“O live Jazz Fest” a Cavaion (Verona) il 28, 29 e 30 giugno 2019. Musica Jazz, enogastronomia e il fascino delle colline sul Garda

“O live Jazz Fest” a Cavaion (Verona) il 28, 29 e 30 giugno 2019. Musica Jazz, enogastronomia e il fascino delle colline sul Garda

Eventi lago di Garda all’insegna del Jazz.

Venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 giugno 2019 torna O LIVE JAZZ FEST 4^ Edizione 2019 a Cavaion (Verona) sul lago di Garda.

Tre serate all’insegna della Musica Jazz, dei Sapori tipici e della Solidarietà.

Un Music Food Solidarity Festival nella cinquecentesca Corte Torcolo, in cui si fondono l’atmosfera del lago di Garda, i Vini e i Sapori dell’entroterra, le Proposte Musicali di alcuni tra i più interessanti Talenti del jazz Italiano, e la Solidarietà.

Tre artisti di alto livello, per gli amanti della musica jazz. E poi lo spazio all’enogastronomia e quello alla solidarietà.

 

O Live Jazz Fest - 28, 29, 30 giugno 2019 - Cavaion - Verona - lago di Garda - Eventi Lago di Garda

Eventi lago di Garda. “O Live Jazz Fest”: 28, 29, 30 giugno 2019, a Cavaion (Verona), sul lago di Garda

 

PROGRAMMA di O LIVE JAZZ FEST a Cavaion (Verona)

Tre giorni di musica, di enogastronomia e di solidarietà sulle colline che danno sul lago di Garda.

Un’atmosfera di relax e cultura. L’occasione per gustarsi la musica jazz, fare festa, degustare i vini e i piatti tipici della zona.

Ecco di seguito il programma: stand dei prodotti tipici e artisti in calendario dal mondo del jazz.

 

Venerdì 28 giugno, ore 19, apertura del Festival e dell’area enogastronomica.

Apertura Stand dei Prodotti Tipici e Cena Non Stop.

Apertura Stand della Cooperazione Sociale

 

O Live Jazz Fest - 28, 29, 30 giugno 2019 - Cavaion - Verona - lago di Garda - Eventi Lago di Garda - Lorenzo De Luca

 

Alle 21.30, “LORENZO DE LUCA 5Tet”
Lorenzo De Luca, sax
Gabriele Polimeni, trumpet
Andrea Ragnoli, piano
Nicolò Masetto, d bass
Marco Soldà, drums

Il Festival si apre con Lorenzo De Luca, giovane talento del sax, vincitore del “Premio nazionale Luciano Zorzella” 2019, XII Edizione.​

Classe 1991, di Vittorio Veneto, si avvicina al sassofono a 11 anni e nel 2016 prende la laurea triennale a pieni voti in Sassofono Jazz.

Ha suonato con musicisti di rilievo del panorama jazzistico come Marcello Tonolo Trio, Chris Cheek Plus Four, Giampaolo Casati, Alfonso Deidda, Daniele Santimone, David Boato, Luca Aquino.

Nel 2018 vince il primo premio al ”Concorso Nazionale Chicco Bettinardi” con il gruppo Teik Chu, una formazione singolare composta da due batterie e due sassofoni.

 

Sabato 29 giugno, ore 19, apertura del Festival e dell’area enogastronomica.

Apertura Stand dei Prodotti Tipici e Cena Non Stop.

Apertura Stand della Cooperazione Sociale

 

O Live Jazz Fest - 28, 29, 30 giugno 2019 - Cavaion - Verona - lago di Garda - Eventi Lago di Garda - Dado Moroni Luigi Tessarolo Duo

 

Alle 21.30, “DADO MORONI, LUIGI TESSAROLLO Duet”
Dado Moroni, piano
Luigi Tessarollo, guitar

La seconda serata, in linea con gli obiettivi musicali del Festival, vede protagonista un duo italiano di primissimo piano.

Dado Moroni e Luigi Tessarollo presentano dal vivo “TALKING STRINGS”, il Cd in cui i due jazzman noti nel mondo eseguono le composizioni più belle e indimenticabili dei grandi compositori dell’American Songbook.

Moroni, vincitore di vari importanti premi, è presente in oltre 50 album ed è docente di Pianoforte jazz presso il Conservatorio di Como

Arrivano a Cavaion dopo il grande successo in molti Festival e Rassegne, come ad Umbria Jazz e al Blue Note.

 

Domenica 30 giugno, ore 19, apertura del Festival e dell’area enogastronomica.

Apertura Stand dei Prodotti Tipici e Cena Non Stop.

Apertura Stand della Cooperazione Sociale

 

O Live Jazz Fest - 28, 29, 30 giugno 2019 - Cavaion - Verona - lago di Garda - Eventi Lago di Garda - Gianni Cazzola Three Generation 4Tet feat DIDIER YON

 

Alle 21.30 “GIANNI CAZZOLA Three Generation 4Tet feat DIDIER YON”
Gianni Cazzola, drums
Alberto Bonacasa, piano
Alex Orciari, bass
Didier Yon, trombone

Il Festival si chiude con una serata che mette insieme tre generazioni di grandi artisti, a partire dallo storico batterista Gianni Cazzola; classe 1938 è l’unico italiano ad aver suonato con la grandissima Billie Holiday.

Accanto a lui la generazione di mezzo, formata dal pianista Alberto Bonacasa e dal batterista Alex Orciari. Ed infine lo special guest: il giovanissimo e talentuoso trombonista Didier Yon, esploso negli ultimi due anni.

Cazzola debutta nel ’57 con il gruppo di Franco Cerri e, nel ’58, entra nel gruppo di Basso – Valdambrini.

Da allora ha suonato con tutti i grandi musicisti italiani e con artisti come Charlie Mariano, Art Farmer, Jimmy Owens, Lee Konitz, Gerry Mulligan, Bob Berg, Curtis Fuller, Joe Farrel, Tommy Flanagan, Phil Woods, Ray Brown, Clark Terry, David Liebman, Steve Grossman, Steve Lacy, Billie Holiday, Shila Jordan, Hellen Merrill, Nancy King, Carl Fontana, Harry Sweet Adison, Clark Terry, Benny Golson, Clifford Jordan, Sharah Vaughan, Eddie Gomez, Tom Kirkpatrik, Garrison Fewel, George Garzone, Jerry Bergonzi, Donald Harrison, Buddy Collette, Tom Harrell.

 

O Live Jazz Fest - 28, 29, 30 giugno 2019 - Cavaion - Verona - lago di Garda - Eventi Lago di Garda - l'antica corte per la enogastronomia

 

Oltre alla musica, l’area dell’enogastronomia: Corte Torcolo

A Corte Torcolo di Cavaion, Città dell’Olio e del Vino, trovi stand dove assaggiare un buon piatto di pasta ai sapori del Garda, taglieri di salumi e formaggi tipici, bruschette all’Olio Garda Dop, la tipica Fogassa, torte “solidali” fatte in casa e buoni Vini Doc.

Per chi volesse qualche cosa in più, l’enoteca ed i ristoranti del paese di Cavaion sono a disposizione.

Per maggiori informazioni: 3356317228 | olivejazzfest@gmail.com | www.olivejazzfest.com

 

O Live Jazz Fest - 28, 29, 30 giugno 2019 - Cavaion - Verona - lago di Garda - Eventi Lago di Garda - Teatro Arena Torcolo---

“O Live Jazz Fest”: 28, 29, 30 giugno 2019, a Cavaion (Verona). Il Teatro Arena Torcolo, luogo degli spettacoli di musica jazz

 

Biglietti per le serate do O LIVE JAZZ FEST a Cavaion (Verona)

Ingressi e biglietti: area enogastronomica ad ingresso gratuito
Area Concerti: ingresso a pagamento. Ecco i costi dei biglietti:

  • il 28 giugno: Biglietto intero € 10,00
  • il 29 giugno: Biglietto intero € 15,00
  • il 30 giugno: Biglietto intero € 17,00
  • Abbonamento 3 Concerti: € 35,00 con posto riservato in Platea
  • Ridotto: € 5,00 minori 14-17 anni a tutti i concerti
  • Gratuito: minori fino a 13 anni e Accompagnatore di Persone con disabilità certificata 100%, previa telefonata di avviso e prenotazione

Appuntamento il 28, 29 e 30 giugno 2019, a Cavaion (Verona), sulle colline del lago di Garda con O Live Jazz Fest.

Ti è utile sapere che:

  • l’area Wine & Food vede la collaborazione di Associazioni e Cooperative Sociali Onlus con l’inclusione di Persone con “una storia speciale”;
  • il ricavato dalla vendita dei prodotti solidali, va alle Cooperative Sociali presenti;
  • l’evento è Plastic-Free, a parte le bottigliette d’acqua

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidati a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. Dall’affiliazione, Verona Wine Love ricava una percentuale che non incide sul prezzo praticato ai clienti.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 

 


Booking.com

 

Eccoti poi i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare sul lago di Garda e a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

IL LAGO DI GARDA: GUIDA AI PERCORSI 

COME RAGGIUNGERE VERONA E IL LAGO DI GARDA CON I MEZZI PUBBLICI

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

SCOPRI LA VALPOLICELLA. TERRA DI VINI, NATURA E CULTURA

VERONA WINE LOVE, IL MAGAZINE SULL’ENOTURISMO

 

Cavaion: “O live Jazz Fest”. Il video sul paese sulle colline del lago di Garda

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

10 + 8 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta del vino di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Enoturismo a Verona. Premiati i sette vincitori del concorso Best of Wine Tourism 2019. Finale a Bordeaux con le capitali del vino

Enoturismo a Verona. Premiati i sette vincitori del concorso Best of Wine Tourism 2019. Finale a Bordeaux con le capitali del vino

Consegnati i premi, alla Camera di Commercio di Verona, del Verona Wine Tourism.

Sono sette i vincitori del concorso Best of Wine Tourism. Un concorso che premia chi si è distinto nell’attività di enoturismo: un turismo esperienziale che unisce il mondo turistico con quello del vino.

I magnifici sette di Best of Wine Tourism (edizione veronese) sono:

  • l’Associazione delle Strade del Vino Soave per i servizi per l’enoturismo,
  • la Cantina Valpolicella di Negrar – Domìni Veneti per le esperienze innovative nell’enoturismo,
  • Gerardo Cesari per l’arte e cultura,
  • la Locanda Roeno per la ristorazione,
  • Monte Zovo per le politiche sostenibili nell’enoturismo,
  • Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel and Spa per la ricettività,
  • Villa Spinosa per l’Architettura e il paesaggio.

 

La premiazione della terza edizione del concorso eno-turistico internazionale di Great Wine Capitals, le Grandi Capitali del Vino, si è tenuta nell’auditorium Domus Mercatorum della Camera di Commercio di Verona.

Dopo il successo registrato lo scorso anno, con 49 imprese partecipanti, la Camera di Commercio ha raccolto quest’anno 61 adesioni.

Continua così l’attività di sviluppo territoriale legata al mondo dell’enoturismo.

Verona è l’unica città italiana ad essere presente nella rete delle Grandi Capitali del Vino.

Le altre Grandi Capitali del Vino sono: Adelaide (South Australia), Bilbao e Rioja (Spagna), Bordeaux (Francia), Losanna (Svizzera), Mainz (Germania), Mendoza (Argentina), Porto (Portogallo), San Francisco – Napa Valley (Usa),  Valparaìso – Casablanca Valley (Cile).

Il Concorso Best of Wine Tourism, premia le aziende vitivinicole e di servizio nel mondo del vino che si distinguono per la qualità dei loro servizi turistici.

Si può concorrere in sette diverse categorie.

Da qui i sette premiati che concorreranno a novembre a Bordeaux in Francia alla selezione internazionale, in gara con le imprese scelte nelle altre capitali del vino.

Lo scorso anno il vincitore per l’Italia è stato Masi Agricola per il Museo del vino.

L’anno precedente è stato Zeni 1870 per la galleria olfattiva.

 

Best of Wine Tourism - Enoturismo - Camera di Commercio di Verona - i premiati dell'edizione 2019

Concorso Best of Wine Tourism alla Camera di Commercio di Verona. I sette premiati dell’edizione 2019

 

 

Il ruolo dell’enoturismo nella promozione dell’economia scaligera

“Il turismo esperienziale è l’evoluzione dell’enoturismo”, commenta il presidente della Camera di Commercio di Verona, Giuseppe Riello. “Abbiamo potuto verificarlo selezionando le aziende vitivinicole veronesi vincitrici del Concorso Best of Wine Tourism“.

Abbiamo scoperto come l’enoturismo si stia diversificando, osserva Riello.

L’enoturismo è un esempio perfetto di sistema dove alla base c’è l’impresa che racconta al turista il territorio attraverso le produzioni agroalimentari.

“Gusto, storia e bellezza si fondono in un’unica espressione”, sottolinea Riello. “Il nostro compito é di farla conoscere e di promuoverla”.

I vincitori sono promossi dalla rete delle Great Wine Capitals, le Grandi capitali del vino. Questa rete ha ideato il concorso puntando sul sempre più stretto rapporto tra turismo e mondo del vino.

E’ interessante il confronto tra le aree di provenienza dei turisti nel Veronese (quasi 18 milioni di cui 13 milioni stranieri), e i mercati di destinazione del vino veronese, primo vino esportato in Italia.

“Questo confronto fra turisti e mercati di esportazione vinicola dimostra che il turista straniero è in prevalenza un consumatore del nostro vino”, spiega Riccardo Borghero, dirigente Area affari economici dell’ente scaligero.

“L’abbinamento turismo-vino è una leva competitiva per entrambi i comparti, quello turistico e quello vinicolo”, fanotare il dirigente della Camera di Commercio di Verona.

“E un favorevole connubio che le nostre imprese debbono sfruttare al massimo”, sottolinea Borghero. “Tanto più che l’indotto del vino e del turismo va a influenzare in positivo molti altri settori: quello dei macchinari e dell’agroalimentare, per citare i più importanti”.

 

Enoturismo a Verona - Turismo del Vino - Verona Wine Love

La provincia di Verona offre molte e diverse occasioni di unire cultura, natura e mondo del vino

 

Enoturismo: i sette vincitori del Best of Wine Tourism e le motivazioni

Associazione Strade del Vino Soave
Categoria “Servizi per l’Enoturismo”
Per l’attività di coordinamento e messa in rete degli attori del territorio con l’intento di promuovere in modo completo i prodotti tipici locali e l’offerta turistica, all’interno dei comuni aderenti, dislocati in quattro stupende valli,  che per le loro diverse attrattive meritano sicuramente una visita.

Cantina Valpolicella Negrar – Domìni Veneti
Categoria “Esperienze innovative nell’Enoturismo”
Per l’impegno con cui vengono progettate le numerose attività ed il ricco calendario di eventi culturali, visite, seminari, e  degustazioni  ed esperienze enoturistiche originali.
Per i percorsi di approfondimento ed i concorsi organizzati a favore dei giovani e delle scuole, volti a preparare le nuove generazioni .

Gerardo Cesari
Categoria “Arte e Cultura”
Per i progetti sviluppati nel campo artistico ed in particolare il  progetto di collaborazione con gli studenti internazionali delle Accademie d’Arte, che hanno dipinto oltre 50 barrique interpretando in modo artistico la foglia di Corvina, principale protagonista della produzione dei vini della Valpolicella.

Locanda Roeno
Categoria “Ristorazione”
Per l’offerta di un’esperienza a tutto tondo che inizia nel vigneto dove è possibile ammirare vigne antiche ormai rare nel pianeta,  ultima testimonianza di una viticoltura storica e autentica e prosegue poi in cantina dove nascono i  prestigiosi vini,  per concludersi nella accogliente locanda a gustare la qualità dell’offerta gastronomica, fatta di piatti semplici, preparati selezionando le materie prime migliori con attenzione e rispetto delle tradizioni del territorio.

Monte Zovo
Categoria “Politiche Sostenibili nell’Enoturismo”
Per aver adottato un approccio sostenibile nelle proprie attività, impegnandosi su diversi fronti a partire dalla progettazione della cantina, con attenzione al risparmio energetico, all’ impatto ambientale ed utilizzando i materiali locali per valorizzare la struttura.

VILLA QUARANTA TOMMASI WINE HOTEL AND SPA
Categoria “Ricettività”
Per aver realizzato una location che accoglie gli ospiti fondendo tradizione e modernità: una antica villa che ospita un Ristorante con una carta vini da oltre 1300 etichette, un hotel ed un moderno Centro Congressi,  un parco secolare per attività outdoor e una chiesetta romanica per intime celebrazioni.

VILLA SPINOSA
Categoria “Architettura e Paesaggio”
Per aver trasformato l’ottocentesca villa padronale, impreziosita dal romantico giardino all’italiana, in un luogo di condivisione , accogliendo visitatori  provenienti da tutto il mondo senza trascurare  il  legame con la comunità locale.

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE (siti web, ufficio stampa, social media, business blogging, fotoservizi e video professionali)

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidati a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. Dall’affiliazione, Verona Wine Love ricava una percentuale che non incide sul prezzo praticato ai clienti.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 


Booking.com

 

Eccoti poi i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare sul lago di Garda e a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

IL LAGO DI GARDA: GUIDA AI PERCORSI 

COME RAGGIUNGERE VERONA E IL LAGO DI GARDA CON I MEZZI PUBBLICI

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

SCOPRI LA VALPOLICELLA. TERRA DI VINI, NATURA E CULTURA

VERONA WINE LOVE, IL MAGAZINE SULL’ENOTURISMO

 

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

15 + 2 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta del vino di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

King Crimson all’Arena di Verona l’8 luglio. Concerto della grande band del rock progressive. Le somiglianze tra “Epitaph” (1969) e l’italiana “Applausi” (1968)

King Crimson all’Arena di Verona l’8 luglio. Concerto della grande band del rock progressive. Le somiglianze tra “Epitaph” (1969) e l’italiana “Applausi” (1968)

I King Crimson all’Arena di Verona l’8 luglio 2019, alle ore 21.

Nell’anfiteatro romano i King Crimson festeggiano il 50^ anniversario del gruppo musicale.

Il concerto in Arena fa parte del tour internazionale che nel 2019 la band – guidata da Robert Fripp – sta conducendo attraverso tre concintenti.

Tre date in Italia, durante l’estate. Quella di lunedì 8 luglio tocca la città scaligera.

I concerti della band comprendono i brani musicali di 12 dei 13 album registrati in studio.

Largo spazio alle canzoni del loro album capolavoro registrato nel 1969: “In The Court Of The Crimson King”.

La nuova formazione di otto membri suona molti pezzi storici che i Crimson non hanno mai suonato dal vivo.

Vi sono poi nuovi arrangiamenti di classici dei Crimson.

Ci sono anche nuovi brani strumentali e nuove canzoni.

Nella serata dell’8 luglio all’Arena di Verona sono poi in scaletta le composizioni dei tre batteristi, Pat Mastelotto, Gavin Harrison e Jeremy Stacey, uno dei momenti salienti dei concerti.

E’ uno spettacolo eccezionale: otto dei migliori musicisti del mondo suonano musica senza distrazioni od ornamenti.

 

King Crimson all’Arena di Verona lunedì 8 luglio 2019

 

I King Crimson è stato spesso classificato come un gruppo prettamente progressive.

Ha tutta via subito le influenze di diversi generi musicali durante il corso della sua esistenza.

Fra le influenza possiamo citare jazz, folk, musica classica, musica sperimentale, rock psichedelico, hard rock, heavy metal, new wave, gamelan, musica elettronica e drum and bass.

Per contro, come sottolinea Wikipedia nel profilo della band, i King Crimson hanno influenzato molti artisti contemporanei, creando una sorta di culto attorno al loro nome.

Pur essendo nato in Inghilterra, il gruppo ha visto tra le sue file anche musicisti statunitensi (a partire dal 1981).

Ora il gruppo dei King Crimson – che si esibirà all’Arena di Verona – è composto per metà da musicisti nordamericani.

Negli oltre 40 anni di attività del gruppo, la sua formazione ha subito numerosi e radicali cambiamenti.

Si sono avvicendati al suo interno ben diciotto musicisti, più due parolieri.

Unica costante è stata la presenza del chitarrista Robert Fripp.

 

King Crimson all'Arena di Verona. Il chitarrista Robert Fripp in una foto del 1975

King Crimson all’Arena di Verona. Nella foto, il chitarrista Robert Fripp in una foto del 1975

 

Fripp è il membro fondatore e indubbio cardine di tutta la storia del gruppo.

La prima formazione del gruppo, quella risalente al 1969, è stata determinante nella sua storia, nonostante la breve durata.

Già nel 1970, infatti, i King Crimson divennero un gruppo piuttosto instabile e pertanto non ebbero modo di promuovere in concerto i due album registrati in quell’anno.

Torneranno sul palco, dopo nuovi avvicendamenti, solo nel 1971.

I lavori di questo prima formazione sono caratterizzati da una profonda esplorazione e fusione di generi, quali il jazz, il funk e la musica da camera.

Dal 1972, a seguito di un nuovo radicale cambiamento di organico, il gruppo divenne più stabile e cominciò a prevalere l’aspetto dell’improvvisazione, che mescolava hard rock, musica classica, free jazz e fusion.

Questo almeno sino al 1974, anno che segna l’inizio di un lungo periodo di pausa per i King Crimson.

Nel 1981, dopo sette anni di inattività, il gruppo si riunì nuovamente, con una nuova formazione.

Questo periodo, che si concluse circa tre anni dopo, fu caratterizzato da una forte influenza della nascente new wave.

In successive riunioni i King Crimson hanno del tutto riveduto le proprie sonorità.

Si sentono le influenze dei generi musicali di più recente nascita, come l’industrial rock e il grunge.

 

Robert Fripp, fondatore dei King Crimson, l'8 luglio all'Arena di Verona

Robert Fripp, fondatore dei King Crimson, l’8 luglio all’Arena di Verona

 

 

King Crimson e la spinta costante al rinnovamento musicale

Lo spirito di rinnovamento musicale proprio dei King Crimson non si è mai spento.

Ancora oggi è una delle caratteristiche portanti del gruppo, sottolinea il profilo di Wikipedia.

La storia dei King Crimson è dunque segnata anche da ricorrenti periodi di stasi. Periodi di ferma spesso sanciti dalle decisioni di Robert Fripp.

Il chitarrista e i suoi colleghi riappaiono in varie combinazioni nell’ambito dei cosiddetti ProjeKCts, successione variabile di side-project iniziata nel 1997.

L’ultima incarnazione ha visto collaborare Fripp e Mel Collins (che aveva lasciato i King Crimson nel 1972) con il chitarrista e autore Jakko Jakszyk.

Il progetto vede anche la partecipazione di Tony Levin e Gavin Harrison, entrambi già musicisti dei King Crimson nel corso degli anni.

Da quest’ultima formazione è poi derivato il vero e proprio ritorno in attività dei King Crimson, a partire dal settembre 2013.

 

 

Dopo la data di Verona, lunedì 8 luglio, a Verona, i King Crimson saranno in provincia di Torino e a Perugia.

Ecco gli altri concerti, dopo quello all’Arena di Verona:
mercoledì 10 luglio, a Nichelino (Torino): Stupinigi Sonic Park 
giovedì 18 luglio, a Perugia: Arena Santa Giuliana 

 

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidati a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. Dall’affiliazione, Verona Wine Love ricava una percentuale che non incide sul prezzo praticato ai clienti.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 


Booking.com

King Crimson all’Arena di Verona: informazioni utili

Vai al concerto di King Crimson all’Arena di Verona? Eccoti i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI SU DOVE PARCHEGGIARE A VERONA

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

SCOPRI LA VALPOLICELLA. TERRA DI VINI, NATURA E CULTURA

IL LAGO DI GARDA: GUIDA AI PERCORSI 

VERONA WINE LOVE, IL MAGAZINE SULL’ENOTURISMO

 

King Crimson vs Camaleonti: le canzoni “Epitaph” e “Applausi”

 

La canzone “Epitaph” dei King Crimson (anno 1969) ha in molte parti una straordinaria somiglianza con il brano “Applausi” dei Camaleonti. Tant’è che qualcuno si è chiesto se vi sia stato un plagio.

 

Appuntamento lunedì 8 luglio 2019 all’Arena di Verona con i King Crimson.

La musica di questa band – un continuo rinnovamento stilistico e di riferimenti musicali – ha attraversato il panorama musicale e artistico del secondo Novecento e dei primi decenni del XXI secolo.

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

6 + 7 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta del vino di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Opera lirica all’Arena di Verona: il programma dell’Arena di Verona Opera Festival 2019. Leggi le informazioni utili sulla città e su dove alloggiare

Opera lirica all’Arena di Verona: il programma dell’Arena di Verona Opera Festival 2019. Leggi le informazioni utili sulla città e su dove alloggiare

Torna la magia dell’Opera Lirica all’Arena di Verona. Un’occasione per gli appassionati, winelovers compresi, di vivere serate di cultura e passione.

Nell’anfiteatro areniano quest’anno, da venerdì 21 giugno, va in scena la 97^ edizione dell’Arena di Verona Opera Festival 2019.

Nell’anfiteatro Arena di Verona dal 21 giugno al 7 settembre 2019 per 49 serate, il Festival lirico vedrà impegnati grandi artisti internazionali.

All’Arena, con i grandi artisti internazionali, vi sono i complessi artistici e tecnici della Fondazione Arena di Verona e ai numerosi mimi e figuranti.

Una nuova produzione de La Traviata, l’opera più conosciuta e rappresentata in tutto il mondo, il 21 giugno inaugurerà il Festival 2019.

Il Festival lirico propone in cartellone altri quattro pilastri del grande repertorio areniano: Aida e Il Trovatore, capolavori di Giuseppe Verdi come La Traviata, cui seguono Carmen di Georges Bizet e Tosca di Giacomo Puccini.

Vi sono poi due serate speciali:

  • Plácido Domingo 50 Arena Anniversary Night dedicata ad uno dei più grandi interpreti dei nostri tempi che festeggia 50 gloriosi anni di carriera in Arena;
  • i celeberrimi Carmina Burana di Carl Orff che tornano ad arricchire il programma di un Festival unico al mondo.

 

 

Placido Domingo - Anniversary Night - Arena di Verona - Opera lirica - Festival Lirico 2019

Placido Domingo all’Arena di Verona. Appuntamento nell’ambito del Festival Lirico 2019

 

 

Opera lirica: stagione all’Arena di Verona dal 21 giugno 2019

Il Festival lirico in Arena (edizione 2019) prenderà il via il 21 giugno alle ore 21 con un nuovo allestimento de La Traviata, tra i titoli più amati e fortunati del compositore Giuseppe Verdi.

Un allestimento che non mancherà di incuriosire e affascinare il pubblico internazionale dell’Arena di Verona per 11 serate.

Repliche de La Traviata: 28 giugno ore 21.00 – 11, 19, 25 luglio ore 21.00 – 1, 8, 17, 22, 30 agosto ore 20.45 – 5 settembre ore 20.45.

Il 22 giugno sempre alle 21 c’è Aida di Verdi, regina dell’Arena.

 

OPERA LIRICA: AIDA
Come da tradizione, Aida debutta la seconda sera del Festival e conclude la stagione estiva: per 16 date torna quindi nell’edizione storica curata da Gianfranco de Bosio dal 1982 con le coreografie di Susanna Egri.

E’ un’edizione che ricrea la prima rappresentazione del 1913 nell’anfiteatro Arena di Verona.

Repliche di Aida: 27 giugno ore 21.00 – 5, 9, 12, 21, 24, 28 luglio ore 21.00 – 3, 9, 18, 25, 28, 31 agosto ore 20.45 – 3, 7 settembre ore 20.45.

 

OPERA LIRICA: IL TROVATORE
Terzo titolo verdiano del cartellone 2019 Il Trovatore.

E’ proposto per 5 serate dal 29 giugno alle 21.

Lo scenografico allestimento è stato creato da Franco Zeffirelli nel 2001 per regia e scene, con i costumi di Raimonda Gaetani.

Repliche de Il Trovatore: 4, 7, 20, 26 luglio ore 21.00.

 

OPERA LIRICA: CARMEN
Dal 6 luglio, ore 21, per 10 date è la volta dell’altra grande protagonista dei cartelloni areniani: Carmen di Bizet, nella nuova produzione che tra poco inaugura il Festival 2018.

La messa in scena di Hugo de Ana, con le coreografie di Leda Lojodice, porta sul più grande palcoscenico lirico del mondo una storia senza tempo, raccontata coi colori del Novecento spagnolo.

Repliche di Carmen: 10, 13, 18, 23, 27 luglio ore 21.00 – 2, 24, 27 agosto ore 20.45 – 4 settembre ore 20.45.

Del grande regista, scenografo e costumista argentino è proposta anche l’acclamata produzione di Tosca di Puccini.

 

OPERA LIRICA: TOSCA
L’opera Tosca torna in scena dal 10 agosto alle 20.45 per 5 serate, nell’elegante e simbolica produzione nata nel 2006.

Repliche di Tosca: 16, 23, 29 agosto ore 20.45 – 6 settembre ore 20.45.

A completare il cartellone dell’Arena Opera Festival 2019 due eventi unici:

  • il 4 agosto alle 20.45 Plácido Domingo 50 Arena Anniversary Night con la grande star della lirica mondiale Plácido Domingo che celebra i 50 anni dal debutto areniano con una serata speciale;
  • l’11 agosto alle 21.45 i complessi artistici areniani al gran completo riportano sul palcoscenico dell’anfiteatro scaligero i Carmina Burana di Orff.

 

 

 

L’Arena di Verona. Opera: La Traviata

 

L'Arena di Verona - Opera - Festival Lirico - Traviata - Franco Zeffirelli - stagione 2019

L’Arena di Verona. Opera lirica: dal 21 giugno 2019 va in scena “La Traviata”. Regia di Franco Zeffirelli

Opera lirica all’Arena di Verona. Dal 21 giugno va in scena per il Festival Lirico 2019 La Traviata, nel nuovo allestimento firmato da Franco Zeffirelli, massimo esperto del palco areniano.

Il regista Zeffirelli mette in scena una nuova produzione. E’ la sintesi del suo pensiero estetico su La Traviata.

Nell’ambito degli eventi organizzati per celebrare i 50 anni dal debutto di Plácido Domingo all’Arena e in Italia, il grande artista madrileno interpreta per la prima volta in Arena Giorgio Germont per la recita de La Traviata dell’1 agosto 2019.

  • I atto 35′ – intervallo – II atto 66′ – intervallo – III atto 39’
  • Libretto di Francesco Maria Piave. Musica di Giuseppe Verdi. Durata: 3 ore circa (intervalli inclusi)

  • Direttore d’orchestra:
    Daniel Oren
     (21, 28/6 – 25/7 – 8, 17, 22, 30/8 – 5/9)
    Andrea Battistoni (11, 19/7)
    Marco Armiliato (1/8)
  • Regia e scene: Franco Zeffirelli
  • Coreografia: Giuseppe Picone
  • Costumi: Maurizio Millenotti
  • Luci: Paolo Mazzon
  • Maestro del Coro: Vito Lombardi
  • Coordinatore del Ballo: Gaetano Petrosino
  • Direttore Allestimenti scenici: Michele Olcese
  • Nuovo allestimento della Fondazione Arena di Verona
  • Orchestra, Coro, Ballo e Tecnici dell’Arena di Verona

Su “La Traviata” di Giuseppe Verdi leggi la recensione del critico musicale Gianni Villanisul magazine CARNET VERONA

 

Opera Lirica - Arena di Verona - Festival Lirico areniano 2019 -

 

©Foto Ennevi/Fondazione Arena di Verona

Opera lirica all’Arena di Verona. Leggi la pagina ufficiale della Fondazione Arena di Verona


OPERA LIRICA. FESTIVAL ALL’ARENA DI VERONA: BIGLIETTI

Per acquistare i biglietti per l’Opera lirica all’Arena di Verona vai al sito di GETICKET

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidati a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. Dall’affiliazione, Verona Wine Love ricava una percentuale che non incide sul prezzo praticato ai clienti.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 


Booking.com

 

Informazioni utili:

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidati a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. Dall’affiliazione, Verona Wine Love ricava una percentuale che non incide sul prezzo praticato ai clienti.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 


Booking.com

 

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Appassionato/a di vino e cucina di qualità?

Le guide 2019 ai vini italiani sono acquistabili su Amazon. Così come le guide ai ristoranti e alle osterie.

Il sito Verona Wine Love, affiliato Amazon, vi mette a disposizione, a prezzi speciali, il link al sito di e-commerce.

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Compra le guide cliccando sui link:

VINI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

SLOW WINE 2019

RISTORANTI D’ITALIA DEL GAMBERO ROSSO 2019

GUIDA MICHELIN ITALIAN 2019 (ALBERGHI E RISTORANTI)

OSTERIE D’ITALIA 2019 SLOW FOOD

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

8 + 13 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta del vino di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

“Aida” all’Arena di Verona nell’edizione storica del 1913. Grande appuntamento della musica lirica con la regia di Gianfranco de Bosio

“Aida” all’Arena di Verona nell’edizione storica del 1913. Grande appuntamento della musica lirica con la regia di Gianfranco de Bosio

“Aida” è il il secondo titolo dell’Arena di Verona Opera Festival 2019, dopo l’apertura della stagione dell’opera lirica con “La Traviata”.

Come da tradizione Aida risuona nell’antico anfiteatro con la regia di Gianfranco de Bosio. Con un allestimento ancora più accurato e rinnovato ed un cast straordinario diretto da Francesco Ivan Ciampa.

Star internazionali e talentuosi esordienti si alternano per 16 recite.

Salgono sul podio anche Plácido Domingo per una serata straordinaria e, a settembre, il maestro Daniel Oren. 

Il fine settimana di questo giugno 2019, che ha inaugurato il Festival lirico areniano, era atteso con trepidazione. E non deluso le attese dei più appassionati melomani.

Da tempo affianca, in una combinazione sempre nuova, l’allestimento inaugurale e una produzione di Aida.

 

Aida - Arena di Verona - Foto Ennevi - giugno 2019 - festival lirico - Verona

“Aida”, con la regia di Gianfranco de Bosio, all’Arena di Verona il 22 giugno 2019

 

Festival lirico all’Arena di Verona: in scena “Aida” con la regia di Gianfranco de Bosio

Quest’anno il capolavoro verdiano torna nella veste ideata da Gianfranco de Bosio, maestro del teatro italiano.

Il registra de Bosio si è ispirato alle immagini d’epoca e ai bozzetti disegnati dall’architetto Ettore Fagiuoli per la primissima Aida in Arena, il 10 agosto 1913, voluta da Giovanni Zenatello e Ottone Rovato.

La regia tiene inoltre conto delle dettagliate disposizioni sceniche che lo stesso Giuseppe Verdi curò per la prima italiana dell’opera nel 1872. 

Per la ripresa del 2019, l’impianto scenografico è stato parzialmente rinnovato.

Si mantiene fedele ai disegni originali. Ma allo stesso tempo rendendo più agevoli gli imponenti cambi scena, con cambiamenti nell’Atto terzo (sulle rive del Nilo). E nel finale dell’Atto primo (presso il tempio di Vulcano) frutto dell’inesausta ricerca di de Bosio.

Un altro elemento di novità riguarda l’utilizzo di nuovi apparecchi illuminotecnici: moving light da 1700w, che permettono di intensificare in maniera significativa la luminosità.

L’aumentata potenza ed il diverso posizionamento degli apparecchi sulla cavea rendono possibili nuovi angoli di incidenza dei fasci luminosi, riuscirà a restituire con ancora maggiore nitidezza il disegno cromatico originale del Fagiuoli.

Un disegno reinterpretato da de Bosio e realizzato insieme al light designer areniano Paolo Mazzon.

Tali interventi sono stati possibili grazie al contributo economico versato da numerose imprese alberghiere sensibilizzate dalla Cooperativa Albergatori Veronesi presieduta da Enrico Perbellini, utilizzando la leva dell’Art Bonus.

È un segno concreto attraverso il quale le imprese cittadine si stringono attorno alla Fondazione Arena per tutelarne il patrimonio, fra tradizione e innovazione.

E testimoniare l’impegno della città di Verona nel valorizzarne un’eccellenza culturale conosciuta in tutto il mondo.

Si ricollega anche alla prima Aida areniana del 1913, che fu finanziata proprio da coraggiosi e illuminati imprenditori veronesi.

Come tutte le 51 serate del 97° Arena di Verona Opera Festival, Aida di Verdi si preannuncia un capolavoro non solo per gli occhi ma anche per le orecchie.

 

Aida - Arena di Verona - Foto Ennevi - giugno 2019 - festival lirico - Verona - Italia

 

In “Aida” un cast artistico di livello internazionale

Vi è, con Aida, un cast artistico di caratura internazionale a cominciare dal podio.

Si alternano i maestri Francesco Ivan Ciampa (che dirige la prima e ben 12 repliche dopo il felice debutto nella Carmen inaugurale 2018), il glorioso Plácido Domingo (per la serata evento del 28 luglio) e il direttore musicale del Festival Daniel Oren (3 e 7 settembre).

I 31 interpreti da tutto il mondo ben rappresentano la diffusione globale dell’opera italiana e comprendono alcuni dei solisti più celebri in carriera e giovani promettenti al loro esordio.

Nel ruolo di Aida sfilano alcuni dei soprani più richiesti di oggi, reduci da successi internazionali e inaugurazioni prestigiose: Anna Pirozzi, Tamara Wilson, Maria José Siri, Saioa Hernández, Hui He e Svetlana Kasyan.

La rivale Amneris è impersonata dai mezzosoprani Violeta Urmana, Anna Maria Chiuri, Alessandra Volpe e Judit Kutasi.

Nei panni di Radamès, eroico generale egizio e conteso da Aida e Amneris, si alternano sul palcoscenico areniano i tenori Murat Karahan, Misha Sheshaberidze, Fabio Sartori, Martin Muehle e Carlo Ventre.

Amonasro, padre di Aida, è interpretato dai baritoni Amartuvshin Enkhbat, Sebastian Catana, Badral Chuluunbaatar e Mario Cassi.

Voci prestigiose di basso si alternano anche come Ramfis e come Re degli Egizi e annoverano star ed esordienti: Dmitry Beloselskiy, Stefan Kocan, Rafał Siwek, Gianluca Breda, Alessio Cacciamani, Romano Dal Zovo e Krzysztof Baczyk.

Celebri interpreti sono impegnati anche nella breve parte del Messaggero, come Carlo Bosi, Raffaele Abete, Francesco Pittari e Antonello Ceron. Completa il cast la Sacerdotessa di Yao Bo Hui.

Al trionfo dell’elemento spettacolare della grande opera verdiana concorre Il Ballo coordinato da Gaetano Petrosino, che si cimenta nelle coreografie di Susanna Egri e vede schierati i primi ballerini ospiti Petra Conti, Eleana Andreoudi, Mick Zeni e Alessandro Macario.

L’Orchestra areniana a pieni ranghi è arricchita dalla presenza di dodici trombe egizie (strumento voluto ed ideato da Verdi per la sua opera), dal Coro preparato da Vito Lombardi.

Vi sono poi oltre 200 figuranti per uno spettacolo veramente colossale, che vedrà la luce sotto le stelle del 22 giugno.

Si tratta di una serata speciale poiché ricorre anche la recita numero 700 nella storia di Aida all’Arena.

Per festeggiare l’occasione, Fondazione Arena di Verona ha realizzato una speciale cartolina da collezione che viene distribuita agli spettatori.

Repliche di “Aida” all’Arena di Verona:

  • 27 giugno, ore 21.00 –
  • 5, 9, 12, 21, 24, 28 luglio, ore 21.00 –
  • 3, 9, 18, 25, 28, 31 agosto, ore 20.45 –
  • 3, 7 settembre, ore 20.45.

 

Un ringraziamento speciale – sottolinea un comunicato della Fondazione Arena di Verona – viene dedicato a tutti gli sponsor dell’Arena di Verona Opera Festival. Con il loro contributo sostengono la mission di Fondazione Arena e il suo prestigioso Festival.

Per informazioni e biglietti: www.arena.it. E sui canali social Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

Leggi anche l’articolo su “La Traviata” che ha aperto la stagione lirica areniana 2019.

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidati a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione. Dall’affiliazione, Verona Wine Love ricava una percentuale che non incide sul prezzo praticato ai clienti.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

 

 

La Stagione Lirica all’Arena di Verona: informazioni utili

Vai all’Arena di Verona per l’opera? Eccoti i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

METEO: LE PREVISIONI DEL TEMPO

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI SU DOVE PARCHEGGIARE A VERONA

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

SCOPRI LA VALPOLICELLA. TERRA DI VINI, NATURA E CULTURA

IL LAGO DI GARDA: GUIDA AI PERCORSI 

VERONA WINE LOVE, IL MAGAZINE SULL’ENOTURISMO

Goditi i PERCORSI DI ENOTURISMO

 

 

Aida - Arena di Verona - Foto Ennevi - giugno 2019 - festival lirico -stagione operistica

La stagione operistica all’Arena di Verona, con la musica lirica, continua come da tradizione con “Aida”, di Giuseppe Verdi

 

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio BoetiALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

 

Accetto le condizioni sulla Privacy per il trattamento dei miei dati personali

13 + 13 = 

 

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com

 

 

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta del vino di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

 
 
 
Nascondi

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

12 + 7 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta del vino di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Show Buttons
Nascondi