Sentiero del Viandante, grazie all’alta qualità dell’esperienza turistica offerta.

Il cammino è lungo circa 45 km e corre lungo costa orientale del lago di Como (provincia di Lecco), partendo da Abbadia Lariana fino a giungere Piantedo, passando per Bellano, già insignita del marchio di qualità di Bandiera Arancione del TCI.

Il percorso attraversa una serie di piccoli borghi e si sviluppa tra boschi e terrazze vista lago circondati da una scenografia di coltivazioni di ulivi.

Creare un’accoglienza che valorizzi ambienti e strutture ricettive sono per il turista un motivo differenziante che garantisce la qualità.

I benefici della rete

Questa certificazione, oltre ad essere un marchio qualitativo, va a creare una collaborazione importante tra piccoli imprenditori locali ed enti pubblici con il fine di aumentare le proposte al turista.

L’intento è la creazione di una rete di relazioni per condividere conoscenze, competenze e ottimizzare le risorse a disposizione.

Si tratta di una grande opportunità anche per tutte quelle aziende che vogliono incrementare il proprio know how e, in più, rafforzare la proposta del proprio business.

Leggi anche: Estate 2020: per far ripartire il turismo è necessario fare rete sul territorio

Lodevole l’iniiziativa del progetto del Touring Club Italiano che, con “Cammini e Percorsi”, valorizza una selezione di itinerari di sicuro interesse per il turismo in Italia.

Per gli approfondimenti sul Sentiero del Viandante leggi il link del TCI.

*(Fonte: Dati Centro Studi Touring Club Italiano, Survey sulla via Francigena 2017 e Indagine sul Turismo attivo 2019)

Articolo a cura di Nicole Rossignoli
veronawinelove.com
—————————
Nicole Rossignoli è un’accompagnatrice turistica free-lance: si occupa di food&wine tour
LinkedIn Profilo Instagram

———————————————

Segui VeronaWineLove.com sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedIn

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove.com

Spazio Commerciale
Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

10 + 6 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy
veronawinelove@gmail.com

Ebook

Licenza Creative Commons
L’ebook “10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona” di VeronaWineLove.com è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili su https://veronawinelove.com/.