Verona e il turismo del vino, edizione 2020 del concorso “Best of Wine Tourism” per le imprese che fanno attività enoturistica

Verona e il turismo del vino, edizione 2020 del concorso “Best of Wine Tourism” per le imprese che fanno attività enoturistica

Sei un’impresa vitivinicola, una cantina o un fonitore di servizi legati all’enoturismo? Il turismo del vino è il tuo mestiere ad alti livelli?

La Camera di Commercio di Verona realizza nei prossimi mesi la 4ª edizione della Guida Verona Wine Tourism.

La guida presenta le imprese veronesi che offrono una esperienza enoturistica di qualità.

La guida verrà presentata nel corso delle principali fiere internazionali del turismo (Fitur Madrid, Bit Milano, Itb Berlino, MITT Mosca, TTG Rimini e altre).

Sarà diffusa negli uffici Turistici del territorio e gli Uffici Enit nel mondo.

Per entrare a far parte della Guida è necessario partecipare al Concorso “Best of Wine Tourism”. Concorso che scade il 31 marzo 2020.

 

Enoturismo in Italia

Enoturismo, al via il concorso “Best of Wine Tourism” organizzato dalla Camera di Commercio di Verona

 

 

Enoturismo: il concorso “Best of Wine Tourism” in Camera di Commercio di Verona

 

L’iniziativa “Best of Wine Tourism” – sul turismo del vino – è finalizzata a premiare le imprese vitivinicole, le cantine e i fornitori di servizi che propongono un’offerta enoturistica originale e di qualità.

Il concorso giunto alla sua quarta edizione si inserisce nell’ambito del progetto Great Wine Capitals.

E’ questa la rete che riunisce 10 città mondiali rinomate a livello internazionale, allo scopo di rafforzare l’immagine, la conoscenza e la diffusione dell’enoturismo.

E’ possibile iscriversi al concorso a partire da gennaio ed entro il 31 marzo 2020.

Occorre compilare la domanda online sul sito della Camera di Commercio. Per ogni ulteriore informazione: turismo@vr.camcom.it.

“La Camera di Commercio con la Guida Best of Wine Tourism vuole dare visibilità all’offerta enoturistica veronese, un comparto che ha ampie possibilità di sviluppo ed è un’interessante diversificazione per le imprese vinicole”, spiega Giuseppe Riello, presidente della Camera di Commercio di Verona.

“Si va dalle esperienze gourmet e luxury affiancate a esperienze rurali, come i viticoltori eroici, e legate alle tradizioni antiche “, sottolinea Giuseppe Riello.

“Quello che conta è che si tratti di esperienze, il turismo esperienziale è l’evoluzione dell’enoturismo”, fa notare il presidente dell’ente camerale veronese. “Come abbiamo potuto verificare selezionando le aziende vitivinicole  veronesi vincitrici del Concorso Best of Wine Tourism”.

Il comparto dell’enoturismo è in crescita, trainato dalla ricerca di esperienze autentiche da parte di viaggiatori con buone possibilità di spesa, sempre più esigenti.

Del resto, camminare nei vigneti, parlare con i produttori, annusare l’aria delle cantine ed assaporare il vino in loco costituiscono altrettante esperienze sensoriali.

Queste esperienza, se ben orchestrate, possono rendere memorabile una vacanza.

Da qui scaturisce l’importanza di un’offerta di elevata qualità da parte delle strutture enoturistiche (cantine, aziende ricettive, imprese di servizi), in grado di corrispondere ai più alti standard internazionali.

Il premio Best of Wine Tourism – promosso nel veronese dalla Camera di Commercio di Verona – contribuisce a diffondere tra gli operatori la cultura della qualità, primario elemento su cui si gioca il successo.

Se sei un’impresa scopri i SERVIZI DI COMUNICAZIONE DIGITALE di Verona Wine Love.

 

 

 

Le informazioni sul concorso “Best of Wine Tourism”

 

Ha così preso il via la quarta edizione del concorso Best of Wine Tourism.

E’ possibile iscriversi a partire da gennaio ed entro marzo 2020 compilando la domanda on line sul sito della Camera di Commercio. Per ogni ulteriore informazione: turismo@vr.camcom.it.

Dopo il successo registrato nel triennio scorso, con 88 partecipanti, la Camera di Commercio di Verona continua nella propria attività di sviluppo territoriale legata al mondo dell’enoturismo.

Va ricordato che Verona è l’unica città italiana ad essere presente nella rete delle Grandi Capitali del Vino.

Il Premio “Best Of Wine Turism” si pone come punto di  riferimento per riconoscere le più importanti cantine che accolgono con standard di eccellenza gli enoturisti.

I premi sono cresciuti in prestigio e sono diventati molto ambiti in ciascuna delle “Great Wine Capitals” (Adelaide, Bilbao, Bordeaux, Losanna, Mainz, Mendoza, Porto, San Francisco, Valparaiso e Verona).

Quest’anno, infatti. ci sono stati 467 partecipanti in totale e 67 premi regionali assegnati nei 10 Paesi appartenenti alla rete.

Oltre alla competizione che si svolge nei singoli Paesi viene scelto, fra i vincitori  ‘Best Of’  di ogni Capitale dell’Enoturismo, un “Global Winner” per Capitale.

I premi internazionali “Global Best Of Wine Turism” sono stati consegnati durante una serata di gala al Palais de la Bouse di Bordeaux.

La cerimonia ha concluso i lavori dell’Annual General Meeting di Great Wine Capitals, nel corso del quale la Rete ha celebrato il suo 20° anniversario.

Ad oggi, 5073 imprese enoturistiche hanno aderito al concorso e 765 proprietà hanno ricevuto un premio.

 

 

turismo del vino

L’enoturismo è in continua crescita: si stima che il 56% dei turisti italiani abbia visitato una cantina nel corso delle sue recenti vacanze

 

 

Le categorie del concorso “Best of Wine Tourism”

 

Il concorso Best of Wine Tourism, premia le aziende vitivinicole e di servizio nel mondo del vino che si distinguono per la qualità dei loro servizi turistici.

Si può concorrere in diverse categorie.

Sei sono le categorie per le imprese vitivinicole:

  • ricettività,
  • ristorazione,
  • architettura,
  • paesaggio,
  • arte e cultura,
  • esperienze innovative per l’enoturismo e pratiche sostenibili per l’enoturismo.

Una settima categoria è prevista per le imprese di servizio alla filiera del vino.

Ciascuno dei vincitori nelle sette categorie parteciperà alla selezione internazionale di Best of Wine Tourism che si terrà a novembre 2020 a Mainz (Germania).

Per partecipare al concorso “Best of Wine Tourism” le domande di partecipazione devono essere trasmesse entro il 31 marzo 2020.

Per partecipare è necessario compilare la domanda online: Domanda Best of Wine Tourism

Per partecipare alla categoria Servizi per il Turismo, riservata alle imprese “non vitivinicole” che forniscono servizi nel settore del turismo del vino, occorre procedere alla compilazione della  domanda online:  Domanda servizi per l’enoturismo

Per informazioni: Ufficio Turismo e Cultura : telefono 0458085863 – 702 – 796.

Email: turismo@vr.camcom.it

 

Villa Quaranta - concorso Best of Wine Tourism - gennaio 2020 - Verona Wine Love

Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa ha vinto il premio 2020 del concorso Best of Wine Tourism 2020

 

 

Villa Quaranta vincitrice dell’edizione 2020 del concorso Best of Wine Tourism

 

Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa, storica dimora della famiglia Tommasi – alle porte della Valpolicella classica – si è aggiudicata il premio dell’edizione 2020 del concorso Best of Wine Tourism 2020.

Nelle scorse edizioni sono state premiate dal concorso di Great Wine Capitals a livello internazionale la galleria Olfattiva di Zeni e il Museo del Vino di Masi.

I vincitori sono promossi dalla rete delle Great Wine Capitals, le Grandi capitali del vino, che ha ideato il concorso.

Alla rete delle Grandi capitali del vino, la Camera di Commercio di Verona aderisce rappresentando l’Italia.

Inoltre la Camera di Commercio raccoglie in una guida tutte le imprese partecipanti al concorso: la guida sarà diffusa sul territorio e all’estero.

La competizione premia le strutture che si caratterizzano per la qualità dei loro servizi enoturistici.

Il tutto all’interno di differenti categorie, che vanno dall’ambito culturale e artistico, ai servizi per l’enoturismo fino alla ricettività e alla ristorazione.

Ecco, quindi, l’importanza di servizi di enoturismo di qualità per poter vincere il Premio “Best of Wine Tourism”.

E così entrare nella 4ª edizione della Guida Verona Wine Tourism.


Articolo a cura di
Maurizio Corte
redazione@veronawinelove.com

Sul turismo del vino leggi la sezione di Verona Wine Love dedicata all’ENOTURISMO, con percorsi, itinerari e luoghi da visitare.

Se sei un’impresa scopri i SERVIZI DI COMUNICAZIONE DIGITALE di Verona Wine Love.

Ti è piaciuto l’articolo?

 

Iscriviti alla newsletter di Verona Wine Love e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Iscriviti alla newsletter, clicca qui.

Enoturismo - Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona - 2019

Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona – 2019. Iscriviti alla newsletter e lo riceverai in omaggio

 

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di Verona Wine Love

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Redazione e servizi di Comunicazione digitale:
Nicola
☏   +393498058016

—————–

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona TwitterPinterest

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

3 + 1 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

Nicola +39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Ristoranti a Verona: i 10 migliori posti dove mangiare. Scopri la classifica di TripAdvisor con le recensioni dei clienti

Ristoranti a Verona: i 10 migliori posti dove mangiare. Scopri la classifica di TripAdvisor con le recensioni dei clienti

Quali sono i 10 migliori ristoranti di Verona? Sono andato a vedere cosa consiglia TripAdvisor. Ed eccoti la risposta.

C’è da tenere presente, innanzi tutto, che il noto social di recensioni dei clienti mette insieme ristoranti veronesi, pizzerie veronesi e locali come bar o piadinerie.

Ho pensato, allora, di stilare due classifiche, aggiornate a gennaio 2020.

La prima classifica è dei 10 migliori posti dove mangiare a Verona.

La seconda classifica è dei 10 migliori ristoranti di Verona.

 

Ristoranti Verona - ristorante Casa Perbellini - San Zeno

Il ristorante Casa Perbellini, vicino alla Basilica di San Zeno, a Verona

 

 

Ristoranti di Verona e locali dove mangiare: i primi 10 posti secondo TripAdvisor

 

Il primo ristorante e locale di Verona dove mangiare, nella graduatoria di TripAdvisor, è posto dedicato al pesce: il Cangrande Ristorante & Enoteca L’Evangelista. E’ in via Dietro Listone, 19/D, a 10 metri da Piazza Bra e dall’Arena, in centro storico.

Al secondo posto c’è la Pizzeria da Vincenzo. E’ in piazza Nogara 2, a due passi dall’Arena. Questa pizzeria, da asporto o dove puoi mangiare in piedi, posso consigliartelo perché l’ho provato.

Al terzo posto c’è Darì Ristorante & Enoteca. E’ in vicolo cieco San Pietro Incarnario, 5. Anche questo a due passi dall’anfiteatro Arena.

Al quarto posto c’è Trattoria Dal Taio. Si trova in via Fratelli Alessandri, 11, nella frazione di Parona, vicino alla strada provinciale che porta in Valpolicella.

Al quinto posto c’è Casa Perbellini. E’ il prestigioso ristorante con Stella Michelin di Perbellini, in piazza San Zeno 16, a 15 minuti a piedi dall’Arena.

A San Zeno sorge la Basilica dedicata al patrono di Verona, Zeno, chiamato il Vescovo Moro perché di origini africane.

 

 
 
 
Ristoranti Verona - cucina salutistica biologica Più Gusto Bio

Il ristorante, con cucina salutistica biologica, Più Gusto Bio. Si trova in corso Porta Palio 36, a Verona

 

Al sesto posto c’è Flower Burger. Si trova in corso Porta Nuova 87, a pochi passi dall’Arena. Propone una cucina salutista con anche delle opzioni vegane.

Al settimo posto c’è La Bottega della Gina. E’ in via Fama 4/c, traversa di Corso Porta Borsari, a pochi metri da Piazza delle Erbe. Siamo in pieno centro storico, dove sorgeva il Foro Romano. Propone prodotti freschi, a partire dai tortellini. E ha anche piatti vegetariani.

All’ottavo posto c’è Pizzeria Tutti Gusti. La pizzeria si trova in via Roveggia 28 (quartiere di Santa Lucia), dietro la Fiera di Verona. Dal centro la si raggiunge in autobus urbano in modo agevole.

Al nono posto c’è la pizzeria Zio Lele. Si trova in via Carducci 13, a una decina di minuti a piedi dall’Arena e nel quartiere multietnico di Veronetta. A poche centinaia di metri c’è il Teatro Romano con la funicolare per la collina di Castel San Pietro da cui ammirare Verona.

Al decimo posto c’è Più Gusto Bio. E’ un ristorante per vegetariani, con pietanze anche per celiaci. Si trova in corso Porta Palio 36, a 10 minuti a piedi da Piazza Bra (e dall’Arena) e a pochi minuti a piedi dalla Basilica di San Zeno.

Eccoti qui, comunque, aggiornata la pagina di TripAdvisor dedicata ai 10 migliori ristoranti, pizzerie e locali della città di Verona.

Non hai che l’imbarazzo della scelta. Ma come capire se le opinioni su un ristorante (veronese o meno) sono attendibili?

Te lo spiega un articolo di Verona Wine Love su come valutare le recensioni che leggi su TripAdvisor.

 

Ristoranti Verona - Pizzeria da Vincenzo

La pizzeria da Vincenzo, in piazza Nogara, a pochi passi dall’Arena di Verona

 

Verona, ristoranti e altro: le informazioni utili per vivere la Città dell’Amore

 

Eccoti qui le informazioni utili per arrivare nella Città di Romeo e Giulietta. Su cosa vedere. Come girare Verona a piedi o in bicicletta,

Ci sono poi le cantine di Verona. E i ristoranti e locali dove mangiare consigliati da Groupon, con cui Verona Wine Love è affiliato.

Spero che questo articolo sui migliori ristoranti, pizzerie, locali dove mangiare a Verona ti sia stato utile.

TripAdvisor è un social utile per orientarsi fra le offerte culinarie della città scaligera.

Per i ristoranti di Verona, però, non affidarti solo alla superficie dei giudizi dai clienti. Ma cerca di leggere fra le righe.


Articolo a cura di
Maurizio Corte
redazione@veronawinelove.com

*****
Il testo dell’articolo contiene link pubblicitari

Qui puoi leggere gli altri articoli del Magazine VERONA WINE LOVE

 

Ti è piaciuto l’articolo?

 

Iscriviti alla newsletter di Verona Wine Love e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Iscriviti alla newsletter, clicca qui.

Enoturismo - Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona - 2019

Ebook di Verona Wine Love sulle Strade del Vino e i percorsi di enoturismo nella provincia di Verona – 2019. Iscriviti alla newsletter e lo riceverai in omaggio

 

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di Verona Wine Love

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Redazione e servizi di Comunicazione digitale:
Nicola
☏   +393498058016

—————–

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona TwitterPinterest

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove



Booking.com

Spazio Commerciale
Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

3 + 9 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy
Nicola +39 349 8058 016
veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Enoturismo, Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel vince il concorso Best of Wine Tourism. Al via la quarta edizione del premio

Enoturismo, Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel vince il concorso Best of Wine Tourism. Al via la quarta edizione del premio

La Valpolicella, terra dei Grandi Vini Rossi, è anche terra dell’enoturismo di livello internazionale.

Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa, storica dimora della famiglia Tommasi.- alle porte della Valpolicella classica – si aggiudica il premio dell’edizione 2020 del concorso Best of Wine Tourism 2020.

In tema di enoturismo, da parte sua, la Camera di Commercio di Verona realizzerà nei prossimi mesi  la 4ª edizione della Guida Verona Wine Tourism.

La guida presenta le imprese veronesi che offrono una esperienza enoturistica di qualità.

La guida verrà presentata nel corso delle principali fiere internazionali del turismo (Fitur Madrid, Bit Milano, Itb Berlino, MITT Mosca, TTG Rimini).

E sarà diffusa negli uffici turistici del territorio e negli uffici Enit nel mondo.

 

Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel vince il Global Winner del Best of Wine Tourism 2020

 

Il Global Winner del Best of Wine Tourism 2020 per la ricettività è Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa, storica dimora della famiglia Tommasi, alle porte della Valpolicella classica.

Nelle scorse edizioni sono state premiate dal concorso di Great Wine Capitals a livello internazionale la galleria Olfattiva di Zeni e il museo del vino di Masi.

I vincitori sono promossi dalla rete delle Great Wine Capitals, le Grandi capitali del vino, che ha ideato il concorso e cui la Camera di Commercio, aderisce rappresentando l’Italia.

“Siamo veramente molto onorate di ricevere questo premio, che premia la lungimiranza di un investimento fatto dai nostri genitori nel 1987”, afferma Michela Tommasi.

“Da allora la nostra famiglia si è operata per diffondere in Italia e nel mondo la conoscenza di un territorio unico come la Valpolicella classica ed i suoi valori. Non solo attraverso la produzione vinicola, ma anche ampliando l’offerta con l’ospitalità”, sottolinea Michela Tommasi.

Tommasi rappresenta oggi l’eccellenza italiana in più di 70 Paesi in tutto il mondo.

“L’accoglienza di una famiglia, i servizi di un grande albergo, l’ecletticità di una struttura che è cresciuta e si è evoluta negli anni”, spiega Barbara Tommasi.

“Il lavoro di squadra di tutto il personale, diretto da Luca Carrara, premiano un percorso di cui siamo molto fieri”, sottolinea Barbara Tommasi.

L’ospitalità è parte fondamentale e strategica nel quadro d’insieme di Tommasi Family Estates“, spiega Barbara Tommasi.

“Non solo il vino, ma anche tutte le esperienze e le emozioni che ne derivano”, fa notare Barbara Tommasi. “Dalla condivisione a tavola ad offerte benessere o meeting in un insieme unico ed esclusivo per soddisfare le esigenze dei consumatori”.

 

 

Guida Verona Wine Tourism e concorso “Best of Wine Tourism”

 

Per entrare a far parte della Guida Verona Wine Tourism – della Camera di Commercio di Verona – è necessario partecipare al Concorso “Best of Wine Tourism”.

L’iniziativa del “Best of Wine Tourism” è finalizzata a premiare le imprese vitivinicole, le cantine e i fornitori di servizi che propongono un’offerta enoturistica originale e di qualità.

Il Concorso giunto alla sua quarta edizione si inserisce nell’ambito del progetto Great Wine Capitals.

Great Wine Capitals è la rete che riunisce 10 città mondiali rinomate a livello internazionale, allo scopo di rafforzare l’immagine, la conoscenza e la diffusione dell’enoturismo.

E’ possibile iscriversi a partire da gennaio ed entro marzo 2020 compilando la domanda online sul sito della Camera di Commercio.

Per ogni ulteriore informazione: turismo@vr.camcom.it

“La Camera di Commercio con la Guida Best of Wine Tourism vuole dare visibilità all’offerta enoturistica veronese, un comparto che ha ampie possibilità di sviluppo ed è un’interessante diversificazione per le imprese vinicole”, spiega Paolo Arena, consigliere della Camera di Commercio di Verona, giurato del concorso.

“Si va dalle esperienze gourmet e luxury affiancate a esperienze rurali, come i viticoltori eroici, e legate alle tradizioni antiche”, sottolinea Paolo Arena.

“Quel che conta è che si tratti di esperienze”, fa notare Arena. “Il turismo esperienziale è l’evoluzione dell’enoturismo come abbiamo potuto verificare selezionando le aziende vitivinicole  veronesi vincitrici del Concorso Best of Wine Tourism”.

 

Turismo Enogastronomico

Enoturismo: il successo passa da esperienze autentiche e di qualità per ospiti esigenti e con buona capacità di spesa

 

Enoturismo: i viaggiatori cercano esperienze autentiche e di qualità

 

“Il comparto dell’enoturismo è in crescita”, spiega Marta Ugolini, docente di marketing turistico dell’Università degli Studi di Verona, partner del progetto.

L’enoturismo è  trainato dalla ricerca di esperienze autentiche da parte di viaggiatori con buone possibilità di spesa, sempre più esigenti.

“Del resto, camminare nei vigneti, parlare con i produttori, annusare l’aria delle cantine ed assaporare il vino in loco costituiscono altrettante esperienze sensoriali che, se ben orchestrate, possono rendere memorabile una vacanza”, osserva la professoressa Ugolini.

Da qui scaturisce l’importanza di un’offerta di elevata qualità da parte delle strutture enoturistiche: cantine, aziende ricettive, locali e ristoranti tipici.

E’ importante un’offerta in grado di corrispondere ai più alti standard internazionali.

“Il premio Best of Wine Tourism promosso nel Veronese dalla Camera di Commercio di Verona contribuisce a diffondere tra gli operatori la cultura della qualità, primario elemento su cui si gioca il successo”, sottolinea Marta Ugolini.

 

Villa Quaranta - Best of Wine Tourism - Camera di Commercio di Verona - gennaio 2020 - Verona Wine Love

Villa Quaranta global winner del concorso Best of Wine Tourism 2020. La premiazione alla Camera di Commercio di Verona

 

Il concorso Best of Wine Tourism

 

Al via la quarta edizione del concorso Best of Wine Tourism.

E’ possibile iscriversi a partire da gennaio ed entro marzo 2020 compilando la domanda online sul sito della Camera di Commercio.

Dopo il successo registrato nel triennio scorso, con 88 partecipanti, la Camera di Commercio di Verona continua nella propria attività di sviluppo territoriale legata al mondo dell’enoturismo che vede Verona unica città italiana ad essere presente nella rete delle Grandi Capitali del Vino.

Il Premio ‘Best Of Wine Turism si pone come punto di  riferimento per riconoscere le più importanti cantine che accolgono con standard di eccellenza gli enoturisti.

I premi sono cresciuti in prestigio e sono diventati molto ambiti in ciascuna delle “Great Wine Capitals” (Adelaide, Bilbao, Bordeaux, Losanna, Mainz, Mendoza, Porto, San Francisco, Valparaiso e Verona).

Quest’anno, infatti. ci sono stati 467 partecipanti in totale e 67 premi regionali assegnati nei 10 Paesi appartenenti alla rete.

Oltre alla competizione che si svolge nei singoli Paesi viene scelto, fra i vincitori  ‘Best Of’  di ogni Capitale dell’Enoturismo, un “Global Winner” per Capitale.

I premi internazionali ‘Global Best Of Wine Turism’ sono stati consegnati durante una serata di gala al Palais de la Bourse di Bordeaux.

La cerimonia ha concluso i lavori dell’Annual General Meeting di Great Wine Capitals,  nel corso del quale  la Rete ha celebrato il suo 20 ° anniversario.

Ad oggi, 5073 imprese enoturistiche hanno aderito al concorso e 765 proprietà hanno ricevuto un premio.

Il concorso Best of Wine Tourism, premia le aziende vitivinicole e di servizio nel mondo del vino che si distinguono per la qualità dei loro servizi turistici.

Si può concorrere in diverse categorie. Sei sono per le imprese vitivinicole: ricettività, ristorazione, architettura e paesaggio, arte e cultura, esperienze innovative per l’enoturismo e pratiche sostenibili per l’enoturismo.

Una settima categoria è prevista per le imprese di servizio alla filiera del vino.

Ciascuno dei vincitori nelle sette categorie parteciperà alla selezione internazionale di Best of Wine Tourism che si terrà a novembre a Mainz (Germania).

Nelle scorse edizioni sono state premiate dal concorso di Great Wine Capitals a livello internazionale la galleria Olfattiva di Zeni e il Museo del vino di Masi.

I vincitori sono promossi dalla rete delle Great Wine Capitals, le Grandi capitali del vino, che ha ideato il concorso e cui la Camera di Commercio, aderisce rappresentando l’Italia.

Inoltra la Camera di Commercio raccoglie in una guida tutte le imprese partecipanti al concorso: la guida sarà diffusa sul territorio e all’estero.

La competizione premia le strutture che si caratterizzano per la qualità dei loro servizi enoturistici all’interno di differenti categorie.

Le categorie vanno dall’ambito culturale e artistico, ai servizi per l’enoturismo fino alla ricettività e alla ristorazione.

 

Siti web per cantine

L’enoturismo trova il suo massimo riconoscimento, a livello di offerta, nel concorso Best of Wine Tourism

 

I “global winner” del concorso Best of Wine Tourism 2020

 

Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa (Verona)

In una splendida posizione nel cuore della Valpolicella Classica, Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa è un resort che fonde storia e modernità.
Una antica villa, un ristorante con una carta dei vini con oltre 1300 etichette, un hotel e un moderno centro congressi, un secolare parco, una chiesa romanica per intimi festeggiamenti ed una Spa che offre trattamenti con prodotti a base di vino.
Il resort offre una esperienza unica per gli amanti dell’enoturismo.

Gemtree Wines (McLaren Vale, Adelaide)

La sostenibilità e l’ecologia sono al centro dell’attività di Gemtree Wines.
Certificato biologico e biodinamico, Gemtree possiede uno dei più grandi vigneti biodinamici certificati in Australia.
Le cantine australiane stanno in questi giorni affrontando un momento tragico: oltre un terzo delle vigne sono andate perdute negli incendi del mese di dicembre.

Bodegas Valedmar / Museo Villa Lucia ( Bilbao | Rioja)

Il Museo Villa Lucia  a Laguardia, in collaborazione con Bodegas Valdemar, situata a Oyón-Oion, hanno collaborato per sviluppare un vasto programma di turismo inclusivo che permette ai consumatori con limitazioni visive, uditive o fisiche di visitare cantine e musei.
In tutte le proprietà, le persone con disabilità possono conoscere il vino ed i metodi di produzione e godere di una esperienza integrata.

Château de la Dauphine (Bordeaux)

A Château la Dauphine, i visitatori possono immergersi nel modo di vita francese salendo a bordo di una leggendaria Citroën 2 CV.
Il “Patrimonio Tour” inizia nel parco della proprietà, con una guida che dà informazioni sulla storia della proprietà e sull’area di Fronsac.
Il tour esplora i vigneti, seguito da una visita alla capanna di pesca “Carrelet” sul fiume Dordogna.
E’un modo innovativo e originale per partire alla scoperta del patrimonio di Fronsac .

Bouche à Oreille (Losanna)

Per ascoltare il vino, dal gusto alle parole, “Dalla bocca a orecchio” è un progetto unico, immaginato e condotto da Marie Linder, specialista del vino, e Mathieu Bessero-Belti, attore.
Il progetto è stato in collaborazione con dodici autori da Francia, Belgio, Canada, Camerun e Svizzera, per creare un racconto legato alla storia di dodici Vitigni.
Queste creazioni letterarie vengono presentate durante la degustazione dei vini.

Ingelheimer Winzerkeller (Mainz | Rheinhessen)

La cantina di Ingelheim è il nuovo cuore dell’esperienza del vino nella città del vino rosso.
Unisce tradizione e modernità, storia e spirito del tempo.
Quello che una volta era l’edificio dell’ex cooperativa di viticoltori di Ingelheim è ora un nuovo punto di incontro per gli ospiti e i cittadini.
Nelle mura storiche ampiamente rinnovate, tre aree vi danno il benvenuto sotto lo stesso tetto: Ingelheimer Vinothek, il ristorante Winzerkeller e le informazioni turistiche di Ingelheimer.

Rosell Boher Lodge (Mendoza)

Rosell Boher Lodge si trova ai piedi delle montagne delle Ande, nella Provincia di Mendoza.
Il Lodge dispone di una residenza con tre ampie camere di lusso e 11 ville private con vigneto, con jacuzzi, cantina privata e terrazze con camini.
Il menu del ristorante si basa principalmente su ingredienti locali, con attenzione alla stagionalità.
Il cibo è preparato in modo artigianale –  per offrire agli ospiti un assaggio delle tipicità autoctone e della cucina regionale argentina.

Quinta da Pacheca (Porto)

Quinta da Pacheca in collaborazione con l’architetto Henrique Pinto, ha creato un progetto di suite in forma di botti, rafforzando con originalità l’offerta enoturistica.
In un ambiente idilliaco e romantico, Wine Barrels offre un’esperienza unica di contatto con la natura e con la realtà della regione vinicola del Douro.
Circondata dai secolari vigneti, ognuna delle 10 gigantesche botti è unica, per caratteristiche di progettazione ed elementi di design.
Un originale porta circolare in vetro dà accesso alla piattaforma esterna, da cui i visitatori possono ammirare lo stupefacente paesaggio della Valle del  fiume Douro.

Azienda vinicola Louis M. Martini (San Francisco-Napa Valley)

Costruita nel 1933, la cantina è stata una delle prime cinque ad aprire la Napa Valley dopo l’abrogazione del proibizionismo ed è stata restaurata.
Per il restauro della Cantina Martini, il team ha collaborato con il rinomato architetto Howard Backen, che ha guidato il processo per riportare in evidenza la bellezza della cantina.
Il tutto con un progetto in mattoni di terra cotta, cemento e acciaio .

Casa Valle Viñamar (Valparaíso | Casablanca Valley)

Di recente rinnovata, Casa Valle Viñamar ha riaperto con un nuovo concetto che incorpora la sostenibilità come uno dei suoi cinque valori aziendali.
Si impegna a continuare a crescere in modo sostenibile, in armonia con la terra e le persone cilene attraverso progetti che aggiungono valore ai suoi marchi e processi.
Un giardino biologico fornisce il ristorante Macerado Viñamar e incorpora la comunità locale includendo prodotti artigianali nel suo negozio.

Il Global Winner del Best of Wine Tourism 2020 per la ricettività è così Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa, storica dimora della famiglia Tommasi, alle porte della Valpolicella classica.

In tema di enoturismo, da parte sua, la Camera di Commercio di Verona realizzerà nei prossimi mesi  la 4ª edizione della Guida Verona Wine Tourism.

Intanto ha inizio la quarta edizione del concorso Best of Wine Tourism. Tutte le informazioni sul sito web della Camera di Commercio di Verona.

 

Verona-Ponte di Castelvecchio-Verona città dell'enoturismo

 

L’enoturismo a Verona, i vini e le cantine della provincia scaligera

 

La provincia di Verona – come dimostra il premio assegnato a Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa – è una terra di turismo del vino di alta qualità.

Sul turismo del vino puoi leggere la guida all’Enoturismo di Verona Wine Love.

Se sei interessato ai vini veronesi, consulta la sezione di Verona Wine Love ai VINI, TERRITORI E CANTINE della provincia veronese.

 

Articolo della redazione di Verona Wine Love
redazione@veronawinelove.com

******

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Se ti è piaciuto questo articolo…

 

Iscriviti alla newsletter di VERONA WINE LOVE: sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Sull’ebook trovi poi i nomi delle cantine che puoi visitare. E che puoi contattare per l’acquisto di vino di qualità.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E così scopri anche i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE per comunicare la tua azienda o professione







Booking.com

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

7 + 2 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

Nicola +39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Brand Journalism: come comunicare in modo efficace attraverso il giornalismo d’impresa

Brand Journalism: come comunicare in modo efficace attraverso il giornalismo d’impresa

Il Brand Journalism è una forma di giornalismo che racconta, con la tecnica propria di questa professione, l’impresa.

Dove per impresa si intende l’azienda che cerca il profitto. Ma anche le organizzazioni senza fini di lucro: il non profit.

Il Brand Journalismo non è un modo nuovo di fare pubbliche relazioni. O marketing. Non è comunicazione d’impresa. E non è propaganda.

Il giornalismo d’impresa è l’applicazione della tecnica giornalistica – e del suo quadro deontologico – al racconto di quanto un’impresa è. E di quanto fa.

 

Brand Journalism - Giornalismo d'Impresa - 1

 

Giornalismo d’impresa: il Brand Journalism trasforma l’impresa in una media company

Il giornalismo si compone di tre fasi: la raccolta delle informazioni, la selezione delle informazioni e la presentazione delle informazioni selezionate sotto forma di notizia.

E’ il processo di newsmaking, come viene spiegato da Mauro Wolf in “Teorie delle comunicazioni di massa” (editore Bompiani), uno dei classici delle teorie dei media.

Il newsmaking decontestualizza fatti, persone, eventi e li ricontestualizza nel formato del notiziario.

Per farlo ricorre ai criteri di notizibilità. Quelli che fanno dire a un giornalista che un certo fatto è “notizia”. Quindi, è meritevole di essere portato all’attenzione del lettore.

Il giornalismo (e con esso il Brand Journalism) non è però solo tecnica. Ha un substrato deontologico che assicura l’imparzialità, l’indipendenza e l’autonomia del lavoro del giornalista.

Possiamo quindi affermare che il giornalismo d’impresa è un giornalismo dove tecnica giornalistica e deontologia lavorano assieme. In un orizzonte che ha al centro la persona, l’essere umano.

Grazie a questo, l’impresa che ricorre al Brand Journalism (al giornalismo d’impresa) diventa una media company.

 

Brand Journalism - Giornalismo d'Impresa - Maurizio Corte - a

 

Cosa fa e quali vantaggi ha una media company che fa giornalismo d’impresa

Un’azienda o un’organizzazione che diventino media company sono editori. In quanto tali favoriscono il lavoro dei giornalisti al loro servizio.

Il giornalismo è ricerca. Il giornalismo è approfondimento. E’ filtro tra le fonti e i lettori. Il giornalismo è rispetto della verità sostanziale dei fatti. Ed è azione informativa leale e in buona fede.

Compito di una media company – di un’impresa che diventa editore – è di mettere i giornalisti che lavorano per lei nelle migliori condizioni per raccogliere, selezionare e raccontare le informazioni che riguardano l’organizzazione.

La vita quotidiana, le persone, i prodotti, i servizi, la storia, le innovazioni: millanta sono gli spunti per raccogliere e selezionare le informazioni. Per fare giornalismo.

L’impresa si affida a giornalisti professionisti – con esperienza nell’opera di newsmaking – per far sì che quelle informazioni raccolte, selezionate e raccontate creino un ponte con i lettori.

Quale vantaggio ne trae? Quello di produrre un notiziario che va incontro ai bisogni d’informazione del lettore.

In questo modo, mettendo il lettore al centro, quella media company che è l’impresa si racconta nel miglior modo e nel modo più onesto e imparziale possibile.

Ci vuole coraggio a diventare una media company? Ci vuole certo coraggio. Il rapporto con i giornalisti – con professionisti indipendenti e che rispondono dei valori deontologici – non è mai facile.

Ma è l’unico modo per produrre una comunicazione di qualità. Che porta risultati. Perché solo una comunicazione nell’interesse dei lettori risulta credibile ed efficace.

 

Brand Journalism - Giornalismo d'Impresa - Maurizio Corte - lettore al centro

 

Il lettore al centro del Brand Journalism: raccontare le persone, non le cose

Perché un lettore (o una lettrice), presi da mille impegni e incombenze, dovrebbero dedicare il loro testo a leggere un testo prodotto dalla nostra impresa.

La risposta è una soltanto: per ottenere un vantaggio. Un vantaggio informativo, educativo, formativo, di relazione con gli altri.

Di qui l’importanza – per il Brand Journalism – di mettere il lettore al centro.

I criteri di notiziabilità, anche nel giornalismo d’impresa, puntano pertanto a cercare, selezionare e raccontare le informazioni che interessano al nostro lettore.

Con il Brand Journalism, allora, l’impresa si racconta non guardandosi l’ombelico. Ma avendo come punto di riferimento il vantaggio da produrre a favore del lettore.

Nel diventare media company, grazie al giornalismo d’impresa, l’azienda od organizzazione o istituzione che fa Brand Journalism produce un notiziario su misura del lettore.

Crea in questo modo una relazione empatica con chi legge la sua produzione giornalistica. E pone le basi per un dialogo e una comunicazione che creano relazione.

 

Articolo a cura di Maurizio Corte
email: redazione@veronawinelove.com
sito web: agenzia Corte&Media

*** La foto di copertina è un particolare dal “Battesimo di Cristo” del mio pittore preferito, Piero della Francesca. Il particolare rappresenta tre angeli diversi ciascuno dall’altro.

*** Maurizio Corte è un giornalista professionista che si occupa di Brand Journalism e Comunicazione Strategica dal 1990. Insegna Giornalismo Interculturale e Multimedialità all’Università degli Studi di Verona. Collabora con il Centro Studi Interculturali nel Master in “Intercultural Competence and Management”.

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona Twitter

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove

Spazio Commerciale
Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

8 + 8 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy
+39 349 8058 016
veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Sommelier, ottima annata per l’AIS all’insegna della comunicazione del vino e dell’impegno per l’enoturismo

Sommelier, ottima annata per l’AIS all’insegna della comunicazione del vino e dell’impegno per l’enoturismo

L’Associazione Italiana Sommelier chiude l’anno all’insegna puntando sulle crescenti opportunità dell’enoturismo.

Dalla presentazione della guida Vitae 2020 alla Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio, il bilancio racconta di un’ottima annata per l’Associazione Italiana Sommelier (AIS).

Gli originali protagonisti della degustazione del Vinitaly erano spumanti affinati in mare, ma i piedi dell’AIS sono rimasti ben piantati a terra.

A testimoniarlo, la solida alleanza con le istituzioni, dai ministeri alla Presidenza del Consiglio, pronte a sostenere e a dare risonanza alle attività del più grande sodalizio di comunicatori del vino.

 

Sommelier AIS Verona

 

Vinitaly e il ruolo dell’Associazione italiana sommelier

A Verona, durante il Vinitaly, l’AIS ha presentato per la prima volta una degustazione comparata di vini affinati sott’acqua.

Un evento senza precedenti che ha permesso di andare alla scoperta del processo evolutivo e delle caratteristiche di bottiglie riemerse dalle profondità dei fondali marini, dove hanno sostato per mesi.

Sono stati i produttori stessi, affiancati da esperti degustatori dell’Associazione, a raccontare la propria filosofia e a spiegare in dettaglio le ragioni che li hanno portati a scegliere una metodologia così originale.

 

Congresso nazionale AIS - Teatro Filarmonico Verona

 

Cultura e turismo all’insegna del vino e dell’olio

Giunta alla nona edizione, la Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio è stata tutta dedicata alla sinergia tra la professione del sommelier e il suo impiego nel settore del turismo.

Il fenomeno enoturistico, infatti, registra una crescita costante e inarrestabile.

Un’espansione cui i soci AIS possono contribuire in maniera significativa attraverso le competenze acquisite durante il percorso professionale. 

 

guida vitae 2020 dell'associazione italiana sommelier AIS

 

La guida Vitae 2020 e il congresso sull’enoturismo

Presentata per la prima volta a Roma, all’interno del centro congressi La Nuvola di Massimiliano Fuksas, l’edizione 2020 della guida Vitae ha fotografato l’ottimo stato di salute del vino italiano .

E ha registrato il proficuo rapporto dell’AIS con le istituzioni, a partire dalla Presidenza del Consiglio, rappresentata dal premier Giuseppe Conte, intervenuto durante la giornata.

Essendo il sommelier AIS una figura professionale già molto ricercata nel ramo dell’enoturismo, l’annualecongresso dei soci, realizzato a Verona a fine novembre, è stato l’occasione propizia per proseguire i lavori inaugurati in primavera dalla Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio.

Argomenti chiave quali “destinazione turistica”, “comunicazione nel mondo del vino”, “marketing digitale” e “formazione degli operatori” hanno tenuto banco durante l’evento.

La vittoria dell’annuale concorso Miglior Sommelier d’Italia – Premio Trentodoc del toscano Valentino Tesi, impegnato quotidianamente nel mondo della finanza, conferma le parole del presidente nazionale Antonello Maietta.

Il presidente Maietta rivendica, con orgoglio, il ruolo di comunicatori del vino per tutti i quarantamila soci dell’Associazione italiana sommelier.

Perché i sommelier AIS sanno raccontare quel mondo dovunque, non solo fra i tavoli del ristorante. 

Non a caso, Verona Wine Love dedica ai sommelier AIS una rubrica specializzata con i più importanti eventi della sommellerie italiana.


Articolo a cura di
Maurizio Corte
redazione@veronawinelove.com

Leggi gli altri articoli del Magazine VERONA WINE LOVE

 

Ti è piaciuto l’articolo?

 

Iscriviti alla newsletter di Verona Wine Love e avrai la guida enoturistica di Verona

 

Iscriviti alla newsletter, clicca qui.

 

Sarai informato sugli itinerari turistici, gli eventi culturali, gli spettacoli, l’enoturismo e il vino di Verona (e non solo).

Con l’iscrizione riceverai un ebook con i 10 percorsi di enoturismo nella provincia di Verona. E le informazioni sulle bellezze culturali e naturali
delle varie zone.

I 10 percorsi puoi farli in bicicletta, in moto, in auto oppure a piedi.

Ci teniamo alla tua privacy e siamo contro lo spam: la tua email viene gestita solo per l’invio della newsletter, nel rispetto della legge sui dati personali.

 

Comunica la tua azienda, in Italia e all’estero, con i servizi digitali di Verona Wine Love

 

Vuoi comunicare la tua azienda o il tuo locale? Scopri i SERVIZI DIGITALI DI VERONA WINE LOVE:

  • social media management (gestione social network in ottica strategica),
  • business blogging e testi professionali,
  • brand journalism e web reputation,
  • foto servizi professionali,
  • video professionali,
  • transmedia storytelling,
  • siti web responsive e mobile friendly,
  • ufficio stampa e media relations,
  • servizi per eventi, fiere, enoturismo, enogastronomia
  • traduzioni e servizi di assistenza clienti


Contattaci a questi recapiti:

✉︎   veronawinelove@gmail.com
✉︎   redazione@veronawinelove.com

Redazione e servizi di Comunicazione digitale:
Nicola
☏   +393498058016

———————————————

Segui VeronaWineLove sui social

Icona FacebookIcona IstagramIcona LinkedInIcona TwitterPinterest

RIPRODUZIONE RISERVATA  ©  Copyright VeronaWineLove







Booking.com

Spazio Commerciale

Sei appassionato/a di fotografia e vorresti partecipare a un Corso di Fotografia e Fotoritocco?
Leggi le info su Mauro Magagna, fotografo professionista e responsabile d’immagine di Verona Wine Love.

Mauro Magagna fotografo

Sei appassionato/a di Bike Tour e desideri scoprire i percorsi delle Terre del Custoza, del Lago di Garda e del Monte Baldo?
Ti consigliamo il team di Guide di MTB di BIKE EXPERIENCE di Fabio Boeti e ALLMOST MTB di Francesco Trentini.

BikeExperience di Fabio Boeti                        AllMost di Francesco Trentini

Iscriviti alla newsletter!


Riceverai le notizie sugli eventi a Verona che uniscono vino, turismo, spettacoli e cultura

8 + 8 =

¤ I dati personali sono trattati in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003, al Regolamento UE 216/679 e alla Privacy policy

Nicola +39 349 8058 016

veronawinelove@gmail.com



Booking.com

Articoli

Ebook

Licenza Creative Commons
10 percorsi alla scoperta dei vini di Verona diVeronaWineLove Ebook è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://veronawinelove.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://veronawinelove.com/.

Show Buttons
Nascondi