Il Vino Novello di Bardolino: scopri come si ottiene e i consigli della Sommelier Antonella per degustarlo al meglio

Il Vino Novello di Bardolino: scopri come si ottiene e i consigli della Sommelier Antonella per degustarlo al meglio

Ottobre è mese giusto per parlare di Vino Novello. Anzi, a Bardolino, dall’1 al 3 novembre si festeggia proprio il Bardolino Novello.

Abbiamo chiesto alla Sommelier FISAR Antonella Danzo di parlarci di questo vino rosso giovane del Lago di Garda.

Cos’è il vino Novello?

I vino Novello, come suggerisce il nome, è appunto un vino ‘nuovo’, giovane. Viene prodotto con le sole uve dell’annata corrente.

Rappresenta poi una tipologia di vino particolare che nasce da un processo produttivo con caratteristiche differenti rispetto alla normale fermentazione alcolica.

Nato casualmente in Francia negli anni ’30 del XX secolo, nel tentativo di trovare un metodo di conservazione dell’uva attraverso l’anidride carbonica.

Si ottenne involontariamente un mosto gradevole e profumato.

Il vino novello francese più famoso è il Beaujolais nouveau. Prodotto solo nella regione del Beaujolais (la regione a sud della Borgogna) ed esclusivamente da uve del vitigno a bacca rossa Gamay, è messo per la totalità a macerazione carbonica.

Secondo il disciplinare francese bisogna aspettare il terzo giovedì di novembre per la vendita.

 

Bardolino Novello

Il Bardolino Novello Doc è prodotto con i vitigni classici dell’area del veronese: corvina, corvinone, rondinella e molinara. Uve che sono alla base di tutti i grandi rossi della Valpolicella e del Garda veronese. Foto di Lorenzo Vinci

 

E per il vino Novello italiano?

Per il vino novello italiano sono possibili invece gli assemblaggi da più vitigni (sono circa 60 quelli previsti dai vari disciplinari) con prevalenza di Merlot, Cabernet Sauvignon e Sangiovese.

Viene prodotto soprattutto al Nord Italia e specie in Veneto.

Per ottenere l’indicazione di Novello, il vino deve essere imbottigliato entro il 31 dicembre dell’anno di vendemmia, ed è possibile l’immissione sul mercato solo dal 30 ottobre.

 

Con quale procedimento si ottiene?

Il  vino novello viene prodotto attraverso una specifica tecnica di vinificazione, differente da quella utilizzata per produrre il vino “tradizionale”, che prende il nome di “macerazione carbonica”.

Le uve che fanno macerazione carbonica devono essere almeno il 40%.

Vi spiego in breve il procedimento:

  • I grappoli d’uva interi (non diraspati e non completamente pigiati) vengono chiusi in contenitori ermetici in acciaio e saturati di anidride carbonica  (a volte di altri gas). Sotto il peso dei grappoli sovrastanti parte dell’uva viene “naturalmente” schiacciata. In questo modo si forma del mosto che avvia una fermentazione alcolica.
  • La trasformazione degli zuccheri presenti nell’uva in anidride carbonica e alcool etilico avviene, a differenza della vinificazione tradizionale, in un ambiente anaerobico (in assenza di ossigeno).
  • Il contatto con l’anidride carbonica induce un processo di fermentazione intracellulare, per cui le bucce modificano la loro permeabilità e cedono alla polpa alcune sostanze, come ad esempio i pigmenti colorati (antociani).
  • La macerazione carbonica dura da una settimana a 20 giorni e si svolge a una temperatura compresa tra i 25 e i 30 C°. In questo tempo l’alcool etilico riesce a estrarre una grande varietà di aromi dalla polpa e dalla buccia (soprattutto aromi secondari) .

 

vino novello

Processo di macerazione carbonica

 

Questa tecnica tende ad esaltare le caratteristiche di freschezza e di sentore fruttato e ‘vinoso’.

Inoltre il livello di glicerina è leggermente più elevato e conferisce morbidezza al vino.

Dopo questo periodo si procede alla normale pigiatura e con pochi giorni di riposo il vino novello è pronto ad essere immesso sul mercato.

Il vino novello non è adatto all’invecchiamento per la scarsa presenza di tannini. I suoi profumi, che costituiscono l’elemento principale del suo fascino, sono “poco stabili” nel tempo.

In conclusione l’arco temporale per il consumo ottimale è tra i 5-6 mesi dall’uscita sul mercato.

 

Cosa mi racconti in particolare del veronese Bardolino novello?

Tra le versioni più interessanti del vino novello c’è sicuramente il Bardolino Novello Doc, che nasce in un territorio già famoso per vini rossi piacevolmente fruttati.

I vitigni ammessi per la sua produzione sono i classici dell’area del veronese: Corvina 35-80%, Corvinone 10-40%, Rondinella 10-40%, Molinara max.15%, vitigni a bacca rossa autorizzati per la provincia di Verona max.25%.

Quando lo versiamo nel bicchiere risalta il suo colore rosso rubino vivo e brillante, con sfumature violacee tipiche di un vino giovane.

Molto intensi sono i profumi al naso: floreali di violetta, fruttati di fragola, lampone, ciliegia matura, oltre al caratteristico sentore di mosto.

Al palato ha una scarsa struttura, ma la glicerina di cui è composto gli conferisce una buona morbidezza.

Un vino semplice, dal sorso vivace e scorrevole.

 

Bardolino Novello

Il colore del vino Bardolino Novello: rosso rubino e brillante

 

Quali sono le temperature servizio del vino Novello?

Il vino Novello in generale si serve a una temperatura di 14/16 °C, leggermente più fresca rispetto ai rossi tradizionali.

 

Quali sono gli abbinamenti al Bardolino novello?

Siamo nel periodo giusto per parlare di vino Novello. Si avvicinano i mesi di novembre e dicembre, durante i quali viene commercializzato.

Non a caso è oggetto di  un abbinamento “tradizionale” con un prodotto di stagione: le castagne. Tutti conoscono il proverbio “Per San Martino, castagne e buon vino”.

La castagna, con la sua dolcezza delicata dovuta alla presenza di amido, è dolce al palato e ha bisogno di un vino morbido che la possa accompagnare.

Ecco che il vino novello, grazie alla buona presenza di glicerina, può essere quindi abbinato a castagne, sottoposte ai più fantasiosi metodi di cottura, in particolare con le caldarroste.

vino novello e caldarroste

Bardolino novello e caldarroste è un classico per i veronesi

 

In tavola si può abbinare in genere a piatti semplici, tenendo conto della scarsa struttura di questo vino: un tagliere di salumi, primi piatti o secondi piatti di carni bianche arrosto o alla griglia.

Benissimo, grazie Antonella. 

Leggi anche: Festa del Novello di Bardolino: dal primo al 3 novembre 2019 si festeggia il vino giovane, tra stand enogastronomici e musica. Scopri il programma e le informazioni utili

Potrebbe interessarti: Vino Bardolino, Marroni di San Zeno di Montagna, castagne del Monte Baldo e Monte Veronese

Leggi anche: Bardolino: uno sguardo alla storia con le Ville Venete del centro e del lungolago

Leggi anche: Bardolino: Museo del Vino della Cantina Zeni, un viaggio tra i “profumi” del vino

 

Articolo a cura di Sara Soliman
redazione@veronawinelove.com
*** Sara Soliman è titolare di Studio AEsse Communication, agenzia web veronese. Dal 2016 si occupa di copywriting e di web marketing per le Pmi. 

 

Turismo del Vino sul Lago di Garda

Il Lago di Garda offre ottimi vini: dal rosso Bardolino al vino rosa Bardolino Chiaretto se rimaniamo in zona Lazise e Bardolino.

Ma anche il Garda Doc, il vino Lugana e il vino Custoza se ci spostiamo rispettivamente a nord o a sud di Bardolino.

Se vuoi saperne di più sul lago di Garda e i suoi vini, leggi la GUIDA TURISTICA AL LAGO DI GARDA  proposta da Verona Wine Love.

Se ti piace il mondo dell’enoturismo segui il Magazine di Verona WIne Love dedicato al Turismo del Vino.

 

itinerari vino bardolino

Scopri le CANTINE DEL VINO BARDOLINO

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla Newsletter di Verona Wine Love per ricevere l’ebook sui 10 itinerari di Verona e provincia

 

Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Subito per te l’ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona

 

Visita Verona, città del vino e dell’amore

Eccoti altri link utili se vuoi visitare Verona:

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidarti a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

9 + 10 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Bardolino: Museo del Vino della Cantina Zeni, un viaggio tra i “profumi” del vino e dei territori veronesi

Bardolino: Museo del Vino della Cantina Zeni, un viaggio tra i “profumi” del vino e dei territori veronesi

Oggi voglio proporvi un tour enologico-sensoriale: la visita al Museo del Vino della Cantina Zeni.

Pensato per gli winelovers, è un percorso che può rivelarsi interessante anche per gli amanti delle tradizioni vinicole e della storia agricola del territorio veronese.

Il Museo del Vino di Bardolino si trova all’interno della Cantina Zeni, in Località Costabella, sulla bellissima strada panoramica sopra il centro di Bardolino.

Il Museo del vino è visitabile gratuitamente, senza prenotazione e senza guida per i visitatori individuali e per i piccoli gruppi di massimo 10 persone.


Il Museo del Vino di Bardolino

Il Museo del Vino propone un interessante percorso tra attrezzi e macchinari usati in passato per le diverse fasi della filiera vitivinicola: dalla raccolta dell’uva al processo di vinificazione fino all’imbottigliamento.

L’esposizione comprende alcuni esempi di aratri a trazione animaledue bellissimi carri veronesi utilizzati negli anni ‘50 per il trasporto dell’uva dalla campagna alla cantina.

Il carro con botti veniva invece utilizzato per lo spostamento del vino dalla Cantina di Bardolino alle piazze di vendita nella vicina terra lombarda.

 

Enoturismo a Bardolino

Museo del Vino della Cantina Zeni (foto di Garda Veneto)

 

Nella collezione privata della Famiglia Zeni si trovano anche quattro torchi di epoche diverse (dal 1400 al 1800) utilizzati per la spremitura delle vinacce.

Possiamo ammirare anche un rudimentale impianto di appassimento delle uve, oltre a antichi attrezzi del mestiere quali imbuti in legno, secchielli di varia misura e gerle per il trasporto del mosto e del vino.

Il viaggio termina con l’esposizione di pompe enologiche dei primi del Novecento (destinate al travaso del vino) e di un antico tavolo da bottaio.

Il bottaio era l’artigiano che realizzava contenitori in legno di tutte le dimensioni, fra cui le botti.

Oltre all’esposizione di antichi macchinari e attrezzi il museo racconta la trasformazione dell’uva in vino illustrando i vari processi della filiera vitivinicola: dalla coltivazione della vite alla raccolta dell’uva, dalla trasformazione all’imbottigliamento.

 

Museo del Vino: Galleria Olfattiva

 

All’interno della Sala Bottaia della Cantina Zeni c’è la prima ed unica Galleria Olfattiva in Italia dedicata ai profumi del vino.

Qui potrete immergervi in un gioco emozionante: una degustazione enologica-sensoriale unica nel suo genere.

 

Enoturismo Bardolino

Museo del Vino della Cantina Zeni di Bardolino: Galleria Olfattiva, unica in Italia, dedicata ai profumi del vino (foto di Garda Veneto)

 

All’inaugurazione della Galleria (aprile 2017) il progetto prevedeva  l’analisi sensoriale di due vini simbolo delle aree del Bardolino e del Valpolicella: il Bardolino Chiaretto DOC Classico e l’Amarone della Valpolicella DOCG barrique.

Lo scopo del progetto era quello di dare ampio spazio a tutte le eccellenze vitivinicole del veronese.

Possiamo parlare quindi di un progetto di promozione enoturistica delle diverse DOC presenti nel territorio veronese.

Nel concreto, la Galleria Olfattiva è un’esperienza coinvolgente, appositamente studiata per stimolare e allenare la memoria olfattiva dei visitatori, siano essi adulti o bambini, esperti o meno per portarli a riconoscere le diverse componenti aromatiche del bouquet dei vini.

La Galleria Olfattiva è una vera e propria galleria, all’interno della quale i visitatori potranno entrare in contatto con le singole componenti aromatiche dei vini, isolate e racchiuse nei diversi cubi (o quadri olfattivi).

Durante l’esperienza gli ospiti potranno mettersi alla prova indovinando le diverse componenti aromatiche e avranno modo poi non solo di verificare le proprie supposizioni, ma anche di sentire su apposite mouilette le diverse essenze nella loro complessità.

Sicuramente un’esperienza unica, in grado di evocare ricordi, sensazioni ed emozioni.

Non tutti sanno che il naso è l’unico senso collegato direttamente con il cervello, in particolare con quella parte di esso che controlla emozioni e stati d’animo. 

L’esperienza termina con la degustazione dei due vini della Galleria, accompagnati da qualche assaggio. Il servizio di degustazione è a pagamento ed è consigliabile la prenotazione.

Per Info e prenotazioni: www.zeni.it

 

Potrebbe interessarti anche il percorso: La strada del Vino Bardolino

Leggi anche: Festa del Novello di Bardolino: dal primo al 3 novembre 2019 si festeggia il vino giovane, tra stand enogastronomici e musica. Scopri il programma e le informazioni utili

 

Enoturismo: scopri i vini del lago di Garda

 

enoturismo sul lago di Garda

Per rimanere sempre informato sul mondo del vino segui il Magazine di Verona WIne Love dedicato al Turismo del Vino

 

Leggi anche: Bardolino: uno sguardo alla storia con le Ville Venete del centro e del lungolago

Leggi anche: ll Vino Novello di Bardolino: scopri come si ottiene e i consigli della Sommelier Antonella per degustarlo al meglio

 

Scopri le CANTINE DEL VINO BARDOLINO E DEL BARDOLINO CHIARETTO

Se vuoi saperne di più sul lago di Garda e i suoi vini, leggi la GUIDA TURISTICA AL LAGO DI GARDA  proposta da Verona Wine Love.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Subito per te l’ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona

 

Articolo a cura di Sara Soliman
redazione@veronawinelove.com
*** Sara Soliman è titolare di Studio AEsse Communication, agenzia web veronese. Dal 2016 si occupa di copywriting e di web marketing per le Pmi. 

 

Eccoti altri link utili se vuoi visitare Verona:

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidarti a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

9 + 9 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Bardolino: uno sguardo alla storia con le Ville Venete del centro e del lungolago

Bardolino: uno sguardo alla storia con le Ville Venete del centro e del lungolago

A Bardolino sono presenti ben tredici Ville Venete, residenze nobiliari costruite durante il dominio della Repubblica di Venezia tra la fine del XV secolo e il XIX secolo.

Queste dimore storiche non sono visitabili all’interno e comunque, passeggiando per Bardolino, non si può fare a meno di ammirare la bellezza delle loro forme e i loro rigogliosi giardini.

Alcune si affacciano sul lago come la nota Villa delle Rose o Villa Bottagisio Carrara con il suo ampio parco aperto al pubblico.

Quest’ultima è di proprietà del comune di Bardolino: ristrutturata di recente è sede di conferenze in occasione della Festa del Vino o del Vinitaly, il Salone Internazionale del Vino e Distillati di Verona.

Le Ville Venete s’inserivano in passato all’interno di grandi proprietà agricole. La villa, che si trovava al centro della proprietà, era spesso la residenza dei proprietari, luogo di rappresentanza e di villeggiatura estiva.

Intorno c’erano le barchesse, edifici rurali di servizio: cucine, abitazioni dei contadini, stalle e cantine.

 

Villa Terzi-Cristanini o Villa delle Rose

Questa dimora signorile si trova nel lungolago Bardolino-Garda, ed è nota come Villa delle Rose in quanto circondata da un bel giardino ricco di piante, siepi e viali di rose.

 

Bardolino, ville venete

Villa delle Rose: signorile dimora sul lungolago di Bardolino

 

L’edificio si sviluppa in più parti: la parte fronte lago corrisponde alla casa padronale, ha una facciata semplice con aperture a trifora ed una a bifora, di carattere gotico.

In cima, una gronda sormontata da merli a coda di rondine conferisce un carattere difensivo all’edificio.

All’interno sono presenti numerosi affreschi e decorazioni settecentesche.

 

Villa Guerrieri-Rizzardi-Loredan

Sempre nel lungolago, e nelle vicinanze del porto, troviamo Villa Guerrieri-Rizzardi-Loredan che si estende da via San Martino fino al lago.

Nella parte orientale del complesso, dall’Ottocento fino pochi anni fa, si trovava l’azienda vinicola delle famiglie Guerrieri e Rizzardi, proprietarie della villa.

Le antiche cantine della struttura, dopo lavori di ristrutturazione, sono oggi sede di “Borgo Bardolino”, una suggestiva corte che ospita negozi e ristoranti. Dal 2016 è accessibile al pubblico.

 

Villa Rizzardi

Bardolino, Borgo Bardolino: suggestiva corte ricavata nel 2016 dal restauro delle vecchie cantine

 

La parte di villa che guarda il lago era quella padronale, mentre la parte lungo via San Martino era destinata ai locali di servizio.

L’attuale fisionomia è attribuibile ai restauri avvenuti nell’Ottocento, ma le mura originarie raccontano di almeno tre dimore gentilizie costruite tra il Quattrocento e il Cinquecento, come dimostra l’elegante loggia cinquecentesca.

Sul lato meridionale, la villa vanta un ampio giardino.

 

Villa Giuliari Gianfilippi Canestrari Campostrini

 

A pochi passi da Villa Guerrieri Rizzardi, in Piazza Matteotti, troviamo villa Giuliari-Revedin, Gianfilippi Canestrari Campostrini.

È un edificio del XIX secolo, situato nella parte meridionale della baia di Bardolino.

Villa Giuliari Gianfilippi è una villa che di notevole ha soltanto il parco, disteso lungo il lago, accanto al parco dei Bottagisio.

Secondo G.B.Simeoni (Guida del Garda) il giardino di questa villa sarebbe stato in origine disegnato dal Bagnara per incarico della marchesa Teresa Ginafilippi Canestrari .

Anche questo palazzo ha subito importanti opere di restauro nell’Ottocento, tra cui la costruzione di un porticato su cui poggia un balcone che dà sulla piazza.

Nell’atrio si trova un’epigrafe che ricorda la visita dello zar Alessandro I di Russia, nel 1882.

 

Villa Bottagisio Carrara

 

Ad oggi proprietà del comune di Bardolino, fu originariamente una villa privata, e subì dal 1600 ai primi del ‘900 modifiche ed ampliamenti.

 

Villa Carrara Bottagisio

Villa Carrara Bottagisio durante il Vinitaly and The City (foto di repertorio)

 

L’edificio, che conserva al suo interno decorazioni pittoriche di valore, ha subito un restauro nel 2007 su iniziativa del Comune di Bardolino.

Dal 2012 la villa ospita la biblioteca comunale di Bardolino ed è sede di conferenze in occasione della Festa del Vino, del Vinitaly o di altre manifestazioni cittadine.

Spostandoci dal centro paese non mancano altre ville: alcune sono a Calmasino, altre a Cisano o verso il vicino paese di Garda.

 

> Se vuoi maggiori informazioni leggi la pagina Bardolino Cultura.

 

 

Enoturismo: i vini rossi del lago di Garda

 

Se amate il buon vino, una visita a Bardolino può prevedere anche una sosta in una delle tante cantine che si trovano in questa zona.

Il territorio di Bardolino si caratterizza per la produzione dei vini Bardolino e del Bardolino Chiaretto, il vino rosa dell’estate.

L’inizio di Novembre è invece il mese del Vino Novello.

> Leggi, tra i percorsi consigliati a Bardolino, la Strada del Vino Bardolino.

 

enoturismo sul lago di Garda

Nel periodo estivo le cantine organizzano piccoli-nic o cene in vigna. Per rimanere sempre informato segui il Magazine di Verona WIne Love dedicato al Turismo del Vino

 

Leggi anche: Il Vino Novello di Bardolino: scopri come si ottiene e i consigli della Sommelier Antonella per degustarlo al meglio

Leggi anche: Bardolino: Museo del Vino della Cantina Zeni, un viaggio tra i “profumi” del vino

 

Scopri le CANTINE DEL VINO BARDOLINO E DEL BARDOLINO CHIARETTO

Se vuoi saperne di più sul lago di Garda e i suoi vini, leggi la GUIDA TURISTICA AL LAGO DI GARDA  proposta da Verona Wine Love.

Leggi anche: Festa del Novello di Bardolino: dal primo al 3 novembre 2019 si festeggia il vino giovane, tra stand enogastronomici e musica. Scopri il programma e le informazioni utili

 

 

Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Subito per te l’ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona

 

Articolo a cura di Sara Soliman
redazione@veronawinelove.com
*** Sara Soliman è titolare di Studio AEsse Communication, agenzia web veronese. Dal 2016 si occupa di copywriting e di web marketing per le Pmi. 

 

Eccoti altri link utili se vuoi visitare Verona:

COME ARRIVARE A VERONA: GUIDA PER CHI ARRIVA IN AUTO O MEZZI PUBBLICI

INFORMAZIONI UTILI PER CHI SOGGIORNA A VERONA

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

Soggiornare a Verona, sul lago di Garda e in Valpolicella: come scegliere un hotel

Se vuoi soggiornare a Verona, sul lago di Garda, in Valpolicella o nella zona del vino Soave, puoi affidarti a Booking.com con cui Verona Wine Love è convenzionato da un programma di affiliazione.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

SCEGLI UN HOTEL SUL LAGO DI GARDA

SCEGLI UN HOTEL IN VALPOLICELLA

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

8 + 5 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Autochtona: il forum sul vitigno autoctono. Alla Fiera di Bolzano il 14 e 15 ottobre 2019 l’appuntamento con i vini autoctoni italiani di eccellenza

Autochtona: il forum sul vitigno autoctono. Alla Fiera di Bolzano il 14 e 15 ottobre 2019 l’appuntamento con i vini autoctoni italiani di eccellenza

Le porte di Fiera Bolzano si apriranno il 14 e il 15 ottobre per ospitare la 16^ edizione di Autochtona, il forum del vitigno autoctono italiano per eccellenza.

Negli spazi espositivi della Fiera di Bolzano, oltre 80 produttori di vino provenienti da 17 regioni italiane si presenteranno agli operatori del settore vitivinicolo e agli appassionati.

Il pubblico degli winelovers avrà modo di conoscere così, in una sorta di viaggio tra regioni e territori, i vitigni autoctoni italiani, alcuni dei quali hanno rischiato l’estinzione.

La fiera continua anche il 16 e 17 ottobre, con l’evento collaterale Tasting Lagrein Award 2019.

Fiera-Bolzano-Autochtona

Autochtona a Fiera Bolzano, 16^ edizione, 14 e 15 ottobre 2019 (foto di repertorio)

 

Autochtona 2019 con i grandi vini delle piccole cantine: il programma

LUNEDÌ 14 OTTOBRE
11.00 – 18.00 Apertura Autochtona – Corsia A03 – Padiglione fieristico

MARTEDÌ 15 OTTOBRE
11.00 – 18.00 Autochtona – Corsia A03 – Padiglione fieristico
17.00 Premiazione “Autochtoni che Passione” 2015 – Corsia A03 – Padiglione fieristico

MERCOLEDÌ 16 OTTOBRE
11.00 – 18.00 Vinea Tirolensis Vignaioli dell’Alto Adige – Corsia A03 – Padiglione fieristico
16.00 Premiazione Lagrein Award, Südtirol Lounge, galleria livello 0

GIOVEDÌ 17 OTTOBRE
11.00 – 17.00 Degustazione dei 12 finalisti del Tasting Lagrein Award 2019 – Padiglione fieristico

 

Wine Tasting Lagrein, Autochtona Bolzano

Tasting Lagrein Award, l’evento collaterale di Autochtona. Foto di Marco Parisi

 

I vitigni autoctoni: un interesse in continua crescita

Ma quali sono i vitigni autoctoni più ricercati in rete, in Italia, da appassionati e addetti ai lavori e da quali regioni provengono le loro ricerche?

Difficile da stabilire, considerando che l’Italia è patria di una vasta quantità di varietà, spesso sconosciute.

Varietà di vitigni che a volte faticano a varcare i confini territoriali nelle quali vengono allevate.

Spesso coincidono con il nome del vino, altre volte vanno a far parte di blend noti, ma trovano poco spazio e visibilità in etichetta.

È un dato di fatto, però, come l’interesse e la curiosità per le varietà autoctone cresca di anno in anno. E questo è certificato anche dalla sempre maggior frequenza di ricerche in rete da parte degli winelovers italiani.

Tralasciando nomi di vitigni autoctoni e di vini molto noti come il Nebbiolo (Barolo e Barbaresco), il Sangiovese (Chianti, Brunello etc.) e la Glera (Prosecco), è interessante notare come altre varietà maggiormente legate a confini regionali suscitino un ottimo interesse anche in regioni differenti da quelle di coltivazione.

Vediamo i dati della ricerca effettuata dall’Ente Fiera di Bolzano.

 

Vitigni autoctoni: dati interessanti per i produttori e operatori del settore

Dalla ricerca effettuata dell’ente fiera utilizzando Google Trends® e Ubersuggest® emergono dati e indicazioni interessanti.

La Ribolla Gialla, ad esempio, storico vitigno autoctono del Friuli-Venezia Giulia (in particolare nelle province di Gorizia e Udine) negli ultimi 12 mesi ha registrato quasi 10.000 ricerche in media al mese su Google.

Tali ricerche provengono prima di tutto dalla sua regione di origine e dal vicino Veneto, ma anche da Lazio, Liguria ed Emilia-Romagna.

L’Aglianico, nobile varietà del Sud Italia, che dà origine a vini da lungo affinamento come il Taurasi in Campania o l’Aglianico del Vulture in Basilicata, registra nell’ultimo anno 5.400 ricerche medie mensili, che spaziano un po’ ovunque, con ottime performance anche nel Lazio e nelle Marche.

 

Autochtona di Bolzano

Autochtona di Bolzano: il vitigno e il vino Aglianico del Vulture

 

Il Lagrein, vitigno autoctono dell’Alto-Adige, vanta 4.500 ricerche medie mensili che arrivano non solo dalle provincie di Bolzano e Trento, ma anche da Lombardia e Liguria.

Il Lagrein inoltre, anche quest’anno sarà protagonista della nota rassegna ‘Tasting Lagrein’, evento collaterale di Autochtona.

Il Verdicchio, alfiere della produzione a bacca bianca delle Marche, riscuote ottimo interesse in termini di ricerca anche in Sardegna.

Il laziale Cesanese è molto cercato in Lombardia, il Primitivo di Manduria in Puglia e in Trentino-Alto Adige, mentre il sardo Cannonau è particolarmente amato in Friuli-Venezia Giulia.

Insomma, l’interesse e il desiderio di conoscenza dei nostri vitigni autoctoni non conosce confini.

Anche quest’anno Autochtona chiamerà a raccolta molti portabandiera di questo universo, sempre più ricercato ed attraente.

 

Autochtona forum alla Fiera di Bolzano

La Fiera di Bolzano ospita il forum Autochtona

 

Leggi anche > Blog su Vini d’Italia, Cucina e Viaggi

 

Autochtona – informazioni utili:

  • Ore 11.00 – 16.00: ingresso riservato agli operatori del settore
  • Ore 16.00 – 18.00: apertura al pubblico

Altre informazioni sul sito www.autochtona.it


Fiera di Bolzano: come arrivare

La Fiera Bolzano si trova nella zona commerciale di Bolzano Sud, a circa 2,5 Km dal centro città.

COME ARRIVARE A BOLZANO IN AUTO:

– Strada statale SS 12 da Trento e dal Brennero.
– Strada statale SS 38 da Passo Resia.
– Superstrada MeBo Bolzano – Merano.

Se hai il navigatore inserisci via Buozzi oppure segui  le indicazioni “Fiera – Messe”

PARCHEGGI

La Fiera Bolzano dispone di:

  • 1 parcheggio visitatori (a pagamento) sul tetto del padiglione espositivo: 800 posti auto – accesso in Via Marco Polo (destra)
  • 1 parcheggio espositori (a pagamento) interrato: 500 posti auto – accesso in Via Marco Polo (sinistra)
    Gli espositori devono richiedere il posto auto attraverso l’apposito modulo scaricabile dal sito della manifestazione d’interesse.Accesso ai parcheggi:
    Le rampe di accesso ai due parcheggi di Fiera Bolzano si trovano lungo la via Marco Polo, in prossimità di Piazza Fiera.

 

FIERA DI BOLZANO COME ARRIVARE IN TRENO:

Stazione Centrale di Bolzano-Bozen (in centro a Bolzano a 2,5 Km dalla fiera).
Stazione di Bolzano Sud-Fiera, sulla linea Bolzano – Merano

Orari di partenza dalla fermata Bolzano Sud/Fiera (giorni feriali):
direzione Merano: ogni 30 minuti dalle ore 09,41  alle 20,11
direzione Bolzano Centro: ogni 30 minuti dalle 08,19 alle 19,49

COME ARRIVARE IN AUTOBUS:
Collegamento ogni 10 minuti con il centro città, linee 10A – 10B – 18
Per chi arriva sia dall’Italia che dall’estero è possibile usufruire del servizio di Flixbus.

COME ARRIVARE IN AEREO
Airport Verona – a 1 ora e 15 minuti d’auto da Bolzano
Airport Innsbruck – a 1 ora e 30 minuti d’auto da Bolzano
Servizio Airport Transfer: raggiungete Fiera Bolzano e l’Alto Adige con voli low cost atterrando a Bergamo, Verona, Treviso o Venezia.

Articolo a cura di Sara Soliman
redazione@veronawinelove.com
*** Sara Soliman è titolare di Studio AEsse Communication, agenzia web veronese. Dal 2016 si occupa di copywriting e di web marketing per le Pmi. 

 

Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Subito per te l’ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona

 

 

Alloggiare a Bolzano

Se stai cercando un hotel ti proponiamo BOOKING il servizio di ricerca e prenotazione hotel con le sue offerte esclusive e le opinioni dei clienti che hanno davvero alloggiato negli alberghi recensiti.

Abbiamo scelto, come Verona Wine Love, l’affiliazione con Booking perché crediamo che sia importante poter leggere le opinioni di chi è stato in un albergo prima di alloggiarvi.

Da Booking, se tu scegli questo servizio, Verona Wine Love – grazie al programma di affiliazione – ricava una percentuale. Questa commissione non incide in alcun modo sulla tua spesa.

Ci teniamo a proporti Booking per farti un servizio. E per trasparenza ti citiamo il nostro programma di affiliazione, perché detestiamo le pubblicità occulte. E ancor più quelle ingannevoli.

Il servizio di ospitalità in albergo di Booking puoi utilizzarlo, attraverso il banner qui sotto, sia per Verona e la sua splendida provincia. E sia per qualsiasi altra località ti interessi.

 

SCEGLI UN HOTEL A BOLZANO

 

 

Da Bolzano a Verona, città del Vino e dell’Amore

 

Turismo e arte a Verona, Casa di Giulietta

 

Eccoti i link di Verona Wine Love ad alcune informazioni utili su come arrivare a Verona, città dell’Amore, e come soggiornarvi:

GUIDA TURISTICA ALLA CITTA’ DI VERONA

VINI E TERRITORI: GUIDA AI VINI E ALLA PROVINCIA SCALIGERA

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

3 + 14 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Vini della Valpolicella, c’è “Val Polis Cellae 2019”: domenica 13 ottobre cantine aperte in Valpolicella. Degustazioni, sapori e cultura nella terra dell’Amarone

Vini della Valpolicella, c’è “Val Polis Cellae 2019”: domenica 13 ottobre cantine aperte in Valpolicella. Degustazioni, sapori e cultura nella terra dell’Amarone

Appuntamento domenica 13 ottobre 2019 con Val Polis Cellae: un evento al quale partecipano ogni anno numerosi winelovers veronesi e non solo.

Una domenica di relax tra le colline veronesi, con degustazioni dei migliori vini della Valpolicella.

Dodici cantine della Valpolicella Classica, tre percorsi e ottimo vino, il tutto circondato da piatti tipici e opere d’arte. Questa è la proposta di Val Polis Cellae 2019.

Ottobre è ancora tempo di vendemmia in Valpolicella e i vigneti iniziano ad assumere il caratteristico colore giallo arancione: è il momento migliore per una passeggiata in campagna.

 

Val Polis Cellae è l’occasione per assaggiare gli ottimi vini rossi della Valpolicella direttamente dai produttori

 

VAL POLIS CELLAE: IL PROGRAMMA

Val Polis Cellae è un viaggio alla scoperta della Valpolicella e dei suoi vini rossi, tra aziende agricole, dimore storiche e cantine.

Una domenica di degustazione dei grandi vini rossi noti in tutto il mondo: l’Amarone e il Recioto, abbinati ai sapori del territorio.

Il momento è quello della vendemmia, che anche quest’anno è ottima per i vini della Valpolicella: il Valpolicella Classico, il Valpolicella Superiore, il Valpolicella Ripasso, il Recioto della Valpolicella e l’Amarone della Valpolicella.

Ad ogni percorso sono associate alcune fra le migliori cantine del territorio, che propongono una degustazione dei propri vini, una mostra d’arte con artisti presenti e una visita guidata all’azienda.

Il biglietto d’ingresso è di 20 euro (l’evento è gratuito per bambini fino ai 12 anni) ed è valido per tutti i percorsi: quindi con lo stesso biglietto è possibile visitare tutte le dodici aziende partecipanti all’evento.

Il tour può essere fatto sia con la propria auto sia con il bus navetta gratuito che si trova all’inizio di ogni percorso.

In qualche azienda la degustazione sarà accompagnata da sapori e piatti tipici, serviti in collaborazione con i ristoranti della zona, con il pagamento di un costo aggiuntivo.

Sarà sempre possibile invece acquistare i vini o altri prodotti locali.

L’obiettivo dell’evento, organizzato dalla Strada del Vino della Valpolicella, è quello di mantenere vivo l’interesse che lega arte, vino e gastronomia, oltre che invitare alla scoperta del territorio e dei suoi prodotti tipici.

Scarica qui il PDF dell’evento.

Val Polis Cellae

Val Polis Cellae: con un unico biglietto puoi visitare tutte e 12 le cantine partecipanti. Calice con tracolla e bus navetta gratuiti

 

VAL POLIS CELLAE 2019: PERCORSI E COME ARRIVARE

È possibile scegliere tra 3 percorsi, organizzati in base alla collocazione delle cantine. Ognuno attraversa la Valpolicella visitando 4 cantine.

Le tre cantine di inizio percorso, dove è possibile acquistare il biglietto e dove ha inizio il percorso con le navette sono la cantina Boscaini Carlo, la Cantina Bolla e La Dama Vini .

1  Percorso Granata. Uscire dall’autostrada a VERONA NORD e seguire i cartelli Valpolicella. Alla fine della tangenziale seguire per Sant’Ambrogio di Valpolicella fino alla cantina Boscaini Carlo.

2  Percorso Rubino. Uscire dall’autostrada a VERONA NORD e seguire i cartelli Valpolicella. Alla fine della tangenziale seguire per Pedemonte (San Pietro in Cariano) fino alla Cantina Bolla. 

3  Percorso Porpora. Uscire dall’autostrada a VERONA NORD e seguire i cartelli Valpolicella. Alla fine della tangenziale seguire per Negrar di Valpolicella fino alla cantina La Dama Vini. 

Sono 12 le cantine che partecipano all’evento organizzato dalla Strada del Vino Valpolicella:

  • La Dama Vini, Negrar
  • Franchini Agricola, Negrar
  • Aldrighetti, Marano
  • Novaia, Marano
  • Marognole, Marano
  • Le Bignele, Marano
  • Scriani, Fumane
  • Corte Martini, Torbe
  • Mizzon, San Pietro in Cariano
  • Bolla, Pedemonte
  • Coali, Sant’Ambrogio
  • Boscaini Carlo, Sant’Ambrogio

 

INFORMAZIONI UTILI:

Orario: dalle ore 10.00 alle ore 18.00

I biglietti per partecipare all’evento possono essere acquistati in due modi:
– il giorno dell’evento ai 3 VAL POLIS CELLAE POINT al costo di €20 (alle cantine La Dama, Boscaini Carlo e Bolla)
– online al costo di €18 sul sito: https://bit.ly/2o2T2jS

Per ulteriori informazion o prenotazioni contrattare:
info@stradadelvinovalpolicella.it
Tel 346 320 2167
www.stradadelvinovalpolicella.it

 

Scopri la Valpolicella con la Guida di Verona Wine Love

Appassimento uva

Museo Appassimento con picai alla Cantina Valpolicella di Negrar

 

>> SCOPRI LA VALPOLICELLA
>> SCOPRI I VINI DELLA VALPOLICELLA

Articolo a cura di Sara Soliman
✉︎   redazione@veronawinelove.com
*** Sara Soliman fa parte di Studio AEsse Communication, agenzia web veronese. Dal 2016 si occupa di copywriting e web marketing per le PMI.

 

Enoteca online: le proposte dei sommelier di Vinopuro

Gustare il vino in cantina è un’emozione unica. E acquistare il vino in via diretta dai produttori delle CANTINE DEI VINI VERONESI.

Ma se non vieni a Verona o se vuoi un servizio a domicilio, Verona Wine Love ti consiglia l’enoteca online VINOPURO.

Vinopuro.it è un’enoteca su Internet con cui Verona Wine Love ha un programma pubblicitario di affiliazione, da cui ricava un compenso
se acquisti un prodotto. Quel compenso non incide sul prezzo di vendita che puoi pagare.

Lo abbiamo scelto perché Vinopuroio.it offre vini di altissima qualità al giusto prezzo.

Ti presenta i vini con schede approfondite. E i sommelier di Vinopuro.it ti consigliano anche gli abbinamenti fra i tuoi piatti e i vini che ami.

 

enoteca vinopuro - verona wine love

 

 

Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

Se ti è piaciuto questo articolo…
Iscriviti alla newsletter: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Subito per te l’ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di AEsse Communication

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI AESSE COMMUNICATION:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Redazione e servizi di Comunicazione digitale:
Nicola
☏   +393498058016

*******************************

°°° spazio commerciale °°°

Alloggiare a Verona, Soave, Valpolicella, sul lago di Garda e Lessinia 

Se stai cercando un hotel ti proponiamo BOOKING il servizio di ricerca e prenotazione hotel con le sue offerte esclusive e le opinioni dei clienti che hanno davvero alloggiato negli alberghi recensiti.

Abbiamo scelto, come Verona Wine Love, l’affiliazione con Booking perché crediamo che sia importante poter leggere le opinioni di chi è stato in un albergo prima di alloggiarvi.

Da Booking, se tu scegli questo servizio, Verona Wine Love – grazie al programma di affiliazione – ricava una percentuale. Questa commissione non incide in alcun modo sulla tua spesa.

Ci teniamo a proporti Booking per farti un servizio. E per trasparenza ti citiamo il nostro programma di affiliazione, perché detestiamo le pubblicità occulte. E ancor più quelle ingannevoli.

Il servizio di ospitalità in albergo di Booking puoi utilizzarlo, attraverso il banner qui sotto, sia per Verona e la sua splendida provincia. E sia per qualsiasi altra località ti interessi.

SCEGLI UN HOTEL A VERONA

 

 

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini     

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

7 + 15 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

+39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Show Buttons
Nascondi