Eventi a Verona: i Mercatini di Natale nel centro storico di Verona e a Lazise, sul lago di Garda. E a Santa Lucia i banchetti in Piazza Bra

Eventi a Verona: i Mercatini di Natale nel centro storico di Verona e a Lazise, sul lago di Garda. E a Santa Lucia i banchetti in Piazza Bra

L’arrivo delle festività natalizie ti dà modo di scoprire – o di riscoprire da un diverso punto di vista – la Città dell’Amore, che è anche una delle capitali mondiali del vino.

Fino al 26 dicembre 2019 puoi visitare i Mercatini di Natale Verona, nel centro storico della città di Romeo e Giulietta.

Ti mostro qui una serie di informazioni utili su come sono organizzati di Mercatini di Verona per il Natale 2019.

E su come arrivare nel cuore di Verona, patrimonio mondiale dell’Umanità . In auto o, meglio ancora, con i mezzi pubblici.

Piazza dei Signori ospita le deliziose casette in legno del Christkindlesmarkt, che offrono ai visitatori i mercatini di Natale di Norimberga.

In Piazza dei Signori puoi trovare, girando fra i banchi, oggetti in vetro e in legno, prodotti tipici del territorio, idee regalo per voi o per gli amici.

Oppure dolci e leccornie che deliziano i palati mentre si fanno quattro passi nella parte medievale di Verona.

Fra le casette in legno dei Mercatini di Natale di Verona vi sono giocattoli di artigianato o sciarpe fatta a mano.

I profumi di cannella e cioccolato inebriano l’aria con i dolci speziati della tradizione, i Lebkuchen, i Stollen, i Bratwurst e il Gluhwein.

Eventi a Verona: i Mercatini di Natale in centro fino al 26 dicembre 2019

Fino al 26 dicembre 2019 Piazza dei Signori – vicino Piazza delle Erbe e a pochi passi da Piazza Bra – accoglie la 12^ edizione dei mercatini di Natale.

La manifestazione si allarga anche ad altre vie del centro, sul lungadige San Giorgio, Ponte Pietra e Ponte di Castelvecchio.

Dal 10 dicembre al 13 dicembre 2019, invece, c’è l’appuntamento con i tradizionali banchetti di Santa Lucia in Piazza Bra per festeggiare il giorno più atteso nell’anno da tutti i bambini.

Mercatini di Natale a Verona: informazioni utili

La fortunata tradizione dei Mercatini di Natale veronesi – organizzati in collaborazione con il Christkindlmarkt di Norimberga – ha luogo fino al 26 dicembre 2019.

Gli 80 stand sono collocati nel centro storico della città: Piazza dei Signori, il vicino Cortile del Mercato Vecchio, via della Costa, Piazza Indipendenza e Piazza Viviani.

Proseguono anche sul lungadige San Giorgio, Ponte Pietra, il Ponte di Castelvecchio e Piazza San Zeno.

Puoi ammirare i caratteristici vicoli del centro storico mentre assapori un buon bicchiere di vin brulé: infatti, i mercatini propongono prodotti eno-gastronomici locali e gustosi dolcetti natalizi.

Tra gli stand, non mancano oggetti di artigianato e articoli da regalo per tutti coloro in cerca di doni da mettere sotto l’albero.

Qui gli orari di apertura dei mercatini di Natale:

  • dalla domenica al giovedì: ore 10-21.30
  • venerdì, sabato e prefestivi: ore 10-23
  • 24 dicembre (Vigilia di Natale) ore 10-17
  • 25 dicembre (Natale) apertura mercatino ore 16
  • 26 dicembre (Santo Stefano, ultimo giorno di apertura) chiusura mercatino ore 18

QUI TROVI I RISTORANTI DOVE MANGIARE, CONSIGLIATI DA GROUPON

Mercatini di Natale a Verona

I Mercatini di Natale a Verona, in Piazza dei Signori. Restano aperti fino al 26 dicembre 2019

Come raggiungere i mercatini natalizi

In bus:

  • Linee che passano da San Giorgio – ponte Pietra: 31-32-33-73 (feriale), 91 (serale e festivo)
  • Linee che passano da Castelvecchio – corso Cavour: 21-22-23-24-30-31-32-33-41-61-62 (feriale), 91-93-94-95 (serale e festivo)
  • Linee che attraversano il centro: 70 (feriale), 96-97 (serale e festivo)

 

In taxi:
Unione Radiotaxi tel. 045 532666 – 340 3210021

Parcheggi utili:

  • Piazza Bra
  • Piazza Erbe
  • Via Diaz
  • Castelvecchio
  • Stazione Porta Nuova
  • Aeroporto Verona Villafranca

 

COME ARRIVARE A VERONA: TRASPORTI E PARCHEGGI

QUI TROVI I RISTORANTI DOVE MANGIARE, CONSIGLIATI DA GROUPON

 

Traffico, parcheggi e sicurezza: cosa fare

Eccoti i consigli per evitare code e problemi in auto su Verona o passeggiando nel centro storico.

Giorni e orari consigliati:

  1. Scegli, se ti è possibile, di visitare Verona e i mercatini natalizi in un giorno feriale, anziché concentrarti nel weekend
  2. Scegli orari che non siano di punta: l’ora di pranzo e metà pomeriggio vedono un afflusso maggiore di visitatori

 

La Polizia Municipale di Verona dà alcuni consigli su traffico e parcheggi.

  • Raggiungi il centro di Verona utilizzando il trasporto pubblico e i bus navetta dedicati.
  • Nei fine settimana puoi utilizzare il Parcheggio P3 della Fiera con ingresso da viale del Lavoro e collegato al centro da un servizio di bus navetta ogni 10 minuti
  • Utilizza i parcheggi periferici, come il parcheggio Centro di via Campo Marzo, oppure i parcheggi Cittadella, Arena e Tribunale, a pochi passi dal centro
  • A Verona esiste una Zona a Traffico Limitato  sorvegliata da telecamere. Il sabato e nei giorni festivi, inoltre, nel centro storico è in vigore la maxi-area pedonale soggetta al divieto di transito.
  • Sosta camper: è possibile parcheggiare il camper nell’Area comunale attrezzata di Porta Palio, in via Dalla Bona.

Nel caso di grande afflusso di visitatori in via Mazzini sarà applicato il senso unico pedonale, mentre il senso contrario sarà adottato in via Stella.

Bambini: tieni la mano dei bambini ed evita di perderli di vista. Consiglia loro di rivolgersi con tranquillità ad “una divisa” (vigili, poliziotti, carabinieri) qualora dovessero perdersi. Metti nelle loro tasche un foglietto contenente il numero di telefonino del genitore.

VERONA: DOVE BERE UN APERITIVO IN COMPAGNIA

VERONA: ECCO DOVE PUOI MANGIARE

VERONA: FAI IL TOUR DELLE CANTINE

VERONA: SCEGLI DOVE VUOI DORMIRE

VERONA: SCOPRI LE OCCASIONI DI GROUPON PER I TUOI ACQUISTI

 

I banchetti di Santa Lucia in Piazza Bra: dal 10 al 13 dicembre 2019

Altro appuntamento tradizionale è la festa di Santa Lucia, celebrata il 13 dicembre.

Dal 10 al 13 dicembre 2019, Piazza Bra ospita i tipici banchéti de Santa Lussìa (i banchetti di Santa Lucia).

È un’occasione imperdibile per passeggiare tra i mercatini provenienti da tutta Italia e gustare dolci e prodotti locali, il tutto nella splendida cornice dell’anfiteatro Arena.

Sono presenti anche stand con giocattoli per i più piccini e manufatti artigianali per gli amanti del genere e per chiunque sia alla ricerca di regali particolari da fare ai propri cari.

Qui gli orari di apertura dei mercatini:

  • Martedì 10 dicembre 2019: ore 8.00-23.00
  • Mercoledì 11 dicembre 2019: ore 8.00-23.00
  • Giovedì 12 dicembre 2019: ore 8.00-23.00
  • Venerdì 13 dicembre 2019: ore 8.00-20.00

 

Banchetti di Santa Lucia

Banchetti di Santa Lucia in Piazza Bra

 

 

Banchetti di Santa Lucia: come raggiungere Piazza Bra

In bus:

  • Linee che passano da piazza Bra: 11-12-13-51-52 (feriale), 90-92-96-97-98 (serale e festivo)
  • Linee che attraversano il centro: 70 (feriale), 96-97 (serale e festivo)

 

In taxi:
Unione Radiotaxi tel. 045 532666 – 340 3210021

Parcheggi utili:

  • Piazza Bra
  • Piazza Erbe
  • Via Diaz
  • Castelvecchio
  • Stazione Porta Nuova
  • Aeroporto Verona Villafranca

 

Ti aspettiamo allora ai Mercatini di Natale di Verona. Per gustarti gli stand, girare fra le vie del centro storico della città e apprezzare i vini e la gastronomia veronese.

 

Mercatino di Natale sul Lago di Garda - Lazise - Verona - 2019-2020

 

Mercatino di Natale a Lazise, sul lago di Garda, fino al 6 gennaio 2020

Fino al 6 gennaio 2020 a Lazise c’è il più grande Mercatino di Natale del Lago di Garda.

Il suggestivo evento Natalizio si tiene nella centrale Piazza Vittorio Emanuele, sul Lungolago Marconi e nelle vie interne del centro storico.

Oltre 100 espositori con caratteristiche casette in legno, vi faranno vivere una magica atmosfera, con i colori, sapori e profumi del Natale.

E poi….numerosi laboratori creativi per bambini, giochi di una volta, animazione per grandi e piccini, degustazioni e area Street Food.

Inoltre Babbo Natale con la sua carrozza vi porterà in un suggestivo viaggio per le vie del paese.

Il Mercatino di Natale a Lazise è organizzato nei giorni 23-24-30 novembre, 1-7-8-14-15-21-22-23-24 dicembre. E poi dal 26 dicembre al 6 gennaio 2020.

Questi gli orari del Mercatino di Natale a Lazise, sul lago di Garda: ore 10-19.

Ed ecco qui un video dell’edizione 2017 del mercatino natalizio di Lazise. La location è quella. L’atmosfera magica del Natale è la stessa.

Come raggiungere Lazise? Leggi l’articolo di Verona Wine Love su COME RAGGIUNGERE IL LAGO DI GARDA CON I MEZZI PUBBLICI

Se invece sei in auto, ti basta uscire dall’autostrada Milano-Venezia al casello di Peschiera e seguire le indicazioni per Lazise.

Se vieni dall’autostrada Modena-Brennero, esci a Verona Nord e prendi la direzione per Lazise.

 


Appuntamento a Verona
, quindi, con i Mercatini di Natale in Piazza dei Signori. Fino al 26 dicembre 2019.

E fino al 6 gennaio 2020 appuntamento con il Mercatino di Natale di Lazise, sul lago di Garda.

 

Articolo a cura di Zara Rubes
redazione@veronawinelove.com

VERONA: DOVE BERE UN APERITIVO IN COMPAGNIA

VERONA: ECCO DOVE PUOI MANGIARE

VERONA: FAI IL TOUR DELLE CANTINE

VERONA: SCEGLI DOVE VUOI DORMIRE

VERONA: SCOPRI LE OCCASIONI DI GROUPON PER I TUOI ACQUISTI

*****
I programmi di affiliazione pubblicitaria citati nell’articolo prevedono un compenso per Verona Wine Love se prenoti attraverso il nostro sito.
Sono operatori di qualità che consigliamo ai nostri lettori. L’affiliazione non incide sul prezzo praticato al cliente.

 

 

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!


Subito per te l’ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

Visita Verona, città del Vino e dell’Amore: informazioni utili

 

Eccoti i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

VINI E TERRITORI: GUIDA AI VINI E ALLA PROVINCIA SCALIGERA

 


Alloggiare a Verona, Soave, Valpolicella, sul lago di Garda e Lessinia

 

Se stai cercando un hotel ti proponiamo BOOKING il servizio di ricerca e prenotazione hotel con le sue offerte esclusive e le opinioni dei clienti che hanno davvero alloggiato negli alberghi recensiti.

Abbiamo scelto, come Verona Wine Love, l’affiliazione con Booking perché crediamo che sia importante poter leggere le opinioni di chi è stato in un albergo prima di alloggiarvi.

Da Booking, se tu scegli questo servizio, Verona Wine Love – grazie al programma di affiliazione – ricava una percentuale. Questa commissione non incide in alcun modo sulla tua spesa.

Ci teniamo a proporti Booking per farti un servizio. E per trasparenza ti citiamo il nostro programma di affiliazione, perché detestiamo le pubblicità occulte. E ancor più quelle ingannevoli.

Il servizio di ospitalità in albergo di Booking puoi utilizzarlo, attraverso il banner qui sotto, sia per Verona e la sua splendida provincia. E sia per qualsiasi altra località ti interessi.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA E NELLA SUA PROVINCIA

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

13 + 3 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Enoturismo: il futuro del turismo del vino e della sommellerie, tra comunicazione digitale, capitale umano e figura del sommelier 2.0

Enoturismo: il futuro del turismo del vino e della sommellerie, tra comunicazione digitale, capitale umano e figura del sommelier 2.0

L’enoturismo è un settore in forte crescita vista la nostra ricca tradizione enogastronomica, che ogni anno attrae milioni di turisti provenienti da tutto il mondo. Affinché siano in grado di rispondere alle esigenze del pubblico, gli operatori dell’enoturismo devono cogliere le nuove dinamiche dell’industria del turismo.

Tra i cambiamenti più significativi, si riscontra l’uso crescente di strumenti digitali, ad esempio i portali di gestione e promozione di servizi turistici e i social network, sempre più utilizzati come canali comunicativi e di promozione dal settore turistico.

Ma non è sufficiente l’impiego del digitale. Il turista moderno ricerca un vero e proprio viaggio esperienziale, che gli faccia vivere i sapori, il folklore e la bellezza del territorio.

Dunque, i professionisti del turismo devono avere competenze di marketing e comunicazione che consentano di valorizzare il patrimonio enogastronomico, artistico e culturale del luogo.

In questo nuovo contesto, la figura del sommelier deve allinearsi con le novità del settore del turismo del vino. Quindi, non solo conoscenze enogastronomiche. C’è bisogno di una formazione per le relazioni con il cliente. E saper trasmettere al turista un racconto che unisca al piacere del vino la storia del posto.

Questi temi sono stati presentati durante il Convengo di apertura del Congresso Nazionale AIS, svoltosi a Verona dal 22 al 24 novembre 2019.

In questa occasione, professionisti del settore turistico, docenti universitari e esperti della comunicazione del vino hanno avuto modo di discutere di comunicazione digitale, formazione e sommellerie nel quadro dell’enoturismo moderno.

 

turismo del vino

 

L’enoturismo e l’evoluzione verso la comunicazione digitale

 

Il settore enoturistico deve sapersi adattare ai cambiamenti veloci prodotti dalla rivoluzione digitale e alle richieste di un turista sempre più evoluto e internauta.

Come fa notare Stefan Marchioro (docente di Economia turistica applicata al Turismo dell’Università di Padova), “Il web prima e oggi la sharing economy ed il social commerce hanno reso il mondo più “piccolo”, più a portata di mano e di click, ma anche più conoscibile e sfaccettato, sicuramente meno standardizzato”.

L’evoluzione stessa del ruolo di Facebook può essere un’ottima cartina tornasole per rappresentare le tendenze attuali, che lo vedono come un potente canale comunicativo per il turismo e tutta l’industria del viaggio.

L’enoturismo, quindi, non deve subire il cambiamento, ma deve cogliere e gestire le grandi opportunità che offrono gli strumenti digitali, come la rapida comunicazione con il cliente e la possibilità di farsi conoscere in maniera capillare.

La mancata gestione anche dell’aspetto digitale, dunque, rischia di mettere in difficoltà le realtà enoturistiche italiane rispetto a Paesi con una tradizione meno consolidata rispetto alla nostra ma che hanno saputo sfruttare le potenzialità della tecnologia.

Il professor Marchioro sottolinea che gli effetti per le imprese turistiche italiane sarebbero una corsa al ribasso, con una conseguente perdita di qualità e competitività.

Trasformare il “terroir” in destinazione turistica significa organizzazione, professionalità ma soprattutto lungimiranza per costruire un contesto che sappia rispondere e accogliere le esigenze del turista moderno.

Marchioro porta ad esempio il modello già adottato da qualche tempo in Francia: l’Open System Alliance Réseaux.

Si tratta di un marketplace turistico che consente un dialogo diretto tra gestore e cliente, dando spazio ai circuiti brevi e la disintermediazione. I proprietari, quindi, hanno il controllo diretto della loro attività e hanno modo di dialogare con il cliente, dando consigli per la vacanza e proponendo attività.

Dal punto di vista della domanda, permetterebbe di creare un’offerta eterogenea e accessibile per il turista, dandogli anche i mezzi per fare i propri acquisti online.

 

Congresso nazionale AIS - Teatro Filarmonico Verona

Il convegno di apertura del Congresso Nazionale AIS al Teatro Filarmonico di Verona

        

 

Creare valore nel turismo del vino con il capitale umano

 

Se è vero che oggigiorno le tecnologie stanno prendendo sempre più piede nel settore turistico, il capitale umano rimane comunque un fattore essenziale.

È il contatto umano che può contribuire a rendere piacevole un’esperienza o, al contrario, lasciare un pessimo ricordo.

Mauro Santinato (Presidente di Teamwork) sottolinea che il far sentire bene l’ospite e l’accoglienza sono fattori non riproducibili dalle tecnologie ma solo da un personale formato e attento.

Le figure dell’enoturismo 2.0, quindi, non potranno essere impreparate. Il nuovo quadro generale richiede capacità interdisciplinari, saper interpretare le abitudini e le esigenze del turista moderno e del degustatore che ricerca un viaggio esperienziale che fonda gusto e cultura.

Ma non solo: i professionisti devono possedere competenze relazionali, comunicative, gestionali e di marketing che permettano di essere in linea con le dinamiche attuali dell’enoturismo.

Bisogna innovare il sistema dell’ospitalità e della valorizzazione del territorio ai fini turistici. Il turismo del vino ha l’obiettivo di creare un viaggio esperienziale, che dia spazio all’esaltazione di un territorio caratterizzato da profumi, sapori e una storia unici nel loro genere.

 

Sommelier AIS Verona

 

La figura del sommelier nell’enoturismo 2.0

 

Il Congresso AIS 2019 è stata l’occasione per rivalutare il ruolo del sommelier e la sua formazione alla luce di queste nuove riflessioni.

Il sommelier del domani deve porsi in termini di figura protagonista nel mondo dell’enoturismo. Come fa presente Mauro Santinato, “le parole d’ordine del futuro per i sommelier sono professionalità, comunicazione e legame umano”.

Ai sommelier è richiesta una preparazione trasversale a diverse discipline: non basta più saper abbinare un vino ad un piatto, ora è necessario avere più competenze necessarie per rispondere ai bisogni di un turista sempre più evoluto ed esigente.

I nuovi sommelier, quindi, saranno preparati sui temi della comunicazione, del marketing, del racconto del territorio e della cultura che identifica quella meta. Accompagneranno il turista attraverso una narrazione che unisce il lato enologico a quello culturale, garantendo al turista un’esperienza a tutto tondo.

E AIS si pone come formatore di eccellenza dei futuri sommelier, sia da un punto di vista didattico che professionale.

“Fra tutti i professionisti di settore in Italia, il sommelier è la figura professionale che meglio si adatta alle nuove esigenze delle aziende in termini di enoturismo”, ha ricordato Antonello Maietta, Presidente nazionale di AIS, “si può formare in tempi relativamente brevi, ha competenza nell’assaggio del vino, è abituato a parlare di abbinamenti cibo-vino. Ma non solo, riesce anche a legare il vino al territorio in cui viene prodotto, contestualizzarlo nella zona di produzione in cui si trova”.

Il turismo del vino, dunque, sta andando verso un’evoluzione a tutto tondo, che coinvolge il digitale, il valore umano e la sommellerie.

È importante, però, che sappia mantenere la propria unicità e soggettività. L’esperienza del vino non può estinguersi con un click o un post, ma va vissuta con professionisti che sappiano far conoscere e apprezzare il territorio e i suoi prodotti.

Potrebbe interessarti anche: la scelta dell’Associazione Italiana Sommelier per la Guida Vitae 2020 con l’eccellenza vinicola dell’Italia


Articolo a cura di
Zara Rubes
redazione@veronawinelove.com

 

VERONA: DOVE BERE UN APERITIVO IN COMPAGNIA

VERONA: ECCO DOVE PUOI MANGIARE

VERONA: FAI IL TOUR DELLE CANTINE

VERONA: SCEGLI DOVE VUOI DORMIRE

VERONA: SCOPRI LE OCCASIONI DI GROUPON PER I TUOI ACQUISTI

Consulta Vinetia: la Guida AIS 2020 ai Vini del Veneto

logo vincita

Ti è piaciuto l’articolo?

 

Iscriviti alla newsletter di Verona Wine Love e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Iscriviti alla newsletter, clicca qui.

 

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona.

E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di Verona Wine Love

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale?

Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Marketing e Pubblicità:
Nicola Albi
☏   (+39) 349 8058 016

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

11 + 15 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

Nicola +39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Concorso Miglior Sommelier d’Italia Premio Trentodoc: il primo è Valentino Tesi della delegazione AIS di Pistoia

Concorso Miglior Sommelier d’Italia Premio Trentodoc: il primo è Valentino Tesi della delegazione AIS di Pistoia

È Valentino Tesi il vincitore del Concorso Miglior Sommelier d’Italia Premio Trentodoc, premiato oggi domenica 24 novembre 2019 nella Domus Mercatorum della Camera di Commercio di Verona.

La premiazione si inserisce all’interno di un weekend importante per il mondo della sommellerie italiana. Dal 22 al 24 novembre 2019, infatti, la città scaligera ha l’onore di ospitare il 53° Congresso dell’Associazione Italiana Sommelier.

Il sommelier vincitore, Valentino Tesi, è della Delegazione AIS di Pistoia e ha battuto in finale il molisano Carlo Pagano.

Al terzo posto ex equo il bergamasco Stefano Berzi e il bresciano Artur Vaso, superati nella semifinale.

 

Miglior sommelier d'Italia - Premio Trentodoc

Valentino Tesi, Miglior Sommelier d’Italia – Premio Trentodoc, Edizione 2019 (Foto Ufficio Stampa di AIS Italia)

 

 

Il Concorso Miglior Sommelier d’Italia Pemio Trentodoc 2019

 

Il Concorso Miglior Sommelier d’Italia Premio Trentodoc è promosso dall’AIS in collaborazione con l’Istituto Trento DOC, due importanti enti nazionali legati dalla passione per il vino e dalla volontà di valorizzare le eccellenze italiane.

Il Concorso prevede una selezione dei candidati con una prova complessa, composta da domande e prove pratiche. Per l’edizione 2019, si è voluto celebrare anche la Regione ospitante, dedicandole alcuni quesiti.

Le prove pratiche consistono in una serie di assaggi alla cieca e nella scelta di abbinamenti tra piatto e vino.

I quattro sommelier passati in semifinale sono: Valentino Tesi, Carlo Pagano, Stefano Berzi e Artur Vaso.

A valutarli, una giuria tecnica composta da Ivano Antonini, Maurizio Dante Filippi, Maurizio Zanolla, Nicola Bonera, Roberto Anesi.

Per la giuria istituzionale, invece, Antonello Maietta (Presidente AIS), Roberto Bellini (Vicepresidente AIS), Cristiano Cini (Presidente AIS Toscana), Simone Loguercio (vincitore dell’edizione 2018), Sabrina Schench (Responsabile Istituto Trento DOC).

La semifinale prevedeva più prove: la degustazione di uno spumante e di un vino bianco (da presentare in inglese). Ma non solo, anche abbinamenti tra un amuse bouche di nasello e una birra, un sakè e un tè (ciascuna opzione con tre possibilità diverse tra cui scegliere) e un abbinamento tra capesante e uno spumante Trento DOC.

Anche per la prova finale erano previste più sfide, volte a valutare la capacità tecnica e comunicativa dei finalisti Valentino Tesi e Carlo Pagano.

La prima è stata una degustazione di vini rossi seguita dall’argomentazione di tre punti (tipologia, equilibrio e punteggio del vino).

Poi, i sommelier hanno dovuto trovare l’abbinamento migliore per un piatto realizzato appositamente per l’occasione dallo chef Giancarlo Perbellini.

La prova di decantazione prevedeva non solo la descrizione tecnica, ma anche un racconto dell’etichetta e del territorio.  La scelta tra Taurasi Opera Mia, Ronco dei Ciliegi e San Colombano Monastero di Valbissera.

Infine, con la sfida sulla comunicazione, gli sfidanti hanno dato prova delle loro qualità di comunicatori della sommellerie, raccontando un’etichetta (Vecchio Samperi Marco de Bartoli), un personaggio del mondo del vino (per quest’anno il veronese Giuseppe Quintarelli) e il territorio della Valle del Rodano.

 

Collaborazione tra AIS e Istituto Trentodoc

 

La collaborazione tra l’Associazione Italiana Sommelier e l’Istituto Trentodoc si conferma una scelta indispensabile per raggiungere risultati di eccellenza.

 “La finale del premio – ha dichiarato Antonello Maietta, Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier – ha dimostrato il livello qualitativo della scuola di formazione messa in campo da AIS e la condivisione dei valori di un territorio di grande pregio come quello del Trento Doc”.

“La collaborazione dell’Istituto Trento Doc con AIS – secondo il Presidente Enrico Zanoni – prosegue proficuamente da alcuni anni, così come la partnership del premio Miglior Sommelier d’Italia, che coniuga l’eccellenza della professionalità e competenza dei soci AIS con la costante crescita qualitativa e di reputazione della produzione dei nostri associati”.

 

 

Premio Miglior Sommelier d'Italia

Roberto Bellini Vicepresidente AIS, Antonello Maietta Presidente Nazionale AIS, Valentino Tesi e Sabrina Schech Direttrice Istituto Trento Doc (Foto Ufficio Stampa AIS Italia)

 

 

I sommelier del futuro: tra gusto e comunicazione

 

Il 53^ Congresso AIS vuole sottolineare la centralità del sommelier nell’accoglienza enoturistica.

“Bisogna trovare una comunicazione adeguata alle esigenze dell’ospite”, ha spiegato Maurizio Dante Filippi (Miglior Sommelier d’Italia 2016).

I concorsi AIS sono l’occasione per delineare le esigenze attuali del mondo del vino: il sommelier non deve limitarsi a presentare il vino in quanto prodotto, ma deve saper essere un comunicatore a tutto tondo.

L’esperienza del vino, quindi, passa anche attraverso il racconto del territorio, del produttore, della cultura che identifica la zona di provenienza.

Tutti questi elementi contribuiscono a dare valore e prestigio al prodotto che l’enoturista sta gustando.

“Il sommelier del 2000 deve saper e aver voglia di comunicare”, sottolinea Zanolla. La scelta di inserire una sfida legata alla comunicazione, quindi, è in linea con quanto vuole proporre l’AIS con l’edizione 2019 del Congresso.

 

Potrebbe interessarti anche: Enoturismo e ruolo del sommelier al congresso AIS di Verona dal 22 al 24 novembre 2019

 

Articolo a cura di Zara Rubes
redazione@veronawinelove.com

Consulta Vinetia: la Guida AIS 2020 ai Vini del Veneto

logo vincita

 

Ti è piaciuto l’articolo?

 

Iscriviti alla newsletter di Verona Wine Love e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Iscriviti alla newsletter, clicca qui.

 

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona.

E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di Verona Wine Love

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale?

Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Marketing e Pubblicità:
Nicola Albi
☏   (+39) 349 8058 016

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

7 + 6 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

Nicola +39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Durello and Friends: il 24 e 25 novembre 2019 a Verona la vetrina dello spumante dei Monti Lessini. Degustazioni e incontri sulle bollicine d’eccellenza

Durello and Friends: il 24 e 25 novembre 2019 a Verona la vetrina dello spumante dei Monti Lessini. Degustazioni e incontri sulle bollicine d’eccellenza

Spumante, il 24 e 25 novembre 2019 a Verona la manifestazione Durello and Friends con eventi dedicati al Durello, lo spumante dei Monti Lessini.

L’appuntamento con le bollicine della Lessinia è al Palazzo della Gran Guardia, in piazza Bra.

Tutti i professionisti dell’enologia e gli winelovers possono così degustare questa perla del panorama enologico scaligero e berico.

E partecipare agli incontri tenuti da professionisti del settore.

Un evento che porta in primo piano le bollicine del Durello, uno spumante sempre più apprezzato.

 

Durello and Friends: il programma dell’evento sullo spumante dei Lessini

La manifestazione ha inizio domenica 24 novembre al Palazzo della Gran Guardia con il convegno dedicato alla Lessinia e al suo patrimonio, da sviluppare in un’ottica enoturistica. Ospiti della serata Marco Sabellico, curatore della celebre guida Gambero Rosso, e Francesca Cheyenne di Rtl 102.5.

Dalle ore 18 alle 23 sono aperte le degustazioni al pubblico, che può scegliere tra 30 aziende e oltre 100 tipologie di vino.

Non solo vino ma anche buon cibo: ad accompagnare gli assaggi sono presenti delle eccellenze gastronomiche del territorio.

L’incontro delle 18 è tenuto dalla delegazione Ionica-Etnea di AIS, che propone un confronto tra gli spumanti dell’Etna con i prodotti dei Monti Lessini Metodo Classico.

Alle ore 19, Sabellico guida i visitatori alla scoperta del Durello e delle bollicine autoctone riconosciute con il premio Tre Bicchieri.

Per concludere in bellezza, alle 21 la trattoria Fattori di Roncà e il ristorante la Marescialla di Montebello Vicentino propongono gustosi menù da abbinare al Durello.

La manifestazione riprende lunedì 25 novembre: alle ore 17.30, il celebre sommelier Alessandro Scorsone conduce una degustazione delle bollicine di montagna.

Alle 19.30, Francesca Negri illustra l’arte dello Sabrage, antica tecnica usata per l’apertura delle bottiglie di spumante. Al sito dello Sabrage Academy puoi avere tutte le informazioni sul corso.

Infine, alle 21 gli assaggi gastronomici sono curati dal ristorante Al Callianino di Montecchia di Crosara e Il Pestello di Vicenza.

 

Logo del Durello and Friends

Durello and Friends, l’evento dedicato allo spumante dei Monti Lessini

 

VUOI COMPRARE UNA BOTTIGLIA DI SPUMANTE? CERCA SULL’ENOTECA VINOPURO

 


Cos’è il Durello, lo spumante della Lessinia

Il Durello è prodotto con l’uva Durella, tipica dell’area dei Monti Lessini. Si tratta di un vino bianco di carattere, con una grande finezza e complessità di aromi.

È caratterizzato da una spuma fine e persistente, color giallo paglierino e da un profumo vinoso, appena fruttato. Ha un sapore acidulo ma armonico, che lo rende adatto in più occasioni: dall’aperitivo leggero con gli amici fino a piatti ricchi di sapore.

Da provare è l’abbinamento tra Durello e risotto con radicchio e Monte Veronese: scoprirai un piacevole contrasto tra la delicatezza del piatto e il gusto forte di questo spumante.

Ti consigliamo anche di gustare il Durello in compagnia di prodotti dal sapore più deciso, come il cotechino o la trippa in umido.

Vuoi scoprire il Durello e le cantine che lo producono? Leggi la sezione di Verona Wine Love dedicata allo spumante Durello.

 

Lo spumante Durello

Lo spumante Durello

 

Come arrivare a Verona per Durello and Friends

IN AUTOBUS: LINEE URBANE

  • Linee che attraversano il centro: 70 (feriale), 96-97 (serale e festivo)
  • Linee che passano da piazza Bra: 11-12-13-51-52 (feriale), 90-92-96-97-98 (serale e festivo)

 

IN TAXI

Unione Radiotaxi tel. 045 532666 – 340 3210021

Parcheggi taxi utili per l’area del Festival:

  • Piazza Bra
  • Piazza Erbe
  • Via Diaz
  • Castelvecchio
  • Stazione Porta Nuova
  • Aeroporto Verona Villafranca

 

Articolo a cura di Zara Rubes
redazione@veronawinelove.com

VUOI COMPRARE UNA BOTTIGLIA DI SPUMANTE? CERCA SULL’ENOTECA VINOPURO

I programmi di affiliazione pubblicitaria citati nell’articolo prevedono un compenso per Verona Wine Love se prenoti attraverso il nostro sito.
Sono operatori di qualità che consigliamo ai nostri lettori.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter:sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Subito per te l’ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

Visita Verona, città del Vino e dell’Amore: informazioni utili

Eccoti i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

VINI E TERRITORI: GUIDA AI VINI E ALLA PROVINCIA SCALIGERA

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

14 + 8 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Enoturismo e ruolo del sommelier al congresso AIS di Verona dal 22 al 24 novembre 2019. Leggi il programma degli eventi e delle degustazioni

Enoturismo e ruolo del sommelier al congresso AIS di Verona dal 22 al 24 novembre 2019. Leggi il programma degli eventi e delle degustazioni

Enoturismo e ruolo del sommelier sono i temi centrali del congresso nazionale dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier) che si tiene a Verona da venerdì 22 a domenica 24 novembre 2019.

Un congresso importante, visto il tema. E’ di quasi un anno fa, infatti, l’approvazione della legge sull’enoturismo.

E il turismo del vino è una voce importante per la promozione delle bellezze artistiche, naturali e culturali dell’Italia. Oltre che della cultura e delle ricchezze umane ed esperienziali del nostro territorio.

Il congresso è stato presentato a Palazzo Orti Manara (Verona), dal Presidente dell’Associazione AIS Veneto Marco Aldeghieri, dal delegato AIS Verona Paolo Bortolazzi e dal coordinatore didattico regionale Marco Visentin.

 

 

Congresso AIS Verona

 

 

Congresso AIS: ruolo del sommelier e suo contributo all’enoturismo

 

L’enoturismo, legato alla wine economy, è un settore in continua crescita e sviluppo che offre un ampio ventaglio di possibilità professionali.

Di questo si parlerà al convegno AIS di Verona, nel sottolineare il ruolo che il sommelier ha per la promozione del turismo del vino.

L’enoturista è alla ricerca di un percorso esperienziale a tutto tondo, in cui vivere un’esperienza che unisca il piacere dell’enogastronomia con la scoperta del luogo.

L’enoturismo, però, non si limita solo al vino e al cibo, ma è anche cultura, folklore e territorio.

Vi è così la necessità di saper rivalutare l’attuale sistema produttivo, organizzativo e comunicativo, formando dei professionisti capaci di affrontare le nuove sfide del turismo enogastronomico.

In questo contesto, il sommelier si propone come ponte tra l’azienda vinicola e il grande pubblico.

Il sommelier non è quindi solo un esperto di degustazione e di abbinamento cibo-vino, ma si pone anche come conoscitore del territorio e della sua valorizzazione.

“Non più servitori del vino, ma comunicatori del vino”, spiega Marco Visentin, coordinatore didattico AIS, che sottolinea l’importanza di trasformare un settore solo agricolo in uno anche di servizio per il turista.

La comunicazione del settore vino, dunque, avviene con professionisti – i sommelier – che sanno promuovere l’eccellenza del prodotto e del territorio che lo produce.

 

 

Marco Aldegheri, presidente Associazione italiana sommelier del Veneto - AIS Veneto - corsi sommelier

Marco Aldegheri, presidente AIS Veneto

 

 

Sommelier ed enoturismo: il programma del congresso dell’AIS

 

E’ tutto pronto a Verona per il fine settimana dedicato alla sommellerie.

Da venerdì 22 a domenica 24 novembre 2019 la città scaligera ospita il 53° Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier organizzato da AIS Veneto e dedicato all’enoturismo.

Tre giorni di appuntamenti che coinvolgono non solo i professionisti e gli operatori di settore, ma anche il pubblico, che può partecipare a tour guidati, incontri, banchi d’assaggio e laboratori.

Gli eventi hanno inizio nel pomeriggio di venerdì 22 novembre con PerCorsi: tre tour guidati, in partenza dal Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra, che accompagnano i partecipanti alla scoperta delle meraviglie enologiche del territorio veneto.

Dalle 14.30 alle 18.30 sono in programma le visite Vulcanici Euganei sui Colli Euganei e Tra Castelli e filari attraverso le vigne del Soave.

Dalle 13 alle 18.30 l’appuntamento è con Le Stanze del vino, per scoprire il profondo legame che lega la città scaligera all’enologia.

Tra Castelli e Filari e Le Stanze del vino sono riproposte anche il sabato dalle 9.30.

Sabato 23 novembre alle ore 10 il Teatro Filarmonico ospita il convegno di apertura dedicato a presente e futuro dell’enoturismo.

Qui si parla di terroir come destinazione turistica, di comunicazione nel mondo del vino, del marketing digitale e della formazione degli operatori.

Allo stesso orario si aprono i Saloni del Gusto PerLage che portano al Centro Congressi della Camera di Commercio di Verona i migliori spumanti veneti .

E si apre l’evento PerGola al Palazzo della Gran Guardia con i piatti della tradizione gastronomica del territorio.

I banchi d’assaggio ospitano alle ore 11 e alle 17 alcuni laboratori aperti al pubblico.

Sono laboratori dedicati ai bordolesi veneti e al Prosecco, fino all’arte casearia e alla produzione della carne e dei salumi.

Nella serata di sabato 23 novembre il Congresso Nazionale coinvolge anche i ristoranti del centro storico.

La domenica mattina 24 novembre sono in partenza altri tour guidati:

  • alle 8.00 Le Ville Palladiane e i vini dei Colli Berici,
  • alle 9.30 Paesaggio Valpolicella,
  • alle 10.00 l’appuntamento è al Centro Congressi della Camera di Commercio di Verona dove si tiene la sfida finale del Concorso Miglior Sommelier d’Italia Premio Trentodoc 2019

I saloni in programma per la giornata comprendono Vinetia – Guida ai vini del Veneto, che raggruppa al Palaexpo di Verona Fiere le eccellenze enologiche della Regione premiate dalla guida.

Vi è poi il salone Trentodoc – Bollicine di montagna, il banco d’assaggio dedicato al Metodo Classico Trentino ospitato dal Centro Congressi CCIAA.

Domenica 24 novembre è inoltre una giornata dedicata alle degustazioni, con appuntamenti dedicati dall’Amarone al Raboso, fino ai grandi passiti veneti e al Soave.

Tutti gli eventi sono accessibili solo previa registrazione online dalla pagina sul Congresso Nazionale dell’AIS, dove è possibile scaricare il PROGRAMMA DEL CONGRESSO AIS su enoturismo e sommelier.

Per tutto il fine settimana è disponibile un servizio navette gratuito e i partecipanti con un ticket del congresso possono accedere gratis a Durello & Friends a partire dalle ore 17 di domenica 24 novembre al Palazzo della Gran Guardia.

 

 

AIS - congresso nazionale - enoturismo e sommelier - novembre 2019 - Verona

Presentazione del congresso nazionale dell’AIS. Al centro il presidente regionale, Marco Aldegheri (foto Zara Rubes)

 

 

L’impegno di AIS Veneto per la sostenibilità

 

AIS Veneto – che ha organizzato il congresso nazionale con i vertici di AIS Italia – è legata anche al tema della sostenibilità e della solidarietà.

Uno spazio del congresso è infatti dedicato alle piccole realtà aziendali che curano il prodotto e la scelta delle materie prime.

“Si tratta di uno sforzo economico in più per noi, ma è un segnale di sensibilità per i consumatori”, spiega Aldeghieri.

Il gadget ufficiale di questa edizione del congresso AIS è il cavatappi Vaja, progettato da Claudio Burato, chef dell’Hosteria del Durello di Montecchia di Crosara (Verona).

Promotori del progetto sono l’azienda Farfalli di Maniago (Udine) e Okinawa Operations di Montagnana (Padova).

Il ricavato serve a sostenere le aree delle Dolomiti venete danneggiate colpite dalla tempesta Vaia nell’ottobre del 2018.

“Vaja è un segno tangibile dei valori e dell’impegno su cui da oltre 50 anni si fonda la nostra associazione”, spiega Marco Aldeghieri, presidente di AIS Veneto. La cura e la dedizione che un piccolo gesto come l’apertura di una bottiglia racchiude in sé, si unisce alla passione per il mondo del vino, alla sua terra e al suo rispetto”.

Articolo a cura di Zara Rubes
redazione@veronawinelove.com

Leggi anche la versione in LINGUA INGLESE dell’articolo sul CONGRESSO AIS A VERONA

Consulta Vinetia: la Guida AIS 2020 ai Vini del Veneto

logo vincita

Ti è piaciuto l’articolo?

 

Iscriviti alla newsletter di Verona Wine Love e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Iscriviti alla newsletter, clicca qui.

 

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di Verona Wine Love

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Redazione e servizi di Comunicazione digitale:
Nicola
☏   +393498058016

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

3 + 13 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

Nicola +39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Show Buttons
Nascondi