Donne della Vite: competenza e innovazione per la migliore qualità nella produzione vinicola

Donne della Vite: competenza e innovazione per la migliore qualità nella produzione vinicola

La produzione vinicola di qualità ha alla base una viticoltura di qualità. Ecco l’importanza della figura dell’agronomo.

E una “filosofia dell’agricoltura” che unisca qualità e rispetto dell’ambiente, sostenibilità e miglioramento della produzione.

Innovazione e competenza sono così le nuove frontiere della sostenibilità in viticoltura e nell’agricoltura nel suo insieme.

Sono stati questi i temi del convegno organizzato ad Arezzo dalle Donne della Vite in collaborazione con Italpollina in occasione della manifestazione Agri@Tour.

L’incontro, attraverso una tavola rotonda prevista dalla sessione dei lavori, ha approfondito inoltre i cambiamenti in atto nella ricerca e nella professione dell’agronomo.

L’agronomo è una figura – spiega una nota –  “che richiede nuove competenze per introdurre tecniche sostenibili e al tempo stesso per comunicare l’impegno profuso al fine di dare garanzie alla società e ai consumatori”.

 

Donne della Vite

 

Tra gli intervenuti al convegno, moderato dall’agronoma e presidente delle Donne della Vite, Valeria Fasoli, l’economista dell’Università di Perugia Angelo Frascarelli.

“Oggi all’agricoltura – ha affermato l’economista Frascarelli – si chiede di essere intelligente, rapida e resiliente, cioè ‘smart’ e di rispondere non con l’incremento degli input ma con l’innovazione e la conoscenza alla necessità per valorizzazione dei prodotti“.

Sul profilo dell’agronomo, nel corso invece della tavola rotonda, Marco Pierucci di Agronomi In Vigna e promotore del progetto europeo Life Green Grapes ha detto che “anche noi agronomi  grazie anche alle collaborazioni con il mondo scientifico abbiamo superato i due cardini limitanti e non sostenibili, nutrizione e difesa, su cui basavamo in passato tutti gli interventi”.

“L’attenzione – ha concluso Marco Pierucci – alla fisiologia della pianta e ai suoi ‘partner’ vegetali e microbiologici, alla sostanza organica nel suolo e alla induzione di resistenza che la rende in grado di reagire, ha permesso di limitare la difesa allo stretto necessario e anche di recuperare l’identità delle produzioni vitivinicole“.

Ecco che l’identità delle produzioni vitivinicole, come espresso al convegno delle Donne della Vite, passa dalla competenza e dall’innovazione. Il che si traduce in una migliore produzione vinicola.

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

 

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Eventi Verona: Banchetti di Santa Lucia e Mercatini di Natale in centro. Alla scoperta degli stand nella città antica

Eventi Verona: Banchetti di Santa Lucia e Mercatini di Natale in centro. Alla scoperta degli stand nella città antica

Una Verona ricca di eventi fino all’Epifania. L’autunno e l’inverno a Verona portano con sé i Mercatini di Natale, giunti quest’anno all’undicesima edizione.

Da lunedì 10 dicembre a giovedì 13, in piazza Bravia Roma, vi sono anche i tradizionali Banchetti di Santa Lucia.

Sui banchetti si trovano accessori d’abbigliamento, vestiario, prodotti per la casa, prodotti alimentari tipici delle varie regioni e i banchi dove consumare panini alla porchetta o con i salumi.

Piazza Bra, in occasione dei Banchetti di Santa Lucia, è chiusa al traffico. Passano soltanto gli autobus.

In corso Porta Nuova, via Roma e piazza Degli Alpini sono comparse le barriere in cemento per garantire la sicurezza di chi visita i banchetti.

 

Banchetti Santa Lucia - Verona - 2018 - b

 

Banchetti Santa Lucia - Verona - 2018 - c

 

Banchetti Santa Lucia - Verona - 2018 - a

 


MERCATINI DI NATALE A VERONA

II Mercatini di Natale sono allestiti in Piazza dei Signori – accanto a Piazza Erbe e a 5 minuti a piedi dall’anfiteatro Arena – in collaborazione con il Christkindlmarkt di Norimberga.

Si estendono poi in altre vie del centro, anche in prossimità del fiume Adige e su due ponti storici di Verona.

I mercatini saranno disponibili fino al 26 dicembre 2018, giorno di Santo Stefano, appena dopo il Natale.

 

Mercatini di Natale 2018 a Verona - Piazza dei Signori - 1

 

MERCATINI DI NATALE A VERONA: DOVE E ORARI
Sono 80 gli espositori dei Mercatini di Natale a Verona. Sono dislocati in Piazza dei Signori, nell’adiacente Cortile Mercato Vecchio, in via della Costa, Piazza Indipendenza, Piazza Viviani.

Ma i mercatini natalizi ci sono anche in Lungadige San Giorgio, a Ponte Pietra, sul Ponte di Castelvecchio (il Castello Scaligero) e in Piazza San Zeno.

In Piazza San Zeno vi è anche la pista del ghiaccio per il pattinaggio. A disposizione gli sportivi di Glacies Verona che insegnano i primi rudimenti, a grandi e bambini.

Questi gli orari di apertura dei mercatini:

  • da domenica a giovedì: dalle ore 10 alle 21.30
  • venerdì, sabato e prefestivi: dalle ore 10 alle 23
  • 24 dicembre (vigilia di Natale): dalle ore 10 alle 17
  • 25 dicembre (Natale): dalle ore 10 alle 15
  • 26 dicembre (Santo Stefano, ultimo giorno di apertura): dalle ore 10 alle 18

 

Mercatini di Natale 2018 a Verona - Piazza dei Signori - 3

 

CONSIGLI SU TRAFFICO, PARCHEGGI, SICUREZZA
E’ previsto un afflusso di 5 milioni di visitatori ai Mercatini di Natale di Verona e alle manifestazioni collaterali in città e in provincia.

E’ consigliabile che tu che leggi segua questi consigli per evitare code e problemi che ti si ritorcono contro. Sia a livello di spostamento in auto su Verona che di passeggio nel centro storico.

Giorni e orari consigliati:
1. Scegli, se ti è possibile, di visitare Verona e i mercatini natalizi in un giorno feriale, anziché concentrarti nel weekend
2. Scegli orari che non siano di punta: l’ora di pranzo e metà pomeriggio vedono un afflusso maggiore di visitatori

La Polizia Municipale di Verona consiglia di visitare i mercatini prestando attenzione alle criticità viabilistiche: traffico e parcheggi.

  • Viabilità: scarica il calendario delle criticità viabilistiche per evitare code e ingorghi che ti danneggiano.
  • Raggiungi il centro di Verona utilizzando il trasporto pubblico e i bus navetta dedicati
  • Nei fine settimana puoi utilizzare il Parcheggio P3 della Fiera con ingresso da viale del Lavoro e collegato al centro da un servizio di bus navetta ogni 10 minuti. E’ molto bello arrivare su Verona dalla zona Sud della città e goderti il maestoso Corso Porta Nuova.
  • Utilizza i parcheggi periferici, come il parcheggio Centro di via Campo Marzo, oppure i parcheggi CittadellaArena Tribunale, a pochi passi dal centro. Nei fine settimana si riempiono presto, però. Per questo scegli giorni e orari di minore afflusso.
  • Informati in anticipo sulla disponibilità di posti auto nel parcheggio che hai scelto. Informati attraverso i pannelli a messaggio variabile, sul  Portale web comunale e sul sito per i cellulari veronamobile.it con dati sono aggiornati in tempo reale.
  • Verifica bene la segnaleticaprima di lasciare l’auto in sosta: i cartelli in alcune vie del centro potrebbero essere cambiati.
  • Ricorda che a Verona esiste una Zona a Traffico Limitato sorvegliata da telecamere. Il sabato e nei giorni festivi, inoltre, nel centro storico è in vigore la maxi area pedonale soggetta al divieto di transito.
  • Nel caso di grande afflusso di visitatori in via Mazzini sarà applicato il senso unico pedonale, mentre il senso contrario sarà adottato in via Stella.
  • Sosta camper: è possibile parcheggiare il camper nell’Area comunale attrezzata di Porta Palio, in via Dalla Bona.
  • Bambini: tieni la mano dei bambini ed evita di perderli di vista. Consiglia loro di rivolgersi con tranquillità ad “una divisa” (vigili, poliziotti, carabinieri) qualora dovessero perdersi. Metti nelle loro tasche un foglietto contenente il numero di telefonino del genitore: è il miglior modo per essere subito avvisati in caso di necessità.

La Polizia Municipale di Verona è in servizio in divisa e in borghese per fronteggiare traffico e viabilità. E per prevenire fenomeni illegali come commercio abusivo, accattonaggio, gioco delle tre campanelle e altre situazioni illegali. 

 

RASSEGNA DEI PRESEPI ALLA GRAN GUARDIA (PIAZZA BRA)
E’ inaugurata la 35° Rassegna internazionale del Presepio alla Gran Guardia, in piazza Bra, di fronte all’anfiteatro Arena.

La rassegna dei presepi resterà aperta fino a domenica 20 gennaio 2019. L’orario di apertura della Rassegna del Presepio è dalle ore 9 alle 20, tutti i giorni compresi i festivi.

Il costo del biglietto di ingresso è di 7 euro (intero). Il biglietto ridotto costa 6 euro per le comitive di almeno 20 persone, i bambini tra i 6 e i 12 anni e gli adulti over 60. Per le scuole, il costo d’ingresso per studente è di 4 euro.

I biglietti si acquistano, come sempre, alla biglietteria nell’Arcovolo 14 dell’anfiteatro Arena. Mentre la Mostra dei Presepi è al Palazzo della Gran Guardia.

Con l’avvio della mostra dei presepi alla Gran Guardia vi è anche l’installazione della tradizionale Stella Cometa in Piazza Bra, a fianco dell’Arena.

La Stella Cometa in Piazza Bra è la più grande archiscultura (come grande scultura metallica) al mondo. Pesa 88 tonnellate, è lunga 70 metri ed è alta 100 metri.

COME ARRIVARE A VERONA: treno, auto, bus, aereo

COSA VEDERE A VERONA: Guida Turistica

Parcheggi a Verona (clicca sull’icona)

segnale di parcheggio

 

VERONA NATALIZIA FRA MERCATINI, STELLA COMETA E PRESEPI
E’ una Verona natalizia quella che accoglie visitatori e turisti con le 80 casette dei Mercatini di Natale.

Con la Stella Cometa in Piazza Bra e con la Rassegna internazionale del Presepio alla Gran Guardia.

I mercatini di Natale in Piazza dei Signori, nelle vie adiacenti e in alcuni tratti dei ponti, su lungadige San Giorgio, lo scorso anno hanno attirato 3 milioni di visitatori.  Quest’anno si punta al traguardo dei 5 milioni di visite.

 

VERONA: VIDEO DEI MERCATINI DI NATALE (a cura della Redazione)

Mercatini di Natale in Piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio e poi Piazza dei Signori, sabato sera, ore 23

 

 

Mercatini di Natale in Piazza dei Signori (di giorno festivo)

 

MERCATINI DI NATALE – Animazione in Piazza Erbe e accesso ai mercatini di Piazza dei Signori

 

MERCATINI DI NATALE A VERONA – Lungadige San Giorgio, vicino al Ponte Garibaldi

 

Altri video, foto e informazioni nelle pagine dedicate:
MERCATINI DI NATALE A VERONA
RASSEGNA DEI PRESEPI ALLA GRAN GUARDIA (Piazza Bra) 

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

 

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Vino Bardolino: da sabato 8 a lunedì 10 dicembre festa per i 50 anni della Doc. E c’è il banco d’assaggio “Il Chiaretto che verrà” 2018

Vino Bardolino: da sabato 8 a lunedì 10 dicembre festa per i 50 anni della Doc. E c’è il banco d’assaggio “Il Chiaretto che verrà” 2018

Il vino Chiaretto di Bardolino al centro dei festeggiamenti – sulle rive del Lago di Garda – per il 50° anniversario del Consorzio Tutela del Chiaretto e del Bardolino.

Tre giorni di celebrazioni per la Doc (Denominazione di origine controllata) Bardolino, che festeggia i 50 anni di attività brindando con il Chiaretto, vino portabandiera del Consorzio.

L’appuntamento è da sabato 8 a lunedì 10 dicembre 2018 quando a Bardolino si terranno:

  • il concerto di La Rossignol;
  • l’inaugurazione della nuova sede del Consorzio Tutela del Chiaretto e del Bardolino a Villa Carrara Bottagisio;
  • il banco d’assaggio “Il Chiaretto” al ristorante La Loggia Rambaldi.

Ad aprire il fine settimana di festeggiamenti dall’8 al 10 dicembre 2019 sarà Ecce Novum Gaudium, con i canti e le antiche musiche natalizie dell’ensamble La Rossignol.

Ecce Novum Gaudium si esibirà sabato 8 dicembre alla Chiesa della Disciplina di Bardolino alle ore 20.30. A chiudere la serata, a ingresso libero, ci sarà un brindisi con il Chiaretto di Bardolino.

Il rosè gardesano sarà protagonista anche durante l’appuntamento di domenica 9 dicembre a Villa Carrara Bottagisio: alle 17.30 la villa sarà inaugurata come nuova sede del Consorzio Tutela del Chiaretto e del Bardolino. Per l’occasione vi sarà un aperitivo aperto al pubblico con musica dal vivo.

Le previsioni meteo sono ottime. E’ previsto soleggiato a Bardolino e sul lago di Garda. Temperature da una minima di 8 gradi a una massima di 12 gradi: sarà quindi un tempo gradevole di un dicembre 2018 tutto sommato mite.

 

Degustazione vino Chiaretto di Bardolino - Lago di Garda - Verona

 

VINO BARDOLINO. IL “CHIARETTO” CHE VERRA’: ASSAGGIO ANNATA 2018
Lunedì 10 dicembre sarà la giornata de “Il Chiaretto che verrà”, quando il rosé verrà presentato a pubblico e operatori di settore prima dell’imbottigliamento.

Dalle 14.30 alle 19.30 il Chiaretto da vasca dell’annata 2018 si potrà degustare nei banchi d’assaggio ospitati dal ristorante La Loggia Rambaldi insieme al Chiaretto 2017.

Quaranta cantine presenteranno il vino della nuova annata, che pochi hanno avuto la fortuna di degustare, ancora torbido e con spiccate note di pompelmo rosa e albicocca.

Il costo del calice per le degustazioni è di 10 euro per l’intero e di 5 euro per il ridotto, riservato ai soci delle associazioni di settore con tessera valida (Slow Food, Ais, Onav, Fisar, Fis, Scuola europea Sommelier).

L’ingresso è libero per i residenti nel Comune di Bardolino e per gli operatori del settore (ristoranti, enoteche, distribuzioni, gastronomie, hotel).

Il Chiaretto di Bardolino resta così protagonista anche di questa parte di autunno che ci porta verso le festività natalizie. Il vino di Bardolino si mostra in tutta la sua eccellenza come rosè di classe e nel contempo di piacevole beva.

 

Bardolino - vino Chiaretto

 

VINO CHIARETTO DI BARDOLINO; IL ROSE’ DEL LAGO DI GARDA
Il Chiaretto di Bardolino o Chiaretto, come è noto a livello locale, è un rosé chiaro prodotto sulle rive del Lago di Garda.

Il Chiaretto è molto apprezzato per la sua personalità frizzante e asciutta, il suo aspetto casual, la sua atmosfera informale.

Secondo la tradizione, le origini del Chiaretto risalgono al XIX secolo quando Pompeo Molmenti, avvocato e scrittore che aveva un vigneto sul lago di Garda, iniziò a produrlo. Era il 1896.

Tuttavia, il più antico documento locale che menzionava la parola “Chiaretto” legata al vino è il vocabolario “Crusca Veronese” stampato a Verona 90 anni prima, nel 1806.

Nel 1968 il Bardolino Chiaretto fu tra le prime denominazioni in Italia a ricevere il Doc (Denominazione di origine controllata) come riconoscimento della tradizione storica e della qualità del vino.

Dalla vendemmia 2014, i viticoltori Chiaretto hanno messo in atto la Rosè Revolution, conferendo al vino un colore rosa molto pallido e note più aromatiche e floreali.

Oggi Chiaretto è un vino popolare, leader nel settore del rosé italiano, con una produzione di 9,5 milioni di bottiglie l’anno.

Viene venduto soprattutto in Italia e Germania, con un importante incremento nei mercati statunitensi, canadesi e scandinavi.

Il colore chiaro del Chiaretto di Bardolino è dovuto al breve contatto del mosto con la buccia dell’uva, dove si trova il pigmento.

Il Chiaretto offre ai consumatori la possibilità di gustare un rosé di varietà autoctone italiane, ovvero la Corvina, che è l’uva rossa primaria utilizzata per il Chiaretto insieme ad altre uve come la Rondinella e la Molinara.

La Corvina è l’uva principale utilizzata per la produzione di alcuni importanti vini rossi italiani, come l’Amarone, il Valpolicella e il Bardolino.

Vini Bardolino - panorama del lago di Garda - Verona

 

TURISMO DEL VINO: STRADA DEL VINO BARDOLINO
Considerate le buone temperature del prossimo weekend, ti consigliamo un itinerario turistico nella Strada del Vino Bardolino.

La nuova sezione di Verona Wine Love dedicata alla Strada del Vino, puoi trovare Percorsi, Itinerari, Cantine consigliate.

Nella sezione Cosa Vedere, puoi trovate una rapida guida turistica alle bellezze di Bardolino.

E nella parte sulle Camminate hai la possibilità di ammirare scorci panoramici fantastici.

Bardolino è una splendida località sulla sponda veronese del Lago di Garda. Sulle sue colline si coltivano vitigni e ulivi per la produzione di olio extravergine

A Bardolino, oltre alla visita con degustazione in una delle tante cantine, è anche possibile una visita in un frantoio della zona.

In molte cantine locali si produce, insieme al Bardolino e al Bardolino Chiaretto, anche il vino Garda Doc.

 

Strada del Vino Bardolino - panorama dei vigneti di Bardolino sul Lago di Garda


CHIARETTO DI BARDOLINO: GLI ABBINAMENTI

Il Chiaretto è perfetto per ogni occasione, ad ogni ora, tutto l’anno.

Come aperitivo in una festa in piscina con gli amici, durante l’estate al mare e in inverno sulla neve, abbinato a spaghetti e pizza, ma anche con pesce e sushi, è sempre tempo di Chiaretto.

Freschezza e note agrumate sono le caratteristiche principali del Chiaretto.

Le sue fragranze spaziano dai fiori ai toni erbacei, dagli agrumi alle albicocche e ai frutti di bosco, il tutto accompagnato da sentori di spezie, come la cannella, i chiodi di garofano o la vaniglia.

Al palato, il Chiaretto offre freschezza, grazie alla zona in cui le uve vengono coltivate. Il mistero della mineralità può essere risolto guardando più da vicino il terreno.

Le colline moreniche dove viene coltivata l’uva Corvina sono state create da antichi ghiacciai che hanno preso le rocce dalle montagne e le hanno spostate verso il basso.

Pertanto, nonostante sia prodotto nel clima molto mite delle dolci colline del Lago di Garda, circondato da uliveti, il Chiaretto può essere considerato un vino di montagna.

La brezza del suolo e del lago, l’abilità dei viticoltori e l’alta tecnologia hanno permesso di creare un vino rosé in grado di reggere anche agli amanti del vino più esigenti.

 

Vino Chiaretto Bardolino al Merano Wine Festival


VINO BARDOLINO: I NUMERI DEL “CHIARETTO”

Soci del Consorzio Tutela del Chiaretto e del Bardolino: 1029 (795 viticoltori, 120 vinificatori, 114 imbottigliatori)
Estensione del vigneto della Denominazione di origine controllata: 2576 ettari, di cui 1000 ettari di Chiaretto
Bottiglie di Chiaretto prodotte nel 2017: 9,5 milioni (+12% rispetto al 2016)
Resa per ettaro: 12 tonnellate

Le tre giorni di celebrazioni per la Doc (Denominazione di origine controllata) Bardolino, che festeggia i 50 anni di attività brindando con il Chiaretto, sono un omaggio anche a questo eccellente rosé.

La “pre-anteprima” del Chiaretto 2018 consentirà poi, sulle rive del lago di Garda, di comprendere quanto questo vino di Bardolino offrirà in profumi, sentori e gusto con la prossima annata in bottiglia.

 

TOUR FRA I CHIARETTI DEL LAGO DI GARDA (Italia a Tavola, marzo 2018)

 

VIDEO DELL’ANTEPRIMA CHIARETTO DI BARDOLINO SUL LAGO DI GARDA (marzo 2018)

 

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

 

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Appuntamenti con il vino e dintorni: dicembre 2018. Gli eventi che vi consigliamo per degustare i vini veronesi (e non)

Appuntamenti con il vino e dintorni: dicembre 2018. Gli eventi che vi consigliamo per degustare i vini veronesi (e non)

Abbiamo raccolto gli appuntamenti di dicembre 2018 per gli amanti del vino, a Verona e in tutta Italia. L’anno solare si avvia alla conclusione, il clima si irrigidisce e le foglie continuano a cadere. Il vino, però, è un momento di piacere e di cultura cui si può accedere tutto l’anno.

Gli appuntamenti del vino a Verona a dicembre 2018

1 dicembre, “Apertura inaugurale nuovo wineshop e welcome area”, Tommasi Wine, via Ronchetto 4, Verona. Degustazioni e tour nella nuova struttura di Tommasi.

3 dicembre, “Lezioni di vino”, Signorvino, via Preare 15, Verona. Degustazione guidata da wine specialist della durata di 30 minuti. Appuntamento dedicato a Nerello Mascalese e Pinot Nero. Posti limitati.

6 dicembre, “Cena con degustazione”, Signorvino, corso Porta Nuova 2, Verona. Cena con degustazioni nello store Signorvino in centro città. Necessaria prenotazione.

8 – 10 dicembre, “Il Chiaretto che verrà“, Bardolino (Verona). Tre giorni di celebrazioni per la Doc (Denominazione di origine controllata) Bardolino, che festeggia i 50 anni di attività brindando con il Chiaretto, vino portabandiera del Consorzio.

9 dicembre, Il recioto con…, Azienda Agricola Trabucchi d’Illasi, Località Monte Tenda 3, Illasi (Verona). Dalle 10 alle 18 degustazione di vini dolci della tradizione veronese abbinati a formaggi. L’evento è parte della rassegna “Cantine aperte a Natale” del Movimento Turismo del Vino.

10 dicembre, Il Libano: vino, cibo e storia, Tabulè, via Ettore Arduino 9, Verona. Dalle 20 cena con degustazione di vini libanesi. Necessaria prenotazione.

16 dicembre, cantina aperta alla cantina “Stefano Accordini, Località Camparol 10, Fumane (Verona). Dalle 10 alle 18 sarà possibile degustare vini in abbinamento a salumi e formaggi del territorio. L’evento è parte della rassegna “Cantine aperte a Natale” del Movimento Turismo del Vino.

Gli appuntamenti del vino in Italia a dicembre 2018

1 – 2 dicembre, “Food & Wine in progress” a Firenze. Alla Stazione Leopolda quarta edizione della rassegna dedicata alle eccellenze nel settore del cibo e del vino con incontri, eventi e degustazioni. Nazione di quest’anno sarà la Germania, con i suoi vini e degustazioni dedicate.

2 – 3 dicembre, “Vini corsari” a Barolo (Cuneo). Sesta edizione dell’evento, nel castello Falletti di Barolo. Degustazione e vendita con 30 vignaioli europei che condividono un approccio artigianale al vino. Apertura dalle 11 alle 18.

Tutto il mese, “Cantine aperte a Natale” con Movimento Turismo del Vino. Cantine aperte con degustazioni e iniziative varie in molte regioni italiane, con diversi programmi e date.

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Vendite di vino online: più acquisti dalle enoteche sul web. Guadagni ridotti e troppe barriere nella UE

Vendite di vino online: più acquisti dalle enoteche sul web. Guadagni ridotti e troppe barriere nella UE

Vi è un aumento delle vendite del vino online del 30%, come confermano i dati del 2017 su questo comparto.

Nel corso del 2018, a livello europeo, le vendite di vino attraverso le enoteche online – tramite i siti di e-commerce – sono peraltro “esplose”.

L’e-commerce di vino rappresenta quindi un settore interessante e da tenere sotto osservazione. I margini di guadagno per chi vende su internet, però, presentano ancora molte ombre.

“Gli italiani si stiano affidando sempre di più al web per comprare le loro bottiglie preferite per degustarle sulle proprie tavole o per regalarle”, spiega il sito web Mitindo Moda & Life Style.

Le vendite di vino online, tramite i siti di e-commerce delle enoteche sul web, stanno superando la vendita in enoteca o al supermercato, anche se questa negli ultimi anni sta avendo un ritorno.

“Quella online è una vendita più comoda”, osserva Mitendo. “E’ possibile approfittare di offerte da non lasciarsi sfuggire”.


ENOTECA ONLINE: IL CONSUMATORE TIPO
Il consumatore di vino delle enoteche online è donna e di giovane età. L’acquisto viene fatto sia da computer che tramite gli smartphone. L’acquisto da mobile di vino sul web è cresciuta del 24%.

I dati ufficiali dicono che il 55% dei consumatori è uomo e il 45% donna, di cui il 32% ha meno di 35 anni.

 

VENDITA DI VINO ONLINE: I TIPI DI VINO COMPRATI
Il vino bianco con il 31% e il vino rosé con il 14% sono i tipi di vino preferiti dalle donne, mentre il rosso con il 59% è scelto online dagli uomini. Tra vino bianco e rosso è il secondo a essere preferito da entrambi i sessi, con il 54%.

Da donne o da uomini, la vendita online appare in ogni caso quella preferita rispetto a quella dei canali tradizionali, fino a poco tempo fa considerata l’unica via possibile.

Il successo del vino online non significa, però, grandi guadagni per chi esercita questo tipo di commercio.

vendita di vino online - enoteche sul web


ENOTECHE ONLINE: POCHI MARGINI SUI PREZZI

Come fa notare il sito web “I numeri del vino”, “per crescere tanto bisogna essere aggressivi in termini di margine sulla vendita o sforzi promozionali, ma in questo modo si perdono soldi“.

Nel caso del sito di e-commerce Tannico, gli azionisti nel 2017 hanno dato 4,8 milioni di euro nel 2017, dopo i 2 milioni del 2016, finanziando l’attività del leader italiano della vendita di vino online, che ha sfondato la soglia dei 10 milioni di fatturato.

La medesima situazione – fa notare il sito web “I numeri del vino” – la troviamo in Vino75.

Ci sono poi gli operatori dell’e-commerce di vino che sono in equilibrio: Xtrawine e Callmewine.

Ci sono poi due operatori che crescono molto e non perdono, secondo “I numeri del vino”: Clubwin-/Soundtaste e Bernabei online.

 

vendita di vino online - enoteche sul web

 

VENDITE DI VINO ONLINE E BARRIERE NELL’UNIONE EUROPEA
Esplodono le vendite di vini e di vini a Indicazione geografiche sul mercato online.

Questo rappresenta una grande opportunità per i produttori e per i consumatori che possono acquistarli al prezzo più interessante.

Un approccio, che richiede tuttavia di introdurre nuove regole europee per meglio tutelare il settore e, per quanto riguarda i vini d’origine, per lottare in modo più efficace contro l’appropriazione indebita dei nuovi nomi a dominio.eu.

Lo ha detto Bernard Farges, presidente della Federazione europea dei vini d’origine (Efow)  a conclusione di ampio seminario sulle ”Opportunità e le sfide per i vini a indicazioni geografiche sul mercato online”.

Nella sede del Parlamento europeo, i lavori sono stati patrocinati dagli eurodeputati Paolo De Castro (S&D), primo vicepresidente della Commissione agricoltura e da Herbert Dorfmann (Ppe), presidente dell’intergruppo vino dell’Assemblea dell’Unione Europea.

Per Riccardo Ricci Curbastro (Federdoc ed ex presidente di Efow), “il vino europeo è carente di libertà di mercato” a causa dell’accisa che colpisce il prodotto con tipologie diverse tra Stati membri.

Ad esempio, l’Italia ha accisa zero mentre in Irlanda è vietato vendere vino ai consumatori.

Questo tema è stato sottolineato anche dall’eurodeputato Dorfmann: servono controlli a livello della distribuzione per garantire che il vino non venga consegnato a minorenni.

De Castro ha fatto notare che anche su questo fronte ”c’è bisogno di più Europa e non di meno Europa. E sui diversi sistemi fiscali per il settore, di una regolamentazione dell’Unione Europea che si imponga non solo per unificare ma anche per dare opportunità concrete di ripresa”.

Sono temi, quelli della vendita di vino sulle enoteche online, che potranno essere affrontati nella prossima legislatura con la riforma della nuova Politica agricola europea (Pac).

Le vendite di vino online, quindi, sono un settore importante e in espansione. E’ però necessario conciliare le esigenze dei produttori e dei venditori con quelle dei consumatori.

Da un lato vi è un problema di margini ristretti di guadagno delle enoteche online che fanno e-commerce di vino.

Dall’altro lato la vendita di vino online nell’ambito dell’Unione Europea ha bisogno di regole che non ostacolino il libero commercio.

VENDITA DI VINO ONLINE – L’ESPERIENZA DELL’ENOTECA SUL WEB “TANNICO”

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

 

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

Vedi
Nascondi